Alleanza per la Mobilità Inclusiva: ricerca per promuovere la mobilità internazionale degli studenti universitari con disabilità

Da circa due anni, l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti è impegnata, insieme all’Unione Europea dei Ciechi, nell’attività dell’Inclusive Mobility Alliance (IMA), una rete europea di associazioni di studenti, di università e di organizzazioni di persone con disabilità unite dal comune obiettivo di migliorare la mobilità internazionale degli studenti universitari con disabilità, in particolare nel quadro del programma ERASMUS+.

La Dichiarazione allegata, con testo tradotto in file separato, sintetizza i concetti e gli elementi fondamentali sui quali si basa l’impegno dell’IMA.  

L’Erasmus Student Network (ESN), che coordina l’IMA, intende redigere una serie di indicazioni o linee guida per i ministeri nazionali dell’educazione e  per le università finalizzate a promuovere un comune standard di qualità dei servizi di sostegno per gli studenti universitari con disabilità nei programmi di mobilità internazionale.

Per raggiungere questo scopo, l’ESN ha messo a punto due questionari online in lingua inglese, uno rivolto agli studenti con disabilità e uno rivolto al personale che si occupa di inclusione e internazionalizzazione all’interno delle università.

Entrambi i questionari sono compilabili unicamente online sul sito: https://inclusivemobility.eu/ entro il 30 novembre 2019. Qualora risultasse utile, dallo stesso sito è possibile scaricare la versione word delle domande, ma ricordiamo che è ammessa solo la compilazione online dei questionari. È possibile anche accedere direttamente al questionario per gli studenti al seguente link: https://limesurvey.arteveldehs.be/index.php/254637?lang=en e a quello per le università al seguente link: https://limesurvey.arteveldehs.be/index.php/652248?lang=en. Per incentivare la partecipazione, sono stati messi in palio, tra tutti coloro che risponderanno al questionario rivolto agli studenti, due biglietti Interrail per viaggiare in treno in Europa del valore di euro 200,00 cadauno.

Versione in inglese

versione in italiano

Formazione degli operatori, tappa fondamentale per l’inclusione

Intervista con la dottoressa Simona Fanini

Formazione degli operatori, tappa fondamentale per l’inclusione: nuovi corsi ECM al Sant’Alessio

Colloquio con Claudio Cola, presidente dell’Uici del Lazio e componente del Comitato di Programmazione e Sorveglianza del Centro Regionale Sant’Alessio di Roma.

Se c’è una scommessa per una realtà complessa come il Centro Sant’Alessio che ogni anno offre servizi a 1500 disabili visivi, anche con minorazioni aggiuntive, è quella di mantenere alto, e al passo con i progressi scientifici, il profilo degli interventi. Una scommessa e una sfida quotidiana per il Centro Regionale, che vanta importanti collaborazioni con università e centri di ricerca, e che ha messo in cantiere per il prossimo anno due corsi ECM dedicati alle professionalità interne e ai professionisti sanitari interessati al modo delle disabilità visive.

«Negli ultimi sei anni c’è stato indubbiamente un forte rilancio delle attività del Sant’Alessio: l’offerta di servizi di qualità ha portato il Centro ad essere punto di riferimento anche per la comunità scientifica che si occupa delle disabilità visive» – commenta Claudio Cola.

«Le collaborazioni con l’ISS e con le Università, tra cui spiccano La Sapienza di Roma, L’Università degli Studi dell’Aquila, la Lumsa, Roma Tre, coinvolgono dozzine di tirocinanti e laureandi che al Sant’Alessio si rapportano con professionisti preparati – aggiunge Cola – in un ambiente certamente stimolante che offre un approccio globale alla disabilità visiva e sensoriale».

Quindi l’attività formativa si rivolge ai discenti ma anche agli operatori del settore. «Parallelamente agli interventi formativi diretti a dare strumenti ai giovani che devono entrare nel mondo del lavoro, il Sant’Alessio prosegue l’attività formativa diretta agli operatori del settore – fa sapere il Presidente dell’U.I.C.I. Regionale -. Ogni primo sabato del mese presso la sede romana del Centro si svolgono seminari che mirano all’aggiornamento degli operatori che lavorano per il Sant’Alessio nelle scuole e presso il domicilio degli utenti. 

E che sarà resa più significativa con l’attivazione della piattaforma www.formazionesantalessio.it dove, oltre ai corsi dedicati agli educatori degli asili nido per prepararli ad accogliere bimbi disabili visivi, saranno erogati anche corsi di approfondimento sugli ausili».

Attività che si aggiungono a quelle del programma di Educazione Continua in Medicina e tiflologia. «Il Sant’Alessio, con il dottor Alessandro Tamino, sta preparando due corsi da sottoporre alla commissione – annuncia Cola -. Il primo riguarda “L’attivazione non visiva dei neuroni a specchio – il loro ruolo nella dinamica formativa dei non vedenti” dedicato, nelle intenzioni dei promotori, a chiunque si occupi di terapia e riabilitazione che voglia comprendere il ruolo della percezione corporea, non mediato dal canale visivo ma dagli altri sensi. Oltre al corso in presenza sono previsti interessanti laboratori al buio nella black box. 

Il secondo – prosegue il presidente Cola – su “Il contributo dell’epigenetica ai modelli riabilitativi tiflologici: l’importanza della presa in carico precoce” dedicato a chiunque si occupi di riabilitazione, in particolare tiflologica,  stabilendo le connessioni tra esperienza riabilitativa precoce e modifica dei sistemi di lettura del patrimonio genetico, in maniera stabile».  

Interessanti prospettive formative che potranno offrire anche nuove occasioni di ricerca alla comunità scientifica che gravita intorno al Sant’Alessio e migliorare, di riflesso, anche le politiche a supporto dell’inclusione.

Lazio – Inclusione sociale attiva, Progetto “Futuro in vista”: Iscrizioni ancora aperte!

La Partnership tra l’Unione Italiana Dei Ciechi e Degli Ipovedenti – Consiglio Regionale del Lazio (ONLUS APS), l’Unione Italiana Dei Ciechi e Degli Ipovedenti – Sezione Territoriale di Roma (ONLUS APS), il Centro Regionale S. Alessio Margherita di Savoia per Ciechi e Ce.S.F.Or. (Centro Studi Formazione e Orientamento), è risultata vincitrice del progetto “Futuro in Vista”, finanziato dalla Regione Lazio ai sensi del POR FSE 2014-2020 Avviso pubblico “Presa in carico, orientamento e accompagnamento per l’inclusione sociale attiva”

Sono ancora aperte le iscrizioni per la partecipazione al progetto, per il quale si selezionano 8 adulti tra i 18 e i 35 anni (compiuti) ambo i sessi residenti a Roma o provincia, con minorazione visiva (certificata), disoccupati o inoccupati.

Il progetto di inclusione “Futuro in vista” richiede la frequenza obbligatoria di 600 ore di attività che si articoleranno in 12 mesi.

I partecipanti selezionati riceveranno un indennizzo di 6 euro lorde ogni ora di frequenza.

Gli interessati dovranno compilare l’allegato modello di domanda e inviarlo, congiuntamente agli allegati richiesti nel modulo, a uiclazio@uiciechi.it

Affrettatevi a prenotare i colloqui di selezione, che si terranno dal lunedì al venerdì, dal 04.06.19 al 24.06.19!

Telefono 0655135033 chiedere della Dott.ssa Simona Fanini

Partenza delle attività 01.07.19

Le attività (di gruppo e individuali) saranno finalizzate all’ inclusione sociale attraverso i seguenti percorsi: counselling psicologico e giuridico, partecipazione a laboratori di autonomia personale, attività di social media, laboratorio teatrale, potenziamento linguistico, sostegno psicologico e numerose attività sportive.

Massa Carrara – “Leggere con le mani”: 8 giugno 2019

La sezione UICI di Massa Carrara anche quest’anno, in collaborazione con la Consulta handicap del Comune di Carrara, organizza un’iniziativa dedicata interamente all’inclusione scolastica e all’inserimento delle persone con disabilità visiva.

Sabato 8 Giugno 2019 – Cinema Garibaldi – Via Verdi, 15c –  Carrara – dalle ore 9,00 alle ore 12,30

L’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti di Massa Carrara, in collaborazione con la Consulta handicap del Comune di Carrara organizza l’evento “Leggere con le mani”, una giornata che ha come obiettivo la sensibilizzazione dell’opinione pubblica sui temi inerenti l’inclusione scolastica e l’inserimento delle persone con disabilità visiva.

Attraverso il coinvolgimento del mondo della Scuola, in particolare dei bambini che frequentano le classi elementari. Insegnare il codice braille ai bambini vedenti, il modo più bello per avvicinare i bambini ai bambini che invece non vedono

Programma

Ore 9:00 – SALUTO DI BENVENUTO

Giorgio Ricci Presidente UICI MASSA CARRARA

D.ssa Antonella Petrocchi Presidente Consulta disAbili del Comune di Carrara

–  SALUTI DELLE AUTORITA’ E DEGLI OSPITI

Ore 9:30 – Dott. E. Saltarel   –   UICI NAZIONALE

Prof. A. Quatraro –  UICI REGIONALE

Ore 9:45 – PRESENTAZIONE PROGETTO “BIBLIODIVERSITA’” Fabrizio Alberti

Commissione Nuove Tecnologie UICI Massa Carrara

D.ssa Monica Armanetti Biblioteca Comunale Carrara –

D.ssa Susanna Dal Porto Biblioteca Comunale Massa 

PRESENTAZIONE Simone Frasca – Autore, scrittore e illustratore di libri per bambini- SPAZIO DEDICATO AI BAMBINI

Ore 11:45 – Sinergie di inclusione tra il sistema scolastico e l’associazionismo

Ufficio Scolastico territoriale Lucca – Massa Carrara

Ore 12:00 – CONSEGNA MATERIALE CONSULTA

Ore 12:30 – INTERVENTI E CONCLUSIONI

anche quest’anno, in collaborazione con la Consulta handicap del Comune di Carrara, organizza un’iniziativa dedicata interamente all’inclusione scolastica e all’inserimento delle persone con disabilità visiva

Napoli – Il braille come valore sociale per tutti i ciechi di ogni età

Sala consiliare comune di San Giuseppe Vesuviano

Mercoledì, 29 maggio 2019

L’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti e il Comune di San Giuseppe Vesuviano, con il patrocinio della Biblioteca Italiana per i Ciechi Regina Margherita e dell’Istituto per la Ricerca la Formazione e la Riabilitazione (I.Ri.Fo.R.), organizzano per mercoledì 29 maggio un incontro a cui è invitata l’intera cittadinanza per promuovere e diffondere il metodo di lettura e scrittura Braille, quale strumento indispensabile di inclusione sociale e culturale dei disabili visivi.

“A distanza di quasi 2 secoli dall’invenzione di questo sistema di comunicazione” , afferma Giuseppe Ambrosino, responsabile del presidio della zona vesuviana e nolana dell’unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti “ esso, nonostante siamo nell’era delle tecnologie, resta per i disabili visivi il sistema principale e imprescindibile per l’accesso alla cultura, all’istruzione e all’informazione”. “È fondamentale creare questi momenti di riflessione”, aggiunge il presidente provinciale UICI Mario Mirabile, “perché sono ancora in troppi coloro che considerano il Braille un sistema superato e obsoleto”.

Grazie alla disponibilità dell’assessore all’Istruzione Silvia Annunziata, l’iniziativa si svolgerà nella Sala Consiliare del Comune sangiuseppese alla presenza di insegnanti e alunni del territorio, nella convinzione che è fondamentale diffondere la cultura dell’inclusione dei cittadini disabili.

PROGRAMMA

09:00 – Registrazione dei partecipanti

09:30 – Saluti istituzionali:

Introduzioni

Silvia ANNUNZIATA (Assessore all’Istruzione del Comune di San Giuseppe Vesuviano)

Giuseppe AMBROSINO (Responsabile del Presidio territoriale Zona Vesuviana e Nolana dell’Unione italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti e componente GLIR in seno alla Direzione Regionale scolastica);

Mario MIRABILE (Presidente sezione territoriale di Napoli dell’Unione italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti);

h.10,00 – Lettura al buio

Lucia MANZO e Angelo MANZO

h. 10:30 – Tavola rotonda sul tema dell’incontro

COORDINA: Giuseppe BIASCO (Direttore Istituto per la Ricerca la Formazione e la Riabilitazione di Napoli)

Vincenzo MASSA Presidente regionale dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti

Vincenzo DEL PIANO (Direttore Istituto per la Ricerca la Formazione e la Riabilitazione della Campania)

Silvana PISCOPO (Componente Commissione nazionale Istruzione Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti)

Pietro PISCITELLI (Presidente Biblioteca Italiana per i Ciechi, Regina Margherita)

h.12:00 – Conclusioni

Vincenzo CATAPANO (Sindaco di San Giuseppe Vesuviano)

I presenti potranno richiedere attestato di partecipazione dell’I.Ri.Fo.R., Ente riconosciuto dal MIUR quale riferimento per la formazione scolastica sulle tematiche della disabilità visiva e accreditato per l’erogazione di formazione al personale docente  (D.M. 177/2000).

Per ulteriori informazioni – Giuseppe Ambrosino – tel. 3688026273 – e-mail pt.vesuvianolano@uicinapoli.it

Locandina dell'evento

Locandina dell’evento

Evento ADLAB PRO a Lubiana: 4 giugno 2019

Si comunica che il 4 giungo a Lubiana si terrà l’evento conclusivo del Progetto (ADLAB PRO, https://www.adlabpro.eu) tutto incentrato sull’audiodescrizione per ciechi e ipovedenti che sarà trattata in molte delle sue forme.

Qui il programma: https://www.rtvslo.si/dostopno/tehnike-dostopnosti/30.

È necessario iscriversi mandando una mail a Veronika Rot: veronika.rot@rtvslo.si

Sport – I Open Day dello Showdown in Molise, di Marilena Chiacchiari

Autore: Marilena Chiacchiari

Nell’ambito delle attività a supporto della promozione e dell’inclusione sociale dei ciechi e degli ipovedenti italiani, lo sport ricopre sicuramente un ruolo preponderante sia quale veicolo di integrazione con il mondo delle persone normodotate, sia quale imprescindibile volano per la formazione caratteriale, emotiva ed educativa dell’individuo cieco od ipovedente.

Riconosciuta questa peculiarità all’attività sportiva, la sede nazionale UICI ha deliberato lo stanziamento di risorse economiche a supporto delle sedi regionali UICI, affinché queste ultime si attivino nei propri territori per avvicinare soci e non soci, famiglie, scuole ed istituzioni alle attività sportive praticate a livello nazionale ed internazionale dalle persone con problemi di vista.

Ed in quest’ottica si inquadra la prima giornata regionale dedicata alla disciplina sportiva dello showdown, disciplina che nel territorio molisano sta cominciando a muovere i primi passi che ci hanno consentito di avere una rappresentante ai campionati per esordienti organizzati dalla Federazione italiana sport paralimpici per ciechi ed ipovedenti svoltisi alcuni mesi orsono.

All’evento che si celebrerà il prossimo sabato 18 maggio, organizzato dal Consiglio regionale UICI Molise, con il patrocinio dell’Assessorato allo sport della Regione Molise, del Coni Molise e del Comitato Italiano Paralimpico del Molise, hanno assicurato la loro presenza il componente della direzione nazionale UICI che si occupa di sport, l’avvocato Stefano Tortini, vicepresidente nazionale del nostro amato sodalizio; il referente della commissione UICI nazionale sport e tempo libero, Ciro Taranto, nonché l’atleta che negli ultimi anni ha rappresentato la punta di diamante in questo sport per il nostro paese, Marco Ferrigno, che ha ricoperto anche il ruolo di vice campione mondiale nei campionati mondiali di specialità tenutisi in Corea nel 2015.

Segue programma della manifestazione:

I Open Day dello Showdown in Molise
Presso la palestra del Liceo Classico “Mario Pagano”
Campobasso, 18 maggio 2019

Prima Parte
Dimostrazione di Showdown presso il Liceo classico “Mario Pagano” di Campobasso
Ore 9.00 – Registro presenze
Ore 9:30 – Dimostrazione di Showdown con la partecipazione degli Atleti non vedenti molisani e di fuori regione – tra cui l’ex campione nazionale Marco Ferrigno – e gli alunni dell’Istituto Mario Pagano.
Ore 10.30 – Saluto delle autorità
Ore 11:00 termine dei lavori
ore 12: 00 Incontro conoscitivo sulle discipline sportive praticate dai non vedenti in Molise, presso il Centro regionale per la formazione e l’autonomia Enzo Tioli (via G. Palombo, 14 Campobasso)

All’incontro interverranno:

– Il Vice Presidente Nazionale UICI Avv. Stefano Tortini

– Il Dirigente Nazionale responsabile competente per territorio Marco Condidorio

– Il componente della Commissione nazionale sport e tempo libero Ciro Taranto

– La presidente regionale dell’UICI Consiglio regionale del Molise Marilena Chiacchiari

– La presidente del Cip – Comitato Italiano Paralimpico Molise Donatella Perrella

– Il coordinatore della commissione regionale UICI Molise per lo sport e il tempo libero Matteo Calabrese

– La responsabile della Olimpic Paideia Sporting Mariella Procaccini

– Gli Atleti e i soci dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti

Seconda Parte
Mini Torneo di Showdown
presso la sede UICI regionale “Enzo Tioli” a Campobasso (via Palombo 14)
Ore 15.00 – Ritrovo degli atleti della squadra maschile e femminile che partecipano al mini torneo di Showdown presso il Centro regionale per la formazione e l’autonomia “Enzo Tioli”
Ore 15.30 – Inizio partite
Ore 18.30 Conclusione del torneo e proclamazione e premiazione della squadra vincitrice.

Marilena Chiacchiari

Presidente regionale UICI ONLUS APS Molise

Progetto Notturno: Prima edizione del Premio Nazionale Notturno

L’associazione Notturno ONLUS indice la prima edizione del Premio Nazionale
Notturno, un concorso rivolto esclusivamente a persone affette da disabilità visiva.
Il concorso è suddiviso in sette categorie – musica, canto, danza, teatro, disegno pittura scultura, fotografia e scrittura – ed è volto a valorizzare il talento di tutti
coloro che – siano artisti affermati o emergenti o semplici appassionati – vogliono
mettersi in gioco e vogliono dar voce al proprio talento esprimendo attraverso l’arte
le proprie emozioni.
I finalisti di ciascuna categoria, che saranno proclamati ad insindacabile giudizio
della giuria che vedrà nomi di spicco del panorama artistico Italiano, vinceranno
corsi professionali e materiale tecnico inerenti alla sezione di riferimento.
La proclamazione e la premiazione dei vincitori avverrà durante il grande evento
conclusivo del Progetto Notturno che si terrà a dicembre a Roma.
Le informazioni relative al concorso saranno pubblicate sul sito del Progetto
Notturno. È possibile visionare e scaricare il bando sulla piattaforma web del
Progetto Notturno: www.progettonotturno.com

Bando Concorso 2019 – NOTTURNO

Banche: online l’audioguida contro le truffe

L’obiettivo è promuovere l’inclusione finanziaria e sociale dei cittadini, in un’ottica fortemente inclusiva, nell’ambito del protocollo d’intesa tra Abi e U.I.C.I.

È online l’audioguida Abi con i consigli utili per usare gli strumenti di pagamento in piena sicurezza, evitare di cadere nelle frodi online, non correre rischi dopo aver fatto un prelievo di denaro contante. Sviluppata in collaborazione con il Centro nazionale del Libro parlato dell’U.I.C.I., l’audioguida è concepita con un linguaggio semplice e immediato e con informazioni pratiche per evitare truffe e inganni, anche a supporto delle persone cieche e ipovedenti, grazie al suo format pienamente fruibile.

L’iniziativa rientra nel quadro delle azioni previste dal protocollo d’intesa tra Abi – Associazione bancaria italiana e U.I.C.I. – Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti Onlus APS, per la realizzazione di attività congiunte e progetti sperimentali di informazione ed educazione finanziaria.

Gratuita e in formato digitale, l’audioguida per difendersi dalle truffe rappresenta il terzo appuntamento di questo percorso congiunto avviato sin dal 2013, che vede insieme Abi e U.I.C.I. impegnate nella produzione di audio libri su argomenti di educazione bancaria e finanziaria di interesse per le persone con disabilità visiva. Sono già disponibili online, infatti, le audioguide per agevolare nell’utilizzo degli sportelli automatici Atm e dei Pos: la prima intende – tra l’altro – rappresentare, lato cliente, le informazioni necessarie per eseguire le operazioni di prelievo, secondo quanto previsto dalle linee guida sulle Regole e Raccomandazioni di Accessibilità ai servizi Bancomat®; la seconda è destinata a chiarire i processi finalizzati ad un corretto utilizzo dei Pos con funzione di ricezione dei pagamenti da parte delle persone con disabilità visiva.

L’impegno del settore bancario in tema di accessibilità è in linea con le principali indicazioni contenute nell’Atto europeo sull’accessibilità – il cui iter a livello europeo è in fase di finalizzazione – e si sviluppa nell’ambito delle attività promosse dall’Abi per favorire l’inclusione finanziaria e sociale dei cittadini.

Le guide sono disponibili sul sito dell’Abi al seguente link www.abi.it/Pagine/Mercati/Csr/Protocollo-ABI-Uici.aspx, e dell’U.I.C.I. www.uiciechi.it

Roma, 4 maggio 2019

Progetto Notturno

L’associazione Notturno ONLUS presenterà ufficialmente, per la prima volta in Italia, il Progetto Notturno partendo dalla Puglia.
Notturno nasce da un’intuizione: guardare, al di là del visibile; un percorso umano, sensoriale e artistico che vuole raccontare in tanti modi diversi l’assenza del senso della vista in un’ottica di totale inclusione e sensibilizzazione.
L’obiettivo è quello di dar voce a vite eccezionali che, nonostante le difficoltà, sanno risplendere di una luce immensa interpretando la diversità non come limite da superare, ma come opportunità da cogliere. Punto di forza del progetto, infatti, è la stretta collaborazione tra non vedenti e vedenti che faccia delle diverse abilità una ricchezza unica di cui non poter fare a meno. Ogni vita porta dunque con sé una storia meravigliosa che merita di essere narrata.
Il Progetto, patrocinato dall’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, sta già riscontrando un largo consenso su scala nazionale essendo già in collaborazione con il Centro per l’Inclusione Attiva e Partecipata dell’Università degli Studi di Catania, l’Istituto Italiano di Fotografia di Milano e l’Istituto dei Ciechi di Milano.

Locandina dell'evento che avrà luogo il 28 aprile a Molfetta (BA)

Locandina dell’evento che avrà luogo il 28 aprile a Molfetta (BA)