Sintesi dei lavori della Direzione Nazionale, a cura di Eugenio Saltarel

Questa volta ci siamo incontrati a Palermo presso l’Istituto dei Ciechi Florio e Salamone per la consueta riunione della Direzione Nazionale. Katia Caravello era impegnata nei preparativi del Salone del Libro a Torino per cui non ha preso parte alla riunione, mentre Stefano Tortini e Adoriano Corradetti hanno partecipato via telefono; tutti gli altri erano presenti.

Abbiamo iniziato con il saluto del Presidente regionale prof. Minincleri, contento della decisione di riunirci a Palermo, forse per la prima volta. Quindi il verbale della riunione precedente è stato approvato all’unanimità e non avevamo documenti di cui prendere atto, dato che la riunione precedente è avvenuta a poca distanza da questa.

Il Centenario della nostra Associazione e lo svolgimento del XXIV Congresso Nazionale hanno attratto a questo punto la nostra attenzione. Il Presidente ha tracciato un breve excursus sulle attività in cantiere per celebrare degnamente questo centenario: sarà inviata una lettera alle sezioni per quantificare le richieste della medaglia celebrativa che è stato deciso di realizzare nel corso della scorsa riunione; sono in corso contatti per donare a Papa Francesco la Campana Aurelia, attualmente in fase di realizzazione presso le fonderie vaticane. Il 21 febbraio 2020 partirà da Catania la mostra itinerante che attraverserà tutte le regioni italiane che si dichiareranno disponibili ad ospitarla e arricchirla con manifestazioni musicali, sportive, dimostrative delle attività e abilità dei non vedenti, sia singolarmente che in gruppi. In luglio si terrà la serata conclusiva a Roma con la presentazione della scultura della Saggezza, una cena al buio con le autorità nazionali, in collegamento anche con Slash Radio Web con tutte le altre regioni dove saranno organizzate manifestazioni analoghe. Dovunque sia possibile, saranno presenti unità mobili per la prevenzione della cecità, visite gratuite e proiezioni di video sulla storia dell’Unione. Successivamente abbiamo preso atto dell’evoluzione dell’organizzazione del XXIV Congresso Nazionale che si terrà a Genova tra il 22 e il 24 ottobre 2020, fornendo indicazioni, nel corso della discussione, sulle scelte da operarsi per rendere la manifestazione consona alla celebrazione del Centenario, senza raggiungere un costo eccessivo e risultando però in grado di fornire il risultato che da un Congresso del genere tutti dobbiamo aspettarci; in questo senso si è dovuto rinunciare all’idea di svolgere un Congresso su una nave da crociera, che avrebbe dovuto toccare le principali città italiane.

Ci siamo quindi occupati della situazione del Centro Regionale Helen Keller di Messina, riconosciuto polo di interesse nazionale per i non vedenti. Si è già riunito il nuovo Consiglio di Amministrazione del Centro, dopo la decisione degli Ordini di giustizia amministrativa della Regione Sicilia di confermare la validità dello statuto con le rappresentanze precedenti; è già stata avviata la revisione dello statuto, è stato eletto il nuovo presidente nella persona di Linda Legname. Per consentire al Centro di far fronte alle imminenti scadenze debitorie e regolarizzare la propria posizione in modo da poter incassare i contributi arretrati stanziati nel bilancio della Regione Sicilia, è stato deliberato un prestito di 250.000 euro, che sarà rimborsato entro l’ottobre 2020.

Pierangela Meduri è stata quindi nominata componente del Consiglio di Amministrazione nazionale dell’Irifor in sostituzione del prof. Minincleri dimissionario, nomina che consentirà a questo organo di completare il proprio mandato fino alla prossima scadenza congressuale.

Quindi è stata presa in esame la situazione della comunicazione, decidendo di utilizzare meglio le risorse interne ai nostri uffici in collaborazione con la FB&associati (con la quale si prevede la stipula di un accordo), proponendoci in giugno, durante la prossima riunione, di esaminare il capitolato per la ristrutturazione del sito internet dell’Unione, il tutto in collaborazione con l’ufficio Fundraising, la Commissione trasparenza, visibilità e immagine, oltre agli esperti di informatica e connessione internet.

A questo punto ha portato il suo saluto il padrone di casa prof. Tommaso Di Gesaro, presidente dell’Istituto Florio e Salamone che ci ospitava.

Per il settimo punto all’ordine del giorno, la Sezione territoriale di Catania è stata autorizzata a intraprendere la strada che riterrà più conveniente nel promuovere un giudizio civile in una causa riguardante una vertenza nei confronti di un proprio dipendente.

Per quanto riguarda il patrimonio non sono state prese decisioni, mentre nella sezione contributi sono state esaminate le richieste di: Bari, Crotone, Prato, Consiglio regionale Marche e Mantova.

Abbiamo poi esaminato due situazioni relative al personale dipendente della sede nazionale ed approvato la deliberazione d’urgenza assunta dal Presidente nazionale riguardante un intervento presso la sezione di Viterbo.

Nelle comunicazioni:

Angela Pimpinella ha riferito sulla riunione della Consulta delle associazioni per disabili del Lazio, per il loro passaggio al Terzo Settore, oltre ai corsi di formazione per gli ausili utilizzabili da persone sordocieche e sulla formazione per l’utilizzo delle tecnologie apposite.

Condidorio ha riferito sull’assemblea della FAND che ha approvato il nuovo statuto della Federazione, decidendo di attribuire maggiore forza alle rappresentanze regionali, con anche l’istituzione di sedi locali e di rappresentanze unitarie.

Girardi invece ha riferito sulla riunione svoltasi il giorno precedente con il personale delle sedi regionali per fare il punto sull’attivazione della nuova modalità di contabilità, inoltre ha lamentato un incremento degli errori da parte dell’INPS nella definizione delle pratiche di pensionamento per i ciechi civili, raccomandando di far conoscere alle strutture periferiche INPS il documento redatto concordemente a livello nazionale, in grado di evitare gli errori suddetti.

Tortini ha riferito sull’esito positivo della manifestazione del 7 maggio scorso presso l’università Luiss Guido Carli, 3.000 studenti hanno potuto partecipare, presentando le loro capacità in colloqui al buio con le 20 aziende presenti, che sono poi anche state contattate dall’Unione per sviluppi futuri nel campo lavorativo; ha anche informato che in alcune regioni le manifestazioni sullo sport potranno tenersi anche da settembre a novembre in modo da poter coinvolgere le scuole.

Barbuto ha informato sull’iter del decreto per il riconoscimento dei fisioterapisti grazie ai titoli da loro ottenuti dopo il 1999 e sull’avvio della riforma della Legge 113-85 presso la camera dei Deputati; inoltre ha riportato che il 30 aprile scorso è stato eletto il nuovo Presidente dello Ierfop nella persona del dott. Roberto Pini.

Alle 18,30 i lavori della Direzione, iniziati alle 14,30, si sono conclusi.

Sintesi della Direzione Nazionale, a cura di Eugenio Saltarel

Il 18 aprile scorso, nella città de L’Aquila si è tenuta un’altra riunione della Direzione Nazionale. Eravamo tutti presenti, compresa Katia Caravello che si è collegata via telefono per ragioni di salute, oltre al personale che normalmente ci assiste nello svolgimento dei nostri lavori. Prima di cominciare il Presidente regionale dell’Abruzzo e quello territoriale de L’Aquila ci hanno portato un messaggio di saluto e di augurio, accompagnati dalla presenza dei Presidenti delle sezioni abruzzesi. Il verbale della seduta precedente è stato approvato all’unanimità. Abbiamo poi preso visione della documentazione allegata alla convocazione: il verbale della riunione del comitato di gestione del servizio del Centro Nazionale del Libro Parato “Francesco Fratta”, della commissione ausili e tecnologie, della riunione dell’organo di vigilanza e quello per il fondo di solidarietà 2019.
Riprendendo quanto avevamo deciso nelle sedute precedenti, abbiamo dato mandato agli uffici per organizzare la manifestazione del Premio Braille 2019 al Teatro Quirino di Roma il 2 dicembre prossimo; abbiamo inoltre costituito il gruppo di lavoro che si occuperà della realizzazione dell’evento, composto da Adoriano Corradetti, Linda Legname e Vincenzo Massa, responsabile della comunicazione. Abbiamo quindi approvato il testo della relazione consuntiva sulle attività nazionali del 2018 da proporre al prossimo Consiglio Nazionale, che si terrà a Roma il 27 aprile. Lo stesso abbiamo fatto per il bilancio consuntivo dell’anno scorso. Dall’insieme di questi documenti si ricava un’immagine comprendente molte luci e poche ombre. Da segnalare in particolare: la Giornata nazionale del Braille e la mostra “Facciamoci vedere” a Genova in febbraio; la celebrazione della prima Giornata del Sordocieco a Roma in giugno; la firma del protocollo col Miur (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) in autunno; la Giornata del cane-guida a Torino con l’Apri in ottobre; la raccolta fondi per Santa Lucia in dicembre a livello nazionale; i due soggiorni per anziani in giugno e settembre a Tirrenia; un lieve aumento dell’introito da quote associative in proporzione al livello nazionale per 387.000 euro; il sostegno al territorio per circa 1.700.000 euro; nel complesso un avanzo di gestione di circa 5.000 euro, rispetto al lieve disavanzo dell’esercizio precedente.
Passando al sesto punto all’ordine del giorno, abbiamo approvato la proposta di una collaborazione professionale della durata di un anno per garantire il potenziamento dell’attività del network sulla pluridisabilità e per la realizzazione della Giornata nazionale del Sordocieco prevista per il 27 giugno prossimo, in collaborazione con la Lega del Filo d’Oro e con la partecipazione di quei Consigli regionali che hanno svolto attività in questo settore. Con l’occasione abbiamo appreso che l’Unione è entrata a far parte dell’associazione Testamento Solidale, insieme a diverse altre grandi associazioni di livello nazionale. Passando quindi a trattare il tema della comunicazione, abbiamo preso atto che il 30 giugno prossimo scadrà il rapporto in essere con la società Imageware che ci ha fin qui supportato nella comunicazione dei diversi eventi che realizziamo nel tempo; abbiamo perciò deciso di verificare la disponibilità di altre agenzie di settore rinviando ogni decisione alla prossima riunione, ivi compresa quella riguardante il tema della ristrutturazione del nostro sito internet, in modo da renderlo più rispondente alle necessità di far conoscere la nostra Associazione e le sue attività, oltre a garantire lo svolgimento della vita quotidiana a quanti (soci e non) se ne servono per utilizzare i servizi di cui disponiamo. Per poter finalmente avviare l’attività dell’Agenzia Nazionale per la tutela dei diritti nell’Area delle disabilità abbiamo dato mandato agli uffici di predisporre il testo di una deliberazione da proporre agli enti a noi collegati per la loro adesione all’Agenzia e la conseguente approvazione dello statuto che la governa; abbiamo quindi preso atto della mancata adesione dell’Ente nazionale Sordi, mentre la Fand, non avendo ancora personalità giuridica propria non può aderire. A proposito di Fand, Tortini, Condidorio e Girardi sono stati nominati nostri rappresentanti nell’Assemblea nazionale di questo organismo, di cui abbiamo appreso l’elezione a Presidente del dott. Pagano dell’Anmic (Associazione nazionale dei mutilati e invalidi civili). Ci siamo poi occupati della celebrazione del centenario della nostra Associazione, decidendo di procedere a finanziare la realizzazione di una medaglia in argento da utilizzare nelle manifestazioni dell’anno prossimo organizzate sia a livello nazionale, che dal territorio che potrà acquistarne un congruo numero di esemplari in base alle proprie esigenze, potendosi anche immaginare un loro utilizzo a vantaggio della raccolta fondi. Siamo inoltre a contatto con le poste italiane per l’emissione di un francobollo commemorativo in occasione del nostro centenario, come previsto dalla regolamentazione nazionale in vigore. Su queste iniziative ovviamente arriverà apposita informazione via comunicato e quant’altro. Il prossimo 7 maggio si svolgerà a Roma il Luiss Carrer Day, organizzato con la nostra collaborazione, durante il quale avranno luogo incontri al buio per la selezione di personale da parte delle molte aziende che parteciperanno all’iniziativa; con l’occasione avremo anche uno spazio a noi dedicato in cui mostreremo come chi ha problemi alla vista può svolgere normali attività lavorative, tanto che l’iscrizione dei candidati alle selezioni verrà fatta da persone non vedenti che utilizzeranno computer dotati di apposite tecnologie assistive. Invece il 12 giugno con la collaborazione del Ministero del Lavoro avrà luogo la presentazione dei progetti selezionati nel bando per attività imprenditoriali avviato l’anno scorso dall’Unione, con la partecipazione e la testimonianza dei presentatori dei progetti vincitori e di quanti hanno collaborato alla realizzazione di questo progetto; anche in questo caso seguirà ovviamente un comunicato che meglio illustrerà l’iniziativa. Ancora per il lavoro abbiamo approvato un protocollo d’intesa con la Fondazione Consulenti del Lavoro che, inizialmente in 5 regioni, creerà una collaborazione fra consulenti e persone della nostra associazione per momenti di formazione tesi a costituire un nucleo in grado di avviare al lavoro persone con problemi di vista in attività anche diverse da quelle tradizionali; chiederemo alle nostre strutture regionali nel cui territorio i Consulenti del Lavoro inizialmente sono disponibili alla realizzazione di questo progetto, le disponibilità a collaborare e la conoscenza della realtà in cui sarà necessario agire. Per la scuola invece abbiamo approvato il bando del fondo Beretta-Pistoresi per borse di studio a studenti diplomati o laureati nel 2019, costituendo la commissione esaminatrice delle domande dei partecipanti con gli stessi componenti che già hanno operato nel 2018. Per il patrimonio abbiamo esaminato la richiesta della sezione di Firenze; mentre per i contributi le richieste di: Bari, Crotone, Liguria, Reggio Emilia, Prato e Reggio Calabria. La delibera d’urgenza del Presidente che ha garantito il livello di attività dell’Ufficio per il Servizio civile, in un momento così importante per l’avvio dei progetti del 2019, in carenza di personale, è stata ratificata. I lavori della Direzione, iniziati alle 8,30, si sono conclusi alle 13,30.

Sintesi dei lavori della Direzione Nazionale, a cura di Eugenio Saltarel

Il 21 marzo scorso ci siamo ritrovati a Roma nella sede nazionale per un’altra riunione della Direzione nazionale. C’eravamo tutti oltre al Segretario, al Direttore e al personale normalmente presente. A metà dei lavori abbiamo scoperto una targa che intitola a Francesco Fratta il nostro Servizio Nazionale del Libro Parlato. Tutti ricorderete Francesco, anche lui componente della Direzione, anche lui impegnato nella diffusione della cultura sotto tutti gli aspetti e nel renderla apprezzabile anche per noi. Erano presenti le figlie e alcuni parenti.
La cerimonia è stata veramente toccante e, per chi lo ha potuto, ascoltabile anche dalla nostra radio web.
Veniamo ora ai lavori della Direzione: come sempre abbiamo approvato il verbale della riunione precedente e abbiamo preso atto della documentazione che ci è stata trasmessa, riguardante: due riunioni della commissione pluridisabili, oltre la presentazione del network sulla pluridisabilità; il lavoro della commissione che ha stilato la graduatoria sulle proposte imprenditoriali che hanno partecipato al bando da noi indetto; le proposte della commissione docenti; il verbale della commissione ipovedenti; la relazione sul servizio Pronto-scuola.
Al terzo punto dell’odg era in discussione il tema della pluridisabilità: già 93 enti hanno aderito al network e, in base ai dati pervenuti dalle nostre sezioni abbiamo rilevato 1500 soci pluridisabili. Per potenziare questo servizio ci avvarremo di una persona assunta specificamente per questo scopo. La commissione sta mettendo a punto le proposte di modifica della legge sulla sordocecità. Il 27 giugno ripeteremo la manifestazione per la Giornata del Sordocieco in ricordo anche di Helen Keller e quest’anno vorremmo estendere anche alle nostre regioni la celebrazione di questa data.
Al quarto punto era di scena il Fundraising. L’Assemblea nazionale dei Quadri e il Consiglio nazionale hanno stabilito che non dobbiamo fare una raccolta del 5×1000 delle denunce dei redditi a livello nazionale, perché molte strutture del territorio ottengono di più lavorando per conto proprio e non dobbiamo creare loro complicazioni. Noi però abbiamo verificato che esistono anche molte realtà che ricavano veramente poco da questa iniziativa e quindi vorremmo poter fare qualcosa per loro: attraverso gli strumenti di cui disponiamo e dopo aver avuto il consenso degli interessati pensiamo di poter fare delle proposte in questo senso e, almeno le previsioni, sembrano darci ragione per risultati positivi. Stiamo inoltre chiedendo di partecipare all’associazione per i testamenti solidali in modo da far conoscere sempre più chi siamo, cosa facciamo e come utilizzeremo quanto ci verrà lasciato in eredità; pensiamo anche che molti nostri soci potrebbero darci una mano in questo senso.
Siamo quindi passati a discutere dell’organizzazione del raduno dei coordinatori regionali della terza età: raduno che si svolgerà a Tirrenia all’inizio del soggiorno del Primo Sole del 2019 con la collaborazione dei Consigli regionali associativi e cercherà di raccogliere tutti i suggerimenti possibili sulla realizzazione di servizi che possano venire incontro agli anziani nelle necessità della vita di tutti i giorni in modo da garantire una sempre maggiore autonomia a chi ha già tanti problemi.
Abbiamo poi nominato il nostro Presidente Barbuto quale rappresentante dell’Unione in seno al Consiglio di Amministrazione della Federazione delle Istituzioni pro Ciechi che verrà rinnovato il 12 aprile prossimo, mantenendo fede alla tradizione che h voluto sempre il Presidente nazionale nostro rappresentante in questo organismo.
Quindi ci siamo messi d’accordo per preparare la relazione delle nostre attività nel 2018, da approvare nella prossima riunione della Direzione il 18 aprile, in modo da poterla presentare al Consiglio nazionale il 27-28 aprile prossimi. Abbiamo anche chiesto di provare a mettere giù una bozza di quello che negli anni prossimi sarà il bilancio sociale richiesto dalla legge del terzo settore, prendendo a modello il 2018.
C’era quindi da affrontare la situazione venutasi a creare nella sezione di Isernia in rapporto alle decisioni della Direzione: a Isernia doveva nascere una casa di riposo per anziani non vedenti e la struttura era già in parte pronta ad essere avviata a marzo 2018. Purtroppo ciò non è potuto avvenire per una notevole serie di ragioni difficilmente riassumibili in questo rendiconto; resta il fatto che siccome a tutt’oggi si prevede che questa struttura, se nascerà, lo farà non sotto l’egida dell’Unione, ci siamo trovati quindi nell’obbligo di studiare delle soluzioni che ci permettessero di recuperare le somme ingenti che avevamo assegnato alla sezione di Isernia per questa casa di riposo, facendo in modo il più possibile di non creare le condizioni perché questa sezione dovesse chiudere i battenti; speriamo quanto prima di poter mettere un punto finale a questo incidente, uscendone con la collaborazione di quanti vi sono coinvolti.
Bolzano, Brindisi e Vicenza sono le Sezioni per cui abbiamo esaminato gli interventi relativi al patrimonio; mentre per i contributi abbiamo esaminato le richieste pervenute dalle sezioni di Venezia e Viterbo.
Invece relativamente al personale abbiamo esaminato due situazioni personali di cui per la privacy non facciamo cenno, oltre ad aver dato il via libera alla creazione di un fondo per il TFR del personale della sede nazionale; questa possibilità, di aderire allo stesso fondo, sarà disponibile anche per le sezioni che lo vorranno il cui personale non vorrà provvedere in proprio; su tutta questa questione arriverà ovviamente un comunicato con tutte le istruzioni che, tra l’altro, garantiranno ad ogni sezione l’indipendenza nelle decisioni in merito.
Prima delle comunicazioni finali abbiamo ratificato la deliberazione d’urgenza assunta dal Presidente che ha dovuto garantire in extremis il funzionamento dell’ufficio per il servizio civile, proprio in un momento fondamentale per l’arrivo dei nuovi volontari.
Per le comunicazioni infine:
Girardi ci ha fatto sapere che stiamo per riunire i componenti dell’Agenzia per la difesa dei diritti, tra cui (Anmic, Anmil, Fish, e i nostri corrispondenti interni Biblioteca, Federazione, Irifor etc) per l’approvazione dello statuto. Già ora si stanno prendendo cura delle situazioni di insegnanti, di lavoratori e di persone che hanno problemi per ottenere ausili.
Caravello: è diventata responsabile del Servizio del Libro Parlato Francesco Fratta, continua però a collaborare col giornale radiosociale e la rivista pub; ha partecipato alla mostra “Fai la cosa giusta” a Milano e si prepara a essere presente al salone del libro di Torino in accordo con la sezione di quella città.
Condidorio: continua l’attività di Pronto-Scuola; si sta occupando della situazione dei docenti non vedenti, mentre nel tavolo tecnico col MIUR si sta discutendo della formazione degli insegnanti di sostegno verso le situazioni di ciechi e ipovedenti.
Tortini: si sta preparando la presentazione dei progetti che hanno vinto il bando sull’imprenditorialità; sono in corso contatti con l’ufficio delle entrate e con l’INPS per la riqualificazione dei loro centralinisti telefonici con problemi di vista; in aprile arriveranno i progetti delle nostre regioni per finanziamento di attività sportive.
Corradetti: informa che il Polo operante presso il Policlinico Gemelli di Roma sta organizzandosi per tutti i progetti finanziati per il 2019, mentre è in corso la sperimentazione di nuovi strumenti per meglio definire scientificamente la capacità visiva delle persone.
Infine Barbuto informa che la Regione Sicilia finalmente ha abrogato il nuovo statuto della scuola cani-guida Helen Keller di Messina per cui l’Unione avrà nuovamente tutti i suoi rappresentanti e si potrà riprendere a farne crescere l’attività.
Alle 13,10 abbiamo concluso i nostri lavori iniziati alle 8,15.

Sintesi dei lavori della Direzione Nazionale, a cura di Eugenio Saltarel

Questa volta, il 20 febbraio, ci siamo riuniti a Matera, capitale europea della cultura nel 2019, per la normale riunione della Direzione nazionale.
C’eravamo tutti, compreso il personale che normalmente ci aiuta, oltre al Consigliere nazionale Massa, al Presidente del Club del Braille Stilla e ai rappresentanti della Basilicata che ci ospitavano. Abbiamo cominciato, come sempre, esaminando e approvando il verbale della seduta di gennaio. Come ogni volta abbiamo preso atto dei verbali delle Commissioni: istruzione e formazione, comitato tecnico dei fisioterapisti e dei massofisioterapisti, previdenza e pensionistica, ausili e tecnologie, terza età, comitato di gestione del Libro Parlato. Abbiamo anche preso atto del convegno che la Commissione per la terza età organizzerà a Bologna. Nella prossima riunione affronteremo quanto proposto dal documento sulla pluridisabilità e dalla Commissione autonomia, mobilità e vita indipendente. Le banche dati sul tema del lavoro saranno messe a disposizione delle strutture regionali. Abbiamo quindi dato mandato al Presidente di negoziare con la società a cui avevamo affidato la realizzazione della serata del premio Braille la quantificazione del compenso ancora dovuto, in ragione dei disservizi che si sono verificati quella sera. Abbiamo poi ripreso la discussione sul rapporto con l’IAPB, decidendo:
1) di chiedere che nella prossima riunione della Direzione dell’Agenzia, cui prenderanno parte i nostri rappresentanti già designati (Barbuto, Tortini e Saltarel) venga messo all’ordine del giorno la modifica dello statuto dell’Agenzia stessa;
2) al territorio daremo indicazione di svolgere tranquillamente la giornata del glaucoma con l’Agenzia, ma di non sottoscrivere con essa impegni di rapporti durevoli nel tempo. Per il quinto punto abbiamo preso atto della graduatoria stilata dalla Commissione di valutazione per il bando imprenditoriale per ciechi e ipovedenti “Progetti lotteria Louis Braille”, stabilendo di premiare i primi 4 progetti. I premi verranno consegnati durante una manifestazione pubblica. L’IRiFoR sosterrà il 50% del costo dell’iniziativa. A Barbuto, Tortini, Girardi e Saltarel è stato dato l’incarico di predisporre l’organizzazione degli stati generali del lavoro per affrontare il problema sotto tutti i suoi aspetti. Abbiamo quindi preso in esame il protocollo d’intesa con l’Associazione dei Consulenti del Lavoro, proponendo di rivederlo in modo che possa parteciparvi anche l’IRIFoR per le sue attività formative, prevedendo anche interventi nelle singole realtà regionali. Sempre in merito al settore lavoro, abbiamo stabilito di inviare a tutti i Presidenti regionali una lettera che illustri l’iniziativa di formazione su questo tema che si svolgerà con una fase nazionale via web e una fase regionale che vedrà la partecipazione di quanti dentro e fuori l’Unione sono coinvolti su questo argomento, in modo da garantire alle diverse sezioni la capacità massima di intervento concreto con piena conoscenza dei problemi e delle loro possibili soluzioni. Infine, ancora sui temi del lavoro, abbiamo approvato il testo di due opuscoli: uno rivolto ai giovani in cerca di lavoro che sarà messo a loro disposizione su internet nel nostro sito, l’altro rivolto agli imprenditori, che sarà stampato in 1000 copie e per il quale saranno richiesti tre preventivi in modo da poter procedere. Al nono punto abbiamo accolto la stipula di un accordo con l’UNIVOC per la disponibilità di volontari che leggano le opere del Centro Nazionale del Libro Parlato. Per quanto riguarda la proposta di collaborazione con il Centro dell’audiolibro della regione Puglia, abbiamo verificato le difficoltà di attuazione di questo accordo, legate ai limiti imposti dal regolamento del servizio del libro parlato che può essere rivolto solo a chi ha problemi di vista. Abbiamo quindi esaminato come risolvere alcune incomprensioni con i revisori dei conti, risolvendo di chiedere per il futuro, prima delle loro riunioni, la documentazione che intendono esaminare e sottoscrivendo la lettera inviata al collegio dal Presidente nazionale su quest’argomento. Per il patrimonio abbiamo preso decisioni relative a interventi in favore delle sedi di: Grosseto, Modena, Pesaro, Bolzano e al Consiglio regionale Molise; mentre per le richieste di contributo si sono esaminate quelle pervenute da: Bari, Crotone e dall’UNIVOC che riceveranno apposita comunicazione. Successivamente abbiamo raccomandato di verificare l’esattezza dell’elencazione dei componenti le commissioni di lavoro sul sito internet dell’Associazione, affidando a Vincenzo Massa l’incarico di occuparsi del settore informazione e comunicazione, conferendo a Katia Caravello quello di occuparsi del servizio del Centro Nazionale del Libro Parlato “Francesco Fratta”.
Non avevamo da ratificare deliberazioni d’urgenza prese dal Presidente nazionale.
Per le comunicazioni: Girardi: è attivo il sito dell’Agenzia IURA; il 7 marzo in una trasmissione radio verranno chiariti tutti gli aspetti collegati alla nuova circolare INPS sulla pensionistica e sul riconoscimento della cecità; in marzo l’ANMIL dovrebbe pagare il saldo 2013 e l’anticipo 2017 sull’attività di patronato. Condidorio: riferisce sugli incontri col MIUR e sull’andamento del servizio Pronto Scuola e dell’accessibilità per i registri elettronici. Pimpinella: è in corso la collaborazione con la commissione per l’autonomia circa l’utilizzo di nuovi strumenti utili ai sordociechi; si è riunita la consulta per la disabilità che ha attivato un rapporto con la rappresentanza del terzo settore. Legname: per il fundraising è stato attivato un progetto sullo sport che coinvolge la Fondazione Vodafone e 5 consigli regionali; in maggio finirà la fase di verifica del progetto Net.IN Campus riguardante i campi estivi riabilitativi, compresi i pluridisabili; in fine si prevede anche di intervenire a fornire sostegno nell’attività di fundraising ai consigli regionali. Corradetti: riferisce sull’attività della commissione ipovisione che si sta occupando del problema del riconoscimento dei ciechi decimisti anche ai fini pensionistici. Saltarel: è stato sottoscritto il gemellaggio con l’Associazione dei Ciechi e Ipovedenti del Burkina Faso. Alle 13,15 la riunione ha termine.

Sintesi dei lavori della Direzione nazionale, a cura di Eugenio Saltarel

Il 24 gennaio si è riunita la Direzione nazionale dell’Associazione nella sede di Roma; unico assente Adoriano Corradetti; erano presenti anche il Segretario e il Direttore generale, oltre al personale di segreteria.
Dopo aver approvato il verbale della seduta precedente, siamo passati all’esame della documentazione di cui prendere atto, consistente nei verbali del Comitato di Gestione del Centro Nazionale del Libro Parlato, in quelli del coordinamento delle commissioni per il lavoro e quello della specifica Commissione per il lavoro.
Alla prossima seduta della Direzione verranno posti in approvazione il bando per la ricerca di nuovi lettori, il testo dell’opuscolo per chi cerca e chi offre lavoro e il programma del convegno appunto sui temi del lavoro.
Venendo alla manifestazione organizzata per la consegna dei premi braille nel 2018, abbiamo rilevato numerose situazioni negative sia nell’organizzazione sia nella conduzione dello spettacolo, che è stato interamente pensato in funzione delle riprese televisive, andate poi in onda sulla Rai. Sulla base di queste considerazioni, la Direzione ha dato mandato al Presidente per incontrare i responsabili dell’organizzazione e definire un accordo sulle modalità di pagamento.
Continuando, abbiamo deciso di non rinnovare il contratto con la società Imageware, la cui scadenza è prevista per il prossimo mese di settembre, società che ha curato finora la comunicazione esterna dell’Associazione. Provvederemo quindi ad individuare un diverso partner, soprattutto in vista delle celebrazioni del nostro Centenario nel 2020.
Sulla base della decisione della Corte di Giustizia Amministrativa di Palermo, che ha di fatto ripristinato la normativa precedente, si dovranno individuare i nuovi componenti del Consiglio di Amministrazione del Centro Helen Keller di Messina, quattro dei quali saranno individuati dal Consiglio regionale Uici e uno dal competente assessorato regionale. Pertanto, abbiamo deciso di conoscere gli orientamenti del nuovo consiglio tesi al superamento del notevole deficit strutturale del Centro, prima di decidere se e come intervenire economicamente, così come ci è stato richiesto dall’attuale Presidente del centro.
A seguito di un lungo approfondimento in corso da mesi, abbiamo deciso di aderire alla Società Consortile E.Net attraverso la nascente Agenzia per la promozione dei diritti, Agenzia di cui, oltre a noi, dovrebbero far parte anche la Federazione delle Istituzioni per Ciechi, l’Irifor, oltre alla Fish e alla Fand.
È stata quindi la volta dell’approvazione dell’accordo di collaborazione con la CBM-Italia, organismo internazionale che svolge interventi a sostegno delle popolazioni dei paesi in via di sviluppo con problemi alla vista, unitamente a campagne di sensibilizzazione su tali problematiche. Su questa base abbiamo approvato l’accordo, sottolineando la necessità che tutte le manifestazioni comuni siano concordate insieme anche quando comportano lo svolgimento di campagne di Fundraising.
Sempre in tema di accordi e convenzioni; infatti abbiamo poi siglato un accordo con l’Onav (Organizzazione Nazionale degli Assaggiatori di Vino), accordo grazie al quale potremo organizzare sul territorio corsi di degustazione, ottenere i relativi certificati e partecipare a momenti di degustazioni.
Al decimo punto all’O. d. g. la Direzione ha accolto la richiesta di un dipendente per una anticipazione per gravi motivi personali.
Relativamente al patrimonio abbiamo esaminato le richieste pervenute dalle sezioni di Brindisi e di Trento, oltre a quella della Stamperia regionale siciliana. Invece per i contributi, abbiamo esaminato le richieste pervenute dalle sezioni di Bari, Macerata e Terni.
L’Associazione Fon.T.Es/So.T.Es del Togo ci ha chiesto un contributo per svolgere una campagna di screening di massa in questo paese; abbiamo deciso di rispondere una volta conosciuta l’entità dei contributi a loro pervenuti da altre Associazioni e che sappiamo aver già risposto positivamente.
La deliberazione d’urgenza assunta dal Presidente nazionale in merito allo svolgimento della campagna pubblicitaria in occasione di Santa Lucia è stata ratificata.
Infine sono state svolte le seguenti comunicazioni:
Il Presidente e Girardi hanno riferito sullo svolgimento dei contatti politici per le modifiche della legge 113-85; inoltre Girardi ha informato sul percorso di una comunicazione Inps tesa a chiarire ed unificare le decisioni di tutti i comitati Inps sull’accertamento della cecità, comunicazione che faremo successivamente conoscere alle nostre sezioni.
Condidorio e Legname hanno informato sulla prima riunione del tavolo tecnico fra il Miur e l’Unione, dove si sono raggiunti accordi per anticipare a partire dall’anno scolastico 2020-21 le date per la scelta dei libri di testo in quelle scuole dove è necessario provvedere alla loro trascrizione in Braille o in caratteri ingranditi; Condidorio ha poi informato sui corsi dell’Irifor per l’autonomia delle persone anziane.
Legname ha informato sui risultati conseguiti fino ad oggi della campagna pubblicitaria di Santa Lucia che, al momento, ha fruttato 6.000 euro circa; oltre all’esito dell’assemblea del Comitato Genitori del 20 gennaio scorso.
Barbuto ha informato sulla nascita del nuovo consiglio di amministrazione dell’Istituto per Ciechi di Milano, dove il cav. Rodolfo Masto è stato eletto Presidente e ha fornito informazioni sullo svolgimento delle giornate a Matera il 20 e 21 febbraio prossimi e a Torino il primo marzo per la giornata nazionale del Braille.
Alle 12, dopo 4 ore, la riunione è stata sciolta.

Calendario delle riunioni degli organi nazionali anno 2019

Di seguito, il calendario delle attività principali già programmate per il 2019, con preghiera di tenerne conto nella programmazione delle iniziative, delle attività e delle riunioni in sede regionale e territoriale.

Giovedì 24 Gennaio ore 8.30 DN
Mercoledì 20 febbraio ore 14.30 DN (Matera)
Giovedì 21 febbraio ore 9.00 Giornata Nazionale del braille (Matera)
Giovedì 21 marzo ore 8.30 DN ore 15.00 Intitolazione CNLP Francesco Fratta
Giovedì 18 Aprile ore 8.30 DN
Sabato 27 Aprile ore 8.30 Coordinatori commissioni nazionali (Tirrenia)
Sabato 27 Aprile ore 14.30 e Domenica 28 ore 8.30 CN (Tirrenia)
Giovedì 9 Maggio ore 8.30 DN Palermo
Giovedì 13 giugno ore 8.30 DN
Giovedì 11 luglio ore 8.30 DN
Giovedì 12 Settembre ore 08.30 DN
Sabato 28 Settembre ore 14.30 e Domenica 29 settembre ore 8.30 ANQD
Giovedì 10 ottobre ore 8.30 DN
Mercoledì 16 ottobre Giornata Nazionale del Cane Guida e 90° di fondazione della Scuola Cani Guida di Scandicci
28/30 Ottobre Assemblea Generale EBU
Giovedì 7 Novembre ore 8.30 DN
Venerdì 22 Novembre ore 8.30/ore 17.00 CN (Roma)
Martedì 3 Dicembre ore 20.00 Premio Braille (Roma)
Giovedì 19 Dicembre ore 8.30 DN

Sintesi dei lavori della Direzione Nazionale, a cura di Eugenio Saltarel

Il 20 dicembre 2018 ci siamo trovati nella sala “Enzo Tioli” della sede nazionale della Presidenza per l’ultima riunione della Direzione. Eravamo tutti presenti, oltre al personale che normalmente ci aiuta nei nostri lavori. Abbiamo cominciato, con poco ritardo, alle 8,45 per terminare alle 13,20 e dedicarci allo scambio degli auguri per le festività insieme al personale di tutta la struttura. Anche se sicuramente leggerete queste note nel 2019, giunga da parte del Presidente Nazionale, della Direzione e anche mia, l’augurio, se non altro per il 2019 appena iniziato.
Anzitutto, come da consuetudine, abbiamo approvato il verbale della seduta precedente.
Quindi abbiamo preso atto dei seguenti documenti:
1. documento sulla formazione per interventi nel campo del lavoro in collaborazione con l’I.Ri.Fo.R riguardanti la banca dati e diverse altre iniziative in corso;
2. verbale della Commissione lavoro sulla preparazione del convegno che avrà luogo nel 2019 e unirà gli sforzi di diversi settori: lavoro, nuove attività lavorative, centralinisti, fisioterapisti, giovani ecc.;
3. Commissione servizi librari, sui nuovi titoli in cantiere per il Centro di produzione del Libro Parlato;
4. Gruppo di lavoro sul terzo settore;
5. Commissione Uici e Territorio, con alcune proposte per l’elaborazione del lavoro svolto dalle Sezioni territoriali e dai Consigli regionali, oltre a proposte per rendere sempre più partecipata la vita associativa.
È seguita una discussione sui risultati della manifestazione del Premio Louis Braille 2018 in vista dell’organizzazione per il 2019, che tenga conto di quanto ognuno di noi ha potuto rilevare. Al Presidente abbiamo affidato il compito di preparare una proposta per un gruppo di lavoro che a partire da fine gennaio si occupi dell’organizzazione della prossima edizione da svolgersi in proprio, senza affidarne l’attuazione ad agenzie esterne, considerato l’esito poco entusiasmante dell’edizione appena svolta, ivi compreso il prezzo che abbiamo dovuto sostenere per effettuarla che probabilmente supererà i 150.000 euro.
È stata quindi la volta di analizzare i progetti presentati da diversi Consigli regionali per accedere al Fondo di solidarietà 2018; vi hanno partecipato: Basilicata, Calabria, Campania, Emilia-Romagna, Friuli, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Sicilia, Toscana e Umbria.
Quindi abbiamo deciso degli interventi di sostegno, sia in favore della Federazione Nazionale delle Istituzioni pro Ciechi che ha difficoltà ad incassare il contributo previsto dalla legge, sia in favore delle unità di personale, che ne facessero esplicita richiesta, del Centro regionale Helen Keller di Messina che pure si trovano in gravi difficoltà economiche. In entrambi i casi si tratta di un prestito non oneroso da restituirsi entro breve termine.
Non abbiamo potuto procedere ad approvare il testo definitivo dell’accodo con la CBM Italia, perché il testo con le modifiche di cui alla riunione della Direzione precedente non ci è giunto con il parere dell’altro contraente e quindi abbiamo rinviato il tutto alla nostra prossima riunione di gennaio.
Passando alle manifestazioni per il prossimo centenario della nostra Associazione, abbiamo approvato il preventivo di spesa e il progetto per la campana che le Fonderie Vaticane prepareranno per il 2020 e che regaleremo alla Cattedrale di Genova in ricordo di quel momento: il preventivo si aggira sui 5.000 euro e cominceremo a prendere i contatti per la donazione e la posa della campana in Cattedrale.
Al decimo punto abbiamo deciso di estinguere il mutuo, relativo all’impianto fotovoltaico a suo tempo installato presso la casa vacanze di Tirrenia, in modo da risparmiare le cospicue spese per interessi e, allo stesso tempo, agevolare le procedure di sottoscrizione del contratto di cessione della struttura che sarà sottoscritto entro la fine del 2018.
Nel 2019, in ottobre, l’Italia ospiterà l’assemblea dell’EBU (Unione europea dei ciechi) e, per l’occasione, è consuetudine che ognuno dei paesi proponga un candidato al premio europeo per chi si è adoperato a favore dei privi della vista; abbiamo deciso di proporre per questa onorificenza l’Istituto per ciechi di Genova David Chiossone che quest’anno sta festeggiando il 150o anniversario dalla sua fondazione con una notevole serie di manifestazioni che hanno coinvolto tutta la cittadinanza.
Quindi abbiamo preso in esame l’opuscolo che le commissioni che si occupano del lavoro hanno predisposto in preparazione del convegno dell’anno prossimo; ci siamo dati tempo fino alla prossima riunione di gennaio per poterlo esaminare e proporne una stesura definitiva che ci consenta anche di ottenere un preventivo di spesa più ridotto per la sua stampa.
Le Commissioni nazionali hanno avuto bisogno di qualche ritocco che abbiamo esaminato, decidendo che:
1. le dimissioni di Andrea Natale di La Spezia dalla Commissione Previdenza e Pensionistica sono state accolte, perché determinate dai suoi nuovi incarichi pubblici;
2. la Commissione Istruzione è stata integrata con Linda Legname in veste di co-coordinatore che affiancherà Marco Condidorio, entrambi impegnati nelle nuove attività poste in essere nel settore scuola, come il progetto Pronto scuola, il tavolo di coordinamento con il Miur per l’integrazione scolastica;
3. la Commissione Fand, Consulte e Associazioni della Disabilità che si occupa del rapporto con le atre associazioni per persone con problemi di vista, già coordinata da Vincenzo Zoccano, è stata affidata al Presidente che ha già la presidenza del FID (Federazione italiana disabili).
Per quanto riguarda il patrimonio abbiamo preso in esame le pratiche di: Brindisi, Como, Enna, Imperia, Savona, Treviso e Pisa.
Quindi è stata la volta dei problemi del personale: abbiamo potenziato l’orario di lavoro dell’Ufficio stampa, in considerazione dei particolari impegni cui deve far fronte; abbiamo rinnovato tutti gli incarichi di collaborazione esterna e abbiamo effettuato una assunzione temporanea in sostituzione del giovane dipendente che lavorava per il servizio del Centro Nazionale del Libro Parlato, recentemente scomparso.
I contributi che abbiamo preso in esame in questa riunione per l’attività delle Sezioni territoriali riguardavano: Avellino, Bari, Massa Carrara, Latina, e Viterbo.
Quindi abbiamo approvato il calendario delle riunioni per il 2019 che sarà pubblicato i primi di gennaio insieme alle attività dell’I.Ri.Fo.R.
Le deliberazioni assunte in via d’urgenza dal Presidente Nazionale erano due e riguardavano piccole spese e sono state entrambe approvate.
Nelle comunicazioni, il Presidente ci ha informato della ripartizione dei fondi della legge 379 del 1993, che quest’anno ha privilegiato maggiormente le attività dello Ierfop a svantaggio dell’I.Ri.Fo.R;
Saltarel ha informato del fatto che in febbraio a Matera sarà presente anche il Presidente dell’Associazione dei ciechi del Burkina Faso per firmare il gemellaggio tra le due associazioni;
Condidorio ha informato sull’attività della Commissione Terza Età, per gli anziani che intendono autoconvocarsi insieme ad altre persone, a loro carico, nel mese prossimo per un momento di condivisione.
Su quest’ultima comunicazione la riunione si è chiusa, con lo scambio degli auguri.

Sintesi dei lavori della Direzione Nazionale, a cura di Eugenio Saltarel

Questa volta ci siamo riuniti a Napoli nella sede dell’Università “Suor Orsola Benincasa”. Inizialmente mancava Katia Caravello, impegnata ai piani inferiori in un convegno sul giornalismo, mentre era presente il Presidente Onorario prof. Tommaso Daniele, oltre a quanti normalmente seguono e partecipano ai nostri lavori. Abbiamo iniziato con l’intervento del prof. Pizzo che ha portato il saluto del Rettore dell’Università. I verbali delle due sedute precedenti sono stati approvati.
Per le Commissioni abbiamo preso visione dei seguenti verbali: – Commissione terza età propone: 1. incontri telefonici coi referenti regionali; 2. corsi per sostegno all’autonomia e mobilità, da approfondire; 3. istituzione di uno sportello telefonico, anche questo da approfondire; – Commissione pluridisabilità: chiede di poter informare il prossimo Consiglio nazionale sull’attività del Network per la pluridisabilità, oltre ad aver esaminato i problemi relativi alle modifiche alla legge sulla sordocecità; – Commissione Beni culturali e artistici: 1. chiede di diffondere la conoscenza sul progetto “Articolo 27” del Museo Omero; 2. propone di chiedere al territorio la segnalazione di persone con un minimo di esperienza che possano verificare situazioni di accessibilità e informare in merito a nuovi luoghi o opere accessibili; 3. diffondere il progetto riguardo la conoscenza di opere pittoriche accessibili;
– Commissione informazione e comunicazione; – Organo di vigilanza; – Commissione nazionale lavoro; – Comitato nazionale giovani: propone la creazione di un canale youtube per diffondere l’attività giovanile e un convegno nazionale sui temi del lavoro; – Relazione sul tavolo tecnico interassociativo per la cooperazione educativa;
– Bando del concorso intitolato alla memoria del prof. Lucio Carassale per opere multimediali delle scuole sull’integrazione.
Per il terzo punto abbiamo deciso a chi verrà assegnato il premio Braille 2018, i cui nominativi verranno divulgati con apposito comunicato, dopo aver informato gli interessati. È stata quindi la volta dell’esame dell’accordo con CBM Italia per attività di pubblicizzazione, raccolta fondi e collaborazione verso i paesi in via di sviluppo; sono emersi alcuni problemi di interpretazione che verranno riesaminati nella prossima seduta. Successivamente abbiamo costituito la commissione che esaminerà le proposte pervenute per i contributi per le nuove iniziative nel campo del lavoro che sarà composta da: Mario Girardi (per la Direzione Nazionale); Stefano Tortini (per la Commissione nazionale lavoro); Valter Calò (per la Commissione nuove attività lavorative); Daniela Ciardullo (designata dall’I.Ri.Fo.R.); Valentina Lelli (selezionata dalla terna proposta dal Comitato Giovani). Abbiamo quindi definito l’elenco degli argomenti che costituiranno l’oggetto della relazione programmatica per il 2019, da sottoporre il prossimo 23 novembre all’approvazione del Consiglio Nazionale. Quindi abbiamo esaminato il budget di previsione per il 2019, anche questo da sottoporre all’approvazione del Consiglio Nazionale.
Le voci principali sono le seguenti:
– Entrate: contributo ex L. 24-1996 pari a 2.021.469,00 euro; contributo per l’Editoria speciale pari a 55.000 euro; ex L. 438-1998 pari a 516.000 euro; ripartizione 5×1000 pari a 85.000 euro; quote associative di spettanza della sede nazionale pari a 320.000 euro; recupero spese da terzi per 70.000 euro; recupero spese da Gestioni Speciali per 990.000 euro; proventi su amministrazione straordinaria CNLP/I.Ri.Fo.R. per 450.000 euro; recupero spese e sponsorizzazione Premio Nazionale Braille di 30.000 euro; proventi da locazioni immobiliari pari a 225.000 euro; interessi attivi pari 15.000 euro; attività di raccolta fondi di 280.000 euro; gestione speciale CNLP contributo ex L. 282-1998 di 2.966.142 euro.
– Uscite: organi statutari 454.000 euro; oneri per le risorse umane per 2.289.000 euro; oneri per le attività istituzionali per 655.000 euro; oneri per il trasferimento ai Consigli Regionali per 300.000 euro; oneri per il trasferimento a sezioni territoriali per 925.000 euro; oneri finanziari, tributari e patrimoniali per 200.000 euro; oneri di supporto generale per 296.000 euro; manifestazioni e iniziative per 50.000 euro; gestioni speciali (Centro Nazionale del Libro Parlato) per 2.107.142 euro; servizi professionali pari a 227.000 euro; investimenti per 470.000 euro.
Quindi abbiamo preso in esame la richiesta dell’AIFI (Associazione Italiana Fisioterapisti) di sostenere una loro iniziativa tesa a contrastare l’uso da parte della regione Umbria della nostra legge 403-1971 per realizzare corsi che consentano la creazione di nuovi fisioterapisti a scapito delle persone con problemi di vista che, per le più diverse ragioni, da questi corsi sarebbero escluse. Abbiamo deciso di appoggiare la richiesta dell’AIFI senza impegnarsi in azioni di fronte alle Autorità Giudiziarie.
È stata quindi la volta di approvare le linee guida per gli interventi nei paesi in via di sviluppo che prevedono di privilegiare il ricorso alla cooperazione internazionale e al rapporto con le altre associazioni di privi di vista in Europa e nel mondo per interventi in questi paesi volti alla prevenzione e cura della cecità, oltre che all’istruzione e alla ricerca di soluzioni lavorative. Le linee guida sono state approvate all’unanimità, aggiungendo anche interventi per la pluridisabilità legata alla cecità.
A questo punto abbiamo approvato le modifiche allo Statuto associativo, da sottoporre all’approvazione del Consiglio Nazionale, in ottemperanza a quanto richiestoci, tramite il Ministero del Lavoro, dalla prefettura di Roma. Ciò sempre al fine di adeguare il testo statutario alle disposizioni di Legge contenute nel codice del terzo settore, in attesa che diventi operativo il registro unico nazionale, gestito dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali.
Poi abbiamo esaminato la situazione della Sezione territoriale di Cosenza a seguito di una verifica amministrativa condotta dalla Sede nazionale. La sezione sarà ufficialmente invitata a regolarizzare i rapporti con chi opera nell’ambulatorio medico oculistico. Inoltre, è stata decisa la nomina di un commissario ad acta che verifichi l’attuale situazione amministrativa del costituendo centro polifunzionale e verifichi la concreta fattibilità dell’opera da tutti i punti di vista, approfondendo i connessi rapporti con le pubbliche amministrazioni e eventuali finanziatori privati.
È stata quindi la volta dell’esame della sentenza della Corte d’appello di Catania sulla causa Anappo-Uici: a seguito di questa sentenza l’Unione dovrebbe pagare 17.000 euro, oltre oneri, interessi e rivalutazione; la Direzione ha deciso a maggioranza di ricorrere in Cassazione contro questa sentenza, ravvisando la presenza di sufficienti elementi di diritto.
Dopo la pausa per un breve spuntino, sostanzioso come solo i napoletani sanno proporlo, abbiamo ripreso i lavori con il saluto del Presidente regionale dell’Unione Vincenzo Massa, che ci ha ringraziato, contento dell’aver noi scelto oggi Napoli per svolgere i lavori della Direzione, partecipando così anche a parte del convegno sui temi del giornalismo e della cecità. Quindi, per il patrimonio abbiamo esaminato le situazioni e le proposte seguenti pervenute dalle sezioni territoriali di: Brescia, Pisa, Firenze, Siracusa, Torino, Teramo, Vibo Valentia, Modena. Si è anche affrontata la situazione del contratto di locazione dell’appartamento di via Belsiana a Roma.
Prima delle comunicazioni abbiamo discusso, decidendo di approfondire meglio la questione dell’adesione dell’Unione alla società consortile E.net, che potrebbe comportarci delle agevolazioni soprattutto di tipo fiscale, tenendo però conto che la stessa società chiede di aderire all’Agenzia per la protezione dei diritti dei disabili, costituita dall’Unione.
Per le comunicazioni infine: il Presidente informa che, a seguito della pubblicazione su “Il Corriere dei Ciechi” degli articoli sulla Costituzione italiana, il Presidente Mattarella ha invitato la Direzione ad un incontro sull’argomento; mentre il 16 novembre prossimo il Ministro per la Famiglia e le disabilità, Lorenzo Fontana, sarà presente a Monza per una visita in occasione nel novantesimo della Biblioteca e in seguito a Milano presso l’Istituto dei Ciechi.
Saltarel ricorda la raccolta di dati sulle sezioni territoriali e sui Consigli regionali proposta dalla commissione sul territorio, attraverso i componenti della Direzione che verranno informati di quelle sezioni che spontaneamente hanno già inviato materiale direttamente alla sede nazionale.
Girardi riferisce che il 27 e 28 novembre ci sarà un convegno dell’INPS in cui si tratteranno tutti gli argomenti relativi al riconoscimento di tutte le disabilità compresa quella visiva; con l’occasione saranno integrate, di comune accordo con l’Unione, le linee guida emanate dall’Inps in materia di cecità civile. Il ricavato dell’attività riguardante il servizio di patronato per il 2018 si stima in 120.000 euro.
Interviene il Presidente Onorario prof. Daniele che ringrazia per l’invito a partecipare ai lavori della Direzione e saluta tutti i presenti.
Condidorio ricorda che nella settimana seguente si svolgerà presso l’Istituto Cavazza un corso di formazione per i docenti non vedenti.
Alle 15,45 la seduta, iniziata alle 9,30, viene sciolta.

Sintesi dei lavori della Direzione Nazionale, a cura di Eugenio Saltarel

Direzione straordinaria del 10 ottobre

I componenti della Direzione erano tutti presenti. Inoltre lo era anche tutto il personale che normalmente ci assiste durante i lavori della Direzione. Gli sviluppi del nostro rapporto con l’Agenzia per la Prevenzione della Cecità hanno reso necessario incontrarci proprio il giorno prima della giornata nazionale della vista, l’11 ottobre. Abbiamo ripreso il testo dell’ordine del giorno approvato all’unanimità dall’Assemblea Nazionale dei Quadri il 30 settembre scorso. Preso atto di non essere stati inclusi tra i relatori della manifestazione nazionale che si è poi svolta a Roma presso la sala della Protomoteca in Campidoglio, abbiamo deciso che saremmo rimasti sulla porta della sala fino al termine degli interventi ufficiali di saluto, poi saremmo entrati e, nel dibattito conclusivo della manifestazione, il Presidente Barbuto avrebbe presentato le nostre richieste appunto sulla base dell’ordine del giorno assembleare. Abbiamo anche preso atto delle notizie su possibili azioni di mediazione tra noi e la Società Oftalmologica Italiana. Quindi abbiamo nominato i due rappresentanti dell’Unione all’interno dell’istituendo Consiglio di Amministrazione della Fondazione Istituto dei Ciechi di Milano nelle persone di Masto e Barbuto, in modo da garantire la continuità e la novità. È stato poi necessario attribuire le competenze territoriali già avute da Vincenzo Zoccano che ovviamente ha dato le dimissioni dalla Direzione nazionale per i suoi impegni governativi, attribuendole a Mario Girardi. Sulla raccolta fondi che avvieremo in occasione delle festività di Santa Lucia e del periodo natalizio, abbiamo dato mandato a Linda Legname di approfondire i contatti con la società che ci aiuterà, prevedendo un massimo di spesa di 20.000 euro. Per il patrimonio abbiamo esaminato le richieste d’intervento economico di: Cuneo, Ferrara, Ascoli e Catanzaro; mentre per le richieste di contributo quelle di Messina e Catanzaro.
In fine abbiamo preso visione del resoconto della riunione organizzata con l’Agenzia per la Prevenzione della Cecità per l’organizzazione del convegno sulla prevenzione che si dovrebbe svolgere a Catania probabilmente nel prossimo mese di gennaio.

Sintesi dei lavori della Direzione Nazionale, a cura di Eugenio Saltarel

Questa volta la Direzione nazionale della nostra Associazione si è riunita nella sede di Via Borgognona 38 a Roma il 20 settembre scorso; eravamo tutti presenti, anche il Presidente onorario prof. Tommaso Daniele; oltre al Direttore e al Segretario generali e al personale di segreteria.
Con poche modifiche è stato approvato il verbale della seduta precedente.
La documentazione che la Direzione ha fatto propria comprende:
1. tre verbali del gruppo tecnico che lavora sulla riforma del terzo settore;
2. il verbale della commissione studi musicali le cui proposte sono state accolte riguardanti, tra l’altro, la presenza nei conservatori musicali, iniziative per il centenario dell’Unione, creazione di materiale divulgativo di artisti con problemi di vista;
3. la commissione per la terza età chiede, tra l’altro, riunioni telefoniche tra i coordinatori regionali del settore e un incontro con il comitato giovani; approfittando della discussione sorta sull’utilizzo delle sale telefoniche che da ottobre non sarà più gratuito, si decide di mantenerne attive due per appunto gli anziani, il gruppo Arcobaleno e le riunioni delle commissioni e della direzione i cui numeri verranno a suo tempo comunicati, dato che non sarà possibile probabilmente mantenere quelli oggi utilizzati;
4. il comitato per il servizio civile le cui proposte vengono accolte;
5. commissione servizi librari;
6. commissione ipovedenti;
7. agenzia nazionale tutela diritti nel settore della disabilità;
8. organizzazione giornata nazionale cani guida, sulla manifestazione unitaria il 6 ottobre a Torino fra l’Unione e Apri Onlus (Associazione pro Retinopatici e Ipovedenti);
9. gruppo di lavoro a sostegno dei paesi in via di sviluppo.
Prendendo spunto dal fatto che il 22 e il 23 novembre prossimi si celebrerà il novantesimo anniversario della Biblioteca Italiana per Ciechi e la riunione del Consiglio nazionale di fine anno, si sta studiando l’opportunità di celebrare nelle stesse date sia l’intitolazione della sala attuale della Direzione alla memoria di Enzo Tioli, sia dei locali del Libro Parlato a Francesco Fratta; seguirà ovviamente apposito comunicato una volta organizzato il tutto.
Si passa quindi a discutere dell’assegnazione del fondo di solidarietà 2018 alle sezioni territoriali: sono state presentate 54 domande di interventi a sostegno del personale, 16 per l’istituzione di servizi ai soci; abbiamo esaminato le situazioni che presentavano necessità di approfondimenti: Ascoli, Avellino, Bari, Brindisi, Benevento, Crotone, Enna, Gorizia, Isernia, Latina, Lecce, Lucca, Macerata, Messina, Montecatini, Pesaro, Reggio Calabria, Sassari, Siena, Trieste. Prendendo in esame la situazione di non erogare il contributo per il fondo di solidarietà alle sezioni che hanno un debito a seguito di un prestito ottenuto dalla Sede nazionale, si decide che il contributo verrà erogato previa verifica della regolarità del piano di rientro stabilito per ciascuna struttura.
Venendo all’organizzazione del premio Louis Braille che quest’anno si svolgerà il 3 dicembre presso l’Auditorium di via della Conciliazione a Roma, si decide di procedere nella prossima seduta della Direzione ad individuare i premiati; quest’anno saranno invitati a presenziare tutti i Consiglieri nazionali, due rappresentanti e due giovani, fino all’età di 35 anni come da statuto, per ogni sezione, offrendo la possibilità di compensare con un ulteriore giovane l’eventuale assenza di uno dei rappresentanti sezionale; inoltre saranno invitati i coordinatori giovani di ogni regione.
Successivamente si passa ad esaminare l’evoluzione del rapporto con la Iapb (Agenzia per la Prevenzione della Cecità): gli ultimi fatti che hanno sancito l’indisponibilità a trattare soluzioni che garantissero all’interno dell’Agenzia la parità di rappresentanza tra l’Unione e la Società degli Oculisti italiani, rendono necessarie prese di posizione forti da parte nostra. Pertanto la Direzione: 1. avvierà tutti i contatti possibili a livello politico per illustrare la situazione; 2. porrà la questione all’Assemblea Nazionale dei Quadri del prossimo 29 settembre per una presa di posizione di questo organismo in cui sono presenti tutti i presidenti delle sezioni territoriali; 3. parteciperà alla manifestazione nazionale della Giornata Mondiale della Vista l’11 ottobre per far presente la situazione che si è determinata; 4. chiede a tutte le sezioni di organizzare la Giornata dell’11 ottobre solo come Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, garantendo ove necessario, l’erogazione da parte della sede nazionale degli stessi contributi previsti dall’Agenzia per la realizzazione dell’evento, invitando a disdire, per chi già l’avesse fatto, il rapporto con l’Agenzia per questa occasione. Ovviamente seguirà un comunicato in proposito, molto più esplicativo. A livello ministeriale si chiederà di inserire nell’elenco nazionale tutti i centri di prevenzione della cecità effettivamente operativi, gestiti sia da sezioni dell’Unione che in collaborazione con altri enti del coordinamento, come ad esempio gli istituti per ciechi.
Quindi abbiamo approvato la deliberazione che stanzia 11.000 euro per il funzionamento del coordinamento fra gli enti che si occupano di chi ha problemi alla vista, tra cui la Biblioteca di Monza, la Federazione fra gli istituti per ciechi, la Stamperia di Catania eccetera; questo fatto permetterà a tutti questi enti di mettere insieme le proprie risorse a vantaggio appunto di chi ha questi problemi, condividendo, quando necessario, risorse, personale, professionalità e quanto potrà essere utile nelle diverse realizzazioni.
Affrontando quindi il tema del fundraising per gli anni fino al 2020, la Direzione ha considerato concluso il rapporto con Confini On-line che nel tempo ha dato quanto poteva darci, decidendo di assumere con contratto a tempo determinato semestrale un esperto di progettazione europea che affianchi l’ufficio e ci consenta di accedere a questo tipo di interventi, oltre a instaurare un rapporto con Postel che si è incaricato di arricchire e finalizzare meglio il nostro database delle persone e delle società che potrebbero aiutarci economicamente. Sempre su questo argomento abbiamo stabilito che a partire dall’anno prossimo tutto il ricavato del fundraising verrà utilizzato a sostegno del fondo di solidarietà per le sezioni. Corradetti ha poi relazionato sulla sua presenza al tavolo del Consiglio del notariato sui lasciti solidali.
Successivamente abbiamo avuto un approfondito confronto sul tema del rapporto con e fra le sezioni, anche in vista della prossima Assemblea dei Quadri. La commissione che si occupa del territorio ha proposto di riprendere il colloquio con i Presidenti dei consigli regionali attraverso incontri telefonici, di elaborare i dati provenienti dalle informazioni che saranno richieste ai consigli regionali sulle singole sezioni da parte dei componenti della direzione competenti territorialmente, di avviare una serie di iniziative tese ad approfondire il significato dell’impostazione volta a far collaborare insieme più sezioni su progetti unificanti e ad accentrare a livello regionale la documentazione amministrativa, con maggiore disponibilità per le sezioni di occuparsi dei reali problemi dei soci e di chi ha problemi alla vista. Nella discussione si è preso atto anche della difficoltà di risolvere il problema della rappresentanza a livello congressuale e regionale nel momento in cui più sezioni si unificassero, chiedendo alla commissione di occuparsene. Altro problema discusso è stato quello della motivazione, sia dei componenti dei consigli che dei rispettivi presidenti, ad occupare le cariche, che vorremmo fosse sempre più rivolta nel senso sopra indicato. Tutto ciò comporta anche una maggiore attenzione ai livelli regionali che devono essere in grado di promuovere e progettare questa strada e devono essere sostenuti nel percorrerla. Tutto ciò deve trovare adeguato spazio nello statuto al momento di definire i compiti di presidenti e organi collegiali.
La Direzione ha quindi esaminato il documento messo a disposizione dall’incaricato per i problemi dell’istruzione Condidorio sul programma per l’anno scolastico 2018-2019. In forza di quanto proposto si è deciso la creazione di un numero telefonico dedicato per raccogliere suggerimenti, richieste di informazioni, lamentele e denunce nel settore dell’istruzione; oltre alla realizzazione di specifici programmi alla radio con scadenza periodica e alla predisposizione di specifici articoli settimanali inseriti sul giornale on-line.
Il 5 ottobre, secondo gli accordi presi a suo tempo, scade il termine entro il quale l’Unione deve ricevere i progetti sull’utilizzo dei fondi governativi previsti dalla legge 379 del 93 e entro i successivi 10 giorni devono essere poi trasmessi al Ministero del Lavoro che provvederà alla loro valutazione e alla relativa corresponsione dei contributi; la Direzione conferma la posizione assunta gli anni precedenti, sempre che i progetti lo consentano, circa il riparto dei suddetti fondi che dovrebbe essere il seguente: il 15% suddiviso in parti uguali fra l’Associazione nazionale Privi di Vista e la Stamperia braille di Catania; del restante 85% suddiviso per un quarto allo Ierfop e tre quarti all’Irifor; tale proposta sarà contenuta nel parere che l’Unione trasmetterà al Ministero.
A questo punto Condidorio ha dovuto abbandonare la seduta.
Utilizzando i fondi che avevamo accantonato col ricavato della lotteria Louis Braille dell’anno scorso a vantaggio delle zone terremotate, la Direzione ha deciso un contributo alla sezione di Teramo che ha dovuto abbandonare la propria sede e reperirne una nuova e ha richiesto l’intervento del nazionale a sostegno delle spese sostenute e documentate per un importo che si aggira sui 14.000 euro.
Anche Angela Pimpinella ha lasciato la riunione.
Per meglio affrontare e coordinare i temi del lavoro si decide poi di costituire un gruppo operativo comprendente i coordinatori dei comitati centralinisti, fisioterapisti e giovani, oltre ai coordinatori delle commissioni lavoro e nuove attività lavorative e ad un referente dell’Irifor.
Viene quindi incaricato il Vice presidente di approfondire la possibilità di partecipare al progetto di Chef Stellati che inserirà nostri soci fra gli assaggiatori nelle gare tra chef che si sta organizzando in diverse regioni italiane, oltre a raccogliere fondi per la realizzazione di un ristorante al buio nello spazio del food biologico di Bologna che è molto frequentato.
Passando all’assegnazione delle Borse di studio del concorso Berretta-Pistoresi, la Direzione conferma le decisioni degli esaminatori, assegnando ad uno studente che ha ottenuto la maturità classica una delle borse riservate ai laureati per i quali non è pervenuta alcuna richiesta.
Vengono quindi prese in esame le richieste di interventi sul patrimonio pervenute da: Pisa, Torino, Foggia, Roma, Verona, Bolzano, Siracusa, Firenze, La Spezia, Vibo Valentia, Chiavari, mentre si affida alla Presidenza l’onere di verificare gli sviluppi del lascito alla sezione di Imperia.
Successivamente si esaminano le diverse situazioni inerenti il personale attualmente alle dipendenze della sede nazionale, prendendo, dopo consultazione sindacale, alcuni provvedimenti che, riguardando gli interessati, sono coperti dalla privacy.
Infine viene ratificata la deliberazione d’urgenza assunta dal Presidente nazionale riguardante l’acquisto delle medaglie per festeggiare i 50 anni di iscrizione all’Associazione dei singoli soci.
La riunione termina alle 14,30 dopo 6 ore di lavoro.