Bolzano – Seminario “Inclusione lavorativa, risorsa da valorizzare: Il mio contributo!”

Bolzano 4 ottobre 2019, importante seminario tematico su disabilità e lavoro, con il titolo “Inclusione lavorativa, risorsa da valorizzare: Il mio contributo!”.
Lingua italiana e tedesca, disponibile servizio di traduzione simultanea.

Consulta comunale per le persone con disabilità
Gemeindebeirat für Menschen mit Behinderung

SEMINARIO SEMINAR
“Inclusione lavorativa, risorsa da valorizzare: Il mio contributo!”
“Arbeitsinklusion, eine aufzuwertende Ressource: Mein Beitrag!”

VENERDÌ 4 OTTOBRE Sala di rappresentanza del Comune di Bolzano Vicolo Gumer, 7 – Bolzano ore 09:00 – 12:30
FREITAG 4. OKTOBER Festsaal der Stadtgemeinde Bozen Gumergasse, 7 – Bozen 09:00 – 12:30 Uhr
Moderazione: Dott. Carlo Alberto Librera, Direttore della Ripartizione Servizi alla Comunità Locale, Comune di Bolzano
Moderation: Dr. Carlo Alberto Librera, Direktor der Abteilung für Dienste an die örtliche Gemeinschaft, Stadtgemeinde Bozen

PROGRAMMA PROGRAMM
08:30 – 09:00 Registrazione partecipanti
Anmeldung der TeilnehmerInnen
09:00 – 09:05 Musica dal vivo
Live – Musik
Max e Stephan: poeti e cantanti della band musicale altoatesina “Makellos” Max und Stephan: Dichter und Musiker der Südtiroler Band “Makellos“
09:05 – 09:20 Saluti di apertura
Begrüßung
Carlo Alberto Librera, Direttore della Ripartizione Servizi alla Comunità locale-Comune di Bolzano
Carlo Alberto Librera, Direktor der Abteilung für Dienste an die örtliche Gemeinschaft der Stadtgemeinde Bozen
Juri Andriollo, Assessore alle politiche sociali del Comune di Bolzano
Juri Andriollo, Stadtrat für Sozialpolitik der Stadtgemeinde Bozen
Lisl Strobl, presidentessa della Consulta Comunale per le persone con disabilità
Lisl Strobl, Präsidentin des Gemeindebeirates für Menschen mit Behinderung
09:20 – 09:30 Io racconto la mia esperienza lavorativa
Ich erzähle meine Berufserfahrung
Max Silbernagl, lavora presso l’associazione Lebenshilfe Onlus
Max Silbernagl, arbeitet beim Verein Lebenshilfe Onlus
Dott.ssa Sophy Pizzinini, lavora presso IDM Film Fund & Commission-IDM Südtirol Alto Adige
Dott.ssa Sophy Pizzinini, arbeitet bei IDM Film Fund & Commission-IDM Südtirol Alto Adige
09:30 – 10:00 Che cosa significa per un’azienda assumere personale con disabilità? Spiegazione del quadro normativo e dei passaggi amministrativi Was bedeutet es für ein Unternehmen, Mitarbeiter mit Behinderung einzustellen? Erläuterung des Rechtsrahmens und der nötigen Verwaltungsschritte
Dott.ssa Sylvia Clementi, Coordinatrice Ufficio Servizio lavoro della Provincia autonoma di Bolzano
Dr. Sylvia Clementi, Koordinatorin der Dienststelle für Arbeitsintegration der Autonomen Provinz Bozen
Robert Grüner, Coordinatore Centro di mediazione lavoro della Provincia autonoma di Bolzano
Robert Grüner, Koordinator des Arbeitsvermittlungszentrums der Autonomen Provinz Bozen
10:00 – 10:15 La partecipazione alla vita lavorativa delle persone con disabilitá: i principi e le misure della L.P. 7/2015 Teilhabe am Arbeitsleben von Menschen mit Behinderungen: die Grundsätze und Maßnahmen des L.G. 7/2015
Dott.ssa Michela Trentini, Direttrice Ripartizione Politiche Sociali della Provincia autonoma di Bolzano
Dr. Michela Trentini, Direktorin der Abteilung Soziales der Autonomen Provinz Bozen
10:15 – 10:30 Misure per l’accompagnamento sul posto di lavoro dopo un’assunzione: JOB COACHING Maßnahmen für die Arbeitsplatzbegleitung nach einer Einstellung: JOBCOACHING
Dott.ssa Roberta Girardi, educatrice servizio Jobcoaching
Dr. Roberta Girardi, Erzieherin Dienst Jobcaching
10:30 – 10:45 Pausa caffè
Kaffeepause
Musica dal vivo
Live-Musik
Max e Stephan: poeti e cantanti della band musicale altoatesina “Makellos”
Max und Stephan: Dichter und Musiker der Südtiroler Band “Makellos”
10:50 – 10:55 Una collaborazione tra la Provincia Autonoma di Bolzano e l’Associazione genitori di persone in situazione di handicap-AEB Eine Zusammenarbeit zwischen der Autonomen Provinz Bozen und dem Verband Arbeitskreis Eltern Behinderter-AEB
Stampfl Angelika, Presidente dell’Associazione genitori di persone in situazione di handicap-AEB
Stampfl Angelika, Präsidentin des Verbandes Arbeitskreis Eltern Behinderter-AEB
10:55 – 11:10 L’accomodamento ragionevole del luogo di lavoro
Angemessene Anpassung des Arbeitsplatzes
Dott. Nicolussi Moro, cultore della materia
Dr. Nicolussi Moro, Experte in dieser Materie
11:10 – 11:25 Assist4Work: Integrazione nel mondo del lavoro con l’industria 4.0
Assist4Work: Integration in die Arbeitswelt mit Industrie 4.0
Dott. Ing. Professore Erwin Rauch, Libera Università di Bolzano
Dr. Ing. Prof. Erwin Rauch, Freie Universität Bozen
11:25 – 11:40 Nuove attività lavorative NAL
Neue Arbeitstätigkeiten NAL
Dott. Valter Calò, Commissione nazionale dell’Unione Ciechi e Ipovedenti UICI Nuove Attività Lavorative NAL
Dr. Valter Calò, Nationale Kommission des Blinden-und Sehbehindertenverbandes für neue Arbeitstätigkeiten
11:40 – 11:55 La sicurezza sul posto di lavoro
Sicherheit am Arbeitsplatz
Dott. Marco Nobile, CNA, esperto sicurezza e gestore delle politiche di sviluppo per i temi sicurezza, salute e del lavoro nelle piccole e medie imprese
Dr. Marco Nobile, SHV, Sicherheitsexperte und Leiter der Entwicklungspolitik für Gesundheit, Schutz und Arbeit in kleinen und mittleren Unternehmen
11:55 -12:30 Tavola rotonda con i relatori e i partecipanti
Podiumsdiskussion mit den SeminarreferentInnen und den TeilnehmerInnen
Conclusione musicale Musikalischer Abschluss Camilla Larcher al pianoforte Camilla Larcher am Klavier
Conclusione Visita dell’area espositiva
Abschluss Besichtigung des Ausstellungsbereiches
Gli ausili tecnologici sono stati messi a disposizione dalla Libera Università di Bolzano e da Independent L.
Die technologischen Hilfsmittel wurden von der Freien Universität Bozen und von Independent L. zur Verfügung gestellt
Lingua ITALIANO/TEDESCO; possibilità di richiedere la traduzione simultanea
Sprache Italienisch/Deutsch; Möglichkeit eine Simultanübersetzung anzufordern
Iscrizioni La partecipazione all’evento è gratuita. Iscrizioni entro il 27 settembre 2019 al link: https://www.comune.bolzano.it/Survey/?formId=9888
Anmeldung Die Teilnahme an der Veranstaltung ist kostenlos. Anmeldung bis zum 27. September 2019 unter folgendem Link:
https://www.comune.bolzano.it/Survey/?formId=9888

Informazioni al: 0471/997467
Für Informationen: 0471/997467

Ciao Claudio, di Valter Calò

Domenica 21 luglio ci ha lasciato Claudio Valle, da più di 20 anni istruttore di vela.
La sua grande passione era la barca a vela, muoversi liberamente accompagnato dal vento e dal rumore delle onde che scivolano lungo la barca, ascoltava il vento chiudendo gli occhi, sapendo sempre da dove soffiava, cercando di comprenderlo, assecondarlo e navigare tenendolo per mano.
Navigare per lui voleva dire libertà, affrontare i silenzi sorridendo sempre alla vita.
Questa sua grande passione, l’ha voluta condividere con noi, persone con disabilità visiva ed è riuscito a trasmetterci la sua felicità nel navigare sospinti dal vento, ma non solo, Claudio si è sempre impegnato a farci apprezzare le sue sensazioni, il rumore del vento, i movimenti della barca e tutti i rumori che potessero farci capire cosa stava succedendo mentre si veleggiava.
La sua frase ricorrente: “ascoltate il vento”, avanti… facciamola andare questa barca”.
Il tragico evento è successo proprio con due persone disabili visivi a bordo mentre stavano navigando di bolina e si apprestavano a rientrare nel Porto Maratona di Desenzano, dopo un pomeriggio trascorso assieme.
Claudio è caduto nel lago, il suo migliore amico di sempre che lo ha abbracciato portandolo con se.
Persona vera, persona altruista dedita a portarci oltre ai nostri limiti conosciuti, facendoci affrontare le nostre paure, nella massima sicurezza o semplicemente accompagnandoci assieme al vento in una esperienza unica ed indimenticabile.
Ciao Claudio
Ciao angelo delle vele.
Il più vivo dolore per questa mancanza da parte di tutti gli appassionati di vela,
il più grande cordoglio ai suoi familiari, lascia la moglie e due figli che stringiamo in un immenso ed unico abbraccio
Riposa in pace

50 anni Gruppo Sportivo Dilettantistico Non-e Semivedenti Bolzano: 1969 – 2019

Sportivi ciechi ed ipovedenti riflettono sul passato, eleggono gli organi associativi e festeggiano il loro giubileo

Si è tenuta giovedì 06.06.2019 l’Assemblea Annua del GSD Non- e Semivedenti Bolzano. Il direttivo ha sottoposto ai soci la relazione morale 2018/19 nonché il bilancio per l’approvazione. Sull’ordine del giorno inoltre c’erano il programma per il prossimo anno sportivo, la definizione di linee guida nonché l’elezione degli organi sociali (consiglio direttivo, collegio dei sindaci revisori dei conti, collegio dei probiviri). Il Presidente Franz Gatscher durante l’assemblea ha ringraziato cordialmente i consiglieri uscenti Josef Stockner e Annemarie Innerhofer, i quali non si sono più candidati, per il loro impegno e per la loro disponibilità a collaborare e supportare il Gruppo anche al di fuori del Consiglio.

L’assemblea ha terminato con una grigliata durante la quale si sono festeggiati i 50 anni d’attività.

Anche la prima riunione del Consiglio ha già avuto luogo. Per i prossimi 4 anni le cariche associative sono assegnate come segue:  Franz Gatscher Presidente, Nikolaus Fischnaller Vicepresidente, Peter Pöder Cassiere, Gabi Bernard Segretaria nonché gli altri membri del consiglio direttivo Katrin Joris, Christian Mair, Armin Plaikner, Riccardo Tomasini e Manfred Wieser. Revisori dei conti: Thomas Brancaglion, Herbert Großrubatscher, Karin Psenner Vieider. Probiviri: Rita Fischnaller, Peter Innerhofer, e Tranquillo Martini.

50 anni di promozione dell’attività sportiva delle persone con minorazioni visive in Alto Adige: Da 50 anni il GSD Non- e Semivedenti Bolzano svolge la sua attività per promuovere l’impegno sportivo delle persone cieche o ipovedenti in Alto Adige. “Occasione di gioia”, dice il Presidente Franz Gatscher, “e – perché no – anche un po’ di orgoglio”. Nel 1969, l’anno della sua fondazione, il gruppo di Bolzano era il primo Gruppo Sportivo per minorati della vista in Italia. L’attività è iniziata molto prima rispetto a quella di altri gruppi sportivi per altre categorie di disabili. “Siete sempre stati e rimarrete un esempio da seguire per noi altri” ha constatato Markus Kompatscher, referente per lo sport disabili all’interno della Federazione delle Associazioni Sportive in Alto Adige VSS e Presidente del Gruppo Sportivo Disabili Alto Adige. Fin dall’inizio la disciplina di squadra Torball rappresentava il motore del nuovo sodalizio. Come regione di confine il GS ha svolto il suo ruolo di intermediatore fra l’Italia e l’estero e ha introdotto nuove discipline sportive importate dall’estero sul territorio provinciale nonché su quello nazionale.  In tutti questi anni le offerte del GS sono state costantemente adeguate ai nuovi interessi degli associati e sono state così ampliate.

Scopo del gruppo è la promozione dello sport agonistico, e sono stati ottenuti dei risultati molto belli: numerosi titoli di Campione Italiano, diverse partecipazioni e piazzamenti ottimi in Campionati Mondiali, diverse partecipazioni a Paraolimpiadi e una decina di medaglie paraolimpiche.

Ugualmente importante è però lo sport per tutti. Il gruppo sportivo oggi si articola in 4 sezioni, e gli associati praticano le seguenti discipline: Torball (sport di squadra per minorati della vista), sci nordico, podismo, ginnastica, yoga, tandem, scacchi, birilli, showdown (tennis tavolo per non vedenti). L’attività del GSD è una componente fissa per l’integrazione e la riabilitazione delle persone con disabilità visive in Alto Adige.

Per la programmazione e lo svolgimento dell’attività svariata si impegna il direttivo, composto da 9 persone, il quale è riuscito, attraverso attrattive offerte a conquistare sempre nuovi partecipanti. Nel 2011, dopo 42 anni, il Presidente Nikolaus Fischnaller ha passato la presidenza a Franz Gatscher, il quale ha proseguito con il suo team a svolgere l’opera costruita fino allora.

Durante la festa di giubileo  il Presidente del VSS Günther Andergassen ha consegnato al GSD Non- e Semivedenti Bolzano il diploma d’onore in bronzo per 50 anni di attività associativa. Inoltre ha consegnato a Nikolaus Fischnaller e Josef Stockner, entrambi membri del consiglio fin dalla fondazione del GSD 50 anni fa, il distintivo d’onore del VSS. A Josef Stockner, il quale ora intende ritirarsi dal lavoro concreto, nonché a sua moglie Maria, sono stati rivolti anche i ringraziamenti per il loro instancabile impegno del Presidente Gatscher da parte del GSD assieme a un regalo.

2018-2019: Proposte periodiche, realizzazione di manifestazioni e partecipazione a diverse competizioni: Le offerte settimanali, cioè  l’allenamento di Torball, l’ora di ginnastica, un corso di yoga, gli allenamenti di sci fondo in inverno e le gite in tandem ogni mercoledì da maggio a settembre sono stati incontro fisso per i rispettivi partecipanti.

2 squadre maschili hanno partecipato al Campionato Italiano di Torball Serie A e hanno ottenuto dei piazzamenti al centro della classifica. La squadra Bolzano1 è riuscita a vincere per la prima volta la Supercoppa Italiana. Il giocatore di Bolzano 2 Christian Mair si è piazzato in testa alla classifica marcatori. Anche al Campionato Italiano di Goalball ha preso parte una squadra del GS Bolzano.

“Il fatto, che ben 3 giovani giocatori bolzanini sono stati nominati atleti di interesse nazionale per il Goalball, costituisce una conferma dell’impegno ed entusiasmo dei giovani giocatori della nostra associazione.” afferma il Presidente Gatscher.

Il Gruppo Sportivo ha organizzato diverse iniziative tra cui il 44. Torneo Internazionale VSS-Raiffeisen di Torball, una giornata del Campionato Torball Serie A maschile e una della Serie B nonchè la settimana di sci fondo in Val Casies. Il Campionato Internazionale di scacchi ha visto la sua 26esima edizione. Queste iniziative riscuotono sempre molto successo e apprezzamento in tutta l’Italia e anche all’estero.   In programma c’era inoltre una gita di due giorni in tandem che ha portato i partecipanti, partendo da Pergine a Bassano del Grappa e il giorno dopo di ritorno. La partecipazione di alcuni atleti alle rinomate maratonine su territorio provinciale sono stati significativi momenti di integrazione nel mondo dello sport altoatesino. Il torneo di birilli, un torneo di “Watten” insieme agli altri gruppi sportivi per persone con disabilità, un’escursione in memoria dei colleghi sportivi deceduti nonché una castagnata hanno completato l’attività del Gruppo Sportivo. Oltre a 90 persone partecipano attivamente alle variegate attività dello sport amatoriale e competitivo.

Ringraziamento: In occasione dell’assemblea annuale il Presidente Gatscher ringrazia tutti gli atleti-guida vedenti e i volontari, senza i quali l’attività del Gruppo Sportivo non sarebbe potuta essere svolta. Un particolare ringraziamento va agli Uffici Sport della Provincia Autonoma e del Comune di Bolzano, alla Regione nonché ai privati i quali hanno supportato finanziariamente il Gruppo Sportivo, nonché a tutti coloro che hanno contribuito a spronare sportivamente le persone cieche e ipovedenti.

Info: Franz Gatscher (Presidente), tel. 349 6200051 – 0471 971117.

Foto che ritrae il Consiglio

Foto che ritrae il Consiglio

Foto che inquadra Fischnaller e Stockner

Foto che inquadra Fischnaller e Stockner

Bolzano – UICI Bolzano su Rai Radio 1

Giovedì alle ore 13:25, in diretta su Radio 1 Rai, il nostro dirigente Valter Calò sarà ospite del programma di Paolo Mazzuccato, ZEPPELIN.

Con Valter Calò sarà presente il Maestro Luigi Mariani, socio UICI, professore al Conservatorio di Bolzano Monteverdi che parlerà della sua esperienza come direttore d’orchestra e delle tecniche che utilizza per dirigere senza vedere.

Luigi Mariani ha vinto il premio del Presidente 2018, della sezione UICI di Bolzano, aggiudicandosi una bacchetta luminosa con la quale ha in servo numerose sorprese per i prossimi concerti. Il Maestro Luigi ha diretto piccole e grandi Orchestre, nel difficile compito di portare un numeroso gruppo di musicisti ad un suono perfetto.

La trasmissione si può ascoltare in diretta, in onda su Rai Alto Adige sulle frequenze di Radio 1 a diffusione regionale, oppure al link:http://www.raibz.rai.it/it/index.phpdove si potrà ascoltare live e in podcast dopo la diretta. Non perdetevi il Maestro Luigi Mariani. Durante la trasmissione ci sarà un collegamento con il Giappone dove l’orchestra Haydn è in tour.

Bolzano – 50 anni Gruppo Sportivo Dilettantistico Non- e Semivedenti

1969 – 2019
Sportivi ciechi ed ipovedenti riflettono sul passato, eleggono gli organi
associativi e festeggiano il loro giubileo


Si terrà giovedì 06.06.2019 l’Assemblea Annua del GSD Non- e Semivedenti Bolzano. Il direttivo sottoporrà ai soci la relazione morale 2018/19 nonché il bilancio per l’approvazione. Sull’ordine del giorno inoltre ci saranno il programma per il prossimo anno sportivo, la definizione di linee guida nonché l’elezione degli organi sociali (consiglio direttivo, collegio dei sindaci revisori dei conti, collegio dei probiviri). L’assemblea terminerà con una grigliata durante la quale si vuole festeggiare i 50 anni d’attività. L’Assessore allo Sport del Comune di Bolzano Angelo Gennaccaro, nonché altre autorità hanno annunciato la loro partecipazione.
Vi invitiamo cordialmente a prendere parte all’assemblea nonché alla festa di giubileo e di
riferire sulla nostra attività.

Data: giovedì, 06.06.2019
Inizio assemblea: ore 16.30
Inizio festa giubileo: ore 19.00
Luogo: Centro Ciechi St. Raphael a Bolzano, Vicolo Bersaglio 36

Il Gruppo sportivo dilettantistico non e semivedenti Bolzano (GSDNSV) organizza iniziative sportive non agonistiche, progetta il tempo libero e organizza la partecipazione a competizioni sportive nazionali ed internazionali. Il gruppo sportivo si articola in 4 sezioni, gli associati praticano le seguenti discipline: Torball (sport di squadra per minorati della vista), sci nordico, podismo, ginnastica, yoga, tandem, scacchi, birilli, showdown (tennis tavolo per non vedenti).

Info: Franz Gatscher (Presidente), tel. 349 6200051 – 0471 971117.

Alto Adige – Manifestazione contro la violenza sulle donne

“Eravamo in 400, istituzioni, mondo dell’associazionismo, tutti uniti per manifestare contro l’orrido gesto di due sciagurati nei confronti di una giovane donna di soli 15 anni. Anche il coordinamento donne dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Alto Adige vi ha partecipato con la sua rappresentante Monica Bancaro che è stata invitata ad esprimere i suoi sentimenti a nome di tutta l’Unione.”

Monica Bancaro accanto allo striscione "La violenza sulle donne è una sconfitta per tutti" in italiano e in tedesco

Monica Bancaro accanto allo striscione “La violenza sulle donne è una sconfitta per tutti” in italiano e in tedesco

Bolzano – Giornata Nazionale del Cieco e Festa Prenatalizia dell’Uici Alto Adige

L’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS-APS, Sezione Alto Adige, celebrerà domenica, 16.12.2018 la Giornata Nazionale del Cieco nonché la tradizionale festa prenatalizia, alle quali parteciperanno i minorati della vista di tutta la Provincia come anche le autorità locali. Vi invitiamo cordialmente a partecipare alla festa. I funzionari dell’Unione ovvero gli ospiti d’onore saranno a Vostra disposizione per eventuali interviste dalle ore 10.30 in poi.

Data: Domenica, 16.12.2018
Luogo: Centro Ciechi St. Raphael a Bolzano, Vicolo Bersaglio 36.

Programma:
– ore 9.30: Santa Messa con Don Vitus Dejaco. La Santa Messa verrà celebrata nello spirito prenatalizio nonché in memoria dei minorati della vista, degli accompagnatori e dei benefattori deceduti;
– saluto del Presidente e delle autorità presenti;
– premiazione dei soci fedeli, iscritti da 50 anni all’Unione;
– conferimento del Premio del Presidente 2018;
– pranzo sociale.
L’Unione Ciechi e Ipovedenti con sede in Bolzano, via Garibaldi n. 6 – Tel. 0471 971117 è a disposizione di tutte le persone con gravi disturbi visivi e dei loro familiari per consulenze e sostegno di vario genere. Riunisce i minorati della vista di tutti e tre i gruppi linguistici, rappresenta e tutela i loro interessi, fornisce aiuto per l’espletamento delle pratiche di pensione e simili, procura ausili tiflotecnici e aiuta nella presentazione delle relative domande di contributo, si occupa sia
della formazione professionale che dell’inserimento nel mondo del lavoro e organizza soggiorni estivi nonché attività culturali.

Info: dott. Valter Calò, Presidente dell’Unione Ciechi e Ipovedenti Alto Adige
Tel.: 0471-971117, cell. 373-7206206
Email: info@unioneciechi.bz.it Sito internet: www.unioneciechi.bz.it

Bolzano – Concerti al buio per sensibilizzare sulla disabilità visiva

Collaborazione fra Centro Giovani Bressanone e Unione Ciechi e Ipovedenti

Il Centro Giovani di Bressanone Connection insieme all’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Alto Adige offre dei spettacoli musicali al buio per sensibilizzare la cittadinanza sul
tema cecità. Questa rassegna viene declinata in tre appuntamenti, il primo ha già avuto luogo in novembre, e viene proposto per conoscere ed avvicinarsi alla disabilità sensoriale visiva attraverso l’espressione creativa trasmessa dalla musica.
Gli spettatori saranno accompagnati all’interno della sala, da ciechi o ipovedenti in un percorso completamente al buio, tutti i restanti sensi verranno stimolati percependo sensazioni nuove in assoluta tranquillità e amicizia. Degli artisti vedenti si esibiranno nella più completa oscurità, e dovranno così cercare di interagire con il pubblico.
Ogni appuntamento presenterà generi musicali diversi, trasmettendo così sensazioni, emozioni e suggestioni indelebili al pubblico, che avrà la possibilità di conoscere ed avvicinarsi alla
disabilità sensoriale visiva e di godere dell’espressione creativa trasmessa dalla musica.
In programma il 14 dicembre Annika Borsetto (jazz) e il 12 gennaio gli Olim, che musicheranno un racconto rendendolo una stupenda fiaba musicale. L’inizio è previsto sempre per le ore
20.30 presso la sede del Centro Giovani Connection in via Ponte Widmann 4, Bressanone.
L’ingresso è libero.
Per motivi organizzativi si prega di prenotare: Via mail a info@giovaniconnection.it, telefonicamente al numero 0472837404 oppure tramite la pagina facebook Centro Giovani Connection.

Info: Dott. Valter Calò – Presidente UICI Alto Adige
Tel.: 0471-971117, e-mail: info@unioneciechi.bz.it
Web: www.unioneciechi.bz.it

Bolzano – Incontro annuale tra gli amici dell’Unione Austriaca Ciechi e Ipovedenti del Tirolo e la nostra Sezione UICI Alto Adige

In alternanza, a scadenza annuale, le nostre due associazioni si incontrano in Austria o in Italia.
Quest’anno toccava a noi organizzare l’incontro, così per sabato 27.10.2018, abbiamo scelto l’Hotel Masatsch a Caldaro, località Pianizza di Sopra. Questa struttura ricettiva è famosa per un’attenzione professionale verso l’accessibilità, così abbiamo invitato il responsabile dell’Hotel a raccontarci la storia e il lavoro che comporta gestire una struttura come questa.
L’incontro è iniziato con un aperitivo di benvenuto, accompagnato da prodotti tipici, con molta attenzione sia per i vegetariani che le numerose intolleranze alimentari che ormai rende molto difficile mettere a tavola un gruppo di amici.
Gli austriaci presenti all’incontro erano Klaus Guggenberger – Presidente, Sabine Karrer – Vicepresidente e Wolfgang, il loro autista, mentre della nostra Sezione Valter Calò – Presidente, Riccardo Tomasini – Vicepresidente e i consiglieri Franz Gatscher, Josef Stockner, Alfred Unterhofer, Enrico Lampis e Nikolaus Fischnaller.
Finito l’aperitivo di benvenuto, ci siamo trasferiti al secondo piano dove in una stube di legno tipica dei nostri posti si sono aperti i lavori. Sono state affrontate parecchie tematiche partendo da un discorso di introduzione su tutto il 2018 da parte del Presidente Calò, che ha sottolineato le problematiche della nostra ONLUS, ma che si ritiene soddisfatto del grande lavoro svolto da tutto il consiglio e l’ufficio sezionale. Così anche Guggenberger Presidente Austriaco ha rendicontato il loro
lavoro dell’ultimo anno.
Si è subito evidenziata una problematica comune, i cani guida, Guggenberger ha sottolineato che anche da loro sia i taxi che le strutture recettive, nonostante esista una normativa a riguardo, creano numerose difficoltà. Ad esempio i tassisti sono sempre di più medio orientali e per loro ragioni, non accettano volentieri i cani guida delle persone con disabilità visiva. Calò ha evidenziato alcuni episodi successi durante l’anno, sia con taxi che nelle strutture ricettive a danno di turisti.
Tutti i partecipanti hanno concordato che la sensibilizzazione delle persone è il primo modus operandi e che se dovessero continuare questi episodi incresciosi, è compito dei Presidenti Sezionali di intervenire e sostenere i soci.
Parecchi sono stati i temi in discussione, come la ricerca fondi, dove gli amici austriaci sono sicuramente all’avanguardia in quanto le loro entrate sono basate quasi esclusivamente su donazioni, hanno avuto seri problemi economici fino ad un paio di anni fa, ma sono stati risolti prendendo un manager che ha annullato i debiti con drastici tagli e nuove entrate.
Calò ha illustrato il nuovo progetto di accompagnamento istituito da pochi mesi nelle zone periferiche della Provincia che sta dando buoni risultati, ma che deve essere consolidato.
Guggenberger ha illustrato il loro sistema che è in mano ad una organizzazione nazionale, dove a chiamata arrivano degli studenti o volontari. È prevista una minima spesa da parte della persona disabile, circa 4 euro e sono disponibili per diverse mansioni come accompagnamento, ma anche le pulizie di casa. Lo studente o volontario percepisce 12 euro all’ora e il restante importo è coperto dal sistema sociale austriaco.
Altro tema importante è stato il lavoro. Calò ha affermato che in Alto Adige non ci sono problemi momentaneamente e con la Commissione Nazionale, che lui stesso coordina, stanno cercando nuove strade, gli austriaci sono rimasti molto interessati dalle diverse possibilità presentate.
Le nuove tecnologie che ogni giorno compaiono, per agevolare la vita delle persone disabili è stato un’altro argomento importante, alla fine tutti d’accordo che ci sono sempre più possibilità, ma bisogna stare molto attenti in quanto non tutte sono veramente valide.
Per finire si è deciso di riprogrammare la scadenza annuale con incontri ogni 18 mesi, alternando cosi i periodi autunnali e primaverili.
L’incontro annuale si è concluso con un ottimo pranzo, offerto come consuetudine dalla sezione ospitante.

I partecipanti alla riunione, seduti intorno al tavolo, nella stube di legno tipica

I partecipanti alla riunione, seduti intorno al tavolo, nella stube di legno tipica

Sport – Torneo internazionale di Torball

Sportivi provenienti da quattro paesi europei a Bolzano in occasione del 44. Torneo Internazionale VSS-Raiffeisen di Torball

Il Torneo Internazionale di torball per non vedenti a Bolzano sabato 10.11.2018 vedrá la sua 44esima edizione. 7 squadre femminili e 10 squadre maschili disputeranno in due tornei distinti le loro competizioni.

Data: sabato, 10.11.2018

Luogo: competizioni: Liceo Classico “Carducci”, via Manci 8.
premiazione: Centro Ciechi St.Raphael, Bolzano, vicolo Bersaglio 36

Programma: ore 8.45: saluto ed inizio tornei
ore 9.00 – 18.00 circa: disputa delle partite dei due tornei
ore 19.45: cena, premiazione ed intrattenimento
Le squadre partecipanti sono:
Femmine:
VSC Graz A
SG Hoffeld/Stuttgart D
SSG Blista Marburg D
BSS Tirol A
VSC Wien A

Maschi:
ASD OMERO Bergamo I
Clerant F
Halle D
VSC Graz A
Hoffeld/Stuttgart D
BSS Tirol A
GSD NV Trento I
GSDNV Bolzano 1 I
GSDNV Bolzano 2 I
GSDNV Bolzano 1 I
GSDNV Bolzano 2 I
GSDNV Bolzano 3 I

Il Torball è uno sport di squadra per persone cieche ed ipovedenti. Ogni team è composto da tre giocatori. Tutti i giocatori portano occhiali neri non trasparenti. Sui due lati corti di un campo di gioco rettangolare viene posizionata una porta. Si gioca con un pallone sonoro (500 g). Il pallone deve essere lanciato in modo da passare sotto tre corde le quali sono posizionate al centro del campo sull’altezza di 40 cm.
L’obiettivo del gioco è di far entrare il pallone nella porta della squadra avversaria, schivando i loro difensori. Con il successivo lancio del pallone la difesa assume il ruolo di attaccante. Durante il gioco in palestra è richiesto assoluto silenzio, data la concentrazione richiesta ai giocatori per potersi orientare tramite il senso dell’udito.
La possibilità di effettuare un goal con ogni lancio, le azioni acrobatiche di difesa e la
velocità del gioco fanno sí che il Torball è uno sport molto avvincente.

Info:
Innerhofer Annemarie, responsabile Sezione Torball: Tel. 347-7565700
Gatscher Franz, Presidente: Tel. 349-6200051
www.torball.it