UNICREDIT bando di gara per sostegno alla disabilità sull’infanzia

Riceviamo e diffondiamo :

Vi informiamo che abbiamo lanciato alcuni giorni fa  la Call Rest Cent Italy 2021 con l’obiettivo di ricevere da parte di Enti No Profit candidature di progetti di solidarietà a sostegno delle disabilità nell’infanzia.

La Call ha durata dal 2 al 30 novembre 2020 e i due progetti vincitori saranno scelti dal personale UniCredit Italia tra cinque iniziative selezionate da una apposita Commissione nominata dalla Fondazione. https://www.unicreditfoundation.org/it/pressmedia/news/rest-cent-italy-call-2021.html

Entro la data del 22 gennaio 2021 UniCredit Foundation informerà via e-mail i due Enti No Profit che hanno proposto i progetti vincitori e ne pubblicherà i nomi sul proprio sito web insieme alla descrizione del progetto.  I due progetti vincitori saranno finanziati con la raccolta fondi denominata “Rest-Cent Italy”, alla quale i dipendenti di UniCredit Italia potranno dare la loro adesione nel periodo compreso tra gennaio e dicembre 2021 per donare i centesimi dello stipendio netto mensile. L’ammontare raccolto sarà infine raddoppiato dalla Fondazione e versato in parti uguali ai due progetti vincitori, entro il 28 febbraio 2022 (cfr. bando in allegato – per qualsiasi ulteriore informazione: restcentitaly@unicreditfoundation.org).

È una iniziativa preziosa, pertanto se conoscete qualche associazione no profit che sta affrontando progetti di questo genere contiamo sul vostro passa parola.

CALL REST-CENT ITALY 2021

Iniziativa rivolta a sostenere progetti a sostegno delle disabilità nell’infanzia

1) OBIETTIVO

UniCredit Foundation (di seguito anche “Fondazione”) lancia un bando denominato “Call Rest-Cent Italy 2021” (di seguito “Call”) con l’obiettivo di ricevere candidature di progetti di solidarietà a sostegno delle disabilità nell’infanzia da parte di Enti No Profit.

La Fondazione selezionerà secondo le modalità di seguito descritte due progetti vincitori, a cui verrà assegnato un importo il cui ammontare sarà stabilito sulla base delle indicazioni di seguito riportate.

Il contributo devoluto dalla Fondazione ai due progetti selezionati sarà raccolto attraverso una iniziativa denominata Rest-Cent Italy, che vedrà coinvolto tutto il personale di UniCredit Italia che vorrà prenderne parte, aderendo ad una raccolta fondi tramite donazione dei centesimi del proprio stipendio netto mensile. I fondi totali raccolti saranno raddoppiati da UniCredit Foundation. A tale scopo la Fondazione destina alla presente iniziativa la somma di € 40.000 e si riserva di valutarne l’integrazione, qualora la somma raccolta attraverso le donazioni del personale UniCredit dovesse superare tale ammontare.

La “Call Rest-Cent Italy 2021” prevede il coinvolgimento del personale UniCredit in Italia anche nella scelta dei due progetti finalisti beneficiari della donazione.

Il personale sarà infatti chiamato ad esprimere una preferenza sui progetti proposti dalle organizzazioni non profit, all’interno di una short-list di cinque iniziative individuate da una apposita Commissione presieduta da un membro del Consiglio di Amministrazione della Fondazione. I primi due progetti votati dal personale UniCredit saranno i beneficiari dei fondi raccolti attraverso le adesioni all’iniziativa Rest-Cent Italy espresse da gennaio a dicembre 2021. L’ammontare raccolto sarà raddoppiato dalla Fondazione e riconosciuto in parti uguali alle organizzazioni con i due progetti vincitori, entro il 28 febbraio 2022.

La Call, lanciata attraverso la pubblicazione sul sito web di UniCredit Foundation il 2 novembre 2020, si chiuderà il 30 novembre 2020.

2) REQUISITI DI PARTECIPAZIONE

La Call è riservata a tutte le organizzazioni non profit che operano in Italia, Enti No Profit del Terzo Settore (di seguito “Enti No Profit”) aventi i requisiti di cui all’art. 4 del D. lgs 117/2017, ancorché non iscritto al Registro Unico del Terzo Settore, che presentino progetti il cui scopo sia il sostegno all’infanzia.

Per partecipare l’Ente No Profit dovrà rispettare i seguenti requisiti:

1. essere costituito come Ente No Profit del Terzo Settore in data antecedente il 31/12/2018 e operare in Italia;

2. presentare un progetto di solidarietà a favore dell’infanzia preferibilmente diffuso sull’intero territorio nazionale o i cui effetti siano comunque il più possibile estesi alle necessità espresse dall’intero territorio nazionale o da larga parte di esso;

3. presentare un progetto focalizzato in particolare sulle disabilità; tale progetto potrà essere indirizzato, ad esempio, al settore delle cure e dell’assistenza, a quello della sensibilizzazione o della formazione sui temi della disabilità, così come ai temi della facilitazione dell’inclusione sociale dell’infanzia disabile.

3) MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE

Per partecipare alla Call, gli Enti No Profit dovranno inviare la propria candidatura alla Fondazione via e-mail esclusivamente all‘indirizzo restcentitaly@unicreditfoundation.org indicando nell’oggetto “Call Rest-Cent Italy 2021 + nome associazione”.

L’Ente Non Profit dovrà allegare alla e-mail i seguenti documenti, tutti in formato pdf (pena l’esclusione dalla Call):

1. copia dello statuto (se disponibile, è sufficiente indicare il link della relativa pagina web);

2. copia del bilancio 2019 (se disponibile, è sufficiente indicare il link della relativa pagina web);

3. presentazione esaustiva della proposta progettuale comprensiva delle seguenti indicazioni: presentazione sintetica dell’Ente proponente; descrizione del progetto e del bisogno a cui risponde con specificati obiettivi, attività, eventuale metodologia, piano economico (costi e risorse), ammontare del contributo richiesto a UniCredit Foundation, tempistiche (durata e data di inizio prevista), aree geografiche di impatto, beneficiari (numero e tipologia), altri indicatori di impatto/valore;

4. certificazione di adeguata verifica, da richiedere alla banca ove l’Ente No Profit ha il conto corrente che verrà indicato per ricevere la donazione (tale certificazione non è necessaria nel caso in cui il conto corrente sia presso UniCredit);

5. Scheda di sintesi (Allegato 1 alla presente Call);

6. Modulo di autodichiarazione firmato dal legale rappresentante (Allegato 2 alla presente Call).

Ciascun Ente No Profit potrà presentare un solo progetto.

UniCredit Foundation si riserva la facoltà di richiedere all’Ente No Profit qualsiasi altra documentazione ritenga necessaria al fine di garantire UniCredit da rischi anche di natura reputazionale, seguendo quanto previsto dalle procedure di UniCredit SpA per la gestione delle operazioni di erogazione liberale.

Al fine di garantire la correttezza della partecipazione alla Call, UniCredit Foundation potrà avvalersi, ove necessario, della collaborazione delle funzioni deputate ai controlli interni di UniCredit.

4) SCADENZE

Gli Enti No Profit potranno inviare la propria candidatura entro e non oltre le ore 24.00 (CET) del 30 novembre 2020.

Entro la data del 22 gennaio 2021 UniCredit Foundation informerà via e-mail i due Enti No Profit più votati dal personale UniCredit in Italia e ne pubblicherà i nomi sul proprio sito web insieme alla descrizione del progetto.

I due Enti No Profit vincitori saranno i beneficiari dei fondi raccolti grazie alle adesioni all’iniziativa Rest-Cent Italy espresse dal 1° gennaio al 31 dicembre 2021. Al termine della raccolta, UniCredit Foundation raddoppierà l’ammontare donato. L’importo complessivo verrà suddiviso e devoluto in parti uguali entro il 28 febbraio 2022 ai due Enti No Profit proponenti i due progetti selezionati dal personale UniCredit.

UniCredit Foundation si riserva di valutare, d’intesa con UniCredit, l’opportunità di organizzare un evento di presentazione dei progetti ritenuti meritevoli del contributo.

5) PROCESSO DI SELEZIONE

Successivamente alla chiusura della Call, la Fondazione provvederà ad una verifica formale del rispetto dei requisiti previsti a bando da parte di tutte le candidature.

Le candidature che supereranno questo controllo verranno esaminate, entro un mese dalla chiusura della Call, da una Commissione Valutatrice nominata dal Consiglio di Amministrazione di UniCredit Foundation, composta da cinque membri e presieduta da un Consigliere di UniCredit Foundation. La Commissione, che dovrà anche valutare la compatibilità/complementarietà dei progetti presentati con quelli già in essere, provvederà ad individuare, a suo insindacabile giudizio, i cinque progetti che, successivamente, verranno sottoposti al voto del personale UniCredit in Italia.

Il processo di votazione che vede il coinvolgimento del personale UniCredit sarà gestito attraverso una piattaforma intranet aziendale e verrà completato entro il 22 gennaio 2021.

La partecipazione alla Call implica la piena e incondizionata accettazione di quanto contenuto nel presente Regolamento.

6) CONTATTI

Per qualsiasi ulteriore informazione, potrete contattare UniCredit Foundation -Piazza Gae Aulenti, UniCredit Tower A – 20154 Milano, Italia all’indirizzo e-mail:

restcentitaly@unicreditfoundation.org

Milano, 2 novembre 2020

CALL REST-CENT ITALY 2021 ALLEGATO 1 -Scheda di sintesi per la candidatura

La presente Scheda di sintesi deve obbligatoriamente accompagnare la candidatura e tutta la documentazione descritta al Punto 3 del Bando

ENTE BENEFICIARIO (inserire anche logo)

Data Costituzione

Sito web

Sede Legale

Sede Operativa

Nome Progetto

Costo totale del Progetto (€)

Importo richiesto (€)

Altri Enti Promotori/Sostenitori

Aree geografiche di riferimento

Aree di intervento

 CURE E ASSISTENZA  FORMAZIONE/SENSIBILIZZAZIONE  INCLUSIONE  RICERCA

Nominativo Referente da contattare e recapiti

DESCRIZIONE SINTETICA DELL’ENTE BENEFICIARIO OBIETTIVO GENERALE SINTETICO DEL PROGETTO DA SOSTENERE BREVE DESCRIZIONE QUALITATIVA E NUMERICA DEI SOGGETTI BENEFICIARI RIEPILOGO DELLE ATTIVITA’ PREVISTE Luogo e Data ____________, ____/____/____

Firma del Legale Rappresentante …………………………………………………………..

CALL REST-CENT ITALY 2021 ALLEGATO 2 -Autodichiarazione dell’Ente beneficiario

La presente Autodichiarazione deve obbligatoriamente accompagnare la candidatura e tutta la documentazione descritta al Punto 3 del Bando

Nome Ente beneficiario

C.F e/o Partita IVA

Nomi dei membri degli organi di governo e/o di gestione dell’Ente beneficiario (inclusa la data di nascita)

1. 2. 3.

Nome del Legale Rappresentante (inclusa la data di nascita)

1.

L’Ente beneficiario e/o i membri degli organi di governo e/o di gestione dell’Ente beneficiario sono stati condannati per crimini di corruzione o di estorsione, riciclaggio, frode, evasione fiscale, violazione diritti umani e violazioni ambientali e sociali?

2. I membri degli organi di governo e/o di gestione dell’Ente beneficiario risultano essere persone “connesse”1” ad un Pubblico Ufficiale2?

Se “SI”, si prega di riportare ulteriori dettagli:

1 “Persona connessa” si riferisce a:

i. il coniuge o il convivente del Pubblico Ufficiale;

ii. i figli del Pubblico Ufficiale;

iii. ogni altro parente e parente acquisito fino al quarto grado di un Pubblico Ufficiale.

2 Persona assunta, nominata o eletta a svolgere una funzione legislativa, amministrativa, giudiziaria, o un’altra funzione pubblica per:

• un Paese o territorio. Ciò comprende anche ogni ripartizione di tale Paese o territorio, o organizzazioni che integrano al loro interno più di un Paese o territorio;

• un’agenzia, dipartimento o ente pubblico di tale Paese o territorio, comprese le ripartizioni di tale paese o territorio e le organizzazioni che integrano al loro interno più di un Paese o territorio;

• un’impresa, organizzazione o entità posseduta o controllata da uno dei soggetti di cui sopra. Tra queste sono comprese le società di proprietà pubblica o a controllo pubblico. Un’entità si considera normalmente a controllo pubblico quando vi è un soggetto pubblico con almeno una delle seguenti condizioni:

-partecipazione superiore al 50%

-maggioranza dei diritti di voto

-maggioranza in consiglio di amministrazione, o

-altri indizi di posizione di controllo (es. golden share, poteri speciali dell’autorità pubblica).

Sono comprese anche le banche centrali, i fondi sovrani e qualsiasi iniziativa imprenditoriale che sia a sua volta posseduta o controllata da

un’entità pubblica. Non tutti i dipendenti delle entità di questo tipo devono essere considerati Pubblici Ufficiali, in quanto è necessario determinare se la persona in questione svolga effettivamente una funzione legislativa, amministrativa, giudiziaria, o un’altra funzione pubblica. Un elemento per determinare ciò può essere il potere decisionale/di autorizzazione e la rappresentanza legale rispetto a dette funzioni (es. il Top Management, l’Amministratore Delegato, il CFO di una società pubblica sarà considerato diversamente da un dipendente della stessa società che non abbia analoghi poteri);

• un’organizzazione pubblica internazionale, es. O.N.U., Unione Europea, Banca Mondiale, Fondo Monetario Internazionale, ecc. Questa definizione comprende, qualora noti e operanti in veste ufficiale, i membri delle famiglie reali, i funzionari dei partiti politici e i candidati a cariche pubbliche.

Gli esponenti o i dipendenti di organizzazioni che svolgono compiti di vigilanza con poteri investigativi o disciplinari su qualsiasi Società del Gruppo UniCredit, indipendentemente da chi abbia la proprietà o il controllo di tali organizzazioni, saranno considerati Pubblici Ufficiali. Un Pubblico Ufficiale che inequivocabilmente agisca in veste strettamente privata nei confronti del Gruppo non dovrà essere trattato quale

Pubblico Ufficiale, salvo il caso che l’utilità sia volta o possa essere percepita come volta ad influenzare il destinatario nella sua veste di Pubblico Ufficiale. La persona, tuttavia, non cessa di essere un Pubblico Ufficiale per il solo fatto di aver affermato di agire in veste di privato cittadino.

SI

NO

SI

NO

5

3. I membri degli organi di governo e/o di gestione dell’Ente beneficiario hanno un rapporto 3 di parentela con dipendenti del Gruppo UniCredit? Se “SI”, si prega di riportare ulteriori dettagli:

SI NO

4. Vi sono operazioni significative (ad esempio un finanziamento o un contratto di servizio) in corso tra UniCredit e l’Ente beneficiario e/o con membri degli organi di governo e/o di gestione dell’Ente beneficiario?

SI NO

Se “SI”, si prega di riportare ulteriori dettagli:

5. Gli organi di governo e/o di gestione dell’Ente beneficiario sono nominati / eletti in tutto o in parte (almeno 1/3) da partiti politici o gruppi politici? Se “SI”, si prega di riportare ulteriori dettagli:

SI NO

6. Negli ultimi 24 mesi, l’Ente beneficiario ha ricevuto e/o ha erogato somme pari o superiori a 5.000 euro all’anno per finanziare partiti politici, gruppi politici o politici e/o persone con responsabilità istituzionali? Se “SI”, si prega di riportare ulteriori dettagli:

SI NO

Luogo e Data ___________________, ____/____/____

Firmando questa Dichiarazione mi assumo la responsabilità in relazione alla veridicità delle informazioni qui contenute

(Legale Rappresentante dell’Ente beneficiario) 3 Il Coniuge o il partner convivente, I figli, ogni altro parente e parente acquisito fino al quarto grado.

Servizio Civile Universale – Progettazione 2020

Con viva soddisfazione, si comunica che il programma di intervento di servizio civile universale presentato da questa Presidenza Nazionale che coinvolge tutte le sedi dell’Unione e degli Enti di accoglienza, ha ottenuto il punteggio di 93.0, classificandosi così tra le prime venti posizioni nella graduatoria provvisoria che è stata pubblicata il 10 novembre u.s. sul sito del Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile.

Vi terremo costantemente informati sulle successive fasi del procedimento