Garante per la disabilità, soldi per i trasporti e la speranza di voltare pagina sui diritti per la nostra categoria in Campania, di Vincenzo Massa

Autore: Vincenzo Massa

Questo fine luglio dà al consiglio regionale UICI della Campania un piccolo sollievo rispetto al tanto lavoro silenzioso di questi mesi lunghissimi. La partecipazione attiva della nostra Unione nelle audizioni che si sono susseguite per la legge sul Garante della disabilità, hanno evitato che una buona iniziativa potesse trasformarsi in fumus senza sostanza. Ora la legge è stata fatta e attendiamo con interesse il bando e l’avvio dell’attività di questa figura per capire se effettivamente anche la Campania potrà fare quel salto di qualità nella garanzia della qualità della vita e per il rispetto della dignità dei disabili. Una piccola cosa vogliamo segnalare al momento è l’apporto e il supporto che associazioni come l’Unione potranno offrire nel segnalare e nella promozione e conoscenze delle tutele per i disabili, uno degli argomenti, da noi spesso richiamati, presente nella legge è il richiamo alla convenzione Onu. Ora inizia la sfida e l’UICI non mancherà certo di continuare a far sentire la propria voce. Una voce che dovrà attivarsi subito dopo la pausa estiva quando si ripresenterà, di nuovo, il suono della campanella scolastica e accenderà i riflettori su trasporto, assistenza consistenza degli insegnanti di sostegno. Il consiglio regionale Della Campania, su proposta della giunta De Luca, ha approvato un ulteriore stanziamento di 14,5 milioni di euro per favorire i bisogni del territorio per i trasporti scolastici e l’assistenza specialistica per le scuole superiori. La nostra perplessità resta sempre la stessa, ma saranno in grado gli ambiti di essere pronti al primo suono della campanella? Per concludere questo 31 luglio per l’UICI della Campania vogliamo informare che si è avuto un incontro con l’assessore regionale al lavoro, Sonia Palmeri, con la quale oltre a fare il punto sulla situazione di stallo negli avviamenti al lavoro per la nostra categoria si deciso di attivare un tavolo permanente di collaborazione per individuare attività e soluzioni condivise sui temi del lavoro. Per restare sempre collegati alla realtà sarà un autunno di passione per l’UICI Campania sino a quando non si concretizzeranno con fatti queste aperture politiche che con tanta fatica hanno prodotto alcune importanti indicazioni il 31 luglio scorso.