Puglia – Giornata nazionale del cane guida

In occasione della Giornata nazionale del cane guida, il giorno 16 ottobre 2020, l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti – Consiglio Regionale della Puglia vuol celebrare con affetto e riconoscenza questi preziosi amici dei non vedenti, che permettono loro di potersi muovere autonomamente.
Il cane guida è un compagno di vita eccezionale che mette a disposizione dei ciechi i propri occhi, la propria dedizione. Grazie a questi fidati amici a quattro zampe infatti, si può raggiungere un elevato grado di indipendenza: si può camminare da soli (il cane individua ed evita gli ostacoli, riconosce gli scivoli e le strisce pedonali, si ferma agli angoli e dà un valido supporto negli attraversamenti), si possono prendere i mezzi pubblici liberamente (il cane individua la porta e conduce il non vedente sugli stessi), ci si può recare in un bar, in un supermercato o in una qualsiasi altra attività commerciale in autonomia (il cane riconosce l’ingresso e porta il non vedente all’interno del luogo).
Naturalmente c’è bisogno di grande sintonia tra il cane guida e il suo conduttore: il non vedente deve sempre sapere dove vuole andare e dove si trova in ogni specifico momento, il cane guida ci mette tutto il suo bagaglio di conoscenza e supporto, acquisito durante anni di addestramento.
Quest’anno, il periodo emergenziale che stiamo vivendo impedirà di riunire in una città pugliese, come è tradizione, tutti i possessori di cani guida, per una grande manifestazione aperta alla comunità e in particolar modo alle scuole.
Si è pensato, dunque, attraverso l’iniziativa Un cammino a sei zampe, di realizzare un video, che racconti la storia di questi grandi amici dei non vedenti e che spieghi come, per un cieco, la conquista della vera libertà si affermi sul camminare saldamente su sei zampe, invece che su due gambe.
Lanciamo l’invito a diffondere il più possibile questo video, affinché chiunque sappia riconoscere e apprenda come comportarsi con un cane guida, e con il suo padrone, quando li incontra per strada.

Giornata del cane guida Bari 16 ottobre 2017

Il Consiglio regionale Puglia  in collaborazione con la responsabile regionale della Commissione Cani Guida ha organizzato una Conferenza stampa il giorno 16 ottobre 2017 alle ore 10,30 in occasione della Giornata nazionale del Cane Guida, mentre dalle ore 8,30 alle ore 13,30 sarà allestito un gazebo, a Bari in Via Argiro angolo Via Putignani, presso cui saranno presenti persone accompagnate dal proprio cane guida, che distribuiranno brochure informative.
L’evento è finalizzato a sensibilizzare l’opinione pubblica e le Istituzioni sui diritti spettanti ai cittadini non vedenti e ipovedenti e per far capire l’importanza dei cani guida.

 

Bari, Il Consiglio Regionale dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ha indetto per il 21 dicembre una manifestazione di protesta sotto la Regione Puglia

Comunicato Stampa

I servizi per gli studenti non vedenti e per i videolesi pluriminorati finanziati dalla regione puglia non sono ancora stati avviati

Il Consiglio Regionale dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ha lungamente pazientato, confidando nelle più volte manifestate promesse e assicurazioni del Presidente Regionale Emiliano, dell’Assessore Negro, dei Dirigenti al Welfare della Regione Puglia, del Sindaco della Città Metropolitana di Bari e dei Presidenti delle altre Province, ma ora ritiene motivatamente che la situazione si è fatta insostenibile: il servizio di supporto specialistico scolastico ed extrascolastico in favore degli studenti disabili visivi frequentanti le scuole di ogni ordine e grado, realizzato in continuità da oltre 20 anni in tutta la Regione, non è stato avviato in nessuna delle province pugliesi e il servizio di Centro Diurno e assistenza domiciliare ai videolesi pluriminorati, avviato solo nella Città Metropolitana di Bari, si teme possa essere interrotto a partire dal prossimo mese di gennaio.
Si è chiesto ripetutamente da oltre tre mesi, con modi rispettosi e pacati, all’Assessorato al Welfare della Regione Puglia, al Sindaco della Città Metropolitana di Bari e ai Presidenti delle Province pugliesi di provvedere tempestivamente a garantire per i disabili visivi, anche pluriminorati, i servizi, di cui all’art. 17, comma 1, lett. e), della L.R. 19/2016, già posti in essere nello scorso anno scolastico, in modo da non determinare alcuna interruzione delle prestazioni, con conseguente disagio per coloro che legittimamente ne hanno usufruito, e di avviare il previsto monitoraggio degli stessi servizi, individuando, gradualmente e in modo condiviso e senza inutili atti d’imperio, anche forme alternative di erogazione, gestione e finanziamento degli interventi già in essere nel precedente anno scolastico.
Tuttavia si deve riconoscere con rammarico che tanta prudenza, rispetto e attenzione per i rappresentanti dei nostri enti locali si è rilevata del tutto inutile: ad oltre tre mesi dall’inizio dell’anno scolastico, i servizi non sono stati avviati e neppure il previsto tavolo di discussione con le associazioni dei disabili, luogo in cui speravamo di evidenziare le specificità con cui va garantito il diritto allo studio dei disabili visivi e di concordare le modalità di realizzazione degli interventi dovuti, è stato convocato.
Siamo di fronte ad una palese e gravissima interruzione di pubblici servizi fondamentali per il livello di qualità della vita degli alunni e delle persone cieche, ipovedenti e videolese pluriminorate.
L’unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti è costretta a metter in atto plateali azioni di protesta e, a questo punto, chiede espressamente e con forza l’intervento e la tutela da parte della magistratura per assicurare un diritto costituzionalmente garantito che nessun capotico “Allegato Tecnico”, predisposto da Dirigenti regionali preoccupati solo di risparmiare risorse sulla pelle dei disabili visivi e, cosa ancora più deplorevole, sulla pelle dei videolesi pluriminorati, i più deboli tra i disabili, potrà negare.

Convegno al Centro Messeni di Rutigliano, 9 e 10 Dicembre 2015.

Convegno al Centro Messeni di Rutigliano.

 

60esimo anniversario delle attività dell’Istituzione Centro “Messeni – Localzo” di Rutigliano.

 

Un impegno che deve continuare per i non vedenti della Regione Puglia.

 

Mercoledì  9 e Giovedì 10 Dicembre 2015.

 

Il Centro Educativo Riabilitativo per Videolesi “Messeni – Localzo” di Rutigliano, Istituzione della Città Metropolitana di Bari, celebra i primi 60 anni della sua attività con un convegno di studi che, ripercorrendo gli snodi principali della sua gloriosa storia, presenterà i numerosi servizi attualmente erogati all’utenza disabile visiva dell’Area Metropolitana e delle province limitrofe e prospetterà gli ambiziosi progetti in programma per il futuro.

 

Attraverso la realizzazione di una mostra  documentaria di foto, articoli, testi, video, materiale didattico e ausili e gli interventi di ex allievi, operatori, dirigenti e autorità, mercoledì 9 dicembre saranno ricostruite le tappe salienti della sua complessa evoluzione, da Istituto per Ciechi ad internato e scuola speciale a Centro Educativo Riabilitativo per Videolesi polivalente e aperto al territorio, che si è intrecciata  con la storia e il ruolo di grandi personalità dello scenario politico e sociale  locale e nazionale,  nonché con le storie di emancipazione di tanti  uomini con disabilità visiva che nel “Messeni” hanno trovato la luce dello studio e del lavoro.

 

Nella serata sarà ricordata la Direttrice Prof.ssa Susanna Mastropierro, scomparsa lo scorso Natale, che ha guidato con l’impegno vocato della sua vita il Centro “Messeni” per oltre 40 anni.

 

La giornata di giovedì 10 dicembre sarà dedicata alla presentazione dei diversi servizi attivati nella struttura di Rutigliano e ai numerosi progetti in fase di realizzazione mediante il confronto con gli altri Centri regionali e nazionali sulle problematiche dei non vedenti, degli ipovedenti e dei videolesi pluriminorati con i responsabili politici e amministrativi degli Enti Locali, della Regione e del Servizio Sanitario Nazionale,  i dirigenti scolastici e gli operatori educativi, riabilitativi e sociali, nonché con i dirigenti nazionali e locali dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti.

 

Il Consiglio Regionale dell’Unione Italiana dei Ciechi, che insieme al Centro “Messeni”, al Dirigente e al Consigliere Delegato alle Politiche Sociali della Città Metropolitana di Bari ha organizzato il convegno, auspica che la manifestazione costituisca una importante occasione per riflettere sulle politiche per l’educazione, l’istruzione,  la riabilitazione e l’inclusione lavorativa e sociale dei videolesi e sul ruolo di guida e supporto specialistico che in modo sempre più pressante sono chiamati a svolgere i Centri specializzati per disabili visivi e l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti nell’attuale fase di incertezza caratterizzata da notevoli cambiamenti per il riordino ancora non definito delle competenze degli enti locali, per l’imminente attuazione della riforma scolastica e le nuove prospettive di inserimento lavorativo dei minorati della vista.

 

Il Consiglio Regionale U.I.C.I. chiede:

 

– Alla Regione Puglia di definire, in tempi brevi e con un provvedimento che abbracci la globalità dei servizi per videolesi, nell’attuazione della L. R. n. 31 del 30 ottobre 2015,   di riassegnare con le necessarie risorse finanziarie alla Città Metropolitana di Bari e alle altre province la competenza nel settore del supporto specialistico all’integrazione scolastica dei disabili visivi e dei servizi per videolesi pluriminorati.

– Alla Città Metropolitana di Bari di reperire le risorse, ricorrendo anche ai finanziamenti regionali, nazionali ed europei, per potenziare le attività del Centro “Messeni” e per la realizzazione sul suolo del Centro di una Comunità Socio-Riabilitativa per disabili visivi (Dopo di Noi).

– All’ufficio Scolastico Regionale la stipula di un accordo di programma a valenza regionale con tutti gli enti interessati per definire in modo puntuale le competenze nel settore dell’integrazione scolastica dei disabili visivi;

– Alle ASL di provvedere al finanziamento per sostenere la prevenzione delle patologie visive e percorsi riabilitativi specifici per videolesi di tifloriabilitazione, orientamento e mobilità e autonomia personale.

 

Il Centro “Messeni”, in sintonia e con il sostegno dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, ha costituito in questi 60 anni una risorsa insostituibile per  l’emancipazione umana e sociale dei non vedenti; ma i problemi irrisolti dei disabili visivi richiedono un ulteriore impegno per il futuro da parte di amministratori, operatori scolastici e socio-sanitari e delle associazioni di categoria.

 

 

– Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti – ONLUS

– Consiglio Regionale della Puglia

– Via Pellegrini n. 37 – 70124   BARI

– tel.: 080 542 43 41 – 080 596 83 44

– Fax: 080 552 39 57

– E-mail: uicpugl@uiciechi.it

– Sito web: http://www.uicpuglia.it

 

Il Presidente del Consiglio Regionale UICI Pugliese: Dott. Luigi Iurlo.

Comunicato finale dell’Assemblea dei Quadri dirigenti della Puglia dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, di Luigi Iurlo

Autore: Luigi Iurlo

L’Assemblea Regionale dei Quadri Dirigenti dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti della Puglia si è riunita mercoledì 21 ottobre 2015 per approfondire e discutere le più rilevanti tematiche al centro del XXIII Congresso Nazionale U.I.C.I. e individuare le linee di condotta che devono guidare la delegazione pugliese che parteciperà all’importante momento associativo.
Dopo ampia ed approfondita riflessione sulle comunicazioni del Presidente del Consiglio Regionale, Luigi Iurlo e del candidato alla Presidenza Nazionale, Giuseppe Simone, l’Assemblea, considerata la particolarità dell’attuale congiuntura politica, sociale ed economica del nostro Paese, nella quale sono in atto, in un contesto di crisi generale, profondi processi di riforma nel settore dei servizi sociali, delle autonomie locali, della scuola e del lavoro con particolare riferimento alle problematiche della disabilità visiva, ritiene necessario per l’Unione Italiana Ciechi impegnarsi in modo solidale e unitario nel rinnovamento della sua organizzazione e nel concreto agire politico per promuovere il superamento del pericoloso scollamento in atto con la base associativa, che rischia di minare alla radice l’esistenza stessa dell’Unione e della sua capacità di rappresentare le istanze dei non vedenti italiani.
A conclusione del dibattito l’Assemblea dei Quadri Dirigenti ha deliberato unanimemente di impegnare la delegazione pugliese del XXIII Congresso Nazionale al perseguimento dei seguenti obiettivi prioritari:
1) sostenere con forza la candidatura del Presidente uscente Mario Barbuto, che in questi mesi di attività ha saputo dimostrare di essere in grado di condurre in modo adeguato l’associazione conseguendo indiscutibili risultati sia nei confronti della classe politica che all’interno dell’Unione;
2) espedire ogni possibile iniziativa che consenta una gestione solidale e collegiale dell’Unione, in continuità con la condotta perseguita con fermezza e responsabilità da Giuseppe Simone, il quale con l’obiettivo di superare vecchie e miopi logiche ha ritirato la propria candidatura a Presidente Nazionale, avendo constatato l’impossibilità di giungere ad una soluzione unitaria del XXIII Congresso Nazionale;
3) proporre alla carica di Consigliere Nazionale nell’assise congressuale i dirigenti pugliesi Francesco Giangualano e Paolo Lacorte, che hanno dimostrato con il loro impegno la capacità di interpretare in modo incisivo le istanze più pregnanti dei soci.

Luigi Iurlo

Consiglio Regionale Puglia: assemblea regionale pugliese dei quadri dirigenti – sintesi dei lavori, di Giuseppe Simone

Autore: Giuseppe Simone

Come da convocazione prot. n.1080 del 02/12/2014, il 10/12/2014 si è svolta l’Assemblea Regionale Pugliese dei Quadri Dirigenti.
Tantissimi sono stati i partecipanti delle varie sedi provinciali, sia tra i dirigenti che tra i soci, oltre alla presenza del Componente della Direzione Nazionale, Giuseppe Bilotti.
I lavori hanno seguito il seguente ordine del giorno:
1) XXIII Congresso Nazionale UICI;
2) Modifiche allo Statuto;
3) Autofinanziamento e reperimento fondi;
4) Campagna soci;
5) Cooperative Sociali;
6) Varie ed eventuali.
Sia per gli argomenti trattati sia per la passione degli intervenuti, si è sviluppato un ampio e approfondito dibattito che ha visto protagonisti non solo i Presidenti delle varie sezioni provinciali ma anche altri dirigenti e semplici soci.
Ovviamente il tema congressuale, visto gli avvenimenti che lo stanno caratterizzando, ha coinvolto i presenti e dallo stesso dibattito è scaturita la candidatura a Presidente Nazionale del Presidente Regionale Giuseppe Simone, quale espressione di tutto il lavoro svolto da lui in questa regione e soprattutto per gli obiettivi che in questi anni ha raggiunto. Questa candidatura è stata accolta all’unanimità dei presenti con un lungo applauso.
Per quanto concerne le modifiche statutarie, al di là delle osservazioni fatte, ci si è assunti l’impegno di organizzare una riunione a breve con i documenti che ogni Sezione provinciale sta producendo su questo tema.
Approfondita è stata l’analisi sull’argomento del reperimento fondi e gli interventi hanno sottolineato le varie opportunità da mettere in campo per raggiungere questo obiettivo; mentre sia dallo stesso Presidente Regionale, sia da altri interventi, è stata sottolineata l’importanza del ruolo che possono svolgere le Cooperative quale supporto all’azione dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti.

 

Campo Estivo Socio-Educativo Riabilitativo riservato ai minorati della vista pluriminorati non scolarizzati, di Giuseppe Simone

Autore: di Giuseppe Simone

L'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, Consiglio Regionale Pugliese, intende organizzare per il periodo dal 03.07.2013 al 13.07.2013 il Campo Estivo Socio-Educativo Riabilitativo riservato ai minorati della vista pluriminorati non scolarizzati.
La località di svolgimento sarà Villapiana Lido, in provincia di Cosenza, presso il Villaggio "Le Ginestre" e la quota di adesione per ciascun partecipante ammonta ad euro 500,00 (cinquecento/00).
La domanda di partecipazione e la relativa quota di adesione dovranno pervenire improrogabilmente entro il 15.05.2013, pena la decadenza del diritto a partecipare all'iniziativa di cui trattasi, affinché si possano curare per tempo gli aspetti organizzativi e logistici relativi alla struttura che accoglierà i ragazzi e coordinare la formazione degli operatori che saranno coinvolti.
La domanda di partecipazione, che si trasmette in allegato alla presente, dovrà essere spedita, in originale e corredata dalla documentazione indicata, al seguente indirizzo:
Istituto per la Ricerca, la Formazione e la Riabilitazione ONLUS Sede Regionale Pugliese Via G. Pellegrini n. 37 – 70124 Bari
Per ogni altra informazione si rimanda al Regolamento di seguito riportato.
E' inoltre possibile contattare la segreteria dello scrivente Istituto per ulteriori chiarimenti, attraverso l'indirizzo email
uicpugl@uiciechi.it
o, in alternativa, al seguente numero telefonico:
080.542.43.41.
Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti
Consiglio Regionale della Puglia
Il Presidente (Giuseppe Simone)
Telefono 0805424341
E-mail: uicpugl@uiciechi.it
 

Consiglio Regionale Puglia: Gita Internazionale, di Giuseppe Simone

Autore: Giuseppe Simone

L'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, Consiglio Regionale della Puglia, organizza, dal 25 al 31 agosto 2013, una gita internazionale presso le località di POSTUMIA, LUBJANA, BUDAPEST e RAVENNA. 
Il costo complessivo dell'intero soggiorno sarà definito in base al numero dei partecipanti. E' possibile, pertanto, comunicare la propria adesione presso la Segreteria del Consiglio Regionale della Puglia dell'U.I.C.I., Via Pellegrini n. 37 a Bari.
 
Programma
 
POSTUMIA – LUBJANA – BUDAPEST – RAVENNA DAL 25 AL 31 AGOSTO 2013
Giorno 24 agosto 2013 BARI-LUBJANA
Ore 18.00 circa raduno dei'partecipanti nel luogo convenuto e partenza in BUS GT alla volta di LUBJANA. Soste previste durante il percorso, notte in viaggio.
Giorno 25 agosto 2013 POSTUMIA -LUBJANA
In mattinata sosta presso la località di POSTUMIA. Visita di alcune fra le grotte più belle e famose al mondo per i suoi resti risalenti all'epoca preistorica, allorchè furono dimora degli uomini primitivi. Sono grandi tanto da svilupparsi su quattro livelli e si estendono all'incirca per 20 Km. Uno scenario da sogno. L'itinerario sarà effettuato con un simpatico trenino. Visita guidata in lingua italiana. Proseguimento per LUBJANA, capitale della Slovenia; città nella quale  convivono arte musicale, teatrale e figurativa. Arrivo in hotel, sistemazione nelle camere riservateci. Trattamento di Pensione completa. Pomeriggio dedicato alla visita guidata della città. Lubjana sorge sul fiume lungo il quale i mitologici argonauti trasportarono il vello d'oro, città sulla palude dove vivevano i palafitticoli, città dalla ricca eredità della romana Emona, capoluogo della provincia della Carniola. Capitale delle Provincie illiriche di Napoleone, città dalle facciate rinascimentali, barocche e soprattutto in stile Sezession. la più grande esposizione dell'architettura del maestro J. Plecnik. Tutto questo è Lubjana. Si potranno visitare, il Triplo ponte di Tromostovje, il Castello di Lubiana, la Cattedrale di San Nicola, il Ponte del Drago, il Ponte dei Macellai, il Ponte dei Calzolai di Lubjana.
Giorno 26 agosto 2013 LUBJANA – BUDAPEST
Dopo la prima colazione in hotel partenza per BUDAPEST. Sosta lungo il percorso nella località di BALATON per la visita libera del più grande lago d'acqua dolce dell'Europa Centrale. Non a caso è anche chiamato il mare ungherese. Pranzo in ristorante. Proseguimento del viaggio e in serata, giunti a destinazione, sistemazione in hotel nelle camere riservateci. Cena e pernottamento.
Giorno 27 agosto 2013 BUDAPEST
Trattamento di mezza pensione in hotel. Giornata dedicata alla visita guidata della città sul Danubio. Budapest. rende immediatamente l'idea della capitale, dalla signorilità e imponenza tipiche di città protagonista della storia. Maestosa ed elegante, formata da Buda e Pest divise dallo scorrere del fiume Danubio. E' una capitale nello stile dell'antica mitteleuropa,  così come Vienna e Praga (ma anche Belgrado). La tradizione culturale si ispira contemporaneamente a Vienna e Praga, all'impero austroungarico.

In serata cena tipica con spettacolo e musica.

Giorno 28 agosto 2013 BUDAPEST
Trattamento di pensione completa in hotel. Mattinata dedicata all'escursione  in battello sull'ansa del Danubio, Nel pomeriggio visita guidata della città. Percorrendo la via Kiraly è possibile ancora trovare negozi in perfetto stile sovietico e pub in rovina all'interno di palazzi non ancora rinnovati. Rimanendo su questa via, se nostalgici  della cortina di ferro, troverete il parco Memento ancora pieno di statue di Lenin Marx e Bela Kun. Scoprirete che 4 decenni di comunismo hanno lasciato tracce indelebili in questa città. Percorrendo le strade con le guide di Free Budapest Tour (freebudapesttours.hu) scorreranno le tristi memorie del vecchio regime, inclusi i bunker militari e gli ultimi monumenti sovietici. Non tutti con un ricordo negativo. Il monumento Alla Liberazione, consacra la vittoria dell'armata rossa su Nazismo e rimane un tributo a che diede la vita per questa causa.
Giorno 29 agosto 2013 BUDAPEST
Trattamento di pensione completa in hotel. Mattinata libera a disposizione dei partecipanti e nel pomeriggio visita guidata della città. Le attrazioni turistiche a Budapest sono numerose, tra i monumenti principali si annovera il Palazzo Reale (Kiréfyi pelota), al cui interno sono ospitati la Galleria Nazionale (Nemzeti Galèna), il Bastione, la Chiesa di Mattia (Màtyàs templom). i musei della Collina (militare, della musica, ebraico). Tra gli altri, tutti i ponti del Danubio e in particolare il Széchenyi Lànchid, l'isola di Margjtsziget e il rispettivo parco, le rovine dell'antica città romana di Aquincum, nell'omonimo museo all'aperto… L'odierna Budapest è di gran lunga la città più ricca e cosmopolita dell'Ungheria ed è sempre più popolare tra i turisti. Nel 1987 è stata iscritta nella Lista del Patrimonio Mondiale delUNESCO per il significato culturale ed architettonico delle rive del Danubio, del suo quartiere Castello di Buda e della Andràssy
Giorno 30 agosto 2013 BUDAPEST-RAVENNA
Dopo la prima colazione in hotel, partenza per il rientro in Italia Sosta lungo il percorso nella località di Tarvisio per il pranzo in ristorante. Proseguimento per RAVENNA e, giunti in serata presso l'hotel, sistemazione nelle camere riservateci. Cena e pernottamento
Giorno 31 agosto 2013 RAVENNA – BARI
Dopo la prima colazione in Hotel, giornata dedicata al divertimento presso il parco di Mirabilandia per vivere il divertimento. Pranzo libero a carico dei partecipanti. Nel pomeriggio il nostro viaggio proseguirà alla volta di Bari con arrivo previsto in tarda serata.
Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti
Consiglio Regionale della Puglia
Il Presidente
(Giuseppe Simone)
Telefono 0805424341
E-mail: uicpugl@uiciechi.it

Bari: Inaugurazione di uno spazio tattile all’interno della Gipsoteca, di Giuseppe Simone

Autore: Giuseppe Simone

L'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, Consiglio Regionale Pugliese, informa che giovedì 13 dicembre, alle 16.30,  sarà protagonista, presso la Sala Multimediale del Castello Svevo di Bari, di una Conferenza Stampa ai fini dell'inaugurazione di uno spazio tattile all'interno della Gipsoteca. Tale progetto didattico è stato realizzato grazie all'apporto di professionalità interne alla SOPRINTENDENZA PER I BENI ARCHITETTONICI E PER IL PAESAGGIO PER LE PROVINCE DI BARI, BARLETTA-  ANDRIA – TRANI e FOGGIA Ministero per i Beni e le Attività Culturali. L'idea progettuale è stata lanciata dal Soprintendente Salvatore Buonomo e dalla direttrice del Castello Svevo di Bari Annamaria Lorusso.Il Consiglio Regionale dell'U.I.C.I. e il Centro Educativo-Riabilitativo Messeni-Localzo hanno provveduto alla trascrizione degli opuscoli contenenti una breve storia del Castello e dell'apparato didascalico a corredo dei calchi. I non vedenti potranno fruire delle riproduzioni e,  grazie alla visita guidata e alla lettura delle didascalie in braille, conoscere la storia del calco esposto, fedele copia dell'originale esposto in gipsoteca.

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti
Consiglio Regionale Pugliese
Il Presidente
(Giuseppe Simone)