Celebrazione del 97° anniversario della fondazione dell’Unione Italiana dei ciechi e degli Ipovedenti – verso il centenario – proposte e prospettive, di Marilena Chiacchiari

Autore: Marilena Chiacchiari

Nella giornata del 26 ottobre 2017 il Consiglio regionale UICI Molise ha organizzato un incontro dal titolo “Celebrazione del 97° anniversario della fondazione dell’Unione Italiana dei ciechi e degli Ipovedenti – verso il centenario – proposte e prospettive”. Al Simposio hanno partecipato dirigenti locali, nonché un elevato numero di soci appartenenti alle sezioni territoriali della regione, volontari e maestranze. L’obiettivo precipuo dell’incontro è stato quello di avviare una seria riflessione sulle iniziative che i dirigenti locali UICI molisani intendono proporre per festeggiare un secolo di vita associativa attraverso la realizzazione di eventi che non siano soltanto autocelebrativi, ma che ridonino nuova linfa all’associazione stessa e nuove speranze e nuove prospettive per il miglioramento della qualità di vita di tutte le persone cieche ed ipovedenti italiane.
I festeggiamenti per questo compleanno così speciale si sono svolti presso il Centrum Palace Hotel a Campobasso; diversi e qualificati sono stati gli interventi che hanno animato l’evento: in primo luogo ha preso la parola il presidente nazionale UICI, Dott. Mario Barbuto, che con un intervento telefonico ha espresso apprezzamenti sinceri e convinti verso questa iniziativa intrapresa dal Consiglio regionale UICI Molise; successivamente, la presidente dello stesso consiglio, Marilena Chiacchiari, con una breve relazione ha accennato alle figure dei presidenti nazionali UICI che in questo secolo di vita hanno guidato il nostro amato sodalizio ed ha altresì accennato ad un paio di iniziative da proporre alla direzione nazionale UICI in occasione del centenario dell’associazione che avrà luogo nel 2020:
1) realizzazione di un’opera omnia (libro e dvd) per ripercorrere attraverso testi, documenti, testimonianze e filmati tutta la storia dell’unione italiana ciechi ed ipovedenti;
2) la realizzazione di una moneta pregiata celebrativa.
Ha preso poi la parola il prof. Marco Condidorio, dirigente nazionale UICI, nonché competente per territorio per la regione Molise, il quale ha svolto una relazione dal titolo “Dalla fondazione dell’Unione Italiana Ciechi all’attualità di Aurelio Nicolodi”; relazione in cui sono state sottolineate le tappe fondamentali che hanno rappresentato i momenti di vera svolta sia per la vita associativa che per il riscatto sociale ed umano delle persone cieche ed ipovedenti d’Italia.
Alcuni soci ed alcuni dirigenti locali hanno poi offerto il loro contributo all’avvenimento formulando osservazioni e proponendo suggerimenti inerenti le celebrazioni in occasione dell’anniversario del centenario della nostra pregiatissima associazione. Non sono mancati infine i saluti affettuosi e solidali che alcuni politici hanno voluto fare personalmente; in particolare sono intervenuti: l’Assessore alle politiche sociali del comune di Campobasso, Alessandra Salvatore; e gli Onorevoli, Danilo Leva e Massimo D’Alema che, a sorpresa, durante il momento conviviale seguito all’incontro, hanno voluto formulare gli auguri più fervidi di lunga e prosperosa vita al nostro sodalizio; momento conviviale che si è concluso con brindisi finale ed una torta sulla quale simpaticamente abbiamo fatto scrivere: “100 – 3 = 97”; abbiamo altresì proceduto alla cerimonia dello spegnimento simbolico di 97 candeline.
Marilena Chiacchiari