Slash Radio Web: Palinsesto della settimana dal 4 all’8 Marzo 2019

Come annunciato nelle scorse settimane adesso è ancora più facile ascoltarci: per i possessori dell’assistente vocale Alexa di Amazon è disponibile la skill di Slash Radio Web.
I comandi sono:
– Alexa, AVVIA Slash Radio Web
oppure
– Alexa APRI Slash Radio Web
di seguito il link di riferimento per Alexa Skill su Amazon Prime:
https://www.amazon.it/dp/B07NS18BTQ/ref=sr_1_1_nodl…

Vi segnaliamo che a partire da questa settimana gli orari del nostro palinsesto subiranno delle variazioni per offrirvi una programmazione sempre più ricca e coinvolgente.
Le trasmissioni infatti inizieranno mezz’ora prima, alle 8:25 con la rubrica “Un libro al giorno”, prodotta e curata dal Centro Nazionale del Libro Parlato “Francesco Fratta” (della durata di cinque minuti), in onda dal lunedì al venerdì nei seguenti orari: 8.25, 14.50, 19.50 e al termine della programmazione serale.
Dopo “Un libro al giorno”, di mattina, potrete ascoltare l’Oroscopo e a partire dalle ore 8.30 Almanaccando, la rubrica sui fatti del giorno a ritroso nel tempo, a seguire il Meteo.
Dalle 9.00 alle 10:30 l’appuntamento è con Spotlight: notizie di attualità, politica, cultura e sport e approfondimenti a cura di ospiti del mondo del giornalismo.
Vi segnaliamo per lunedì 4 marzo alle 10:30 la nuova puntata di Slash Sport News, la nostra striscia settimanale, della durata di mezz’ora, che si occuperà di tutte le discipline sportive praticate da ciechi e ipovedenti con risultati, classifiche, approfondimenti e interviste ai protagonisti. Questa settimana fari puntati su Showdown, Judo, Torball e Calcio a 5 . Invitiamo le ascoltatrici e gli ascoltatori a partecipare segnalando eventi, storie e competizioni da trattare in trasmissione.
Resta invariato il doppio appuntamento con UiciCom, nei giorni di mercoledì 6 marzo, con inizio alle 10.30, per ciò che concerne le notizie, le attività e gli eventi del territorio e della Presidenza Nazionale, e di Venerdì 4 marzo, sempre alle 10.30, per il tour di presentazione di tutte le sezioni Provinciali, Intercomunali e dei Consigli Regionali dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS-APS.
Mercoledì 6 e giovedì 7 marzo trasmetteremo dalle 15:00 alle 18:00 l’undicesima edizione del Meeting dei Lettori di Kaleidos, iniziativa a cura della Commissione Nazionale Pari Opportunità dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus-APS. Per tutti i dettagli si rimanda all’apposito comunicato.
Slashbox vi terrà compagnia nel pomeriggio di martedì 5 marzo dalle 16.00 alle 18.30 con una puntata all’insegna della letteratura:
In apertura presenteremo insieme al poeta Guido Catalano “Tu che non sei romantica” (edito da Rizzoli), il suo secondo romanzo.
Sinossi: Giacomo Canicossa, poeta professionista vivente, di donne ne ha già perse due: Agata, che tre anni fa è partita per le Lontane Americhe, e Anna, che se n’è andata da dieci giorni e gli ha lasciato soltanto una pianta di ficus. Certo, il lavoro va bene: ha un contratto con una Grande Casa Editrice, una editor pazza che lo chiama giorno e notte e un romanzo segreto ad alto tasso di romanticismo con cui spera di vincere il Premio Strega. Ma che senso ha il successo quando manca l’amore? La solitudine è tale che Giacomo inizia a soffrire di allucinazioni: nel suo salotto è comparso un bambino in pigiama, con grandi occhiali e una strana passione per la chimica, che si nutre solo di pizza e Nesquik. Insomma, c’è di che preoccuparsi. Ma Giacomo sa che per tutti i problemi c’è una soluzione infallibile: la fuga. Così scappa a Roma, sedotto dal mondo dorato del cinema, e cerca di dimenticare Anna avventurandosi negli abissi di Tinder… Dopo il successo di “D’amore si muore ma io no”, Guido Catalano torna al romanzo con una storia piena di baci, di poesia, di gatti, di sguardi, ma anche di guerra e di paura, di sesso e di magia. E amore, ovviamente: di amore ce n’è così tanto che perfino tu – proprio tu, tu che non sei romantica – non riuscirai più a farne a meno. Altrimenti, che razza di storia sarebbe?
Guido Catalano è nato a Torino nel 1971, è poeta e performer. Porta i suoi libri (e la sua barba) in giro per l’Italia con oltre 130 reading all’anno. Collabora con Smemoranda, è ospite fisso di “Caterpillar” su Rai Radio 2, tiene un blog su “Il Fatto Quotidiano” e cura la posta del cuore per la rivista “linus”. Ha pubblicato per Miraggi Edizioni “Ti amo ma posso spiegarti” e “Piuttosto che morire m’ammazzo” e per Rizzoli, nel 2017, “Ogni volta che mi baci muore un nazista”.
Alle 17.00 insieme all’autore Alfredo Franchini parleremo di “Questi i sogni che non fanno svegliare. Storia di un impiegato, l’opera rock di Cristiano De André” (Arcana).
Sinossi: A cinquant’anni dal Sessantotto, Cristiano De André ha riscritto la musica di “Storia di un impiegato”, tramutando lo storico album di Fabrizio in un’opera rock. Un modo per riproporre, con un vestito nuovo, l’attualità del messaggio poetico e sociale di quel disco. Nel libro di Alfredo Franchini e Ottavia Pojaghi Bettoni, Cristiano spiega che cosa lo ha spinto a rivestire di nuovi suoni le canzoni che sono presentate nei concerti con proiezioni e ambientazioni di palco in modo da riportarci nel clima degli anni Settanta quando, alla sera, i giovani andavano a dormire sapendo che si sarebbero svegliati nel futuro e avrebbero partecipato al cambiamento del mondo. Ma lo scopo è anche quello di trovare nelle parole di quelle nove canzoni dell’album i punti di contatto con la realtà attuale. Le musiche originali furono scritte da Fabrizio De André con l’ausilio di un giovane Nicola Piovani, “scoperto” solo un anno prima da De André che lo aveva chiamato per gli arrangiamenti e la direzione dell’orchestra di “Non al denaro, non all’amore né al cielo”. E se in quel caso erano stati scelti dei suoni country o classici, in “Storia di un impiegato” si sente l’influenza della musica “progressive”, caratteristica degli anni Settanta. Da qui l’esigenza da parte di Cristiano, musicista tra i migliori polistrumentisti d’Europa, di dare a quelle canzoni un abito nuovo. Ed è un suono elettronico che è stato calibrato sui momenti psicologici del protagonista della storia.
Alfredo Franchini è giornalista, scrittore, narratore della realtà, degli uomini e delle loro tragedie. Su tutti ricordiamo il libro-testimonianza “Uomini e donne di Fabrizio De André”, (otto edizioni), che ricostruisce il rapporto ventennale con il poeta-cantautore genovese e le lezioni ricevute dallo stesso De André sulla politica, l’economia, la vita in genere. E poi i saggi pubblicati sulla “cosa pubblica” che è stata raccontata in 35 anni di attività giornalistica senza padroni per la Voce sarda Tv, Panorama, La Nuova Sardegna. Ha realizzato programmi per Rai radio e per la Tv Sardegna 1 e ha collaborato con diverse testate tra cui Lo Specchio della Stampa e Milano finanza. Alla saggistica si sono aggiunti la narrativa e i testi per il teatro canzone. Militante della democrazia, ha messo la sua penna a disposizione di chi non ha voce per interrogarci su come siamo diventati di fronte ai drammi epocali delle diseguaglianze.
Le trasmissioni saranno condotte da Luisa Bartolucci, Chiara Maria Gargioli e Renzo Giannantonio.

Gli ascoltatori, che invitiamo a partecipare con quesiti e contributi, potranno, come di consueto, scegliere diverse modalità di intervento:
– Tramite telefono contattando durante la diretta il numero: 06-92092566
– Inviando e-mail, anche nei giorni precedenti le trasmissioni, all’indirizzo: diretta@uiciechi.it
– Compilando l’apposito form di Slash Radio Web, o scrivendo sulla nostra pagina facebook Slash Radio Web.

Per ascoltare Slashradio sarà sufficiente digitare la seguente stringa:
http://www.uiciechi.it/radio/radio.asp
Oppure accendere la nostra app Slash Radio Web di Erasmo di Donato, che vi invitiamo a scaricare, onde averci sempre con voi! Il contenuto delle trasmissioni verrà pubblicato: Sul sito dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS-APS all’indirizzo:
http://www.uiciechi.it/ArchivioMultimediale
– sulla pagina Facebook Slash Radio Web sulla quale andremo anche in diretta, in radiovisione ed alla quale vi invitiamo a mettere il vostro like onde divenire nostri followers, grazie.