La giornata della promozione dello sport, di Milvio Caputo

Il giorno 15 del mese di dicembre 2018, presso l’Istituto Rittmayer di Trieste, organizzata dal Consiglio Regionale UICI del Friuli V.G. in collaborazione con la FISPIC, è stata realizzata “la giornata della promozione dello sport”. Oltre al Coordinatore Nazionale della Commissione dello Sport, Tempo libero e Turismo sociale e… padrone di casa Hubert Perfler, erano presenti il Vice Presidente della FISPIC, Giuseppe Vitale ed i referenti regionali e provinciali alle attività sportive del Friuli, tranne i rappresentanti di Pordenone (impegnati nel contempo a delle manifestazioni sportive). In apertura di seduta, Perfler, dopo aver ringraziato i presenti per essere intervenuti, illustra brevemente i contenuti e le motivazioni che hanno spinto la Presidenza Nazionale ad organizzare incontri di questa tipologia, finalizzati a stimolare e promuovere l’attività sportiva. È fondamentale, ha sottolineato, creare in ogni struttura territoriale degli INFO-POINT e, attraverso le schede anagrafiche, elaborate dalla Commissione STLTS, che verranno ritirate complete in ogni loro parte al termine di ogni riunione, conoscere l’esatto numero dei soci dell’Unione che praticano attività sportiva, agonistica e non. Il tutto anche per fornire dati certi agli Enti che talvolta ne fanno richiesta. Al termine dell’apprezzato intervento, Perfler passa la parola al Vice Presidente FISPIC, Giuseppe Vitale, che oltre a porgere i saluti del Presidente FISPIC, Sandro Di Girolamo, impossibilitato ad intervenire, ha ringraziato gli organizzatori per l’ottima accoglienza riservatagli. In apertura del suo intervento, sottolinea l’importanza del protocollo d’intesa sottoscritto tra l’UICI e la FISPIC, che ha permesso di riempire un vuoto, non solo istituzionale, ma anche morale, tra le due più importanti e rappresentative istituzioni dei non vedenti, evidenziando come tale iniziativa rappresenti un punto di partenza e non di arrivo. Dopo aver esposto le varie discipline sportive, Vitale ha sottolineato che le persone non vedenti non sono disabili funzionali, ma solo delle persone talvolta inespresse, sia da un punto di vista antropologico che antagonistico. Esempio pratico è quello delle ultime Paralimpiadi svoltesi in Brasile, dove atleti non vedenti hanno registrato tempi inferiori ai colleghi vedenti. Successivamente, oltre ad esporre la relazione tra lo Sport e l’educazione al movimento, ha evidenziato come la pratica sportiva educa anche sotto il profilo psico-socio-relazionale; chi pratica attività sportiva non allena solo i muscoli, ma si confronta ed interagisce per superare situazioni bloccanti, come l’abbandono, il rifiuto, la paura del confronto ecc. Al seguito dell’applaudito intervento di Vitale è intervenuto, telefonicamente, il Vice Presidente Nazionale UICI Stefano Tortini. Oltre a salutare i presenti, nel suo breve intervento ha evidenziato il notevole impegno che questa Presidenza Nazionale sta riservando al rilancio e all’incentivazione alla pratica dello Sport con lodevoli iniziative, come il Convegno sullo Sport, tenutosi a Roma a novembre 2017, i finanziamenti mirati alla creazioni di nuovi gruppi sportivi, contributi per manifestazioni ludico-sportive, l’istituzione della “giornata della promozione allo sport”. Ha affermato inoltre, che proporrà alla Presidenza Nazionale di incrementare il fondo attinente le attività sportive. Dopo l’intervento dei referenti territoriali, che hanno illustrato le attività sportive praticate nelle loro realtà, sono state ritirate le schede anagrafiche, da cui si evince che nella regione sono 61 le persone che praticano attività ludico sportive, di cui 34 donne e 27 uomini.