Lezione di Integrazione con David Blow – Corso di Linfotaping, di Francesco Ciardone e Mariangela Pompilio Di Donato

Autore: Francesco Ciardone e Mariangela Pompilio Di Donato

L’I.RI.FO.R. (Istituto di ricerca formazione e riabilitazione) della regione Abruzzo, in collaborazione con l’I.ri.fo.r. centrale, su iniziativa dei fisioterapisti dell’Unione Italiana dei ciechi e degli ipovedenti d’Abruzzo, coordinato dal sig. Ciardone Francesco, componente del comitato nazionale tecnico-scientifico dei masso-fisioterapisti e dei fisioterapisti non vedenti, ha organizzato un corso di specializzazione di “linfo-taping” tenuto prof. David Blow, ideatore del metodo. Il corso di linfo-taping si è svolto l’11 e il 12 settembre 2014 e si concluderà il 15 ottobre presso il centro di riabilitazione Adriatico della fondazione papa Paolo VI con la partecipazione di 20 corsisti non vedenti e vedenti provenienti da diverse regioni. Esso costituisce la naturale prosecuzione del precedente corso di Taping neuromuscolare, organizzato sempre dall’I.RI.FO.R Abruzzo nell’anno 2013, e tenuto dallo stesso prof. Blow.
La tecnica del Taping neuromuscolare linfatico o Linfotaping prevede l’applicazione del nastro in decompressione sopra la zona di congestione e l’esecuzione di un percorso linfatico che svolga un’azione di normalizzazione della pressione idrostatica e osmotica. La corretta pressione sui vasi sanguigni e linfatici favorisce il drenaggio linfatico e la circolazione sanguigna. Sollevando la cute, aumenta lo spazio interstiziale e quindi migliorano la circolazione e l’assorbimento dei liquidi riducendo la pressione sottocutanea. Il nastro esercita un drenaggio continuo per tutto il tempo dell’applicazione. Il taping viene tagliato a ventaglio e applicato con una tensione pari a zero durante i movimenti dinamici del corpo; il nastro deve grinzare affinché sia efficace.
I fisioterapisti e i masso-fisioterapisti non vedenti, grazie alla capacità d’insegnamento del Prof. David Blow e dei tutor fisioterapisti Fabio Tumini e Martina Laudario, hanno appreso senza alcuna difficoltà il metodo di applicazione della sua tecnica; tuttavia il 15 ottobre prossimo è prevista una terza giornata riservata all’ approfondimento pratico.
La riuscita del corso è dovuta anche all’ottima collaborazione che si è venuta a creare con i colleghi vedenti permettendo così un’ottima socializzazione ed una perfetta integrazione tra i corsisti.
La testimonianza di ciò si evince dalle parole rilasciate dalla fisioterapista vedente Franca Di Paolo che ha partecipato al corso:
“Dopo l’esperienza entusiasmante dello scorso anno con il Corso di Taping Neuromuscolare di David Blow, organizzato dall’I.RI.FO.R. Regione Abruzzo, si è concluso il 12 settembre il Corso di Linfotaping (stesso docente, stessa organizzazione). Non ci sono abbastanza parole per descrivere la quantità e la qualità delle nozioni acquisite, ma soprattutto è doveroso portare a conoscenza di tutti, colleghi e non, delle emozioni che il Dott. Blow è riuscito a trasmettere e a farci condividere in maniera semplice e diretta. L’impostazione della lezione teorica e la relativa pratica ha fatto si che la condivisione sotto tutti gli aspetti avvenisse in maniera naturale. Noi fisioterapisti vedenti abbiamo appreso dai colleghi non vedenti la vera modalità di ascolto del corpo, oltre ad assistere alla grande capacità di problem solving durante la preparazione del taping (modalità di taglio con forbici e strumenti alternativi) È superfluo aggiungere, ma bello raccontare, che c’è stato uno scambio di esperienze lavorative personali che hanno confermato ad ognuno di noi l’importanza del nostro lavoro, che ha come finalità la relazione d’aiuto. E a proposito di ciò il bravissimo dott. Blow ci ha lasciato il desiderio di far parte di una delle sue missioni in Angola, Etiopia ecc…….che dire ! Una vera lezione di vita!!! Grazie a tutti!”. Franca Di Paolo, Fisioterapista
Il coordinatore regionale degli M.F.T. e dei F.T. non vedenti Francesco Ciardone e la fisioterapista Mariangela Pompilio Di Donato.