Slash Radio Web: Palinsesto dal 2 al 6 dicembre 2019

Le nostre trasmissioni inizieranno alle 8:25 con la rubrica “Un libro al giorno”, prodotta e curata dal Centro Nazionale del Libro Parlato “Francesco Fratta” (della durata di cinque minuti), in onda dal lunedì al venerdì nei seguenti orari: 8:25, 14:50 (eccetto venerdì 6 dicembre), 19:50 e al termine della programmazione serale.

Dopo “Un libro al giorno”, di mattina, potrete ascoltare l’Oroscopo, Almanaccando, la rubrica sui fatti del giorno a ritroso nel tempo, a seguire il Meteo.

Dalle 9.00 alle 10:30 l’appuntamento è con Spotlight: notizie di attualità, politica, cultura e sport nonché approfondimenti a cura di ospiti del mondo del giornalismo.

In particolare lunedì 2 dicembre avremo ai nostri microfoni Elmar Bergonzini, cronista della Gazzetta dello Sport esperto di calcio tedesco, per parlare di campionati e Coppe Europee; mentre martedì 3 ci occuperemo della rassegna “Più libri, più liberi”, in programma presso il Centro Congressi la Nuvola a Roma dal 4 all’8 dicembre.

Sempre lunedì 2 dicembre alle 10:30  potrete seguire  la nuova puntata di Slash Sport News, la nostra striscia settimanale, della durata di mezz’ora, che si occupa di tutte le discipline sportive praticate da ciechi e ipovedenti con risultati, classifiche, approfondimenti e interviste ai protagonisti. Questa settimana trai vari argomenti fari puntati su nuoto, torball e calcio a cinque. Invitiamo le ascoltatrici e gli ascoltatori a partecipare segnalando eventi, storie e competizioni da trattare in trasmissione.

Confermati gli appuntamenti con le altre nostre rubriche mattutine:

  • Guida TV: i nostri consigli, completi di descrizioni, sui programmi di prima serata delle televisioni nazionali in chiaro e satellitari, in onda tutti i giorni con i seguenti orari: dal lunedì al venerdì (eccetto il 6 dicembre) alle 11:00 e alle 18:40, il sabato e la domenica prima della programmazione mattutina e prima di quella pomeridiana;
  • Scrivono di noi: la rassegna stampa sugli articoli di quotidiani, riviste e siti web riguardanti il tema cecità e ipovisione, in onda il martedì e il giovedì dalle 10:30 alle 11:00;
  • C’è luce in cucina: le gustose ricette e gli utili suggerimenti pratici della nostra chef di fiducia Lucia Esposito, in onda il martedì e il giovedì alle 11:15;
  • UiciCom, in onda mercoledì 4 dicembre, con inizio alle 10.30, per ciò che concerne le notizie, le attività e gli eventi delle sedi territoriali e della Presidenza Nazionale dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus-APS;
  • Grandangolo: l’approfondimento cinematografico a cura di Marika Giori con recensioni dei film in uscita e curiosità sui protagonisti del grande (e piccolo) schermo, in onda, eccezionalmente per questa settimana, il venerdì alle 8:00.

Vi ricordiamo inoltre che: 

  • Lunedì 2 dicembre alle ore 15:00 andrà in onda la terza puntata del ciclo “I lavori delle Commissioni Nazionali”: questa settimana presenteremo la Commissione Nazionale Ipovisione dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus-APS; 
  • Sempre lunedì 2 a partire dalle 20:00 trasmetteremo dal Teatro Quirino di via delle Vergini, 7 a Roma la diretta integrale della XXIV edizione del Premio Braille, con audiodescrizione completa e interviste a protagonisti e premiati;
  • Mercoledì 4 dicembre dalle ore 15:00 alle ore 16:00 è in programma la rubrica mensile Musical…Mente, a cura della Commissione Nazionale Studi Musicali dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus-APS, condotta dal Coordinatore Antonio Quatraro e con la partecipazione di musicisti, Maestri e componenti della Commissione. Segnalateci attraverso telefonate, email e messaggi gli argomenti a tema musicale (a livello di ascolto, avviamento alla pratica e didattica) che vorreste fossero trattati  e ponete le vostre domande ai nostri ospiti;
  • Venerdì 6 dicembre dalle ore 9:30 alle 16:30 è prevista la diretta dalla Sala delle Bandiere di Palazzo Zanca a Messina del convegno nazionale “Ipovisione: dal deficit alla riabilitazione funzionale”, organizzato dall’Unione Italiana dei ciechi e degli Ipovedenti Onlus-APS in collaborazione con S.I.Gla. – Società Italiana Glaucoma.

Slashbox vi terrà compagnia nei pomeriggi di martedì 3, mercoledì 4 e giovedì 5 dicembre dalle ore 16:00 alle ore 18:30 con la seguente programmazione:

Martedì 3 dicembre:

Ascolteremo in apertura il vicepresidente nazionale dell’I.Ri.Fo.R. Massimo Vita che ci relazionerà sul consiglio di amministrazione dell’Istituto, tenutosi il 27 novembre scorso.

A seguire sarà con noi la dottoressa Cristina Mussinelli, segretario generale della Fondazione LIA (Libri Italiani Accessibili), con cui parleremo dei numerosi eventi organizzati dalla Fondazione per il mese di dicembre. 

Mercoledì 4 dicembre:

Un libro figlio di un documentario televisivo (e viceversa),sui temi attualissimi dell’immigrazione e dell’intolleranza nella provincia italiana. Con l’inviato del TG de La7 Guy Chiappaventi presenteremo “Mare Fermo” (edizioni Ensemble).

Sinossi: La squadra si chiama Save the Youths, “Salvate i giovani”. Gioca in Terza categoria, a Fermo, nelle Marche, provincia felix prima della crisi del distretto calzaturiero più famoso del mondo, trentacinquemila abitanti e centoquaranta richiedenti asilo. Nel 2016 un delitto terribile e razzista, quello di Emmanuel, un profugo nigeriano e cattolico, ucciso con un pugno da un italiano. I calciatori africani della Save the Youths hanno attraversato il deserto, sono passati dalle prigioni della Libia e poi hanno fatto la traversata in mare con il barcone. Come Alhagie Fofana detto “Barbadillo”, gambiano, muratore, che ha dovuto fare due volte il viaggio nel canale di Sicilia. Ha visto morire nella stiva quarantasette persone. Questa è la storia di una squadra precaria per definizione – tre di loro sono partiti per l’estero a metà stagione dopo le restrizioni nella concessione della protezione umanitaria – che è anche un racconto della provincia italiana nell’epoca dei porti chiusi e del rancore verso gli immigrati.

Guy Chiappaventi nato a Roma nel 1968, è giornalista e inviato del TgLa7. Ha vinto il premio Ilaria Alpi nel 1998. È autore di numerosi documentari tra cui: L’uomo nero. Storia di Massimo Carminati (premio Parise 2017); La caduta, su Siena e David Rossi; Il sindaco, il vescovo e il boss, sulla città di Gela; Le lenzuola della mafia, sull’omosessualità nella camorra e nella mafia. Ha pubblicato diversi libri di successo tra cui: Pistole e palloni (uscito in sette edizioni), Aveva un volto bianco e tirato. Il caso Re Cecconi (segnalazione al Premio FIGC Ghirelli nel 2017) e La valigia del centravanti. Nove storie di numeri 9.

A seguire Linda Legname e Adoriano Corradetti, coordinatori della Commissione Nazionale Ipovisione dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus-APS, ci illustreranno l’opuscolo “Come ti vedo io”, realizzato in occasione del Convegno Nazionale “Ipovisione: dal deficit alla riabilitazione funzionale” in programma a Messina venerdì 6 dicembre e che, come comunicato, trasmetteremo in diretta integrale.  

Alle 17:30 tornerà ai nostri microfoni Manuela Perrone, cronista politica de “il Sole 24 ore” e firma del blog, collegato al quotidiano, Alley Oop, che ha organizzato numerose iniziative in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne dello scorso 25 novembre. Si parlerà di #hodettono, ebook scritto insieme a Chiara Di Cristofaro, Flavia Landolfi e Simona Rossitto. 

#hodettonoè una una riflessione vera e documentata in merito al fenomeno della violenza sulle donne e i femminicidi e su come lo stiamo affrontando come istituzioni e come cittadini. L’ebook, scaricabile gratuitamente dal sito de “il Sole 24 ore”, è stato realizzato con il patrocinio del Dipartimento delle Pari Opportunità e la prefazione del Sottosegretario Vincenzo Spadafora. 

Manuela Perrone: classe 1977, laureata in Comunicazione d’impresa all’Università La Sapienza di Roma, master in Pari opportunità e studi di genere, è giornalista professionista dal 2003 al Sole 24 Ore dopo aver frequentato la Scuola di giornalismo radiotelevisivo di Perugia. Attualmente si occupa di politica, senza mai abbandonare l’attenzione alla questione della rappresentanza paritaria e dei diritti delle donne. Presiede l’associazione culturale “Tutto un altro genere” con cui lavora con e tra gli uomini, anche in carcere, per promuovere parità e rispetto con gli strumenti della letteratura e del teatro, in chiave di prevenzione della violenza di genere. Ha due bimbi, Virginia e Francesco Mattia. E in casa sua, naturalmente, regna la regola della condivisione.

Giovedì 5 dicembre:

Tra i vari argomenti del nostro pomeriggio approfondiremo un tragico (e per molti versi ancora oscuro) anniversario: insieme all’autore Enrico Deaglio parleremo del libro “La Bomba. Cinquant’anni di Piazza Fontana” (Feltrinelli); con noi anche il professor Marino Tambuscio

Sinossi: Pinelli è stato assolto, da Napolitano, nel 2009. Quarant’anni dopo. Calabresi è considerato un martire cattolico e ha in corso un processo di beatificazione. Il giudice Salvini, che ha scoperto i veri autori della bomba, accusa la magistratura milanese di aver taciuto colpevolmente per decenni. Due militanti anarchici scoprono dopo quarantacinque anni che quella notte, in questura, tutti hanno mentito. E l’orribile segreto è che furono tutti pedine di un grande gioco dei servizi segreti. I famosi, sconosciuti, “Affari Riservati”. Questo è un viaggio nella memoria, che ha l’andamento di un giallo. La Banca che non c’è più ma conserva l’insegna, le due lapidi per Pinelli, una vicina all’altra, e la loro storia, il palazzo di giustizia dell’era spagnolesca in cui si processarono gli anarchici per l’attentato al Teatro Diana, l’incredibile percorso di appena cento metri che Valpreda avrebbe percorso in taxi. Sono passati cinquant’anni, ma ci sono domande che ancora non hanno una risposta. Perché, per esempio, venne scelta la Banca nazionale dell’agricoltura? L’anno più tetro della storia italiana continua a essere pieno di misteri irrisolti. Tra le bombe e i depistaggi scopriamo la vera storia del tassista Rolandi e della sua accusa a Valpreda, conosciamo il gruppo di assistenti della Cattolica che per primi cominciarono a dubitare del suicidio di Pinelli, incontriamo Guido Lorenzon, un professore di francese di Maserada sul Piave che risolse il caso già lunedì 15 dicembre e lo comunicò alla giustizia. In quell’anno la musica e l’arte, con la Guernica di Enrico Baj, cambiarono Milano. 

Enrico Deaglio Laureatosi in Medicina a Torino nel 1971, comincia poi la carriera da giornalista della carta stampata e della televisione negli anni settanta, presso il quotidiano «Lotta Continua», di cui è stato direttore dal 1977 al 1982. Successivamente lavora in numerose testate tra cui «La Stampa», «Il Manifesto», «Epoca», «Panorama», «L’Unità». Tra il 1985 e il 1986 è direttore del quotidiano «Reporter» e collaboratore del quotidiano «La Stampa» di Torino. Alla fine degli anni Ottanta comincia a lavorare come giornalista televisivo per Mixer: segue in particolare le vicende della mafia in Sicilia e viene inviato per programmi di inchiesta in vari paesi. Negli anni novanta conduce vari programmi d’inchiesta giornalistica di attualità su Raitre, tra cui: Milano, Italia (gennaio-giugno ’94), Ragazzi del ’99 (1999), Così va il mondo, Vento del Nord e L’Elmo di Scipio. Dal 1997 al 2008 dirige il settimanale «Diario». Oltre ad alcune opere di narrativa, ha pubblicato vari libri-inchiesta tra cui La banalità del bene – Storia di Giorgio Perlasca (Feltrinelli), Patria 1978-2008 (il Saggiatore). Tra gli ultimi suoi lavori si ricordano: Il vile agguato (Feltrinelli), Storia vera e terribile tra Sicilia e America (Sellerio), La zia Irene e l’anarchico Tresca (Sellerio), La ferita del secolo scorso (Feltrinelli), La bomba. Cinquant’anni di Piazza Fontana (Feltrinelli).

Sarà inoltre con noi Vincenzo Massa, responsabile dell’Area Comunicazione e dell’Ufficio Stampa dell’Unione Italiana dei ciechi e degli Ipovedenti Onlus-APS, che ci presenterà il nuovo numero del Corriere dei Ciechi.

Le trasmissioni saranno condotte da Luisa Bartolucci, Chiara Maria Gargioli e Renzo Giannantonio.

Gli ascoltatori, che invitiamo a partecipare con quesiti e contributi, potranno, come di consueto, scegliere diverse modalità di intervento:

– Tramite telefono contattando durante la diretta il numero: 06-92092566 

– Inviando e-mail, anche nei giorni precedenti le trasmissioni, all’indirizzo: diretta@uiciechi.it

– Compilando l’apposito form di Slash Radio Web , o scrivendo sulla nostra pagina facebook Slash Radio Web. 

Per ascoltare Slashradio sarà sufficiente digitare la seguente stringa: http://www.uiciechi.it/radio/radio.asp (per chi utilizza il Mac, la stringa sarà: http://94.23.67.20:8004/listen.m3u).

Oppure accendere la nostra app Slash Radio Web di Erasmo di Donato, che vi invitiamo a scaricare, onde averci sempre con voi! 

Il contenuto delle trasmissioni verrà pubblicato: 

– Sul sito dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS-APS all’indirizzo http://www.uiciechi.it/ArchivioMultimediale

– sulla pagina Facebook Slash Radio Web https://www.facebook.com/SlashRadioWeb/

sulla quale andremo anche in diretta, in radiovisione ed alla quale vi invitiamo a mettere il vostro like onde divenire nostri followers, grazie.

Vi ricordiamo infine che adesso è ancora più facile ascoltarci: per i possessori dell’assistente vocale Alexa di Amazon è disponibile la skill di Slash Radio Web.

I comandi sono:

–   Alexa, AVVIA Slash Radio Web

oppure

–   Alexa APRI Slash Radio Web

di seguito il link di riferimento per Alexa Skill su Amazon Prime:

Slash Radio Web