U.I.C.I. Bolzano – Armin il nostro fisioterapista

Autore: Valter Calò

Armin ha un sogno… è un ragazzo dell’alta Val Pusteria con una grave disabilità visiva, socio della nostra associazione UICI – Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti Sezione Alto Adige.
Si ha un sogno, vuole diventare fisioterapista…
Direte Voi, cosa c’è di strano? Ci sono altri fisioterapisti che lavorano in ospedale con la stessa disabilità visiva. No, non è così, perché da parecchi anni il fisioterapista è un corso universitario con alta specializzazione. Mentre prima per le persone con disabilità visiva venivano formati masso/fisioterapisti, adesso il corso universitario è molto impegnativo e altamente professionale, comporta un difficile esame di ammissione e un percorso di studi molto complesso.
Armin Plaikner, termina gli studi e intraprende la strada del centralinista come tante ragazze e ragazzi con la sua disabilità, continua a sognare fino a quando inizia a parlare con il responsabile dei masso/fisioterapisti della Sezione UICI Alto Adige Franz Gatscher che gli spiega nel dettaglio la professione e il percorso di studi da percorrere con tutte le sue difficoltà. Armin ascolta con molto interesse e ad ogni parola di Franz si illumina e continua a sognare, vuole diventare fisioterapista…
Armin è un ragazzo determinato, sa quello che vuole, non è una decisione facile ci pensa e ripensa, si convince, scrive una lettera di fine rapporto di lavoro come centralinista e si iscrive agli esami di selezione e ammissione per il percorso di studi in fisioterapia presso la Scuola Superiore Provinciale di Sanità Claudiana di Bolzano.
Franz lo indirizza presso il fisioterapista del Centro Ciechi St. Raphael, Hannes Holzmann per capire, comprendere e approfondire questa difficile professione. Hannes spiega nella teoria e nella pratica questa professione, mentre Armin gli fa da assistente e cerca di cogliere tutti i suoi movimenti usati per la riabilitazione.
Settembre 2018, iniziano gli esami di selezione per entrare alla Claudiana di Bolzano per poter accedere al percorso formativo in fisioterapia. Armin si presenta agli esami con la consulente scolastica Stefanie Antelmi del Centro Ciechi St. Raphael, assistente prevista per legge per poter assolvere correttamente l’esame. Ricordiamo che Armin ha una grave disabilità visiva e interagisce con un PC tramite una sintesi vocale che con una voce legge il testo e quindi le domande d’esame.
Stefanie fornisce supporto solo per ovviare a passaggi d’esame dove la sintesi vocale del PC non riesce a leggere, come formule chimiche o grafici. Al test d’ingresso si presentano più di 100 candidati per soli 20 posti a disposizione, il nostro studente è nervoso, ma felice di poter sostenere questa prova d’esame, sorride e inizia a scrivere, le parole escono una dietro l’altra, tante domande le affronta velocemente e su alcune invece si deve soffermare e pensarci su. Alla fine rilegge con calma tutto quanto ha scritto, corregge qualche passaggio… è soddisfatto, ma un esame è sempre un esame, consegna e spera. Con grande gioia si classifica undicesimo; bravo Armin, il primo passo l’hai fatto, sei dentro la Claudiana adesso devi solo studiare e applicarti.
Il percorso di studio è difficile e per Armin lo è ancora di più, ma lui sogna questa professione e mette tutto se stesso sia negli studi che nei tirocini pratici che vengono svolti in tutta la nostra Provincia. Ci sono momenti belli e momenti difficili, come scalare una montagna, Armin è un montanaro vero e dai momenti belli prende l’energia per superare quelli brutti. Affronta tutti gli esami con determinazione e gli supera uno dopo l’altro, cosi come i tirocini pratici, il 10 novembre 2022 si laurea con 103/110, bravo Armin, con il tuo impegno e la tua determinazione i sogni possono diventare realtà.
Armin è il primo fisioterapista con disabilità visiva della nostra Provincia laureatosi presso la Claudiana e uno dei pochi a livello nazionale che abbia percorso tutto il programma di studi accedendo liberamente alle prove d’esame; un ringraziamento particolare al Preside e ai Professori della Claudiana che hanno supportato Armin assieme a UICI Alto Adige.
Permettetemi di stringergli la mano da parte di tutti Voi e dirgli bravo Armin.

Foto di Armin con la corona di alloro sul capo nel giorno della sua Laurea

Pubblicato il 25/01/2023

U.I..C.I. Lazio – Nuovo Bando di Servizio Civile

Domande entro il 10 febbraio

L’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ricerca in tutto il Lazio volontari da impiegare nei nuovi progetti di Servizio Civile Universale!
Cerchiamo giovani tra i 18 e i 29 anni non compiuti da impiegare per 12 mesi, 25 ore settimanali con rimborso spese mensile di 444,30 €.

Se vuoi vivere la tua esperienza nella sede del Consiglio Regionale del Lazio in Via Collalto Sabino 14 (Roma) scegli il progetto:
Sapere, saper essere e saper fare – ricette per l’integrazione 
Codice progetto: PTXSU0015722011061NMTX)

Codice sede: 171278
  
 

ALTRI PROGETTI NEL LAZIO:
 
Progetto 1 – Laboratori di cittadinanza attiva per l’inclusione sociale (Codice: PTXSU0015722011056NMTX)

  • Frosinone: Codice sede 171402 – VIA MARCO TULLIO CICERONE 120
  • Frosinone Sede di Servizio: Codice sede: 172487 – VIALE GIUSEPPE MAZZINI SNC
  • Cassino: Codice sede: 171301 – VIA ALIGERNO ABATE 71
  • Sora: Codice sede: 171342 – VIA GABRIELE D’ANNUNZIO 4
  • Roma: Codice sede: 171435 – VIA MENTANA 2/B
  • Ariccia: Codice sede: 171365 – VIA STRADA NUOVA 2
  • Civitavecchia: Codice sede: 171394 – VIA ANTIGONO FRANGIPANE 6
  • Viterbo: Codice sede: 171454 – VIA FERNANDO MOLINI 11

Progetto 6 – Sapere, saper essere e saper fare – ricette per l’integrazione (Codice: PTXSU0015722011061NMTX)

Latina: Codice sede: 171406 – VIA UFENTE 2

Roma: Codice sede: 171435 – VIA MENTANA 2/B

 
*GMO: Giovani con Minori Opportunità = bassa scolarizzazione  
 

La domanda può essere inviata online entro le ore 14.00 del 10 febbraio 2023 cliccando sul seguente link: https://domandaonline.serviziocivile.it/
 

Per presentare la domanda occorrerà:

– lo Spid, se sei un cittadino italiano residente in Italia o all’estero (qui le istruzioni per richiedere lo SPID https://www.spid.gov.it/richiedi-spid;

– le credenziali da richiedere al Dipartimento, se sei un cittadino di un Paese appartenente all’Unione europea o uno straniero regolarmente soggiornante in Italia (qui la procedura) https://domandaonline.serviziocivile.it/RichiestaCredenziali;

– un Curriculum Vitae.
 

Maggiori dettagli sul sito https://www.uiciechi.it/serviziocivile/index.asp

Per altre informazioni: 
tel.: 0655135033 – 3388813286 
email: uiclazio@uici.it
www.uiclazio.it 

Locandina

Pubblicato il 12/01/2023.

U.I.C.I. Sicilia – Polo Tattile – Consensi e lucciconi per “I miràculi d’o Bamminu”

Applausi a scena aperta, nella struttura di via Etnea a Catania, per il recital di cunti e canti popolari natalizi di e con Cinzia Caminiti Nicotra e altri attori e musicisti. Salmeri, consigliere nazionale dell’Uici, “affascinato dagli interpreti, che hanno saputo restituire qualcosa che appartiene al nostro passato ma serve a tener vivo il nostro presente e costruire il nostro futuro”. La commozione di molti nel risentire i canti natalizi della propria infanzia

Un grande successo, nel Polo Tattile Multimediale di Catania, per lo spettacolo di cunti e canti popolari siciliani dal titolo I miràculi d’o Bamminu, che Stefano Salmeri, consigliere nazionale dell’Uici e componente del Cda della Stamperia Braille, presentando l’iniziativa, ha definito “coinvolgente”.

“In quest’epoca – ha detto – viviamo in una sorta di eterno presente, che appiattisce tutto e ci fa dimenticare l’importanza della memoria, andare a scavare nelle nostre tradizioni, specialmente quelle natalizie, ha avuto un forte riscontro nel pubblico. Gli spettatori sono rimasti affascinati dagli interpreti che hanno saputo restituire qualcosa che appartiene al nostro passato ma serve a tener vivo il nostro presente e costruire il nostro futuro”.

Salmeri ha dunque ringraziato il presidente del Consiglio regionale dell’Uici, Gaetano Renzo Minincleri, che aveva fortemente voluto quest’iniziativa e non ha potuto essere presente per una indisposizione, “ma anche tutto il pubblico, che ha saputo apprezzare l’interpretazione sicuramente notevole di questi artisti”.

Il testo de I miràculi d’o Bamminu si deve a Cinzia Caminiti Nicotra, ricercatrice di tradizioni popolari, ma anche regista, attrice e cantante, che ha strappato calorosi applausi al pubblico insieme con quel grande musicista che risponde al nome di Roberto Fuzio e con le attrici e cantanti Raniela Ragonese e Nicoletta Nicotra.

“Si tratta – ha spiegato l’Autrice – di un testo teatrale semplice, che si basa non sulle ricerche dei grandi folkloristi come Giuseppe Pitrè, ma sulle storie che udivo in casa, per Natale. Questi cunti mi sono stati tramandati dalle mie nonne, dalle mie zie. Ho scavato nei miei ricordi e in quelli della mia famiglia, lavorando su racconti che erano patrimonio comune anche di altri gruppi familiari siciliani. Ne è nato, nel tempo, già dagli anni Novanta, un testo che, smontato e rimontato inserendo brani e canzoni, continuo a portare in giro. Cosicché diventa sempre più ricco e apprezzato, grazie proprio alla sua semplicità, che vince sempre”.

“Abbiamo visto – ha aggiunto Fuzio – spettatori commossi, con i lucciconi agli occhi, nell’ascoltare alcuni canti. Vuoi perché sono testi e melodie romantiche, vuoi perché l’atmosfera natalizia fa venire in mente a tutti noi episodi cari dell’infanzia. C’erano poi persone di una certa età che avevano un ricordo proprio di questi canti popolari tramandati nelle famiglie”.

A commuoversi anche Luca Grasso, direttore del Polo Tattile, “per la profondità dei racconti, ma anche per la musica, le canzoni coinvolgenti, cantate con il cuore: sapevo che fossero bravi, ma non immaginavo fino a questo punto”.

“Sono riusciti a trasmettere – ha aggiunto – tutta la dolcezza che un argomento come quello della nascita del Bambinello impone. E mi auguro ci siano altre opportunità di collaborazione con questo gruppo di artisti che ha saputo comunicare al pubblico davvero tanto”.

Pubblicato il 09/01/2023.

U.I.C.I. Sicilia – I miràculi d’o Bamminu nel Polo Tattile

Nella struttura di via Etnea a Catania, il prossimo cinque gennaio un recital di cunti e canti popolari natalizi di e con Cinzia Caminiti Nicotra e altri attori e musicisti. Lo spettacolo chiuderà le celebrazioni delle festività. L’ingresso sarà libero, ma poiché i posti sono limitati occorrerà prenotarsi. Il presidente del Consiglio regionale dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti, Minincleri: “Felice di invitare la cittadinanza a questo appuntamento”

Dopo i tre recital del ciclo “Verga, parole da vedere” – che, in ottobre, novembre e dicembre, hanno goduto di grande favore da parte del pubblico – e, qualche giorno fa, la folla per “Notte di luce”, la serata a ingresso libero al museo, il Polo Tattile Multimediale di via Etnea a Catania concluderà le celebrazioni delle festività il 5 gennaio del 2023.

“Anche stavolta – ha detto il presidente del Consiglio regionale dell’Uici (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), Gaetano Renzo Minincleri – abbiamo deciso di chiudere puntando sulla tradizione siciliana con uno spettacolo con canti, musiche e bellissimi racconti dal titolo I miràculi d’o Bamminu. I testi si devono a Cinzia Caminiti Nicotra, ricercatrice di tradizioni popolari, ma anche regista, attrice e cantante. E sono lieto di invitare la cittadinanza a partecipare a questo appuntamento, convinto che, vista la qualità della proposta, si tratterà ancora una volta di un successo”.

“Siamo orgogliosi – ha aggiunto il direttore del Polo Tattile, Luca Grasso – di coinvolgere la città in questo recital in cui, con Cinzia Caminiti Nicotra, si esibiranno un grande musicista come Roberto Fuzio, e le attrici e cantanti Raniela Ragonese e Nicoletta Nicotra. Lo spettacolo avrà ingresso libero, ma poiché i posti nel nostro auditorium sono limitati occorrerà prenotarsi telefonando al numero 095-500177 oppure scrivendo all’email visite@polotattile.it”.

“I miràculi d’o Bamminu”, prodotto da Teatro della Città e Schizzi d’arte, andrà dunque in scena il 5 gennaio del 2023 alle ore 17.30, e rappresenta soltanto un primo step di un processo più ampio.

“Con Stamperia Braille e Uici, attraverso il prof. Minincleri – ha sottolineato Silvia Rigon, di Teatro della Città – intendiamo lavorare a un progetto che, partendo da una collaborazione con i tiflologi, ossia gli studiosi delle problematiche dei disabili visivi, punta a rendere gli spettacoli in generale e quelli teatrali in maniera particolare, sempre più accessibili. E questo recital rappresenta il punto di partenza di un percorso”.

Particolarmente soddisfatta Cinzia Caminiti Nicotra, che ieri si è recata per un sopralluogo nel Polo Tattile, scegliendo il Giardino sensoriale della struttura per eseguire, a cappella, “Maria lavava”, uno dei canti popolari de “I miràculi d’o Bamminu”.

“Finalmente al Polo Tattile – ha detto -, era un mio obiettivo e ci sono riuscita. Narreremo dei miracoli del Bambinello, da quello dei fiori rossi, che compie appena nato, a quelli del ritorno a Nazzarètti, come veniva chiamato dal popolo il villaggio. Li compie anche inconsapevolmente, almeno secondo i Vangeli apocrifi e secondo… i miei ricordi. Lo spettacolo infatti non si basa sui cunti degli studiosi che trascrissero fonti popolari, bensì su racconti donati a me da nonne, zie, vicine di casa. Un patrimonio che adesso ho deciso di portare in scena”.

Pubblicato il 30/12/2022.

U.I.C.I. Basilicata – Un dicembre ricco di ricorrenze e iniziative

Il giorno 13 si è celebrata la giornata nazionale del cieco giunta ormai alla 64esima edizione.

A Potenza il consiglio regionale UICI Basilicata ha incontrato gli studenti e le studentesse dell’Istituto Professionale di Stato per l’Industria e l’Artigianato IPSIA G. Giorgi, con i quali ha affrontato temi legati non solo al mondo della disabilità, ma soprattutto a quello del lavoro, come la domotica nelle abitazioni private il mondo della moda.

Gli incontri si sono realizzati rispettivamente con una classe ad indirizzo meccanico e una ad indirizzo tessile sartoriale.

Rispetto al mondo della domotica è intervenuto, in veste speciale di relatore il socio UICI Rocco Clementelli, appassionato da sempre di ausili informatici che ha mostrato ai ragazzi quanto supporti quotidiani che ritroviamo nella vita di tutti i giorni possano fare la differenza per persone con disabilità e consentire loro di condurre una vita di maggiore autonomia. In questo modo si sono resi concreti e tangibili aspetti della progettazione informatica, ma anche della realizzazione meccanica con i quali un professionista può trovarsi a confronto nel suo lavoro e da lì far scaturire la soluzione più adeguata per il futuro consumatore

Stimolante e originale anche l’approccio durante l’incontro-laboratorio con la classe di ramo tessile, nel quale è stato mostrato un modo innovativo di fare modellismo sartoriale, abbinando l’aspetto estetico a quello della funzionalità come nei casi delle persone non vedenti, che utilizzano una protesi o per quelle che effettuano dialisi.

Sono stati portati ad esempio anche alcuni modelli culturali come quelli di stilisti innovativi e modelle influencer che fanno sfoggio del loro stile senza nascondere la propria disabilità.

Di produzioni audiovisive e cultura accessibile si è invece parlato a Matera durante la live performance CiAV – Cinema ad Alta Voce, prodotta dal Consorzio ConCreTo – CineParco TILT con il Lucania Film Festival e l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti – sezione Matera, cofinanziato dalla Regione Basilicata – Fondo per lo Sviluppo e la Coesione, Bando “Piano dello spettacolo 2021” – Misura 3.

Si è trattato di una iniziativa a cui la sezione UICI di Matera ha aderito in collaborazione con il Museo Nazionale di Matera e Leggo Quando Voglio – Poesia in Azione consistita nella fruizione di opere teatrali musicali e cinematografici per tutti, dove poter “vedere” ascoltando i racconti narrati e musicati dal vivo da un team di creativi e professionisti dello spettacolo, fra i quali ha partecipato anche Fabio Pappacena.

Il progetto, ideato da Rocco Calandriello e Claudia D’Anna è nato per garantire la possibilità di condividere l’esperienza con il pubblico dei ciechi e degli ipovedenti acquisendo da questi nuovi orizzonti critici e sensoriali.

Pubblicato il 22/12/2022.

U.I.C.I. Piemonte – Convegno Accessibilità Digitale, disponibili le registrazioni dei lavori

Venerdì 2 dicembre 2022 l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti del Piemonte ha organizzato il convegno “Accessibilità digitale: la password per la piena inclusione”. Registrazioni e materiale del convegno sono disponibili sul nostro sito all’indirizzo:

Link diretto alla playlist sul canale YouTube di UIC Piemonte: https://youtube.com/playlist?list=PLJnR1HYdef8zoqD0Ixn1NO9-r2Pp2EJMN

Pubblicato il 21/12/2022.

U.I.C.I. Marche – Italo e l’altro Natale

L’altro Natale: siamo tutti più buoni o solo più indaffarati?

I giorni di festa, e le strade della città, visti da un cane guida

Italo *

BAU amici! Come state?

È tornato quel momento dell’anno in cui gli umani li sento agitati. Tanto agitati! Si chiama Natale e per molti è una festa importante perché tanto tempo fa, da quello che dicono, è nato un bambino che si chiama Gesù.

Però io non capisco: se è una festa tanto importante, perché diventano tutti nervosi? Sì, amici, in questo periodo io devo stare molto più attento nel mio lavoro da cane guida. Le persone sono tanto distratte, sia quelli che camminano a piedi, sia quelli che stanno in macchina. E le strade, ad Ancona ma anche nei piccoli comuni, sono ancora più pericolose del solito sia per me che per Stefania.

In questi giorni le persone che camminano a piedi ciondolano come fichi al vento…. Buoni! Spesso mi attraversano davanti senza guardare, sono pieni di cose in mano e guardano sempre quel coso luminoso che chiamano telefono. Proprio oggi una signora non tanto giovane, perché aveva il pelo bianco come il mio amico Pedro, uscendo da un negozio mi ha travolto, per fortuna niente di grave… mi è solo caduto in testa un pacchetto. Però era pesante BAU!

Poi ci sono quelli che guidano le auto. Mamma mia che paura in questi giorni! Proprio in una delle pensiline dove io e Stefania aspettiamo l’autobus ad Ancona, un’auto ci è andata a sbattere. Solo per caso non ha travolto nessuno.

Boh, sento spesso dire dagli umani che a Natale sono tutti più buoni… allora perché io li sento così agitati?

Posso dirvi che in questo periodo mi rilasso solo quando, a casa della nonna, Stefania fa girare una cosa che si chiama carrillon che sta in una casetta di legno con dentro il bambino che si chiama Gesù. La musica è così bella e rilassante che io mi addormento. 

Cari amici umani, ma voi che festeggiate il Natale perché correte da una parte all’altra della città come toponi impazziti?

A volte, penso che nessuno ricorda perché è Natale. Io sì: perché c’è quel bambino a casa della nonna in quella casetta con quel suono che mi piace tanto.

Ora vi devo salutare, vado a preparare le crocchette e lo slittino… forse partiamo per la montagna, BAU!

*Italo è il cane guida di Stefania Terrè, vicepresidente dell’Unione ciechi e ipovedenti delle Marche. Attraverso l’esperienza quotidiana in città con il suo cane, che le permette di muoversi in autonomia, Stefania racconta come vive una persona non vedente e sensibilizza sui comportamenti rispettosi dei bisogni di chi ha meno strumenti a disposizione.

Foto di Italo seduto in giardino con un cappellino in testa

Pubblicato il 21/12/2022.

U.I.C.I. Sicilia – Da Verga alla “Notte di luce al Museo”

Un grande successo, ieri, per l’appuntamento, il terzo del ciclo, con le ultime due novelle lette dall’attore e regista Gianni Salvo mentre Aurora Cimino, accompagnata al pianoforte dal maestro Pietro Cavalieri, ha eseguito le ballate di Lina Maria Ugolini. Sabato prossimo la struttura di via Etnea a Catania aprirà gratuitamente, dalle 19 alle 23, i propri saloni offrendo una “grande sorpresa”: un plastico del Parco archeologico di Morgantina e della Villa del Casale di Piazza Armerina. L’iniziativa benefica con Telethon

“Con questa terza serata di Verga, parole da vedere si è concluso il ciclo di incontri che, dedicato a sei novelle dell’inventore del Verismo, ha riscosso un grandissimo successo e avviato una nuova fase della vita del Polo Tattile Multimediale, oggi centro culturale e non solo museale”.

Non si era ancora spenta, ieri nell’auditorium del Polo, l’eco degli ultimi, fragorosi applausi per il bravissimo attore e regista Gianni Salvo, per l’attrice e cantante Aurora Cimino e per il maestro Pietro Cavalieri al pianoforte, che Gaetano Renzo Minincleri, presidente del Consiglio regionale dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti e della Stamperia Braille, aveva annunciato “tante nuove manifestazioni per il 2023”. E questo proprio grazie al successo del progetto voluto dallo stesso Minincleri e messo a punto da Angela Maria Messina, docente e non vedente, e da Lina Maria Ugolini.

“Abbiamo voluto parlare di Verga – ha spiegato la scrittrice – dedicandoci all’ascolto puro della parola, a quel linguaggio che sottolinea sentimenti elementari, passioni forti, nel bene e nel male. La dinamica di amori e tradimenti ha caratterizzato tutti e tre gli incontri in questo auditorium, fino alle ultime due novelle: l’amante di Gramigna, perdutamente infatuata di questo brigante, e poi i tradimenti di Pentolaccia”.

Lina Maria Ugolini ha ringraziato il presidente Minincleri, Angela Messina, Gianni Salvo, Aurora Cimino “e il maestro Cavalieri, il quale ha messo in musica le mie poesie dando vita alle ballate che sono state un po’ la cifra di questi incontri”.

“Musica e poesia – ha concluso – si inserivano all’interno della narrazione asciutta del nostro Verga. Così le ballate hanno contribuito a suscitare, tra le parole, nuove emozioni attraverso il linguaggio della musica, conferendo un particolare fascino a questi incontri”.

Al termine della serata di ieri il presidente Minincleri ha inoltre sottolineato come per la fine di quest’anno siano in programma ancora delle iniziative nel Polo Tattile, a cominciare dalla Notte di luce al Museo che si svolgerà la sera di sabato 17 dicembre.

“Un evento particolarmente sentito in questo periodo natalizio – ha spiegato Luca Grasso, direttore del Polo – e una maniera di uscire dall’atmosfera dello shopping per puntare sulla Cultura e su ciò che questo nostro museo ha da offrire, con l’accompagnamento delle musiche tipiche del Natale”.

“Sarà l’occasione – ha sottolineato Minincleri – per presentare alcune interessantissime ricostruzioni del Parco Archeologico di Morgantina e della Villa Romana del Casale, a Piazza Armerina. Esporremo un plastico che ricostruisce la zona dell’antica Morgantina, con il teatro, l’agorà, le botteghe. E ci sarà anche un pezzo di mosaico tattile che è stato riprodotto dai nostri tecnici per consentire anche a non vedenti e ipovedenti di apprezzare l’archeologia”.

“Saremo aperti dalle 19 alle 23 – ha concluso Grasso – e siamo convinti che sarà una serata emozionante per tante famiglie, con tanti bambini. Abbiamo anche aderito all’iniziativa di Telethon in favore della Ricerca sulle malattie oculari genetiche. Per raccogliere fondi distribuiremo infatti dei cuori di cioccolata di gran marca”.

Pubblicato il 14/12/2022.

U.I.C.I. Veneto – My wellness week-end

Una nuova esperienza, “My wellness week-end” si terrà da venerdì 17 marzo a domenica 19 marzo 2023, presso l’hotel “La Residence Idrokinesis” Via Monte Ceva, 8, hotel 4 stelle superior della catena Gran Bretagna hotels, che si trova nella bella zona pedonale di Abano Terme (PD).

L’hotel ha messo a disposizione del gruppo:

4 camere doppie ad uso singola al costo complessivo di euro 230,00;

11 camere doppie al costo complessivo di euro 210,00 a persona;

In caso di richiesta di terzo letto il costo è di euro 185,00. Per i bambini dai 2 ai 10 anni in camera con 2 adulti il costo complessivo è di euro 130,00.

I cani guida possono accedere anche in sala da pranzo e il soggiorno per loro è gratuito. Si prega di segnalarne comunque, all’atto della prenotazione, la presenza.

Le camere saranno disponibili dalle ore 15.00 del giorno di arrivo e dovranno essere liberate entro le 11,00 del giorno di partenza.

La quota comprende:

-pensione completa dalla cena del giorno di arrivo al pranzo del giorno di partenza con bevande ai pasti (1/4 di vino e ½ l. di acqua a persona);

-Intrattenimento serale dedicato;

-Thermal Spa Card: permette l’accesso gratuito all’area giardini, relax e piscine della Thermal Spa. Le 3 piscine sono ad acqua termale a varia temperatura, con idromassaggi, percorsi contro corrente, jacuzzi, idropercorsi per la ginnastica e il rassodamento, percorsi Kneipp per il benessere delle gambe. È previsto l’utilizzo della Grotta termale sudatoria. È compreso l’uso degli accappatoi e degli asciugamani per le piscine.

Compreso altresì l’utilizzo della palestra e delle biciclette ma non sono disponibili tandem.

La quota non comprende:

-la tassa di soggiorno del valore di 2,00 a persona che va pagata in loco; sono esonerati dal pagamento i disabili.

Le adesioni dovranno essere comunicate a questo Consiglio via e-mail a uicvene@uici.it entro il 20 dicembre 2022 corredate dalla scheda di iscrizione compilata con la massima scrupolosità e dalla ricevuta del versamento di Euro 50,00 a persona a titolo di caparra.

Entro il 3 febbraio 2023 gli interessati dovranno poi provvedere al saldo della quota di partecipazione, versando il rimanente importo.

Il soggiorno si svolgerà con un minimo di 20 partecipanti e qualora non si riuscisse a raggiungere il numero minimo, la caparra verrà restituita.

Le quote di partecipazione al soggiorno dovranno essere versate con bonifico sul conto corrente bancario intestato a Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS Consiglio Regionale Veneto BANCA INTESA SANPAOLO SPA IBAN: IT22 D030 6909 6061 0000 0155 943.

Coloro che fossero in difficoltà con le modalità di pagamento o con la compilazione delle schede potranno rivolgersi alla Sezione di appartenenza per assistenza nella pratica d’iscrizione.

Per le adesioni alle iniziative da parte di non vedenti non in regola con il tesseramento UICI o non iscritti all’associazione è stato previsto di aggiungere alla quota di partecipazione una somma integrativa di Euro 50,00, sia per il non vedente che per l’eventuale accompagnatore.

Si fa presente che saranno accolte solamente le adesioni i cui interessati avranno espresso il consenso al trattamento dei dati personali compilando il modello “Informativa ai sensi degli artt. 13 e 14 del Regolamento Europeo 679/20162”. L’informativa va compilata e firmata sia dai soci che dagli accompagnatori.

Durante il soggiorno sarà possibile partecipare al progetto “Rosa assoluto” con Simona Giantin Marketing & Public Relations Manager, che comprende:

-aperitivo di benvenuto e presentazione del programma verso le 18 del giorno di arrivo;

-il secondo giorno prevede una mattinata di corso di portamento e coffee break e nel tardo pomeriggio una lezione di pilates;

-il terzo giorno prevede mattinata dedicata alla routine di skin care con presentazione e prova pratica di alcuni prodotti e consigli per il loro utilizzo.

In omaggio una maglietta per i partecipanti al corso.

Il costo del corso è di euro 40,00 a persona per i partecipanti al soggiorno e di euro 50,00 a persona per chi volesse partecipare come esterno. I posti sono limitati e la prenotazione e il pagamento del corso vanno fatti entro il 20 dicembre.

Si fa presente che è possibile raggiungere con il treno la vicina stazione di Montegrotto Terme. Chi fosse interessato ad arrivare in treno potrà chiedere maggiori informazioni alla coordinatrice del soggiorno Sabrina Baldin per il trasporto dalla stazione di Montegrotto all’hotel.

Il partecipante iscritto al soggiorno, in caso di rinuncia, sarà soggetto alle penalità sottoindicate:

– Euro 50,00 dall’adesione al 31° giorno prima della partenza;

– 50% dal 30° giorno al 14° giorno prima della partenza;

– 100% dal 13° giorno prima della partenza.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare la coordinatrice del comitato pari opportunità e del soggiorno Sabrina Baldin al n. 328/4753013.

Pubblicato il 14/12/2022.

U.I.C.I. Toscana – Settimana bianca 2023 – Dobbiaco, 12-19 febbraio 2023

Autore: Massimo Diodati

Il Consiglio Regionale Toscana organizzerà la settimana bianca sulle nevi di Dobbiaco dal 12 febbraio al 19 febbraio 2023.

L’organizzazione prevede l’impiego di guide professioniste sia per accompagnare gli sciatori, sia, nei limiti del possibile, per uscite con escursioni. Sarà possibile noleggiare l’attrezzatura per praticare lo sci di fondo presso il “noleggio sci” situato di fronte all’Hotel. Il soggiorno avverrà presso l’Hotel Union con trattamento di mezza pensione. La struttura alberghiera prescelta garantisce tutte le procedure di sicurezza per la salvaguardia della salute dei propri ospiti e di tutto lo staff.

Per lo spuntino di mezzogiorno vi sono ottime opportunità a portata di mano a costi sostenibili, fra cui il Centro fondo, distante poche centinaia di metri dall’Hotel Union, oltre naturalmente presso le malghe presenti nei dintorni.

Il costo della settimana bianca è di 612,50 (86 a persona + 1,50 di tassa di soggiorno), escluso il premio della polizza assicurativa, obbligatoria per tutti i partecipanti.

La quota comprende: – colazione: a buffet; – cena: menu a scelta con una cena tipica e una mediterranea, buffet di antipasti, verdure e insalata; – bevande: acqua minerale gasata/naturale ogni 2 persone, vino da pagare a parte; – uso gratuito del parcheggio autobus di fronte all’hotel, zona wellness nuovissima, palestra e piscina coperta.

È previsto un supplemento singola di € 14,0 giornalieri (massimo 4); supplemento DUS (massimo 2) € 37,00 giornalieri

Riduzione bambini da 0-1: 25 € al giorno in culla, 2-6 anni: 50%, 7-13 anni: 30%. Inoltre riduzione terzo e quarto letto 10%.

Ogni sciatore, o comunque persona che fruisce delle guide, dovrà sostenere il costo per i pranzi delle stesse.

Nel caso che le guide sci dovessero necessitare di attrezzature a noleggio, la quota sarà equamente suddivisa fra tutti gli sciatori a fine settimana.

Al momento dell’iscrizione da effettuarsi entro e non oltre il 15/01/2023 dovrà essere versato un anticipo di € 100,00.

Tale anticipo sarà poi detratto al momento del saldo che dovrà essere effettuato presso l’hotel. La prenotazione potrà essere fatta contattando Angelo Grazzini, promotore e organizzatore, ai seguenti recapiti: Telefono abitazione: 0572 33772. Telefono cellulare: 338 4248181 – Indirizzo e-mail: a.grazzini@yahoo.it

Pubblicato il 07/12/2022.