Padova – Il Braille intuizione geniale

Anche quest’anno una iniziativa a Padova, per la quinta volta, in occasione della Giornata Nazionale del Braille, ricorrenza istituita nel 2007 con la Legge 126, che ha sancito il 21 febbraio “quale momento di sensibilizzazione dell’opinione pubblica nei confronti delle persone non vedenti…”.
L’UICI di Padova organizza la Giornata Nazionale del Braille, evento divulgativo nato far conoscere questo insostituibile codice di letto-scrittura.
Grazie a questo sistema anche il non vedente è in grado di leggere e scrivere dal testo letterario, alla musica e alla matematica.
Quest’anno l’evento si inserisce nelle celebrazioni per il centenario della fondazione dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS 1920-2020.
La cittadinanza è invitata al”evento “Il Braille intuizione geniale”.
Il programma prevede:

  • Louis Braille, l’inventore
  • Dimostrazione del codice braille
  • Coinvolgimento del pubblico-leggo in braille
  • Si raccontano i professionisti
  • Intrattenimento musicale con Oliviero De Zordo e artisti padovani
  • Intervengono e collaborano per l’evento: Remo Breda, Veronella Daniele, Simone Dal Maso, Oliviero De Zordo, Angelo Fiocco, Alessandro Frigo, Cristina Luciani, Lorenzo Martini, Maria Rita Mantoan, Lorenza Masiero, Mirella Romanros, Filippo Visentin, Roberto Zandanel e per la lettura in braille le alunne Benedetta, Delia ed Ersa.

La manifestazione è Patrocinata da: Comune di Padova, Università degli Studi di Padova, Padova Sorprende, SIEM Sezione di Padova (che più volte si è vista sensibile all’inclusione dei non vedenti nel contesto formativo e culturale), Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Consiglio Regionale Veneto, Conservatorio di Musica C. Pollini.
L’evento si terrà presso l’Auditorium del Centro Culturale S. Gaetano, via Altinate n. 71, Padova.
Ingresso libero.
Info: UICI Sezione di Padova: uicpd@uiciechi.it

Locandina dell’evento

Sant’Anastasia (NA) – Giornata Nazionale del Braille

È grazie al Braille che i ciechi sono in grado di scrivere, leggere e comunicare per iscritto. Il Braille è, per il non vedente, condizione essenziale di una piena autonomia e di una efficace integrazione nel tessuto sociale, scolastico, lavorativo e culturale. La Giornata Nazionale del Braille è una ricorrenza volta a sensibilizzare “l’opinione pubblica nei confronti delle persone non vedenti”; così recita la legge approvata il 3 agosto del 2007. La sua celebrazione contribuisce a dare maggiore valore al sistema inventato da Louis Braille, il francese divenuto cieco a soli tre anni. Tale data è stata scelta perché coincide con la Giornata mondiale della difesa dell’identità linguistica promossa dall’Unesco.
Il Presidio UICI di Sant’Anastasia/Napoli, organizza il 22 febbraio, la XIII Giornata Nazionale del Braille.
CONVEGNO FORMATIVO RIVOLTO A DOCENTI, FAMIGLIE, OPERATORI SCOLASTICI e INTERESSATI ALL’ARGOMENTO.
Programma​
22 febbraio Ore 9.00 – 13.00
Ore 09.00 – Registrazione dei partecipanti
Biblioteca Comunale G. Siani Via madonna dell’Arco 54 Sant’Anastasia (Na).
Ore 09.30 – Saluti e introduzione:
Nunziante Esposito, Consigliere nazionale UICI;
Mario Mirabile, Presidente Sezione U.I.C.I. Napoli
Presentazione e significato della Giornata Nazionale del Braille.
Moderatore: Giuseppe Fornaro, referente nazionale uici ausili e tecnologie.
Ore 09.50 – “Il Braille: oggi e domani, dall’inclusione scolastica all’inserimento nel mondo del lavoro”
Sandra Minichini, Tiflologa e componente della Commissione U.I.C.I. Ausili, tecnologie e accessibilita’ Napoli;
Ore 10.20 – “Il Braille e le nuove tecnologie” 
Giuseppe Fornaro, referente Commissione Nazionale UICI Ausili e nuove tecnologie;
Ore 10.35 – L’importanza dell’autonomia personale
Antonio Maione, Consulente di Autonomia Personale Domestica per i minorati della vista e  componente  IRIFOR Napoli
Ore 10.50 – Testimonianze:
Antonio Russo, esperto in pluridisabilità e sordo cecità.
Ore 11.10 – Ritratti poetici di Giacomo Pietoso, autore di “Le sette opere della misericordia – Un segreto svelato”, è diventato non vedente a seguito di un incidente.
Ore 11.30 – “Ripartire dal buio” di Leandro Blanco, L’autore, Luciano Cacciapuoti, diventato cieco in  età adolescenziale ci racconta  in maniera leggera e divertente,  coadiuvato dalla giornalista ed editor Iolanda Stella Corradino  cosa accade nella mente di un uomo che ha perso la vista.
Ore 12.10 – Giuseppe Ambrosino, componente per conto della FAMD nel GLIR
Ore 12,20 – Dibattito
Ore 12,40 – Conclusione dei lavori e mostra di ausili tifloinformatici e tiflodidattici. Ai partecipanti verrà rilasciato un attestato di partecipazione.