I nuovi treni: qualche problema in meno?, di Marco Trombini e Giovanni Taverna

Il 14 giugno abbiamo partecipato, su delega del Presidente Nazionale, ai viaggi inaugurali di due nuovi treni regionali di Trenitalia, entrati in servizio nella regione Emilia Romagna. Molti tra noi hanno esperienza di cosa sia il traffico ferroviario cosiddetto locale, sia per l’affollamento negli orari di punta sia per le condizioni non proprio eccellente del materiale rotabile e della sua pulizia. Parecchi fanno il confronto con i treni rapidi, le famose frecce per non parlare dei treni rapidi a conduzione privata. Ma finalmente le cose stanno per cambiare anche per il trasporto regionale. Da Piacenza partiva infatti il treno Rock, a due piani di carico, mentre da Rimini è partito il treno Pop, a piano unico; all’arrivo a Bologna i partecipanti sono stati accolti da discorsi brevi da parte dell’assessore regionale ai trasporti Raffaele Donini, Tiziano Onesti, Presidente di Trenitalia, Orazio Iacono, Amministratore Delegato di Trenitalia e  Paolo Polillo, Direttore Generale di TPER. Per recuperare le fatiche del viaggio è stato quindi offerto un brindisi, gradito come sempre. Le novità più significative sono quelle invisibili, nel senso che questi treni sono dotati di una strumentazione elettronica d’avanguardia  compreso la video sorveglianza dei vagoni, creata in collaborazione con la giapponese HITACHI, ma anche la cantieristica italiana dei motori ha avuto modo di farsi valere dotando i vagoni di una accelerazione che risulta essere la migliore attualmente in opera in Europa. L’accesso ai vagoni è a livello dei marciapiedi  e l’apertura delle porte dall’esterno è ottenuta da un pulsantone sulla sinistra delle porte che reca a rilievo le doppie frecce divergenti, simboleggiando anche tattilmente l’apertura. I sedili sono abbastanza comodi, anche se sono di pelle sintetica e non morbidissimi; altra innovazione sono le prese elettriche per i caricatori , poste tra un sedile e l’altro, comprendendo anche il caricamento tramite usb. Le scale per salire al piano superiore sono abbastanza agevoli, ma sicuramente da affrontarsi con attenzione e solo in caso di necessità; il condizionamento ambientale e gli annunci vocali sono all’altezza e si spera che rimangano a questi livelli anche durante l’uso diuturno. L’unico punto che potrebbe risultare un pochino scomodo per certe categorie è la presenza di due soli servizi igienici per treno, posti all’inizio e alla fine del convoglio; in effetti si tratta di locali di dimensioni circa doppie rispetto alle solite, adatte quindi anche alle carrozzine, con una innovazione veramente gradevole: sulla parete esterna, a lato della porta, si trova infatti una piantina orientativa con gli oggetti numerati in chiaro e braille collocata a fianco di una tabella declaratoria che reca la descrizione dei vari componenti in chiaro a rilievo e in braille. Insomma, un servizio veramente accessibile in autonomia, ove quando si entra almeno si ha idea di dove trovare ciò che serve senza esperienze esplorative che potrebbero riservare qualche spiacevole sorpresa… L’ultima buona notizia è che entro il 2020 tutto il trasporto regionale emiliano sarà fornito da queste due tipologie di treni e lo speriamo vivamente. Quindi non ci resta che augurare buon viaggio a tutti!

T & T

Progetto Arcobaleno, di Katia Caravello

Il progetto Arcobaleno – iniziato nel luglio 2017 – ha l’obiettivo di supportare, condividere, ascoltare e far sì che le persone cieche/ipovedenti omosessuali, bisessuali e transessuali (raggruppate sotto la sigla LGBT) possano aumentare la propria autostima, accettando ciò che sono, per poter vivere la propria vita serenamente, senza sensi di colpa, vergogna ed emarginazioni. Nell’ambito di tale progetto, sono state attivate la sala Arcobaleno e la mailing list Arcoballiamo. La sala Arcobaleno è un luogo dove le persone cieche/ipovedenti LGBT possono parlare, raccontarsi, confrontarsi o semplicemente ascoltare gli altri. Gli argomenti e i temi trattati sono assolutamente liberi, a seconda delle esigenze, dei desideri e degli interessi dei vari partecipanti, senza alcuna preclusione. Per ciò che concerne la sala e le multiconferenze, l’appuntamento è per ogni mercoledì sera dalle 21 alle 23, collegandosi telefonicamente al servizio fornito da Talkyoo. La mailing-list Arcoballiamo è nata per le persone cieche e non vedenti LGBT per offrire uno spazio in cui, in totale anonimato, esse possono scrivere ciò che pensano e provano. Anche in questo caso il confronto e il reciproco sostegno sono garantiti dall’assoluto rispetto della privacy. Uno scambio di opinioni, consigli, e materiale riguardante l’argomento, come libri, film o altre notizie e iniziative sul mondo LGBT.

Per accedere ad entrambi i servizi, è necessario contattare i due moderatori della sala virtuale e della mailing list, i quali naturalmente si impegnano a garantire la privacy di tutti. Perché ciò avvenga, a loro spetta il compito di valutare e eventualmente filtrare le varie richieste di adesione, al fine di evitare l’accesso di persone poco corrette o, comunque, non seriamente interessate al progetto stesso.

Ecco come poterli contattare:

Marika Giori:

email: marika.giori@gmail.com>

cell.: 3498604860

Flavio Lucchini:

email: Flavio.at67@gmail.com

cell.: 3389010766

È doveroso ricordare che nessun dirigente associativo – se non espressamente invitato – parteciperà agli incontri nella sala Arcobaleno o alle discussioni nella lista Arcoballiamo, né tantomeno entrerà mai in possesso degli elenchi delle persone che vi partecipano, elenco che è e rimarrà a disposizione esclusivamente dei due moderatori.

Lazio – Inclusione sociale attiva, Progetto “Futuro in vista”: Iscrizioni ancora aperte!

La Partnership tra l’Unione Italiana Dei Ciechi e Degli Ipovedenti – Consiglio Regionale del Lazio (ONLUS APS), l’Unione Italiana Dei Ciechi e Degli Ipovedenti – Sezione Territoriale di Roma (ONLUS APS), il Centro Regionale S. Alessio Margherita di Savoia per Ciechi e Ce.S.F.Or. (Centro Studi Formazione e Orientamento), è risultata vincitrice del progetto “Futuro in Vista”, finanziato dalla Regione Lazio ai sensi del POR FSE 2014-2020 Avviso pubblico “Presa in carico, orientamento e accompagnamento per l’inclusione sociale attiva”

Sono ancora aperte le iscrizioni per la partecipazione al progetto, per il quale si selezionano 8 adulti tra i 18 e i 35 anni (compiuti) ambo i sessi residenti a Roma o provincia, con minorazione visiva (certificata), disoccupati o inoccupati.

Il progetto di inclusione “Futuro in vista” richiede la frequenza obbligatoria di 600 ore di attività che si articoleranno in 12 mesi.

I partecipanti selezionati riceveranno un indennizzo di 6 euro lorde ogni ora di frequenza.

Gli interessati dovranno compilare l’allegato modello di domanda e inviarlo, congiuntamente agli allegati richiesti nel modulo, a uiclazio@uiciechi.it

Affrettatevi a prenotare i colloqui di selezione, che si terranno dal lunedì al venerdì, dal 04.06.19 al 24.06.19!

Telefono 0655135033 chiedere della Dott.ssa Simona Fanini

Partenza delle attività 01.07.19

Le attività (di gruppo e individuali) saranno finalizzate all’ inclusione sociale attraverso i seguenti percorsi: counselling psicologico e giuridico, partecipazione a laboratori di autonomia personale, attività di social media, laboratorio teatrale, potenziamento linguistico, sostegno psicologico e numerose attività sportive.

50 anni Gruppo Sportivo Dilettantistico Non-e Semivedenti Bolzano: 1969 – 2019

Sportivi ciechi ed ipovedenti riflettono sul passato, eleggono gli organi associativi e festeggiano il loro giubileo

Si è tenuta giovedì 06.06.2019 l’Assemblea Annua del GSD Non- e Semivedenti Bolzano. Il direttivo ha sottoposto ai soci la relazione morale 2018/19 nonché il bilancio per l’approvazione. Sull’ordine del giorno inoltre c’erano il programma per il prossimo anno sportivo, la definizione di linee guida nonché l’elezione degli organi sociali (consiglio direttivo, collegio dei sindaci revisori dei conti, collegio dei probiviri). Il Presidente Franz Gatscher durante l’assemblea ha ringraziato cordialmente i consiglieri uscenti Josef Stockner e Annemarie Innerhofer, i quali non si sono più candidati, per il loro impegno e per la loro disponibilità a collaborare e supportare il Gruppo anche al di fuori del Consiglio.

L’assemblea ha terminato con una grigliata durante la quale si sono festeggiati i 50 anni d’attività.

Anche la prima riunione del Consiglio ha già avuto luogo. Per i prossimi 4 anni le cariche associative sono assegnate come segue:  Franz Gatscher Presidente, Nikolaus Fischnaller Vicepresidente, Peter Pöder Cassiere, Gabi Bernard Segretaria nonché gli altri membri del consiglio direttivo Katrin Joris, Christian Mair, Armin Plaikner, Riccardo Tomasini e Manfred Wieser. Revisori dei conti: Thomas Brancaglion, Herbert Großrubatscher, Karin Psenner Vieider. Probiviri: Rita Fischnaller, Peter Innerhofer, e Tranquillo Martini.

50 anni di promozione dell’attività sportiva delle persone con minorazioni visive in Alto Adige: Da 50 anni il GSD Non- e Semivedenti Bolzano svolge la sua attività per promuovere l’impegno sportivo delle persone cieche o ipovedenti in Alto Adige. “Occasione di gioia”, dice il Presidente Franz Gatscher, “e – perché no – anche un po’ di orgoglio”. Nel 1969, l’anno della sua fondazione, il gruppo di Bolzano era il primo Gruppo Sportivo per minorati della vista in Italia. L’attività è iniziata molto prima rispetto a quella di altri gruppi sportivi per altre categorie di disabili. “Siete sempre stati e rimarrete un esempio da seguire per noi altri” ha constatato Markus Kompatscher, referente per lo sport disabili all’interno della Federazione delle Associazioni Sportive in Alto Adige VSS e Presidente del Gruppo Sportivo Disabili Alto Adige. Fin dall’inizio la disciplina di squadra Torball rappresentava il motore del nuovo sodalizio. Come regione di confine il GS ha svolto il suo ruolo di intermediatore fra l’Italia e l’estero e ha introdotto nuove discipline sportive importate dall’estero sul territorio provinciale nonché su quello nazionale.  In tutti questi anni le offerte del GS sono state costantemente adeguate ai nuovi interessi degli associati e sono state così ampliate.

Scopo del gruppo è la promozione dello sport agonistico, e sono stati ottenuti dei risultati molto belli: numerosi titoli di Campione Italiano, diverse partecipazioni e piazzamenti ottimi in Campionati Mondiali, diverse partecipazioni a Paraolimpiadi e una decina di medaglie paraolimpiche.

Ugualmente importante è però lo sport per tutti. Il gruppo sportivo oggi si articola in 4 sezioni, e gli associati praticano le seguenti discipline: Torball (sport di squadra per minorati della vista), sci nordico, podismo, ginnastica, yoga, tandem, scacchi, birilli, showdown (tennis tavolo per non vedenti). L’attività del GSD è una componente fissa per l’integrazione e la riabilitazione delle persone con disabilità visive in Alto Adige.

Per la programmazione e lo svolgimento dell’attività svariata si impegna il direttivo, composto da 9 persone, il quale è riuscito, attraverso attrattive offerte a conquistare sempre nuovi partecipanti. Nel 2011, dopo 42 anni, il Presidente Nikolaus Fischnaller ha passato la presidenza a Franz Gatscher, il quale ha proseguito con il suo team a svolgere l’opera costruita fino allora.

Durante la festa di giubileo  il Presidente del VSS Günther Andergassen ha consegnato al GSD Non- e Semivedenti Bolzano il diploma d’onore in bronzo per 50 anni di attività associativa. Inoltre ha consegnato a Nikolaus Fischnaller e Josef Stockner, entrambi membri del consiglio fin dalla fondazione del GSD 50 anni fa, il distintivo d’onore del VSS. A Josef Stockner, il quale ora intende ritirarsi dal lavoro concreto, nonché a sua moglie Maria, sono stati rivolti anche i ringraziamenti per il loro instancabile impegno del Presidente Gatscher da parte del GSD assieme a un regalo.

2018-2019: Proposte periodiche, realizzazione di manifestazioni e partecipazione a diverse competizioni: Le offerte settimanali, cioè  l’allenamento di Torball, l’ora di ginnastica, un corso di yoga, gli allenamenti di sci fondo in inverno e le gite in tandem ogni mercoledì da maggio a settembre sono stati incontro fisso per i rispettivi partecipanti.

2 squadre maschili hanno partecipato al Campionato Italiano di Torball Serie A e hanno ottenuto dei piazzamenti al centro della classifica. La squadra Bolzano1 è riuscita a vincere per la prima volta la Supercoppa Italiana. Il giocatore di Bolzano 2 Christian Mair si è piazzato in testa alla classifica marcatori. Anche al Campionato Italiano di Goalball ha preso parte una squadra del GS Bolzano.

“Il fatto, che ben 3 giovani giocatori bolzanini sono stati nominati atleti di interesse nazionale per il Goalball, costituisce una conferma dell’impegno ed entusiasmo dei giovani giocatori della nostra associazione.” afferma il Presidente Gatscher.

Il Gruppo Sportivo ha organizzato diverse iniziative tra cui il 44. Torneo Internazionale VSS-Raiffeisen di Torball, una giornata del Campionato Torball Serie A maschile e una della Serie B nonchè la settimana di sci fondo in Val Casies. Il Campionato Internazionale di scacchi ha visto la sua 26esima edizione. Queste iniziative riscuotono sempre molto successo e apprezzamento in tutta l’Italia e anche all’estero.   In programma c’era inoltre una gita di due giorni in tandem che ha portato i partecipanti, partendo da Pergine a Bassano del Grappa e il giorno dopo di ritorno. La partecipazione di alcuni atleti alle rinomate maratonine su territorio provinciale sono stati significativi momenti di integrazione nel mondo dello sport altoatesino. Il torneo di birilli, un torneo di “Watten” insieme agli altri gruppi sportivi per persone con disabilità, un’escursione in memoria dei colleghi sportivi deceduti nonché una castagnata hanno completato l’attività del Gruppo Sportivo. Oltre a 90 persone partecipano attivamente alle variegate attività dello sport amatoriale e competitivo.

Ringraziamento: In occasione dell’assemblea annuale il Presidente Gatscher ringrazia tutti gli atleti-guida vedenti e i volontari, senza i quali l’attività del Gruppo Sportivo non sarebbe potuta essere svolta. Un particolare ringraziamento va agli Uffici Sport della Provincia Autonoma e del Comune di Bolzano, alla Regione nonché ai privati i quali hanno supportato finanziariamente il Gruppo Sportivo, nonché a tutti coloro che hanno contribuito a spronare sportivamente le persone cieche e ipovedenti.

Info: Franz Gatscher (Presidente), tel. 349 6200051 – 0471 971117.

Foto che ritrae il Consiglio

Foto che ritrae il Consiglio

Foto che inquadra Fischnaller e Stockner

Foto che inquadra Fischnaller e Stockner

Ragusa – Sportello di Modica: “Non sentirti a casa tua, sei a casa tua!!!”

L’11 giugno u. s. presso lo Sportello dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Modica, ubicato nei locali del Comune della città della Contea, famosa per la cioccolata artigianale, e facente capo alla Sezione territoriale U.I.C.I. di Ragusa, si è svolto un evento dal titolo “Non sentirti a casa tua, sei a casa tua!!!”. Non a caso è stato dato questo titolo ad una serata vissuta con la partecipazione di numerosi soci del territorio ibleo, trascorsa in totale allegria e spensieratezza, con musica dal vivo, pianobar ed apericena. La serata è stata allietata dal maestro Angelo Grillo alla tastiera e dal maestro Carmelo Ortisi al sax. L’evento ha dato l’opportunità ai soci di condividere questo importante momento di aggregazione e di convivialità, per farsi festa l’un l’altro e conoscersi di più e meglio. Inoltre, è stata un’occasione per parlare di politica associativa, dell’imminente ricorrenza del centenario della fondazione dell’Unione Italiana Ciechi, costituita a Genova nel 1920. L’evento è stato autogestito dallo sportello di Modica e l’organizzazione della serata è stata curata dall’Operatore Locale di Progetto dott.ssa Francesca Misseri e dagli Operatori del Servizio Civile Universale: Vincenzo Iacono, Chiara Viola, Emanuela Mezzasalma, Melania Caccamo.

Torino – Notiziario audio 011NEWS, n. 23-2019

Al seguente link potete ascoltare la nuova edizione del notiziario audio 011NEWS, n. 23/2019 di venerdì 13/6/2019:

In primo piano:

– Giovanni Laiolo è il nuovo presidente UICI Torino, eletto dal Consiglio Direttivo nella seduta di giovedì 13 giugno. “Mi impegnerò al massimo – queste le sue prime dichiarazioni – per proseguire l’ottimo lavoro intrapreso dal Consiglio e dal mio predecessore nei passati quattro anni. Ma avrò bisogno del contributo di tutti: soci, consiglieri e comitati”.

–  Da luglio le auto elettriche prodotte nei Paesi nell’Unione Europea dovranno emettere un segnale acustico, che permetterà, anche a chi non vede, di individuarne posizione e movimento.

–  Alla Villa della Regina un prezioso progetto di accessibilità culturale, sviluppato con il contributo della nostra Sezione. All’ingresso c’è un plastico dell’edificio ed è possibile muoversi nella villa guidati da un’App.

Buon ascolto!

Sport – I risultati del week-end: baseball, blind tennis e nuoto

È terminato il terzo Torneo internazionale di tennis per ciechi che si è svolto dal 12 al 15 giugno a Benidorm, vicino ad Alicante (Spagna) e organizzato dall’International Blind Tennis Association, con la partecipazione di oltre 80 atleti provenienti da tutto il mondo.

La corsa delle nostre socie Maria Ester Nakano e Silvia Parente si è fermata alla fase eliminatoria.

Ulteriori info: http://ibta-takei.com/international-blind-tennis-tournament-benidorm-2019

Sempre nel week-end le formazioni meneghine di baseball per ciechi sono state impegnate per il terz’ultimo turno del XXIII Campionato Italiano, ottenendo i seguenti risultati:

Sabato 15 giugno, a Sasso Marconi: Umbria Redskins – Lampi Milano 7 a 26
domenica 16 giugno, a Staranzano: Staranzano BXC – Thunder’s Five Milano 0 a 16

Classifica LIBCI aggiornata al 16 giugno 2019

1. Thunder’s Five Milano BXC: punti 16 – vinte 8 – pareggiate 0 – perse 0 – media 1000
2. Lampi Milano: 12 – 6 – 0 – 1 – 857
3. Leonessa BXC Brescia: 12 – 6 – 0 – 3 – 667
4. Bologna White Sox: 10 – 5 – 0 – 3 – 625
5. Thurpos Cagliari: 8 – 4 – 0 – 3 – 571
6. Fiorentina BXC: 8 – 4 – 0 – 3 – 571
7. Tigers Paralympic Sport Cagliari: 8 – 4 – 0 – 4 – 500
8. Roma All Blinds: 8 – 4 – 0 – 5 – 444
9. I Patrini Malnate BXC: 4 – 2 – 0 – 6 – 250
10. Umbria Redskins BXC: 2 – 1 – 0 – 8 – 111
11. Staranzano BXC: 0 – 0 – 0 – 8 – 000

È possibile consultare l’intero calendario, i risultati, le classifiche e le statistiche, cliccando qui: http://www.fibs.it/it/calendari-e-statistiche/campionati-nazionali/fibscalendario/5567.html

Sabato 15 giugno si è svolto il campionato regionale 2019 di Nuoto FINP HF/NV.

Martina Rabbolini ha ottenuto, nella categoria S11 – non vedenti, due primi posti con i seguenti tempi:

– 50 stile libero, 36:60
– 100 rana, 1.40:30

Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS
Via Vivaio, 7
20122 Milano
tel.: +39 327 83 46 575
Email: info@gsdnonvedentimilano.org
Web: www.gsdnonvedentimilano.org