Alto Adige – Comunicato stampa: Soggiorno marino, vacanza e attività di auto mutuo aiuto

Una piacevole vacanza al mare unita al lavoro di auto mutuo aiuto durante il soggiorno marino dell’Unione Ciechi e Ipovedenti Alto Adige

I tipici piaceri di una vacanza al mare, però anche la possibilità di stare in gruppo con altri minorati della vista e l’occasione di scambio reciproco – questi aspetti hanno caratterizzato questa edizione del soggiorno marino dell’Unione Ciechi e Ipovedenti, Sezione Alto Adige. Il soggiorno ha avuto luogo dal 17 al 30.06.2018 a Tirrenia, provincia di Pisa, dove si trova il Centro Vacanze nazionale dell’Unione Ciechi e Ipovedenti. Detto Centro è allestito appositamente per i ciechi e gli ipovedenti e da tempo è meta fissa del gruppo di Bolzano, il quale quest’anno ha contato la partecipazione di 49 persone.
La Sezione Alto Adige dell’Unione Ciechi e Ipovedenti organizza annualmente, oltre a diverse attività di socializzazione, un soggiorno marino per i soci. I partecipanti hanno potuto godersi 13 giorni di mare, organizzando liberamente la propria giornata e contemporaneamente stando in un gruppo. Questo ha dato loro modo di scambiarsi con altri minorati della vista. Questa iniziativa non è quindi solo una occasione per cambiare aria, ma consiste anche in un importante momento di auto mutuo aiuto che si svolge inconsapevolmente in contemporanea alla vacanza: scambio di informazioni e di esperienze, appoggio e rinforzo reciproco nonché appartenenza ad un gruppo.
L’Unione Ciechi e Ipovedenti con sede in Bolzano, Via Garibaldi 6, Tel. 0471971117, www.unioneciechi.bz.it, è a disposizione di tutte le persone con gravi disturbi visivi e dei loro familiari per consulenze e sostegno di vario genere. Riunisce i minorati della vista di tutti e tre i gruppi linguistici, li rappresenta e tutela i loro interessi, fornisce aiuto per l’espletamento delle pratiche di pensione e simili, procura ausili tiflotecnici e aiuta nella presentazione delle relative domande di contributo, si occupa sia della formazione professionale che dell’inserimento nel mondo del lavoro e organizza soggiorni estivi nonché attività culturali.

Foto del gruppo dei partecipanti

Foto di gruppo dei partecipanti

Bolzano – Ciechi e ipovedenti riflettono sull’anno di attività 2017

Presentazione nuovo opuscolo “Informazioni utili per i ciechi e gli ipovedenti dell’Alto Adige”
Avvio del servizio di accompagnamento in varie zone della Provincia
Si è tenuta sabato 14 aprile 2018 l’Assemblea Annua dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti Alto Adige. Il Presidente Valter Calò ha potuto dare il benvenuto, oltre ai soci effettivi e loro accompagnatori e ai soci sostenitori, anche all’Assessore al Sociale della Città di Bolzano Sandro Repetto, alla Direttrice dell’Ufficio Provinciale per le Persone con Disabilità Luciana Fiocca, al membro della Direzione Nazionale UICI Vincenzo Zoccano nonché al Presidente dell’associazione ciechi ed ipovedenti del Tirolo del Nord Klaus Guggenberger. Il direttivo ha sottoposto ai soci per l’approvazione la relazione morale 2017 e i documenti contabili. E’ stato
presentato il nuovo opuscolo dell’Unione “Informazioni utili per i ciechi e gli ipovedenti dell’Alto Adige”. Infine è stato presentato il “Progetto Agevolatori”, il quale consiste nel nuovo servizio di accompagnamento per minorati della vista nelle zone di Merano, Bressanone e Brunico. Il servizio prenderà avvio a maggio 2018. L’assemblea è terminata come di consueto con il pranzo sociale.
Presentazione Opuscolo “Informazioni utili per i ciechi e gli ipovedenti dell’Alto Adige” L’Unione Ciechi e Ipovedenti Alto Adige ha rielaborato l’opuscolo “Informazioni utili per i ciechi e gli ipovedenti dell’Alto Adige” nonché il dépliant riassuntivo. Il materiale verrà distribuito ai minorati della vista della Provincia e loro congiunti nonché ai cittadini interessati, ad oculisti, medici e distretti sanitari, con lo scopo di fornire una visione completa sui servizi, agevolazioni e diritti dei minorati della vista. Inoltre sarà utilizzato per sensibilizzare i cittadini sulla prevenzione e sulla minorazione visiva con l’intento di raggiungere un maggiore riguardo verso i ciechi e ipovedenti e favorirne una migliore inclusione sociale. L’opuscolo si rivolge a persone di tutte le fasce di età poiché contiene informazioni su facilitazioni negli svariati ambiti della vita: scuola, lavoro, abitare, mobilità e autonomia, non autosufficienza, tempo libero ecc. Inoltre alcuni consigli pratici per la vita quotidiana. Si ringrazia l’Assessorato alle Politiche Sociali, alla Cultura ed al Patrimonio della Città di Bolzano e l’Assessorato all’assistenza sociale del Comune di Merano per il contributo concesso che ha permesso di realizzare il materiale informativo.
Progetto Agevolatore: Avvio del servizio di accompagnamento a Merano, Bressanone e Brunico
L’Unione Ciechi e Ipovedenti ONLUS Alto Adige sta sviluppando un nuovo Servizio di Accompagnamento dedicato ai minorati della vista.
A maggio 2018 partirà una prima fase del progetto, istituendo nelle zone di Merano, Bressanone e Brunico e le valli circostanti un servizio prova della durata di 8 mesi. Le mansioni dei 3 volontari saranno: accompagnamento, per esempio a visite mediche o in uffici, lettura, passeggiare, tenere compagnia, visite a domicilio ecc. La mobilità urbana ed extraurbana si svolgerà con i mezzi pubblici.
Il servizio sarà attivo durante i giorni feriali da lunedì a venerdì compresi e andrà prenotato minimo 24 ore prima direttamente presso i volontari, in modo che questi possano programmare le proprie giornate facilmente e che i servizi non si sovrappongano.
Chi fosse interessato ad usufruire di questa nuova iniziativa è pregato di contattare l’ufficio per avere maggiori informazioni.
Attività 2017
L’Unione Ciechi e Ipovedenti Alto Adige ha censito e assiste circa 1300 minorati della vista, dei quali pressappoco 235 sono ciechi assoluti, 500 sono ciechi parziali e 570 sono ipovedenti; di questi 720 sono soci effettivi. Circa 60 persone vedenti, che supportano l’Unione tramite la loro attività volontaria o con un contributo economico, sono iscritte come soci sostenitori. Obbiettivo principale del lavoro dell’Unione è stato come sempre rappresentare gli interessi delle persone cieche e ipovedenti dell’Alto Adige, per supportare l’integrazione sociale e una vita il più autonoma possibile. Sono stati promossi i rapporti interpersonali e uno scambio reciproco. Grande valore si attribuisce al contatto personale tra dirigenti e collaboratori con gli utenti per rafforzare l’appartenenza dei minorati della vista all’Unione. Nel 2017 il lavoro ci ha permesso di consolidare ulteriormente gli obiettivi dell’associazione e di seguito ne relazioneremo per punti.
Il rappresentare e tutelare gli interessi dei minorati della vista accade tra l’altro tramite il sostegno degli interessati per le domande di riconoscimento della cecità o invalidità civile, di pensioni e assegni, per la fornitura di ausili nonché per l’espletamento di altri adempimenti burocratici.
Gli interessi vengono inoltre rappresentati sensibilizzando l’opinione pubblica e le autorità sui bisogni e sulle difficoltà delle persone cieche e ipovedenti. Allo scopo si ha collaborato in diversi gruppi di lavoro e commissioni.
È stata colta ogni opportunità per essere presenti nei mass media, occasione erano soprattutto le numerose iniziative di sensibilizzazione, tra le quali la Giornata Mondiale della vista dove i cittadini hanno potuto effettuare visite di prevenzione gratuite in tutta la Provincia di Bolzano presso 8 oculisti aderenti. Obbiettivo della campagna era di informare sull’importanza di tenere sotto controllo la propria vista. In tale circostanza e in occasione della Fiera del Volontariato, della Festa delle Api e del Mercatino della Solidarietà a Bolzano sono stati allestiti degli stand informativi. In collaborazione con il Centro Giovani di San Lorenzo e con il Stadttheater di Brunico sono stati proposti un Concerto e rispettivamente uno spettacolo teatrale al Buio per conoscere ed avvicinarsi alla disabilità sensoriale visiva. Stesso scopo aveva l’evento organizzato a Plaus durante il quale, sia adulti che bambini hanno potuto degustare prodotti delle nostre terre in una situazione di buio totale.
Durante l’anno sono inoltre incominciati i lavori di rinnovo dell’opuscolo su informazioni utili per i minorati della vista in Alto Adige e del dépliant riassuntivo.
Come sempre la formazione professionale dei minorati della vista, il loro inserimento lavorativo nonché la corretta applicazione delle leggi in campo lavorativo sono ambiti di rilevante importanza per la nostra associazione nei quali va profuso particolare impegno. Nell’attività di consulenza scolastica e familiare l’Unione non viene coinvolta direttamente, però persegue e sostiene l’assistenza precoce e la consulenza scolastica per i minorati della vista.
L’Unione ha continuato ad impegnarsi per ottenere miglioramenti per i disabili visivi riguardo alla loro autonomia e mobilità. A tale scopo sono stati svolti sopralluoghi e incontri con commissioni e progettisti. Nel 2017 sono stati consegnati dal Lions Club Merano Maiense, 4 bastoni bianchi elettronici BEL a dei nostri soci, i quali hanno poi potuto impararne l’utilizzo in un apposito corso.
Inoltre è nata l’idea di offrire ai soci un servizio di accompagnamento nelle varie zone della Provincia tramite volontari del servizio sociale. Una specifica richiesta inoltrata alla Provincia purtroppo per mancanza di fondi è stata respinta. Per il 2018 si cercherà nuovamente di attuare questo progetto così importante per i minorati della vista.
Anche nel 2017 per i soci sono state offerte le sempre molto apprezzate iniziative per il tempo libero e di socializzazione, ovvero un soggiorno marino presso il Centro Vacanze per non vedenti a Tirrenia, provincia di Pisa, della durata di 13 giorni nonché una settimana di escursioni in montagna nella bassa Val Venosta e in Val Martello. Sono stati inoltre organizzati una gita a Rovereto, una visita all’Osservatorio Astronomico di San Valentino in Campo nonché una serata lirica all’arena di Verona. Queste iniziative promuovono il contatto tra gli associati, ma anche lo scambio di esperienze e informazioni. Anche l’incontro in occasione della giornata nazionale del Cieco e per noi anche festa prenatalizia, che ha registrato la partecipazione di oltre 150 persone, è un’importante momento di socializzazione.
Durante tutto l’anno è stata molto intensa la collaborazione con altre organizzazioni come gli organi regionali e nazionali dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti, con associazioni estere per i ciechi, specialmente con l’Unione Ciechi e Ipovedenti del Nordtirolo, con la Federazione per il Sociale e la Sanità e con altre associazioni per disabili. Molto stretta durante l’anno è stata ovviamente la collaborazione con le organizzazioni per ciechi locali, in particolare con i servizi riabilitativi del Centro Ciechi St. Raphael e con il Gruppo Sportivo Non- e Semivedenti Bolzano.
L’ampia attività della Sezione è stata programmata e svolta dal Consiglio Direttivo formato da 9 membri e dalle 3 dipendenti. Inestimabile è il contributo svolto da parte dei numerosi volontari, che collaborano con l’Unione nel ruolo di accompagnatori vedenti o aiutanti. Cogliamo l’occasione per ringraziarli sentitamente!
Nello svolgere le nostre molteplici attività siamo sempre coadiuvati dagli enti pubblici locali ed, in particolare, dall’Ufficio Provinciale Persone con disabilità nonché da diversi Comuni della Provincia. Da menzionare sono anche i contributi da soci e privati che, in considerazione della progressiva diminuzione dei fondi elargiti dagli enti pubblici, acquistano sempre maggiore rilevanza. Importanti sono inoltre i fondi che vengono raccolti tramite la distribuzione del calendario “Südtiroler Hauskalender” e la promozione della “Lotteria Braille”.
Un’ulteriore fonte di finanziamento è la destinazione della quota del 5 per mille dell’IRPEF all’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS – Sezione Alto Adige dove i cittadini indicando il codice fiscale 80015390216 hanno potuto sostenere in modo concreto l’attività della nostra Associazione.
Per una consulenza o richiesta di informazioni i cittadini sono invitati a contattare l’ufficio dell’Unione sito in via Garibaldi n. 6 a Bolzano, Tel. 0471-971117, sito internet: www.unioneciechi.bz.it
Info: dott. Valter Calò – Presidente
Tel.: 0471-971117
Email: info@unioneciechi.bz.it
Sito: www.unioneciechi.bz.it

Assemblea Annua dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti Alto Adige

Bolzano – Progetto Agevolatore: cercasi volontari per servizio di accompagnamento

L’Unione Ciechi e Ipovedenti ONLUS Alto Adige cerca persone interessate a svolgere il Servizio Sociale Volontario, nell’ambito di un Servizio di Accompagnamento dedicato ai minorati della vista, che l’associazione sta sviluppando per le zone di Merano, di Bressanone e di Brunico e le valli circostanti.
Le mansioni del/la volontario/a saranno: accompagnamento, per esempio a visite mediche o in uffici, lettura, tenere compagnia ecc.
Il servizio sociale è rivolto a persone di età superiore ai 29 anni, residenti nella zona di Merano, di Bressanone o di Brunico. Sono previste 20 ore settimanali, da effettuare durante i giorni feriali da lunedì a venerdì compresi, con una retribuzione di 360,00 € mensili netti. La durata del servizio sarà di 8 mesi. Viene stipulata una assicurazione infortuni e di responsabilità civile. La mobilità urbana ed extraurbana si svolgerà con i mezzi pubblici; il volontario del servizio sociale usufruirà di una tessera per il trasporto gratuito.
Il servizio prenderà avvio presumibilmente ad aprile 2018.
Gli interessati sono pregati di contattare entro il mese di gennaio 2018 l’Unione per avere ulteriori informazioni e per accordare un colloquio personale: tel. n. 0471/971117, e-mail:
info@unioneciechi.bz.it
Info: Unione Ciechi e Ipovedenti Alto Adige
Tel.: 0471-971117
Email: info@unioneciechi.bz.it – Sito internet: www.unioneciechi.bz.it

Bolzano – Giornata Nazionale del Cieco e Festa Prenatalizia dell’Unione Ciechi e Ipovedenti Alto Adige

L’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS, Sezione Alto Adige, celebrerà domenica, 17.12.2017 la Giornata Nazionale del Cieco nonché la tradizionale festa prenatalizia, alle quali parteciperanno i minorati della vista di tutta la Provincia come anche le autorità locali.
Vi invitiamo cordialmente a partecipare alla festa e preghiamo contemporaneamente di voler pubblicizzare l’iniziativa. I funzionari dell’Unione ovvero gli ospiti d’onore saranno a Vostra disposizione per eventuali interviste dalle ore 10.30 in poi.
Data: Domenica, 17.12.2017
Luogo: Centro Ciechi St. Raphael a Bolzano, Vicolo Bersaglio 36
Programma: – ore 9.30: Santa Messa con Don Vitus Dejaco. La Santa Messa verrà celebrata nello spirito prenatalizio nonché in memoria dei minorati della vista, degli accompagnatori e dei benefattori deceduti;
– saluto del Presidente e delle autorità presenti;
– premiazione dei soci fedeli, iscritti da 50 anni all’Unione;
– conferimento del Premio del Presidente 2017;
– pranzo sociale.
L’Unione Ciechi e Ipovedenti con sede in Bolzano, via Garibaldi n. 6 – Tel. 0471 971117 è a disposizione di tutte le persone con gravi disturbi visivi e dei loro familiari per consulenze e sostegno di vario genere. Riunisce i minorati della vista di tutti e tre i gruppi linguistici, rappresenta e tutela i loro interessi, fornisce aiuto per l’espletamento delle pratiche di pensione e simili, procura ausili tiflotecnici e aiuta nella presentazione delle relative domande di contributo, si occupa sia della formazione professionale che dell’inserimento nel mondo del lavoro e organizza soggiorni estivi nonché attività culturali.
Info: dott. Valter Calò, Presidente dell’Unione Ciechi e Ipovedenti Alto Adige
Tel.: 0471-971117, cell. 373-7206206
Email: info@unioneciechi.bz.it Sito internet: www.unioneciechi.bz.it
IL

Bolzano – 43° Torneo Internazionale VSS-Raiffeisen di Torball

Sportivi provenienti da cinque paesi europei a Bolzano in occasione del 43. Torneo Internazionale VSS-Raiffeisen di Torball
Il Torneo Internazionale di torball per non vedenti a Bolzano sabato 11.11.2017 vedrá la sua 43esima edizione. 7 squadre femminili e 10 squadre maschili disputeranno in due tornei distinti le loro competizioni. Con la presente Vi invitiamo cordialmente a partecipare alla nostra manifestazione sportiva.
Data: sabato, 11.11.2017
Luogo: competizioni: Liceo Classico “Carducci”, via Manci 8.
premiazione: Centro Ciechi St. Raphael, Bolzano, vicolo Bersaglio 36
Programma: ore 8.45: saluto ed inizio tornei
ore 9.00 – 18.00 circa: disputa delle partite dei due tornei
ore 19.45: cena, premiazione ed intrattenimento
Le squadre partecipanti sono:
Femmine:
TC Heidiland
SG Hoffeld-München D
Nizza F
BSS Tirol A
VBSC Vorarlberg A
GSDNV Bolzano 1
GSDNV Bolzano 2
Maschi:
CH ASD OMERO Bergamo I
BBSV Berlin D
Nizza F
GSD NV Trento I
BSS Tirol A
I VBSC Vorarlberg A
I BSC Zürich CH
GSDNV Bolzano 1 I
GSDNV Bolzano 2 I
GSDNV Bolzano 3

Il Torball è uno sport di squadra per persone cieche ed ipovedenti. Ogni team è composto da tre giocatori. Tutti i giocatori portano occhiali neri non trasparenti. Sui due lati corti di un campo di gioco rettangolare viene posizionata una porta. Si gioca con un pallone sonoro (500 g). Il pallone deve essere lanciato in modo da passare sotto tre corde le quali sono posizionate al centro del campo sull’altezza di 40 cm. L’obiettivo del gioco è di far entrare il pallone nella porta della squadra avversaria, schivando i loro difensori. Con il successivo lancio del pallone la difesa assume il ruolo di attaccante. Durante il gioco in palestra è richiesto assoluto silenzio, data la concentrazione richiesta ai giocatori per potersi orientare tramite il senso dell’udito.
La possibilità di effettuare un goal con ogni lancio, le azioni acrobatiche di difesa e la velocità del gioco fanno sì che il Torball è uno sport molto avvincente.
Info:
Innerhofer Annemarie, responsabile Sezione Torball: Tel. 347-7565700
Gatscher Franz, Presidente: Tel. 349-6200051
www.torball.it

Con il sostegno di:
Ufficio Sport della Provincia Autonoma di Bolzano, Servizio Sport del Comune di Bolzano, Ufficio per l’Integrazione Europea della Regione Trentino Alto Adige, Seehotel Sparer, VSS-Raiffeisen, Athesia AG, ACS Data Systems, Hydroklima KG, Finstral AG, Langebner Gastrosystem, Tom Grünbacher Malerbetrieb, I.F.I. AG, Stuffer AG, A.V.I.S., A.LOACKER, Brauerei Forst, Milchhof Meran

Bolzano – 12 ottobre: Giornata Mondiale della Vista – Ciechi e ipovedenti aiutano a vederci chiaro

Il secondo giovedì di ottobre ricade la Giornata Mondiale della Vista (quest’anno il 12 ottobre),
promossa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e dall’Agenzia Internazionale per
la Prevenzione della Cecità IAPB (International Agency for the Prevention of Blindness).
L’Unione Ciechi e Ipovedenti ONLUS Alto Adige, consapevole che prevenire ed informare, risulta
uno strumento necessario e fondamentale per evitare minorazioni visive e difficoltà che
potrebbero limitare l’autonomia e la mobilità dei cittadini, cerca di sensibilizzare la popolazione ad
un attento controllo di questi organi sensoriali così importanti e delicati che spesso sono trascurati.
Parecchie patologie degli occhi come la retinopatia diabetica, il glaucoma o le maculopatie
possono essere messe sotto controllo, se preventivamente diagnosticate.
INFORMAZIONE E SENSIBILIZZAZIONE
Per l’occasione, nella giornata del 12 ottobre saranno allestiti due stand informativi a Bolzano,
uno al Ponte Talvera/lato Theiner e l’altro presso l’atrio dell’ospedale. Dalle ore 10.00 alle 18.00
saranno presenti funzionari e soci dell’Unione, per sensibilizzare la popolazione sull’importanza
della prevenzione, per informare sull’attività dell’Unione e per distribuire un opuscolo informativo
appositamente creato nonché di un gadget.
CONSIGLIATI REGOLARI CONTROLLI OCULISTICI
Per evidenziare l’importanza di regolari controlli oculistici, inoltre nelle settimane successive, ai
cittadini saranno offerti degli screening visivi di prevenzione presso alcuni ambulatori
convenzionati in varie zone dell’Alto Adige. Chi non è in cura da un oculista può approfittare
dell’iniziativa e prenotare dal 12 al 18.10.2017 presso l’Unione Ciechi tel. 0471 971117 un
check-up oculistico consistente in un controllo della pressione oculare ed uno screening della
retina (posti limitati).
Gli oculisti che hanno aderito all’iniziativa fornendo gratuitamente la loro professionalità sono i
seguenti. Si coglie l’occasione per ringraziare cordialmente per questa preziosa collaborazione.
– dott. Unterhofer Herwig, Bolzano – Via Cassa di Risparmio 7
– dott. Überbacher Philipp, Bolzano – Via Cassa di Risparmio 2
– dott. Tasser Johann, Molini di Tures – Piazza Beniamino 2
– dott. Erlacher Markus, Varna – Via Isarco 1 Löwencenter
– dott. Conci Paolo, Bolzano – Piazza Alexander Loew Cadonna 4
– dott. Bertoni Tito, Brunico – Via Josef Seeber 14
– dott. Rapuano Claudio – Bressanone, Via Bastioni Maggiori 23
– dott.ssa Gilmozzi Patrizia, Laives – Via N. Sauro 11 e Egna, Largo Municipio
UNIONE ITALIANA DEI CIECHI ITALIENISCHER BLINDEN- UND
E DEGLI IPOVEDENTI SEHBEHINDERTENVERBAND
Sezione Provinciale di Bolzano Landesgruppe Südtirol
39100 Bolzano – Bozen – Via Garibaldi 6/62 Garibaldistraße _ Tel. 0471/97 11 17 _ Fax 0471/97 00 02
info@unioneciechi.bz.it – info@bl indenverband.bz.it _ www.unioneciechi.bz.it – www.bl indenverband.bz.it
Codice Fiscale 80015390216 c/c bancario Intesa S. Paolo IBAN IT 22 S 03069 11619 000010806209 c/c postale n. 11279395
Steuernummer 80015390216 Bank K/K Intesa S. Paolo IBAN IT 22 S 03069 11619 000010806209 Post K/K Nr. 11279395
ONLUS
Attenzione! Prima di diventare nostri soci, invitiamo a prevenire ogni disturbo visivo correttamente,
sottoponendosi annualmente a visite oculistiche di controllo presso medici oculisti. È importante
tenere sotto controllo la propria vista a tutte le età, anche se non si accusano disturbi o
difetti visivi. Sembra assurdo, ma in realtà molti sintomi di malattie oculari passano inosservati.
Questo avviene perché il nostro corpo tende ad abituarsi al difetto visivo, soprattutto se
progressivo.
MANTENERE LA SALUTE VISIVA
Anche nella vita di ogni giorno, ognuno può contribuire al mantenimento della propria salute
visiva. Importante è la protezione degli occhi da raggi ultravioletti usando occhiali scuri con filtri a
norma di legge o in situazioni di pericolo a mezzo di occhiali protettivi adatti a seconda della
natura del rischio. Durante le attività della vita quotidiana è importante fare sempre attenzione ad
un’adeguata illuminazione in modo da evitare un affaticamento dell’occhio.
Inoltre sono utili una alimentazione e abitudini sane, e precisamente:
– consumare giornalmente alimenti antiossidanti ricchi di carotenoidi contenuti ad esempio in
frutta e verdura
– limitare i grassi saturi ed il colesterolo nella propria dieta e mantenere la pressione sanguigna
nei limiti consigliati
– bere molta acqua
– non fumare e limitare l’assunzione di alcool.
L’Unione Ciechi e Ipovedenti con sede a Bolzano, via Garibaldi 6/62, Tel. 0471-971117,
www.unioneciechi.bz.it, è a disposizione di tutte le persone con gravi disturbi visivi e dei
loro familiari per consulenze e sostegno di vario genere. Riunisce i minorati della vista di tutti
e tre i gruppi linguistici, li rappresenta e tutela i loro interessi, fornisce aiuto per l’espletamento
delle pratiche di pensione e simili, procura ausili tiflotecnici e aiuta nella presentazione delle
relative domande di contributo, si occupa sia della formazione professionale che dell’inserimento
nel mondo del lavoro e organizza soggiorni estivi nonché attività culturali.
Info:
Dott. Valter Calò – Presidente UICI Alto Adige
Tel.: 0471-971117, e-mail: info@unioneciechi.bz.it
Web: www.unioneciechi.bz.it

Bolzano – Molteplici iniziative ricreative e di socializzazione

Per promuovere il contatto tra i minorati della vista dell’Alto Adige, l’Unione Ciechi ed Ipovedenti organizza ogni anno numerose iniziative, sia culturali che ricreative. Socializzando, i partecipanti possono confrontarsi tra loro e scambiare informazioni ed esperienze.
Nell’ambito di queste attività, in giugno ha avuto luogo il soggiorno marino presso il Centro Vacanze attrezzato per i minorati della vista a Tirrenia in Provincia di Pisa. Gli amanti della musica invece ad inizio agosto hanno assistito all’opera “Nabucco” nell’Arena di Verona.
Quest’anno come meta per il consueto soggiorno montano è stata scelta la bassa Val Venosta e Val Martello. L’iniziativa si è tenuta dal 3 al 9.09. con alloggio a Morter/Laces. Di volta in volta i camminatori più e meno esperti hanno potuto scegliere la gita giornaliera adatta a loro. Le escursioni durante la settimana hanno portato tra le altre a S. Martino in Monte, al rifugio Corsi e alcuni partecipanti fino alla baita Marteller Hütte, (2.610 m), alle malghe di Tares e di Laces nonché alla Malga Lyfi in Val Martello.
Il 23.09. si è effettuata la gita sociale a Rovereto e al Lago di Toblino. Un pullman con partenza in Val Pusteria e uno con partenza in Val Venosta ha portato i partecipanti provenienti da tutta la provincia nella città trentina, dove era prevista una visita guidata del centro storico e, successivamente, il pranzo presso il Ristorante “La Terrazza sul Leno”. Nel pomeriggio si è proseguiti per la Valle dei Laghi con sosta al Castello del Lago di Toblino.
Un ringraziamento e apprezzamento speciale va agli accompagnatori vedenti, i quali essendosi messi a disposizione per le singole iniziative hanno reso possibile ai nostri soci queste stupende esperienze.
L’Unione assiste circa 1.300 minorati della vista in tutta l’Alto Adige, di cui 720 sono soci iscritti. Le iniziative ricreative sono molto apprezzate dai soci. Queste sono state organizzate con il fine di far passare ore liete agli associati e non come ultimo per svolgere un proficuo lavoro di Auto Muto Aiuto.
L’Unione Ciechi e Ipovedenti con sede in Bolzano, Via Garibaldi 6, Tel. 0471971117, www.unioneciechi.bz.it, è a disposizione di tutte le persone con gravi disturbi visivi e dei loro familiari per consulenze e sostegno di vario genere. Riunisce i minorati della vista di tutti e tre i gruppi linguistici, li rappresenta e tutela i loro interessi, fornisce aiuto per l’espletamento delle pratiche di pensione e simili, procura ausili tiflotecnici e aiuta nella presentazione delle relative domande di contributo, si occupa sia della formazione UNIONE ITALIANA DEI CIECHI ITALIENISCHER BLINDEN- UND E DEGLI IPOVEDENTI SEHBEHINDERTENVERBAND
Sezione Provinciale di Bolzano Landesgruppe Südtirol 39100 Bolzano – Bozen – Via Garibaldi 6/62 Garibaldistraße _ Tel. 0471/97 11 17 _ Fax 0471/97 00 02
info@unioneciechi.bz.it – info@bl indenverband.bz.it _ www.unioneciechi.bz.it – www.bl indenverband.bz.it
Codice Fiscale 80015390216 c/c bancario Intesa S. Paolo IBAN IT 22 S 03069 11619 000010806209 c/c postale n. 11279395
Steuernummer 80015390216 Bank K/K Intesa S. Paolo IBAN IT 22 S 03069 11619 000010806209 Post K/K Nr. 11279395
ONLUS
professionale che dell’inserimento nel mondo del lavoro e organizza soggiorni estivi nonché
attività culturali.
info: dott. Valter Calò – Presidente UICI Alto Adige
tel.: 0471-971117, e-mail: info@unioneciechi.bz.it
web: www.unioneciechi.bz.it
Con richiesta di pubblicare le informazioni

soci in Val Venosta

soci partecipanti al soggiorno marino

Trento – Terza edizione della Milonga al Buio

L’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti ONLUS Sezione di Trento è lieta di invitarvi alla 3 edizione della Milonga al Buio.
Chi ha partecipato alle edizioni precedenti sa che la luce sarà lo stretto necessario per riuscire a muoverci in pista e saranno presenti gli allievi di Tango al Buio, cioè delle persone non vedenti o ipovedenti che hanno iniziato a ballare tango. Durante la serata ci sarà la consueta tenda bendati dove ogni donna che lo desidera ballerà bendata e ad ogni tango il partner cambierà, quindi portatevi una sciarpa o qualcosa per impedirvi di vedere…..chiudere gli occhi non è la stessa cosa…..
In pre-milonga una lezione tenuta dai maestri Hernan Ohaco e Simona Niero sulla fluidità nel ballo, andremo a praticare come mantenere la connessione musicale mentre interagiamo e usiamo lo spazio per un ballo tecnicamente semplice però completo a livello comunicativo.
A seguire la Milonga con le musiche di Giancarlo…..
La Location della Stube della Cantina di La-Vis e Valle di Cembra ci accoglierà con il calore di un ambiente rustico, sarà una serata tra amici del Tango.
A raggiungimento capienza sala verranno chiuse le entrate per questo si consiglia la prenotazione.
Dalle ore 18.00 alle 19.15 lezione con Hernan e Simona costo della lezione 10,00 euro
Dalle ore 19.30 alle 23.30 circa milonga con Tdj Giancarlo entrata riservata soci Fai Tango, costo 10,00 euro
IL RICAVATO DELLA SERATA ANDRÀ DEVOLUTO IN BENEFICIENZA AI NON VEDENTI O IPOVEDENTI DEL TRENTINO.
Si ringrazia per la collaborazione e la disponibilità la Cantina di La-Vis e Valle di Cembra e l’associazione Not Ordinary Dance Studio di Caldonazzo.

Info e prenotazioni:
E-mail: milongaalbuio@gmail.com
Cell: +39 3470194799 Simona

Per chi è fuori zona e desidera partecipare vi informiamo che la Not Ordinary Dance Studio è convenzionata con l’Hotel Paoli – Alla Vedova località Lochere (Caldonazzo) singola 35,00 euro doppia 60,00 euro

Milonga al buio – Locandina

Trentino. Una terra da scoprire “ad occhi chiusi”

Proposte weekend per esperienze tra laghi e montagna

Un nuovo progetto promosso in collaborazione con l’Unione Italiana Ciechi per far vivere il Trentino e il suo patrimonio naturale e culturale a turisti non vedenti e ai loro accompagnatori provando a abbattere le barriere percettive e sensoriali

Si chiama Trentino Ad Occhi Chiusi ed è una delle novità dell’estate. L’obiettivo di questo progetto, che ha nell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti il principale partner, è far vivere il territorio trentino a turisti e persone non vedenti e ai loro accompagnatori, attraverso programmi, guide e strumenti specifici.
Il punto di partenza è, infatti, un nuovo modo di declinare il concetto di accessibilità, inteso come pari opportunità nell’accesso e nella fruizione del patrimonio naturale e culturale, materiale e immateriale, dove le barriere da abbattere non sono più esclusivamente architettoniche, ma innanzitutto percettive e sensoriali.
E in che modo? Attraverso un’esperienza in tutte le principali valli del Trentino, da scoprire lasciandosi condurre solo dai sensi e dal cuore, lungo itinerari non convenzionali da percorrere in sicurezza, senza ostacoli né difficoltà, in modo lento, per permettere ai partecipanti i giusti tempi di recupero.
Tra giugno e novembre, durante il weekend, malghe, rifugi, agriturismi e aziende agricole, saranno il teatro di questa immersione sensoriale. In particolare saranno creati momenti di partecipazione congiunta tra i non vedenti e i loro accompagnatori, che potranno così condividere l’esperienza di questo “viaggiare con i sensi”, in modo piacevole e arricchente per entrambi. Le attività proposte saranno diversificate per contenuti tematici esperienziali e per differenti fasce d’età e si svolgeranno in indoor e all’aperto includendo echi, suoni e profumi della natura, al pari di silenzi, racconti e opere dell’uomo.

Alcune proposte:
L’APT Alpe Cimbra propone nei weekend 23-25 giugno/ 14-16 luglio/ 1-3 settembre “Un alpeggio per tutti i sensi”, per scoprire il fascino del mondo delle malghe. Il sabato si inizia con una visita ad una fattoria per accarezzare conigli, allattare vitellini e un emozionante giro in trattore; in alternativa si può scoprire la dolcezza trasmessa da un asinello da conoscere attraverso il tatto e quindi accudire per poi montargli in groppa. La domenica al Giardino Botanico di Passo Coe, invece, si possono conoscere i segreti delle erbe e delle piante alpine officinali, oppure calarsi nei panni dei pastori per un giorno e trascorrere un pomeriggio nei boschi in compagnia delle caprette nane. A partire da 270 euro per 2 adulti e un bambino sotto gli 8 anni.

L’Apt Terme di Comano Dolomiti di Brenta propone un weekend di esperienze sensoriali a San Lorenzo in Banale, uno dei “Borghi più belli d’Italia” ai piedi delle Dolomiti di Brenta, dal 14 al 16 luglio e dall’1 al 3 settembre. Lungo il “Sentiero dei piccoli camminatori” nella zona di Nembia si toccano le opere realizzate con materiali naturali collocate lungo il sentiero; visitando invece Bosco Arte Stenico si possono abbracciare gli alberi del bosco e toccare i materiali con cui sono state realizzate le opere. Durante la visita alla Fattoria Didattica Athabaska si potranno conoscere ed accarezzare numerosi animali, inclusi cani Husky, lama e alpaca per poi partire per un breve trekking con i lama e gli asinelli. Proposte a partire da euro 37,00 a notte a persona.

Due le proposte weekend in Valle di Cembra. La prima “Il profumo del vino e dei nettari di frutta”, dal 30 giugno al 2 luglio a partire da 143 euro in hotel, include visite guidate ad una cantina, laboratorio tatto/olfatto dedicato alle erbe officinali, percorso sensoriale “a piedi nudi nel bosco”. L’altra proposta “Il profumo della montagna”, dal 25 al 27 agosto a partire da 149 euro in hotel include una visita guidata in fattoria didattica per conoscere capre e mucche e l’esperienza del dragonboat sul Lago di Pinè.

In Val di Gresta dal 17 settembre al 1 ottobre si possono compiere passeggiate bio&relax alla scoperta di forme, profumi e sensazioni tattili trasmesse dai diversi ortaggi, attività con gli animali e la domenica in compagnia degli asinelli alla scoperta della natura. A partire da euro 176 (adulti), bambini sotto 10 anni a partire da 77 euro.

Nel Parco Naturale di Paneveggio Pale di San Martino dal 23 al 25 giugno e dall’8 al 10 settembre attività nella fattoria didattica Broch a contatto con gli animali; quindi il giorno dopo da Villa Welsperg si percorre un magico percorso costellato di piccole prove da superare per poi raggiungere con gli asinelli l’agritur Dalaip dei Pape. La domenica, infine, si percorre il Sentiero Marciò nella foresta dei violini di Paneveggio.

Due le proposte anche in Val di Sole. Dal 16-18 giugno e dal 15 al 17 settembre presso la sede della Fondazione San Vigilio a Ossana. Si tratta di un edificio adatto ad ospitare persone non vedenti e ipovedenti, senza barriere e con sistemi di lettura in braille che permettono agli ospiti di vivere gli spazi sia interni che esterni in piena autonomia e libertà. Le attività riguardano degustazioni olfattive degli aromi di montagna, laboratori di cucina, escursioni lungo il percorso ad occhi chiusi nel “Sentiero dei Sensi” per conoscere il bosco e ascoltare i suoni della natura e visita guidata al “Bosco Derniga” annusando il profumo dei fiori e ascoltando i suoni del legno. Prezzi a partire da euro 135.

In Val di Fassa le attività sono proposte dall’Agritur Weiss nella frazione Tamiòn di Vigo di Fassa dal 7 al 9 luglio. Ambiente bucolico, ideale anche per passeggiate e dove le persone non vedenti possono entrare in contatto con gli animali, dare loro da mangiare o partecipare ad altre attività manuali. Nel programma anche visite guidate a coltivazioni di erbe e fiori, escursioni nel bosco a piedi scalzi sul sentiero di Ischiez presso Moena, appoggiando i piedi su tappeti di muschio, ciottoli, rocce, acqua del torrente, foglie e piante del sottobosco, percorribile gli con Accompagnatori di Territorio anche da ragazzi non vedenti.

Quattro le proposte dalla Valle del Chiese nei week end dell’estate (7-9, 28-30 luglio; 1-3 e 22-24 settembre). In particolare con la prima proposta (7-9 luglio) al sabato si percorre il sentiero naturalistico “Animali del bosco”, un laboratorio artistico-creativo-sensoriale realizzato con materiali naturali come pigne, piume, muschio. Il giorno dopo si cammina verso Malga Nudole, lungo il percorso “Il senso dell’Acqua”, per scoprire sensazioni autentiche toccando tronchi, rocce, licheni.

In Valle di Ledro le attività sono rivolte ai ragazzi non vedenti o ipovedenti nei weekend 7-9, 14-16, 21-23 o 28-30 luglio. Si svolgono presso il Museo delle Palafitte, lungo il percorso artistico del Bosc del Meneghì con tappa sensoriale nel giardino delle erbe. Prezzi a partire da euro 57 a persona.

Malga Cavallara a Passo Brocon in Tesino ospita invece dal 23 al 25 giugno la proposta “Le mille storie del bosco” con laboratorio manuale e sensoriale e possibilità di degustare e portarsi a casa dei piccoli “ricordi” del laboratorio, passeggiate sensoriali botaniche attorno al passo.

Il Consorzio Turistico Piana Piana Rotaliana propone nei periodi 30 giugno – 2 luglio e 4-6 agosto queste attività: “Dentro una bottiglia di Rotari” il sabato mattina alle Cantine Rotari di Mezzacorona viene proposto un percorso con interazioni olfattive/gustative/uditive e tattili per spiegare a bambini e adulti come si produce una bottiglia di spumante Rotari Trentodoc. “Sulla terra con i sensi”, la domenica mattina il Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina di San Michele all’Adige propone ai ragazzi una visita alle sale dedicate all’agricoltura in forma di gioco mettendo alla prova i sensi dell’olfatto, del tatto e dell’udito, per scoprire odori, forme e rumori delle colture tradizionali trentine. Al termine i partecipanti realizzano un piccolo mosaico con diversi tipi di legumi e cereali, creato sulla base di un disegno delimitato in rilievo. Prezzi a partire da euro 60 a notte in agritur o B&B.

L’Altopiano della Vigolana propone quattro fine settimana – ultimi due di giugno e primi due di settembre – con attività di pet therapy in quota, e passeggiate tematiche toccando le tabelle dei sensi dedicate al bosco, all’acqua, alle rocce.

Due gli appuntamenti in Val di Non, dal 14 al 16 luglio e dal 22 al 24 settembre che propongono passeggiate con i pony attorno a Cavareno, visite sensoriali ad una stalla e l’incontro con gli animali a Malga Coredo. La seconda proposta coincide con il periodo della raccolta delle mele e si completa con le attività di raccolta delle piante aromatiche.

Sull’Altopiano di Brentonico “Monte Baldo ad occhi chiusi” è un weekend per non vedenti e ipovedenti dal 7 al 9 luglio dove attraverso il tatto si impara a conoscere gli strumenti utilizzati nella trasformazione del latte in formaggio. Quindi si visita una malga dove si impara a mungere la mucca. Il secondo giorno a Palazzo Eccheli Baisi a Brentonico si percorre il sentiero multisensoriale dedicato alle bellezze del Parco del Baldo e poi si resta in compagnia dei pony da coccolare e accarezzare. A partire da euro 95.

Sull’Altopiano della Paganella invece ecco le proposte dell’Alp&Wellness Sport Hotel di Fai della Paganella nei weekend 8-11, 15-18 e 22-25 giugno con attività per i non vedenti: il percorso trekking nel parco del resort, un percorso Kneipp a piedi nudi sui diversi terreni e le diverse temperature che la natura offre. C’è poi la visita ad un’apicoltura a Castel Belfort con laboratorio sulla lavorazione della cera e degustazione guidata di mieli. A partire da euro 240 a persona.

La proposta del Garda Trentino dal 29 settembre al 1 ottobre e dal 17 al 19 novembre a partire da euro 185 prevede attività di climbing con guida su una parete rocciosa attrezzata con mappa tattile, che permette anche ai non vedenti di apprezzare lo sviluppo dei 6 itinerari di arrampicata. Inoltre il “Garda Trentino Senses Walking”, una passeggiata sensoriale nella zona del Colodri di Arco con esperto naturalista e accompagnatore di media montagna, con una tecnica molto particolare di ascolto della natura che va a stimolare i sensi dell’udito, del tatto e dell’olfatto.

La Val di Fiemme lancia il programma “Valle Viva” in collaborazione con i volontari / istruttori dell’Associazione Sport Abili: prevede diverse attività, principalmente escursioni lungo i sentieri accessibili della valle, ma anche discese di rafting sul fiume Avisio, arrampicata sportiva, pedalate in Handbike sulla ciclabile. Prezzi a partire da euro 291 per soggiorni di due notti in hotel.

Spettacolo al Buio presso il Stadttheater Brunico

Grazie al sostegno del Comune di Brunico e alla grande disponibilità di Klaus Gasperi, direttore dello Stadttheater, nasce e si sviluppa un nuovo modo di comunicare e sensibilizzare la cittadinanza verso le problematiche dei non vedenti e ipovedenti.
Il progetto diventa subito operativo, dopo che il Comune di Brunico ha approvato il sostegno a questa iniziativa innovativa, dimostrandosi ancora una volta molto vicino ai suoi cittadini e le loro problematiche.
Dopo diversi incontri tra il dott. Valter Calò, presidente dell’Unione Ciechi e Ipovedenti dell’Alto Adige (www.unioneciechi.bz.it) e Klaus Gasperi, direttore dello Stadttheater Brunico (www.stadttheater.eu), ha preso forma questo progetto sperimentale: Verrà unita una rappresentazione teatrale con un concerto musicale, il tutto nel buio più assoluto.
Le parole e le note musicali, nel buio, si rincorreranno cercando di dare nuove sensazioni agli spettatori. Gli attori sono tutti conosciuti, il cabarettista Simon Kostner con Cornelia Brugger e Peter Niederegger, mentre la musica sarà interpretata da Annika Borsetto e la sua Band.
La sala del teatro sarà tutta buia e gli spettatori saranno accompagnati in assoluta sicurezza da giovani ciechi e ipovedenti della Val Pusteria. L’intento è quello di stimolare i sensi che normalmente non si usano, chi vede usufruisce di un senso, quello della vista, che da un lato gli fornisce le informazioni in modo più immediato rispetto all’udito, ma dall’altro, gli evita di porre attenzione all’universo di informazioni che arrivano dal canale uditivo. Concentrarsi sui suoni sarà il tema della serata per gli spettatori, apprezzando sfumature e sensazioni che spesso ci sfuggono, ma sono dentro di noi.
Lo spettacolo inizierà alle ore 20:00 di venerdì 24 marzo, allo Stadttheater di Brunico in via Dante 21, l’entrata è a offerta libera.
L’Unione Ciechi e Ipovedenti è a disposizione di tutte le persone con gravi disturbi visivi e dei loro familiari per consulenze e sostegno di vario genere. Riunisce i minorati della vista di tutti e tre i gruppi linguistici, rappresenta e tutela i loro interessi, fornisce aiuto per l’espletamento delle pratiche di pensione e simili, procura ausili tiflotecnici e aiuta nella presentazione delle relative domande di contributo, si occupa sia della formazione professionale che dell’inserimento nel mondo del lavoro e organizza soggiorni estivi nonché attività culturali.