Progetti di servizio civile universale – Circolare del 14 Ottobre 2020

Circolare del 14 Ottobre  2020 del Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale con riferimento alla proroga al 31 gennaio 2021 dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-19.

Si rende noto che sul sito del Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale è stata pubblicata, il 14 ottobre 2020, la Circolare recante indicazioni in relazione all’impiego degli operatori volontari del servizio civile universale nell’ambito dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, con riferimento alla proroga dello stato di emergenza fino al 31 Gennaio 2021.

Con tale circolare il Dipartimento informa che sono prorogate fino al 31 gennaio 2021 tutte le indicazioni operative contenute nella circolare del 31 luglio scorso e, pertanto, “ove riportata la data del 15 ottobre 2020 essa va intesa come 31 gennaio 2021”.

Inoltre, la nuova circolare, cui si fa rinvio per una attenta lettura da parte di tutte le Strutture, ad integrazione di quanto contemplato in quella del 31 luglio fornisce ulteriori indicazioni e chiarimenti riferiti ai paragrafi 5, 10 e 12 riguardanti rispettivamente l’attività di monitoraggio e valutazione, lo status degli operatori volontari e le date di avvio in servizio e subentri.

circolare_covid_14_ottobre_-2020.pdf

Servizio Civile – Disposizioni per la redazione e la presentazione dei Progetti

Circolare del Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale recante “Disposizioni per la redazione e la presentazione dei Progetti di servizio civile per l’accompagnamento dei grandi invalidi e dei ciechi civili – Criteri e modalità di valutazione”.

Si rende noto che in data 5 ottobre  2020 sul sito del Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale è stata pubblicata la circolare recante “Disposizioni per la redazione e la presentazione dei Progetti di servizio civile per l’accompagnamento dei grandi invalidi e dei ciechi civili – Criteri e modalità di valutazione”.

Il provvedimento, tra l’altro, riporta le seguenti novità:

1. I progetti, in considerazione della loro specificità, non rientrano nell’ambito della programmazione degli interventi, e, pertanto, ad essi non si applica la Circolare del Capo del Dipartimento per le politiche giovanili e il servizio civile universale (di seguito Dipartimento) adottata in data 9 dicembre 2019.

2. In caso di decesso o rinuncia dell’assistito accompagnato si potrà provvedere alla sostituzione entro e non oltre i 30 giorni dal verificarsi dell’evento.

3. Le attività ordinarie del progetto dovranno essere svolte presso l’assistito. Tale sede, denominata come sede di effettiva prestazione del servizio, dovrà risultare come locazione principale delle attività ordinarie dell’operatore volontario.

4. Il progetto dovrà altresì prevedere ulteriori attività, da svolgersi presso la sede di attuazione del progetto, definite per una quota non superiore al 10%del numero di ore di servizio, al fine di consolidare il rapporto e stimolare momenti di confronto con l’Operatore Locale di Progetto (OLP). La presenza dell’operatore volontario dovrà essere registrata quotidianamente presso la sede di attuazione.

5. In relazione all’eventuale distanza tra la sede di attuazione e la sede di effettiva prestazione, è possibile utilizzare una diversa modalità di registrazione della presenza, prevedendo l’onere di registrazione a carico dell’assistito. Quotidianamente tale registrazione dovrà essere comunicata dall’assistito alla sede di attuazione progetto. Con cadenza settimanale, sarà cura dell’operatore volontario la consegna del foglio attestante la presenza alla sede di attuazione del progetto.

6. Tra gli elementi eventuali del progetto possono rientrare anche le previsioni di ulteriori misure a favore dei giovani, che consistono nel favorire la partecipazione al servizio civile universale dei giovani con minori opportunità e nella possibilità di usufruire per un periodo di servizio civile, della durata massima di tre mesi, di un tutoraggio finalizzato alla facilitazione dell’accesso al mercato del lavoro.

Si interessano comunque tutte le Strutture a volere prendere attenta visione e buona nota delle nuove “Disposizioni….”, (ved. allegato), tenuto conto dell’importanza che esse rivestono per la prossima redazione dei progetti e la conseguente valutazione da parte del Dipartimento.

Allegato: Circolare Presentazione Progetti

Servizio Civile – Circolare del 31 luglio 2020 del Capo Dipartimento con riferimento alla proroga al 15 ottobre 2020

Sul sito del Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale è stata pubblicata, il 31 luglio 2020, la Circolare recante indicazioni agli enti circa l’impiego degli operatori volontari nell’ambito dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, adottata alla luce del provvedimento del Consiglio dei ministri del 29 luglio 2020 con il quale è stato prorogato lo stato di emergenza fino al 15 ottobre 2020.

La circolare del dipartimento mira a raggiungere nel minor tempo possibile il ripristino delle modalità originarie di attuazione dei progetti, comunque entro e non oltre il 15 ottobre 2020,.

Inoltre, la circolare individua procedure e modalità per la gestione dei progetti anche con riferimento alle attività di formazione, di monitoraggio e valutazione.

Più in particolare viene previsto che:

1.     le Sedi che hanno provveduto alla riattivazione ordinaria o rimodulata dei progetti in modalità mista o da remoto proseguono nello svolgimento di tali progetti favorendo però il ripristino in tempi brevi  delle condizioni originarie, comunque, entro il termine del 15 ottobre con riferimento sia alle tipologie di attività sia alla modalità di attuazione, nel rispetto della sostenibilità organizzativa e della sicurezza degli operatori volontari (ved. punti 1 e 3 della circolare).

Per quanto riguarda la nostra Unione e gli Enti di accoglienza, tale disposizione riguarda le Sedi indicate nell’allegato elenco che dovranno provvedere a comunicare tempestivamente a questa Presidenza Nazionale le variazioni intervenute sullo stato dei progetti.

2.     Attività di formazione generale e specifica (punto 4 della circolare):

In continuità con quanto previsto dalla circolare del 4 aprile 2020 sono prorogati, per la fase transitoria che cesserà il prossimo 15 ottobre, i termini relativi all’erogazione delle attività di formazione rispetto alle tempistiche progettuali originarie e agli adempimenti connessi alle attività formative secondo le modalità riportate a punto 4. della circolare in esame.

Per i progetti dell’Unione tale disposizione trova applicazione solo per i progetti c. d. ordinari avviati il 24 giugno u.s. (per i progetti ex art. 40 le attività formative in discorso sono state concluse lo scorso mese di luglio).

3.     Tutte le altre disposizioni dettate dalla medesima “Circolare”, a cui si fa rinvio, concernono, tra l’altro,

a)     L’attività di monitoraggio e valutazione (punto 5);

b)     I progetti con misure aggiuntive (punto 7);

c)     Il coinvolgimento degli operatori volontari (punto 8);

d)     Lo Status degli operatori volontari (punto 10).

Allegato pdf

Allegato doc

Bando per la selezione di operatori volontari in servizio civile, pubblicato sul sito istituzionale del Dipartimento in data 04 settembre 2019.

APPROVAZIONE GRADUATORIE. AVVIO OPERATORI VOLONTARI: 24 Giugno 2020.

La Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale – Ufficio per il Servizio Civile Universale, con 2 distinte lettere del 17 giugno 2020, prot. 0019891 /4.29.3.2  (v. all. 1 e 1bis) , ha reso noto che le graduatorie relative al bando di selezione indicato in oggetto sono state approvate.

Pertanto gli operatori volontari, indicati negli elenchi allegati alle su citate lettere (v. all. 2 e 2bis), sono ammessi a prestare servizio civile a far data dal 24 giugno 2020.

Nelle stesse lettere sono elencati i nominativi dei volontari esclusi con l’indicazione delle relative motivazioni.

In allegato la documentazione sopra descritta.

Le Strutture che riceveranno i volontari, dovranno curare i seguenti adempimenti:

1. Comunicare  ai volontari che devono, il giorno di inizio attività (24/06/2020), collegarsi al sito del Dipartimento all’indirizzo www.politichegiovanilieserviziocivile.gov.it – area riservata volontari – per ottenere la versione cartacea del contratto di servizio civile universale e per fruire dei servizi personalizzati ivi indicati seguendo la seguente procedura, secondo quanto già previsto in occasione della presentazione della domanda on line:

* utilizzando lo SPID (il Sistema Pubblico di Identità Digitale)

* inserendo le credenziali rilasciate dal Dipartimento attraverso il sistema DOL (DomandaOnLine).

2. All’atto dell’assunzione in servizio, consegnare ai volontari la seguente documentazione:

a) copia della polizza di assicurazione stipulata dal Dipartimento;

b) copia del modello relativo alla comunicazione del domicilio fiscale;

c) due copie del modulo per comunicare le coordinate bancarie (IBAN) su cui accreditare le somme relative al rimborso per la partecipazione al progetto.

Detta modulistica è scaricabile dal sito www.politichegiovanilieserviziocivile.gov.it alla voce: servizio civile → enti → modulistica → moduli e documenti da consegnare ai volontari all’atto dell’assunzione.

Ai volontari dovrà inoltre essere resa disponibile la seguente documentazione:

Il DM 14 gennaio 2019 di approvazione del provvedimento recante “Disposizioni concernenti la disciplina dei rapporti tra enti e operatori volontari del servizio civile universale”;

Il progetto cui dovranno partecipare;

Il documento contenente l’indicazione dell’orario di servizio e dei nominativi delle persone di riferimento con i rispettivi incarichi e le connesse responsabilità (v. punto 2.1.1 delle citate “Disposizioni”).

Relativamente alla documentazione indicata sopra ai punti n. 1 e n. 2 lett. b) e c) l’operatore volontario dovràprovvedere a:

– sottoscrivere e consegnare alla Struttura di riferimento il contratto di servizio civile;

– compilare, sottoscrivere e consegnare il modulo per la comunicazione del domicilio fiscale;

– attivarsi per l’apertura del conto corrente bancario al fine di potere compilare e sottoscrivere il modulo IBAN da consegnare alla sede di servizio.

Raccolta la sopra indicata documentazione, la Struttura curerà i seguenti adempimenti:

  1. riportare il codice IBAN del conto corrente e degli altri dati richiesti per ciascun operatore volontario sul file .csv che si trasmette in allegato.

Il file dovrà essere trasmesso come allegato all’indirizzo di posta elettronica gestionescv@uiciechi.it entro il 10 Luglio 2020.

  1. Entro la stessa data dovrà pervenire il CD/DVD-Rom contenente i seguenti file in formato .pdf:

2.1  il contratto sottoscritto dalle parti e vistato dall’operatore locale di progetto indicando in calce la data di effettiva presentazione in servizio;

2.2  modulo di comunicazione del domicilio fiscale, debitamente compilato e sottoscritto dal volontario;

2.3  copia della tessera sanitaria contenente anche il codice fiscale;

2.4  modulo per l’accreditamento dei compensi (modulo IBAN), debitamente compilato e sottoscritto dal volontario (prima parte), e dal Responsabile della Struttura (ultima parte) con l’indicazione della data iniziale e finale del servizio quest’ultima fissata al 23 giugno 2021.

Ricordiamo di annotare sulla copertina del CD/Rom – DVD titolo e codice del progetto.

La documentazione cartacea relativa e tutta la sopra descritta documentazione dovrà essere inserita nei fascicoli personali dei volontari e conservata agli atti della Struttura che li impiega.

Al fine di aggiornare i dati presenti sul sistema Helios, tutte le Strutture dovranno comunicare urgentemente, mediante l’allegato 3, il numero dei volontari che hanno prestato il consenso ad essere avviati il 24/06/2020 (v. anche comunicato di questa Presidenza Nazionale n. 74 del 04/05/2020).

L’apposito ufficio della Presidenza Nazionale è a disposizione per ogni ulteriore dettaglio o chiarimento.

Si prega vivamente i presidenti che riceveranno i volontari di voler rivolgere loro un caldo indirizzo di benvenuti, a nome del Presidente Nazionale che ringrazia tutti i ragazzi e tutte le ragazze per l’impegno che metteranno nello svolgimento del loro servizio.

Allegato n. 1

Allegato n. 1 bis

Allegato n. 2

Allegato n. 2 bis

Allegato n. 3: Report Informazioni volontari

Allegato 4: FILE CSV PER IBAN

Rapporto sul Servizio Civile Volontario

Progetti avviati il 25 marzo 2019 (n. 74) e il 30 aprile 2019 (n. 1 Sezione di Alessandria) (Bando per la selezione di 28.967 volontari da impiegare in progetti di servizio civile universale in Italia e all’estero).

Le vigenti disposizioni in materia di accreditamento pongono l’obbligo agli Enti iscritti all’albo nazionale del Servizio Civile Universale di “realizzare un rapporto sul servizio civile svolto presso le sedi di attuazione gestite, con riferimento ai progetti inseriti in ciascun bando annuale”.

Questa Presidenza Nazionale deve pertanto predisporre tale rapporto per il servizio svolto dagli operatori volontari impiegati nei progetti avviati alle date indicate in oggetto.

A tal fine è necessario che le Strutture interessate (allegato 1) provvedano a comunicare a questa Sede Nazionale i seguenti dati:

1) Dati morfologici dei progetti:

    – titolo del progetto attivato e realizzato

    – numero dei volontari previsti nel progetto;

2) Dati morfologici dei volontari:

    – numero dei volontari impiegati nell’anno distinti per sesso, titolo di studio e regione di provenienza;

3)- Competenze acquisite dai volontari durante la realizzazione dei progetti, crediti formativi e tirocini attivati e loro effettiva spendibilità nel mondo del lavoro e degli studi.

Al fine di facilitare la raccolta e la trasmissione dei dati e delle notizie si allega alla presente un elenco generale dei progetti attivati e già conclusi (all. 1) e un prospetto con l’indicazione delle specifiche voci oggetto della rilevazione (all. 2).

In caso di presenza di più progetti relativi alla medesima Sede deve essere compilata una scheda per ognuno di essi.

I prospetti dovranno pervenire a questa Sede Centrale entro la data del 30 GIUGNO 2020 avendo cura di inviarli, come file allegato, all’indirizzo e-mail gestionescv@uiciechi.it. Raccomandiamo la massima precisione nell’esposizione dei dati.

ALLEGATO 1

ALLEGATO 2

Servizio Civile Universale – Formazione generale dei volontari avviati il 14 novembre 2019

FORMAZIONE GENERALE degli operatori volontari avviati il 14 novembre 2019 per la realizzazione dei progetti ex art. 40 l. 289/2002

Si fa riferimento al comunicato della Presidenza Nazionale UICI del 15/02/2020 n. 31 di pari oggetto, per fornire le seguenti indicazioni relativamente a quanto disposto al punto 4 della circolare del Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale del 4 giugno 2020.

1. Le attività relative ai corsi di formazione generale dovranno concludersi entro il 24 giugno 2020.

2. Con la circolare citata in premessa è stata autorizzata l’erogazione a distanza della formazione. Le ore potranno essere calcolate nel computo di quelle erogate con metodologia frontale.

3. Le Sezioni, ove non abbiano già provveduto, sono interessate a fare pervenire con urgenza a questa Sede Nazionale il “file excel csv” seguendo le indicazioni in esso riportate per ogni singolo campo (all. 2 al comunicato UICI n. 31).

4. Somministrare ai volontari il questionario al fine di monitorare i risultati della formazione (all. 3 al comunicato UICI n. 31). Si ricorda che tali questionari e le conseguenti valutazioni non devono essere trasmessi a questa Sede Centrale ma conservati agli atti presso la Sezione stessa.

5. Compilare, al termine dello svolgimento della formazione generale, l’apposito “Modulo F” (all. 4 al comunicato UICI n. 31).

6. Compilare, il modello per concessione del contributo finanziario (all. 5 al comunicato UICI n. 31).

7. Porre in essere tutti gli altri adempimenti previsti nel comunicato UICI cui si fa riferimento (Composizione del Registro generale della formazione).

8. L’originale del modulo F (scheda di certificazione + scheda elenco volontari) e il modello per la concessione del contributo finanziario debitamente compilati e sottoscritti dovranno pervenire a questa Sede Nazionale entro il 24 giugno 2020.

9. i Formatori, a conclusione del corso, dovranno provvedere a compilare il previsto questionario (all. 6 al comunicato UICI n. 31) che dovrà pervenire a questa Sede Centrale entro il 10 luglio 2020.

Servizio Civile – Progetti ex art. 40 l. 289/2002: Prosecuzione del servizio anche in caso di rinuncia o morte dell’assegnatario

L’art. 8 comma 3 del bando per la selezione di complessivi 766 volontari, di cui 763 da impiegare in progetti di servizio civile per l’accompagnamento dei grandi invalidi e dei ciechi civili, indetto con decreto dipartimentale del 18/04/2019, testualmente recita:

Nel caso di rinuncia/morte del beneficiario dell’assistenza, il volontario terminerà il servizio nella stessa data della rinuncia/morte e non potrà essere impiegato in altre attività dell’ente….”.

In risposta alla richiesta di varie Sezioni di consentire all’operatore volontario la prosecuzione del servizio anche in caso di rinuncia o morte del non vedente, la Presidenza Nazionale è intervenuta in tal senso presso il Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale che, in data 22 maggio u.s., si è pronunciato favorevolmente, mediante la seguente nota:

In considerazione della situazione emergenziale legata alla diffusione dell’epidemia da Covid-19, si fa presente che in via eccezionale si consente, al verificarsi della circostanza descritta nella precitata nota di codesto Ente, che l’operatore volontario non cessi automaticamente dal servizio civile, ma venga destinato all’accompagnamento di altro non vedente, del quale tuttavia il Dipartimento deve conoscere le generalità, anche per i riflessi che il beneficio comporta ai fini dell’indennità di accompagnamento Inps.

Ovviamente occorre inoltrare allo scrivente Ufficio una specifica richiesta da parte del soggetto non vedente che subentra come persona accompagnata”.

Con l’occasione, ricordiamo che la rinuncia o la cessazione anticipata per qualsiasi causa, da parte del fruitore, deve essere tempestivamente comunicata a questa Sede Nazionale unitamente, ricorrendo il caso, alla richiesta e alla documentazione prodotta dall’altro non vedente che beneficerà dell’accompagnamento.

Nel caso non si verificasse quest’ultima ipotesi, cioè la richiesta di accompagnamento da parte di altro fruitore, l’operatore volontario dovrà cessare dal servizio.   

Grazie Nouria, volontaria del Servizio civile

A Feltre, in provincia di Belluno, nota per l’elegante Castello di Alboino, per il palio locale e per il bellissimo santuario di San Vittore e Corona, patrono della città, troviamo Nouria Ismael, 29 anni. Nouria, è volontaria del #serviziocivileuniversale ed è impegnata a svolgere il suo anno di attività presso l’UICI (Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti) nel progetto “servizio di accompagnamento ciechi civili – Belluno 3.0”. Nouria si occupa del servizio di accompagnamento, supporto e sostegno alla sig.ra Simona Zanella, che purtroppo ha perduto totalmente le capacità visive. In questo momento difficile per tutto il Paese, Nouria ci racconta: “Ho deciso di non interrompere il servizio civile perché non mi sentivo di lasciarla sola in questo momento, perché Simona avrebbe trascorso la settimana senza avere la possibilità di ricevere aiuti da altre persone. Una delle principali altre attività che ho svolto dall’inizio del servizio civile, a metà novembre, è stata quella di recarmi presso vari istituti delle scuole superiori del feltrino, incontrando i giovani studenti e rispondendo alle loro curiosità. Tutto ciò con lo scopo di informare e sensibilizzare i ragazzi su questa tipologia di disabilità, a molti ignota, in modo che, con una migliore conoscenza, vengano a cadere pregiudizi e barriere psicologiche che spesso rendono difficile l’avvicinamento alle disabilità sensoriali. In questo ultimo periodo in cui, per evitare il diffondersi del COVID 19, gli spostamenti sono stati limitati ed il servizio civile è stato ridotto strettamente alle ore necessarie, ho svolto l’attività quasi totalmente da remoto, con ricerche e videochiamate o, quando necessario, con il recapito della spesa a domicilio. Ritengo che sia proprio in particolari situazioni come queste, che il servizio civile acquista tutta la sua importanza e dimostra la sua utilità”.

Grazie Nouria e grazie a tutti i giovani che si prendono cura delle persone più fragili.