Un campo estivo per stare insieme e potenziare le abilità

Autore: Massimo Diodati

Si avvierà oggi, lunedì 11 luglio 2022, a Casole d’Elsa il campo estivo residenziale destinato a giovani non vedenti ipovedenti di tutta la Toscana di età compresa tra i 15 ed i 21 anni, della durata di otto giorni. Il titolo “Abilità in azione” basta da solo a dirci dove si focalizza l’attenzione, i ragazzi si misureranno con le attività quotidiane di gestione di sé: le giornate trascorreranno facendo la spesa e cucinando insieme, affinando le capacità di orientamento in città tramite laboratori dedicati e seguiti da operatori specializzati. I partecipanti si misureranno anche con i temi delle emozioni e dell’affettività, in un contesto con pari che vivono difficoltà analoghe e soprattutto nella condivisione delle risorse a disposizione di tutti. Non mancheranno momenti di svago, nell’ambiente dell’agriturismo con piscina che ospiterà il soggiorno del gruppo, presso l’Accademia Musicale Siena Jazz, al parco del Cavallino Matto a Donoratico e durante la visita all’Osservatorio Polifunzionale del Chianti, dove si potranno guardare e toccare astri e pianeti del nostro sistema solare. A conclusione dell’iniziativa, i giovani con disabilità visiva saranno infine camerieri per una sera, animatori di un aperitivo al buio, realizzato in un locale completamente oscurato, che favorirà la concentrazione su gusti, suoni, colori e contatto, per giocare durante una sera a fare a meno della vista ed a portare l’attenzione su ogni nostra abilità con una nuova prospettiva.

Per la realizzazione di questa iniziativa, fondamentale per l’incontro di giovani con disabilità visiva con i loro coetanei e nel contempo affiancati da professionisti specializzati, l’Istituto per la Ricerca, la Formazione e la Riabilitazione – I.Ri.Fo.R. della Toscana e la Sezione Territoriale di Siena dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti, hanno potuto contare sui contributi della sede nazionale I.Ri.Fo.R., di Impresa Sociale Con i Bambini attraverso il progetto “Bloom Again – Tutti i sensi hanno colore” (2018-PAN-02188) e di Fondazione Monte dei Paschi di Siena tramite il bando ‘Campi solari 2022.

Pubblicato il 11/07/2022.

Sicilia – Un murale a rilievo per il futuro dei bimbi

Realizzato dalla Stamperia Braille è stato presentato in via Carmelo Abate a Catania dal presidente del Consiglio regionale dell’Unione Minincleri nell’ambito dell’evento diffuso svoltosi in contemporanea in centoventi luoghi d’Italia in occasione della nona Giornata europea delle fondazioni

“Nell’ambito dell’evento diffuso intitolato Non sono un murales – Segni di comunità , svoltosi in contemporanea in centoventi luoghi d’Italia coinvolti nella realizzazione di un’opera d’arte corale, abbiamo realizzato un bassorilevo a contrasto cromatico, fruibile per non vedenti e ipovedenti, che abbiamo inaugurato nella sede dell’Uici regionale, a Catania, nel corso di una piccola cerimonia“.

Lo ha detto il presidente del Consiglio regionale dell’Unione ciechi e ipovedenti, Gaetano Renzo Minincleri, al termine della manifestazione, organizzata in occasione della Giornata europea delle Fondazioni.

Il murale è stato realizzato, come ha sottolineato Antonio Tringale, dalla Stamperia regionale Braille Onlus, che ha reinterpretato, come altri soggetti in tutt’Italia, uno stencil dello street artist LDB fornito da Con i Bambini. E lo ha fatto“attraverso un sistema tridimensionale che unisce il colore al rilievo”.

“Il clou del messaggio – ha aggiunto Tringale – sono le textures, le trame: attraverso colori e tridimensionalità si vuol rendere esplicito il rapporto comunicativo tra adulto e bambino in una modalità che sfrutta sia il contrasto cromatico, per gli ipovedenti, sia il rilievo, per i ciechi assoluti”.

L’immagine raffigura, ha spiegato Minincleri, “un bambino con uno zaino che guarda di fronte a sé, ossia verso l’avvenire, e un anziano che gli allaccia le scarpe: simbolicamente l’unione tra il vecchio e il nuovo”.

“Abbiamo aderito all’iniziativa – ha sottolineato il presidente siciliano dell’Uici -, su sollecitazione della Fondazione per il Sud e di Con I Bambini – impresa sociale, che hanno finanziato un importante progetto nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Il progetto si chiama Bloom again, ossia rifiorire, ed è rivolto a bambini e ragazzi non vedenti e ipovedenti anche in Sicilia. Cento di essi stanno ricevendo un pc portatile e soprattutto un’adeguata formazione”.

Foto dettaglio del murales

Foto dettaglio della scritta che accompagna il murales

Il murale è accompagnato da un QR code che rimanda al sito dell’iniziativa e dal logo di Con i Bambini.

Foto mani che leggono la scritta e il Qr Code

Pubblicato il 04/10/2021.

Sicilia – Un murales a rilievo dalla Stamperia Braille

Sarà presentato venerdì in via Carmelo Abate a Catania nell’ambito dell’evento diffuso “Non sono un murales – Segni di comunità” che si svolge in contemporanea in centoventi luoghi d’Italia in occasione della nona Giornata europea delle fondazioni e che coinvolge diverse comunità nella realizzazione di un’opera d’arte corale

Venerdì primo ottobre alle 10,30 l’Uici regionale, nel corso di una piccola cerimonia in via Carmelo Abate 5 a Catania, presenterà l’opera realizzata dalla Stamperia Braille Onlus nell’ambito dell’evento diffuso Non sono un murales – Segni di comunità che si svolge in contemporanea in centoventi luoghi d’Italia in occasione della nona Giornata europea delle fondazioni e che coinvolge diverse comunità nella realizzazione di un’opera d’arte corale.

“Nell’ambito del progetto Bloom Again – ha detto il presidente del Consiglio regionale dell’Uici, Gaetano Renzo Minincleri– e in collaborazione con l’associazione Con I Bambini – impresa sociale, soggetto attuatore del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, i disabili visivi siciliani hanno voluto prendere parte a quest’iniziativa realizzando un murales attraverso la Stamperia Braille, reinterpretando uno stencil dello street artist LDB. E venerdì gli autori locali presenteranno questo bassorilevo a contrasto cromatico, fruibile per non vedenti e ipovedenti”.

Il murales è accompagnato da un QR code che rimanda al sito dell’iniziativa e dal logo di Con i Bambini.

Bloom again, ossia rifiorire, è  il titolo del progetto finanziato in Sicilia, Campania, Lazio, Toscana e Lombardia dall’Uici nazionale e da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

Il progetto ha il fine di promuovere l’inclusione dei minori con disabilità visiva e disabilità aggiuntive, fornendo loro gli strumenti per gestire e vivere in maniera produttiva ed efficace la propria quotidianità, conquistare autonomia e superare le barriere culturali e sociali.

Pubblicato il 29/09/2021.

“Bloom Again. Tutti i sensi hanno colore”, di Mario Barbuto

Autore: Mario Barbuto

Al via in cinque regioni il progetto dell’UICI in favore degli studenti con disabilità visive

Care Amiche e Amici, con grande gioia vi comunico che le attività per Bloom Again entrano nella fase operativa. È una splendida coincidenza che questo progetto si sia concretizzato proprio nell’anno del centenario e sono certo che il contributo e le azioni che verranno portate avanti per i nostri ragazzi e per le loro famiglie nelle regioni protagoniste di Bloom Again nei prossimi tre anni, porteranno risultati e benefici eccellenti.

I temi del progetto sono quelli cari alla nostra associazione e che richiamano problematiche per le quali ogni giorno ci impegniamo: mai più bambini ciechi senza i loro libri di testo in Braille a scuola, mai più biblioteche non fruibili ai non vedenti, mai più bambini e ragazzi privati del diritto di autoaffermazione. Sono convinto che Bloom Again porrà le basi per sostenere sempre i percorsi proposti dal progetto per una società davvero inclusiva.

Promuovere l’inclusione dei minori con disabilità visiva e disabilità aggiuntive, fornire gli strumenti per gestire e vivere in maniera produttiva ed efficace la propria quotidianità, conquistare e prendere coscienza della propria autonomia per superare le barriere culturali e sociali e favorire il loro percorso di crescita è la mission che da 100 anni persegue l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti. Dalla mission alla fattibilità nasce il progetto “Bloom Again. Tutti i sensi hanno colore” proposto dall’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, finanziato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Il progetto coinvolge la rete di cinque regioni italiane: Campania, Lazio, Lombardia, Sicilia, Toscana. Le regioni lavoreranno in sinergia per rispondere ai bisogni dei bambini, delle bambine, dei ragazzi e delle ragazze cieche, ipovedenti e con disabilità plurime, nel loro percorso di vita scolastico e sociale.

Il Fondo nasce da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il Forum Nazionale del Terzo Settore e il Governo. Sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. Per attuare i programmi del Fondo, a giugno 2016 è nata l’impresa sociale Con i Bambini, organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione CON IL SUD.

Il progetto, avviato nella sua prima fase il 18 maggio 2020, procederà secondo un programma di attività sui territori che dal 18 settembre hanno coinvolto nelle varie regioni tantissimi bambini e ragazzi.

A seguire e contestualmente tante altre attività e interventi: “Workshop esperienziali”, campi abilitativi e riabilitativi, monitoraggio costante sull’applicazione delle nuove metodologie e l’importante ruolo della comunicazione che ci aiuterà a diffondere e sostenere il progetto nei vari contesti sociali e istituzionali.