Festa di primavera, di Bruna Consoli, Letizia Ardore, Rossella Ponzio, Luigi Ferrara

Autore: Bruna Consoli, Letizia Ardore, Rossella Ponzio, Luigi Ferrara

Domenica 18 giugno 2017 presso l’Azienda Agricola “Feudo Tudia” di Resuttano (CL), si è svolta la XV° edizione della “Festa di Primavera”, organizzata dal Consiglio Regionale Siciliano dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti.
Questo bellissimo evento, ha voluto rappresentare, ancora una volta, un momento di grande valore aggregativo, di solidarietà, di condivisione.
Primavera…la stagione della rinascita. Il sole torna pian piano a riscaldare i cuori, i prati si vestono di nuovi colori allo sbocciare dei fiori…i fiori sono loro, i ragazzi dell’UICI Sicilia, che hanno dipinto la giornata coi loro sorrisi e il loro entusiasmo.
La giornata è stata scandita da varie attività, tutte volte alla sensibilizzazione dei partecipanti all’uso dei sensi olfattivi, gustativi, tattilo plantare, con profumi, sapori, suoni e superfici di diverso livello, stimolando in tal modo il contatto diretto con la natura, i suoi profumi, le sue forme, le tradizioni e le culture del territorio facendoli sentire parte integrante del luogo che li ospitava.
I protagonisti hanno lavorato la farina, eseguito il percorso olfattivo delle piante aromatiche, preso atto della degustazione dei prodotti tipici del luogo, visitato la cantina ed ascoltato l’esposizione del processo di lavorazione del vino.
Successivamente al pranzo, momento di condivisione, allegria e spensieratezza, animato da balli di gruppo, karaoke e giochi vari i protagonisti e le loro famiglie hanno avuto modo di scambiarsi contatti ed dare origine a nuove amicizie.
Per noi volontari dell’UICI è stata una giornata importante, di crescita e di riflessione profonda; vedere la loro voglia di partecipare, di integrarsi, di divertirsi, di vivere nonostante la difficoltà tangibile, ci ha permesso di capire che molte volte siamo noi a porci dei limiti con le nostre barriere mentali, pensando alla disabilità come un qualcosa di insormontabile ed estremamente problematica.
Un riconoscimento particolare va ai genitori, alla loro forza, alla loro capacità di affrontare il tutto con grinta e positività senza farsi schiacciare dal peso delle difficolta, dando una prova esemplare di cosa significa vivere sorridendo nonostante tutto.

I Volontari del Servizio Civile Nazionale
In servizio presso il Centro Sociale “L. Braille” di Gela (CL)
Bruna Consoli, Letizia Ardore, Rossella Ponzio, Luigi Ferrara

foto di gruppo dei partecipanti