News – Assunzioni nel settore pubblico (GU 3,4,5,6 – Serie Speciale – Concorsi ed Esami)

Tipologia di richiesta: Concorso pubblico per N. 4 posti di “coadiutori amministrativi”, a tempo indeterminato, cat. B, riservato ai disabili di cui all’art. 1 della legge 68/1999
(rif. GU n. 3 dell’11-01-2019)
Sede di lavoro: Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana sede di Roma
Requisiti richiesti:
– essere iscritti negli elenchi di cui la legge n. 68/99 (indicare la percentuale di invalidità pena esclusione);
– diploma di maturità;
– conoscenza della lingua inglese;
– conoscenze informatiche.
Il bando è consultabile alla pagina www.izslt.it
Modalità di partecipazione: per titoli ed esami. La domanda di partecipazione dovrà essere presentata esclusivamente tramite il raccomandata con avviso di ricevimento indirizzata alla Direzione Gestione Risorse Umane dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana M. Aleandri – Via Appia Nuova 1411 – 00178 Roma.
Propedeutico all’assunzione sarà la partecipazione ad un tirocinio formativo.
Scadenza: 11 febbraio 2019.
Informazioni utili: presso la Direzione Gestione Risorse Umane (tel. 06/79099418).

Tipologia di richiesta: Avviso relativo all’assunzione di n. 11 posti di “operatore di amministrazione”, a tempo pieno ed indeterminato, categoria B, riservato ai disabili di cui all’art. 1 della legge 68/1999
(rif. GU n. 4 del 15-01-2019)
Sede di lavoro: Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale
RIFERIMENTO NEWS – ASSUNZIONI COLLOCAMENTO MIRATO REGIONE LAZIO

Tipologia di richiesta: Concorso pubblico per N. 3 posti di “assistente amministrativo”, a tempo indeterminato e pieno, cat. C, riservato ai disabili di cui all’art. 1 della legge 68/1999
(rif. GU n. 4 del 15-01-2019)
Sede di lavoro: Azienda Sanitaria Unica Regionale.
I possibili inserimenti potrebbero essere presso l’ASUR MARCHE – Area Vasta n. 1 (1 posto); l’ASUR MARCHE – Area Vasta n. 3 (1 posto); l’A.O.U. Ospedali Riuniti di Ancona (1 posto).
Requisiti richiesti:
– essere iscritti negli elenchi di cui la legge n. 68/99;
– diploma di istruzione secondaria di secondo grado.
Il bando è consultabile alla pagina www.asur.marche.it
Modalità di partecipazione: per titoli ed esami. La domanda di partecipazione dovrà essere presentata, alternativamente:
– per mezzo raccomandata con avviso di ricevimento indirizzata al Direttore Generale dell’ASUR presso la Direzione dell’ASUR – Via G. Oberdan n. 2, 60122 Ancona.
Sulla busta i candidati dovranno indicare le proprie generalità e riportare la seguente dicitura: “Contiene domanda di partecipazione al concorso pubblico per n. 4 posti di Assistente Amministrativo (cat. C) riservato alle categorie di cui agli artt. 1 e 18 L. 68/99”.
– consegna a mano presso l’Ufficio Protocollo della Direzione medesima;
– a mezzo PEC al seguente indirizzo: asur@emarche.it.
La domanda di partecipazione dovrà essere inviata da una casella elettronica PEC appartenente al candidato. Nell’oggetto andrà riportata la seguente dicitura: “Contiene domanda di partecipazione al concorso pubblico per n. 4 posti di Assistente Amministrativo (cat. C) riservato alle categorie di cui agli artt. 1 e 18 L. 68/99”.
Scadenza: 14 febbraio 2019.
Informazioni utili: presso l’Ufficio Personale della Direzione Asur (tel. 071/2911665-666).

Tipologia di richiesta: Concorso pubblico per N. 1 posto di “collaboratore professionale sanitario fisioterapista”, a tempo pieno ed indeterminato, cat. C1.
(rif. GU n. 4 del 15-01-2019)
Sede di lavoro: Casa di Riposo di Cartigliano (VI)
Requisiti richiesti:
– laurea di primo livello in Scienze delle Professioni Sanitarie della Riabilitazione, abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista oppure Diploma Universitario in Fisioterapista;
– iscrizione al relativo albo professionale.
Il bando è consultabile alla pagina www.casadiriposocartigliano.it
Modalità di partecipazione: per esami. La domanda di partecipazione dovrà essere presentata alternativamente:
– per mezzo raccomandata con avviso di ricevimento indirizzata all’Ufficio Protocollo – Casa di Riposo di Cartigliano – Via San Pio X n. 15, 36050 Cartigliano (VI).
Le domande di partecipazione dovranno pervenire entro il termine di scadenza.
– consegna a mano presso l’Ufficio Protocollo della Struttura medesima;
– a mezzo PEC al seguente indirizzo: casaripcartigliano@legalmail.it.
La domanda di partecipazione dovrà essere inviata da una casella elettronica PEC appartenente al candidato. Gli allegati dovranno essere inviati in formato PDF.
Scadenza: 22 febbraio 2019
Informazioni utili: presso il Servizio del Personale della Struttura (tel. 0424/590284).

Tipologia di richiesta: Avviso relativo all’assunzione di n. 1 posto di “centralinista telefonico”, riservato ai disabili di cui alla Legge n. 113/1985.
(rif. GU n. 5 del 18-01-2019)
Sede di lavoro: Ministero della Giustizia, presso la Procura della Repubblica di Massa.
Modalità di avviamento: Avviamento con chiamata numerica riservata agli iscritti negli appositi elenchi tenuti dagli Uffici di competenza. NOTA BENE: i soggetti interessati a partecipare all’avviamento non dovranno inoltrare domanda di partecipazione al Ministero della Giustizia ma rivolgersi al Servizio Collocamento obbligatorio di competenza chiedendo, nel dettaglio, i termini dell’avviso di selezione.
L’avviso è presente anche alla pagina www.giustizia.it
Scadenza: 30 giorni, dalla data di pubblicazione
Informazioni utili: presso il Servizio per il Collocamento Mirato di competenza.

Tipologia di richiesta: Avviso relativo all’assunzione di n. 1 posto di “centralinista telefonico”, riservato ai disabili di cui alla Legge n. 113/1985.
(rif. GU n. 5 del 18-01-2019)
Sede di lavoro: Ministero della Giustizia, presso il Tribunale di Modena.
Modalità di avviamento: Avviamento con chiamata numerica riservata agli iscritti negli appositi elenchi tenuti dagli Uffici di competenza. NOTA BENE: i soggetti interessati a partecipare all’avviamento non dovranno inoltrare domanda di partecipazione al Ministero della Giustizia ma rivolgersi al Servizio Collocamento obbligatorio di competenza chiedendo, nel dettaglio, i termini dell’avviso di selezione.
L’avviso è presente anche alla pagina www.giustizia.it
Scadenza: 30 giorni, dalla data di pubblicazione
Informazioni utili: presso il Servizio per il Collocamento Mirato di competenza.

Tipologia di richiesta: Concorso pubblico per N. 2 posti di “collaboratore professionale sanitario fisioterapista”, a tempo pieno ed indeterminato, cat. D.
(rif. GU n. 6 del 22-01-2019)
Sede di lavoro: Istituti Milanesi Martinitt e Stelline e Pio Albergo Trivulzio di Milano
Requisiti richiesti:
– laurea in Fisioterapia oppure Diploma Universitario in Fisioterapia o titolo equipollente.
Il bando è consultabile alla pagina www.iltrivulzio.it
Modalità di partecipazione: per titoli ed esami. La domanda di partecipazione dovrà essere presentata ESCLUSIVAMENTE IN MODALITA’ TELEMATICA seguendo le istruzioni riportate sul sito internet https://iltrivulzio.iscrizioneconcorsi.it.
Scadenza: 21 febbraio 2019
Informazioni utili: presso la struttura medesima (tel. 02/40291).

Tipologia di richiesta: Concorso pubblico per N. 2 posti di “istruttore amministrativo-contabile”, a tempo pieno ed indeterminato, Cat. C, posizione economica C1, riservato ai disabili di cui all’art. 1 della legge 68/1999
RIAPERTURA DEI TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE
(rif. GU n. 6 del 22-01-2019)
Sede di lavoro: Provincia di Belluno
Requisiti richiesti:
– essere iscritti negli elenchi di cui la legge n. 68/99;
– diploma di maturità;
– conoscenza della lingua inglese;
– conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse.
Il bando è consultabile alla pagina www.provincia.belluno.it
Modalità di partecipazione: per soli esami. La domanda di partecipazione dovrà essere presentata, alternativamente:
– per mezzo raccomandata con avviso di ricevimento indirizzata alla Provincia di Belluno – Servizio Risorse Umane – Via S. Andrea n. 5, 32100 Belluno.
Le domande di partecipazione dovranno pervenire entro il termine di scadenza.
– consegna a mano presso l’Ufficio Protocollo della Provincia medesima;
– a mezzo PEC al seguente indirizzo: provincia.belluno@pecveneto.it.
La domanda di partecipazione dovrà essere inviata da una casella elettronica PEC appartenente al candidato. Gli allegati dovranno essere inviati in formato PDF.
Scadenza: 4 marzo 2019.
Informazioni utili: presso l’Ufficio Personale (tel. 0437/959210-959298 oppure inviando una e-mail all’indirizzo personale@provincia.belluno.it).

Tipologia di richiesta: Concorso pubblico per N. 1 posto di “collaboratore professionale amministrativo”, cat. D, riservato ai disabili di cui all’art. 1 della legge 68/1999
(rif. GU n. 6 del 22-01-2019)
Sede di lavoro: Azienda Sanitaria Locale di Novara
Requisiti richiesti:
– essere iscritti negli elenchi di cui la legge n. 68/99;
– Laurea in Scienze dell’Economia e della Gestione Aziendale;
– Laurea in Scienze Economiche;
– Laurea specialistica in Scienze Economico-Aziendali; Scienze dell’Economia; laurea magistrale in Scienze Economiche Aziendali o in Scienze dell’Economia;
– Laurea conseguita con il vecchio ordinamento in Economia Aziendale o Economia e Commercio.
Il bando è consultabile alla pagina www.asl.novara.it
Modalità di partecipazione: per titoli ed esami. La domanda di partecipazione dovrà essere presentata ESCLUSIVAMENTE IN MODALITA’ TELEMATICA seguendo le istruzioni riportate sul sito internet https://aslnovara.iscrizioneconcorsi.it.
Scadenza: 21 febbraio 2019.
Informazioni utili: presso il Servizio Gestione Personale e Valorizzazione delle Risorse Umane di Viale Roma n. 7 di Novara.

Piemonte – L’inserimento lavorativo dei disabili visivi

Un successo il convegno organizzato da UICI Piemonte con istituzioni, università, aziende e associazioni

Circa 3.000 posti di lavoro per disabili vacanti nella sola provincia di Torino, a fronte di 36.000 iscritti al collocamento. Con le debite proporzioni, la situazione è pressoché identica nel resto del Piemonte, ma le aziende faticano ad assumere, spesso a causa di stereotipi o pregiudizi, e il lavoro da compiere in termini culturali e di sensibilizzazione è ancora tanto.
È quanto emerso in occasione del convegno dedicato all’inserimento lavorativo dei disabili visivi, organizzato dall’UICI (Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti) del Piemonte nella prestigiosa cornice di Palazzo Lascaris, sede del Consiglio regionale. La mattinata ha avuto il merito di riunire personalità provenienti da ambiti diversi: al dibattito hanno preso parte i rappresentanti di istituzioni, università, agenzie, imprese e associazioni. “Tutti i relatori, ciascuno dal suo punto di vista – dice il presidente di UICI Piemonte, Adriano Gilberti, che ha aperto i lavori del convegno – hanno lanciato un messaggio chiaro ovvero che non è più il tempo delle logiche assistenzialiste. Le persone disabili non sono costi aziendali “a perdere”. Al contrario, se messi nelle giuste condizioni, possono diventare risorse preziose, come tanti inserimenti di successo dimostrano, sia in ambito pubblico che privato. Le tecnologie per l’inclusione ci sono, ma servono fiducia e impegno da parte di tutti. Le professioni “storiche” (quella del centralinista e del fisioterapista) hanno ancora valore, ma oggi più che mai bisogna esplorare strade alternative e puntare su una formazione di qualità. Ai disabili visivi le potenzialità e le possibilità non mancano”.
Dopo i saluti del presidente Gilberti, a fare gli “onori di casa” è stato il presidente del Consiglio Regionale Nino Boeti, che ha portato i saluti dell’intera assemblea. Durante la mattinata è intervenuta anche l’assessore regionale al Lavoro, Gianna Pentenero, la quale ha sottolineato l’impegno della Regione per trovare alternative alle professioni di una volta, ampiamente soppiantate dalla tecnologia, sottolineando “l’importanza di riorganizzare servizi di inserimento delle persone disabili, partendo dalle potenzialità dei singoli da un’attenta analisi dei fabbisogni delle aziende per dare risposta alle migliaia di persone iscritte nelle liste speciali. Perché ciò avvenga occorre che tutti gli attori in campo siedano attorno a un tavolo e propongano soluzioni concrete in grado di ricostruire un modello che va ripensato”. La consigliera regionale Valentina Caputo ha ricordato l’impegno per una legge regionale che favorisca l’accessibilità in diversi ambiti, a cominciare dal lavoro (proprio in questi giorni è calendarizzata la discussione in aula) e ha ribadito l’importanza delle associazioni nel loro ruolo di “ponte” tra cittadini e istituzioni.
A livello normativo, “l’Italia avrebbe ottime leggi, guardate con interesse anche a livello europeo. Il problema è che in molti casi i testi rimangono lettera morta”. Questo il pensiero dell’avvocato Marco Pronello, persona non vedente iscritta all’UICI, esperto in diritto e disabilità, uno tra i primi relatori a prendere la parola durante il convegno. Il riferimento è, in particolare, alla legge 68/1999, una sorta di pietra miliare nel percorso di integrazione. “Superando le vecchie ‘gabbie occupazionali’, il testo ha introdotto il principio del collocamento mirato”. L’inserimento lavorativo non è più visto semplicemente come un obbligo da parte delle aziende. Per la prima volta, viene riconosciuto il diritto della persona disabile a costruirsi, con libertà, una carriera professionale, in base alle sue risorse e alle sue inclinazioni (quindi anche al di fuori dei lavori “tradizionali” del centralinista e fisioterapista). Una conquista preziosa, “ma spesso ancora poco compresa e poco sfruttata. La legge 68/1999 avrà davvero dato i suoi frutti quando le persone con disabilità visiva occuperanno posizioni dirigenziali all’interno della pubblica amministrazione. E magari qualcuno sarà ai vertici di una grande azienda”.
Per un buon inserimento lavorativo servono, prima di tutto, basi solide. Bisogna investire sulla formazione. Fondamentale, quindi, il coinvolgimento delle università. L’ateneo torinese, in particolare, si è distinto per alcuni progetti inclusivi: “da tempo lavoriamo sull’accessibilità dei contenuti, sulla formazione di studenti e docenti, anche attraverso l’adozione di specifiche linee guida, e sulla creazione di percorsi che seguano i giovani anche dopo la laurea” ha sottolineato la professoressa Marisa Pavone, delegata del rettore per la disabilità. Particolarmente interessante l’esperienza maturata all’interno del dipartimento di matematica, dove, lavorando su software e altre tecnologie per l’inclusione, si sono raggiunti eccellenti risultati, consentendo anche a persone con disabilità visiva di accedere a testi contenenti formule, grafici e tabelle. Tutto questo – come ha raccontato la professoressa Anna Capietto, docente di matematica – rende più accessibili le discipline scientifiche (che fino a pochi anni fa parevano precluse alle persone con disabilità visiva), ma ha anche sviluppi molto interessanti sul piano occupazionale. Da qualche tempo questo prezioso lavoro ha trovato una “casa”, un luogo fisico in cui esprimersi: è il laboratorio “Sergio Polin”, che si trova all’interno del dipartimento di matematica e che opera per favorire il coinvolgimento degli studenti disabili.
La seconda parte della mattinata è stata dedicata alle esperienze di persone con disabilità visiva che hanno sperimentato percorsi innovativi e che grazie a questi hanno potuto inserirsi con successo in aziende pubbliche e private. Oggi esistono realtà che facilitano questo processo virtuoso. È il caso di Abile Job, società che lavora per far incontrare le risorse dei lavoratori disabili con le richieste delle aziende. “La sfida è proprio questa: mettere le aziende nella condizione di superare diffidenza e dubbi, dettati quasi sempre dalla scarsa conoscenza o consapevolezza delle necessità delle persone disabili e degli strumenti a loro disposizione. – ha spiegato l’amministratore delegato Renzo Marcato -. Superando i preconcetti da una parte e le vecchie logiche assistenzialiste dall’altra, cerchiamo di partire dalle richieste aziendali e proporre profili coerenti. E i casi di successo non mancano”. Tra i tanti, sono stati illustrati alcuni inserimenti di persone cieche e ipovedenti in grandi aziende come Unicredit e Reale Mutua Assicurazioni o in organismi pubblici come l’Agenzia delle Entrate. Storie diverse, accomunate però da alcune caratteristiche: una grande forza di volontà e un costante impegno da parte delle persone disabili, un atteggiamento di ascolto e disponibilità da parte delle aziende, l’uso sistematico della tecnologia come possibilità di integrazione.
I lavori sono stati moderati dal presidente di UICI Torino, l’avvocato Franco Lepore.

Foto panoramica scattata durante il Convegno

Foto panoramica scattata durante il Convegno

Foto di Franco Lepore e Gianna Pentenero durante il Convegno

Foto di Franco Lepore e Gianna Pentenero durante il Convegno

Adriano Gilberti durante un'intervista dopo il Convegno

Adriano Gilberti durante un’intervista dopo il Convegno

Piemonte – Convegno: “L’inserimento lavorativo dei disabili visivi: norme, potenzialità, esperienze e opportunità”

venerdì 25 gennaio 2019
Palazzo Lascaris, Sala Viglione
via Alfieri, 15 – Torino

In tempi difficili, segnati da una generale crisi del mercato del lavoro, garantire un futuro occupazionale alle persone con disabilità non è affatto semplice. L’assunzione di un disabile è ancora vissuta dalle aziende come un obbligo di legge da assolvere. È ancora opinione diffusa che il lavoratore con disabilità sia scarsamente produttivo, da seguire costantemente, tutelato da Associazioni e Sindacati sempre pronti e agguerriti in sua difesa. Inoltre le aziende e i lavoratori con disabilità denunciano di non avere figure di riferimento competenti a cui rivolgersi in caso di bisogno. Tutto questo evidenzia quanto sia ancora lontana una diffusa cultura inclusiva da parte del mondo del lavoro.
Le nuove tecnologie e l’innalzamento del livello di studio consentono alle persone con disabilità visiva di avere grandi potenzialità. Oggi un lavoratore cieco o ipovedente può svolgere diverse mansioni all’interno delle aziende e può ricoprire anche ruoli dirigenziali e direttivi.
Con questo convegno vogliamo promuovere la conoscenza delle principali norme nazionali e regionali che trattano l’inserimento lavorativo delle persone con disabilità visiva. Nel contempo vogliamo condividere buone prassi al fine di facilitarne il collocamento lavorativo. Molte aziende non sono pienamente a conoscenza delle potenzialità di un disabile visivo e non conoscono gli strumenti idonei per rendere accessibile una postazione di lavoro. Sarebbe quindi auspicabile stimolare il raccordo con i vari soggetti che si occupano di collocamento mirato. È quanto mai opportuno creare una rete tra istituzioni, università, aziende, sindacati e associazioni, in modo da conciliare il diritto all’inclusione lavorativa delle persone con disabilità con le esigenze di efficienza e produttività delle imprese.
Questo è effettivamente un modo nuovo per rapportarsi alle aziende, per rispettare lo spirito della legge, fondato sul principio dell’inserimento mirato e non dell’obbligo, e per realizzare politiche attive più efficaci per le persone con disabilità.
Siamo fermamente convinti che una persona con disabilità, se messa nelle giuste condizioni, può lavorare al pari degli altri colleghi e può essere una risorsa per le aziende ed in generale per la società.

PROGRAMMA
ore 9.00 Accoglienza dei partecipanti

ore 9.15 Presentazione dei lavori

ore 9.30 Saluto delle autorità
Nino Boeti – Presidente del Consiglio Regionale del Piemonte
Gianna Pentenero – Assessore al lavoro della Regione Piemonte
Adriano Gilberti – Presidente Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti del Piemonte

ore 9.40 La normativa di riferimento per l’inserimento lavorativo delle persone con disabilità
Marco Pronello – Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti

ore 10.00 La formazione universitaria accessibile
Marisa Pavone e Anna Capietto – Università degli Studi di Torino

ore 10.20 Procedure per l’inserimento lavorativo dei disabili visivi in Piemonte
Claudio Spadon – Agenzia Piemonte Lavoro

ore 10.40 La condizione lavorativa del disabile visivo in azienda e le nuove opportunità lavorative
Valter Calò – Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti

ore 11.00 Pausa lavori

ore 11.20 L’importanza di una consulenza specifica e di qualità per le aziende
Renzo Marcato – Amministratore Delegato Abile Job

ore 11.40 Il Disability Manager per le aziende
Francesca Bonsi Magnoni – Disability Manager Unicredit

ore 12.00 La riconversione dei centralinisti telefonici non vedenti e il progetto Con_Tatto
Anna Nicolò e Maria Teresa Insalaco – Agenzia delle Entrate

ore 12.15 Il percorso di Reale Mutua
Ester Tornavacca – Reale Mutua

ore 12.30 Dibattito

ore 13.00 Chiusura dei lavori
Moderatore: Franco Lepore – Presidente Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti – Sezione di Torino

Per ulteriori informazioni:
Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti
Consiglio Regionale del Piemonte
tel. 011 56 27 870
segreteria@uicpiemonte.it
www.uicpiemonte.it

Assunzioni nel settore pubblico (GU 100,101 – Serie Speciale – Concorsi ed Esami)

Tipologia di richiesta: Concorso pubblico per N. 1 posto di “collaboratore amministrativo”, a tempo indeterminato e pieno, cat. giuridica B3, riservato ai disabili di cui all’art. 1 della legge 68/1999
RIAPERTURA DEI TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE in quanto il bando ha incluso di diritto la partecipazione a concorrere anche ai privi della vista e ai sordomuti in precedenza esclusi.
(rif. GU n. 100 del 18-01-2019)
Sede di lavoro: Istituto degli Innocenti di Firenze
Requisiti richiesti:
– essere iscritti negli elenchi di cui la legge n. 68/99;
– diploma di maturità;
– conoscenza di una lingua straniera tra l’inglese o il francese;
– conoscenza base delle apparecchiature informatiche più diffuse;
Il bando è consultabile alla pagina www.istitutodeglinnocenti.it
Modalità di partecipazione: per esami. La domanda di partecipazione dovrà essere presentata, alternativamente:
– per mezzo raccomandata con avviso di ricevimento indirizzata all’Istituto degli Innocenti – Piazza SS Annunziata n. 12 – 50122 Firenze.
Sulla busta i candidati dovranno riportare la seguente dicitura: “Concorso pubblico per esami per l’assunzione riservata ai soggetti disabili di cui all’art. 1 della legge 12 marzo 1999 n. 98 “Norme per il diritto al lavoro dei disabili” di n. 1 unità di personale a tempo indeterminato e pieno con profilo professionale di “collaboratore amministrativo” Categoria giuridica B3 CCNL del personale non dirigente del comparto funzioni locali”.
– consegna a mano presso l’Ufficio Protocollo Generale dell’Istituto medesimo;
– a mezzo PEC al seguente indirizzo: istitutodeglinnocenti@pec.it.
Nell’oggetto andrà riportata la seguente dicitura “Concorso pubblico per esami per l’assunzione riservata ai soggetti disabili di cui all’art. 1 della legge 12 marzo 1999 n. 98 “Norme per il diritto al lavoro dei disabili” di n. 1 unità di personale a tempo indeterminato e pieno con profilo professionale di “collaboratore amministrativo” Categoria giuridica B3 CCNL del personale non dirigente del comparto funzioni locali”.
La domanda di partecipazione dovrà essere inviata da una casella elettronica PEC appartenente al candidato. I documenti dovranno essere prodotti in un unico file formato PDF.
Scadenza: 17 gennaio 2019.
Informazioni utili: presso il Servizio Risorse Umane (tel. 055/2037367-368).

Tipologia di richiesta: Concorso pubblico per N. 2 posti di “assistente amministrativo”, a tempo indeterminato e pieno, cat. C, riservato ai disabili di cui all’art. 1 e 18 della legge 68/1999
(rif. GU n. 100 del 18-12-2018)
Sede di lavoro: Istituto Oncologico Veneto di Padova
Requisiti richiesti:
– essere iscritti negli elenchi di cui la legge n. 68/99 (specificare il Centro per l’Impiego presso il quale si è iscritti);
– diploma di istruzione secondaria di secondo grado;
Il bando è consultabile alla pagina www.ioveneto.it
Modalità di partecipazione: per titoli ed esami. La domanda di partecipazione dovrà essere presentata ESCLUSIVAMENTE IN MODALITA’ TELEMATICA seguendo le istruzioni riportate sul sito internet https://ioveneto.iscrizioneconcorsi.it.
Scadenza: 17 gennaio 2019.
Informazioni utili: presso il Servizio Risorse Umane e Affari Generali (tel. 049/8215648).

Tipologia di richiesta: Concorso pubblico per N. 2 posti di “coadiutore amministrativo senior”, a tempo indeterminato e pieno, cat. BS, riservato ai disabili di cui all’art. 1 della legge 68/1999
(rif. GU n. 100 del 18-12-2018)
Sede di lavoro: Istituto Oncologico Veneto di Padova
Requisiti richiesti:
– essere iscritti negli elenchi di cui la legge n. 68/99 (specificare il Centro per l’Impiego presso il quale si è iscritti);
– titolo di istruzione secondaria di primo grado;
– attestato di superamento di 2 anni di scolarità dopo il diploma di istruzione secondaria di primo grado.
Il bando è consultabile alla pagina www.ioveneto.it
Modalità di partecipazione: per titoli ed esami. La domanda di partecipazione dovrà essere presentata ESCLUSIVAMENTE IN MODALITA’ TELEMATICA seguendo le istruzioni riportate sul sito internet https://ioveneto.iscrizioneconcorsi.it.
Scadenza: 17 gennaio 2019.
Informazioni utili: presso il Servizio Risorse Umane (tel. 049/8215648 oppure all’indirizzo e-mail: concorsi@iov.veneto.it).

Tipologia di richiesta: Avviamento a selezione per il reclutamento a tempo indeterminato di n. 6 unità di personale da inquadrare nella seconda area, fascia retributiva F1, riservato ai disabili di cui all’art. 1 della legge 68/1999
(rif. GU n. 101 del 21-12-2018)
Sede di lavoro: Ministero dell’Economia e Finanze di Bari
Modalità di avviamento: Avviso di selezione. NOTA BENE: i soggetti interessati non dovranno inoltrare diretta domanda di partecipazione al suddetto Ministero, ma rivolgersi al competente Dipartimento politiche di sviluppo, lavoro, formazione e ricerca – Ufficio politiche del lavoro, chiedendo, nel dettaglio, i termini dell’avviso di selezione.
Scadenza: 30 giorni, dalla data di pubblicazione
Informazioni utili: presso il Servizio per il Collocamento Mirato.

Tipologia di richiesta: Corso-concorso pubblico per N. 1 posto di “istruttore amministrativo”, a tempo indeterminato e pieno, cat. C, riservato ai disabili di cui all’art. 1 della legge 68/1999
(rif. GU n. 101 del 21-12-2018)
Sede di lavoro: Comune di Cuneo
Requisiti richiesti:
– essere iscritti negli elenchi di cui la legge n. 68/99;
– diploma di istruzione secondaria di secondo grado;
Il bando è consultabile alla pagina www.comune.cuneo.it
Modalità di partecipazione: per esami. La domanda di partecipazione dovrà essere presentata, alternativamente:
– per mezzo raccomandata con avviso di ricevimento indirizzata al Comune di Cuneo – Ufficio Protocollo – Via Roma n. 28 – 12100 Cuneo;
– consegna a mano presso l’Ufficio Protocollo del Comune medesimo;
– a mezzo PEC al seguente indirizzo: protocollo.comune.cuneo@legalmail.it
Nell’oggetto andrà riportata la seguente dicitura: “Domanda di partecipazione al corso-concorso pubblico per “Istruttore amministrativo” – procedura riservata – presso il Comune di Cuneo”.
I documenti dovranno essere prodotti in formato PDF.
Scadenza: 20 gennaio 2019.
Informazioni utili: presso il Servizio Personale – Ufficio Assunzioni (tel. 0171/444234-233-378).

Collocamento mirato Regione Lazio: Assunzioni disabili enti pubblici e aziende private su Roma e Provincia – legge 68/1999

Tipologia di richiesta: Avviso pubblico- Inserimento lavorativo per l’Anno 2018 per l’avviamento al lavoro di personale disabile, riservato esclusivamente a coloro che alla data del 27/12/2018, sono presenti negli elenchi legge 68/1999 tenuti da uno dei Centri per l’Impiego della Regione Lazio (quindi, potranno partecipare tutti gli iscritti alle liste di cui all’art. 8 della legge 68/1999 presso uno dei Centri per l’Impiego sul territorio della Regione Lazio).
La responsabilità istruttoria dell’Avviso (ricezione delle domande, predisposizione della graduatoria e avviamento al lavoro) è in capo all’Ufficio S.I.L.D- Centro per l’Impiego della Città Metropolitana di Roma, in Via Raimondo Scintu n. 106.
Fonte amministrativa: Regione Lazio, Determinazione 17/12/2018, n. G16515 (pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio N. 104, Supplemento n. 1, 27/12/2018)
Sedi di lavoro: Allegato B dell’Avviso (di seguito testualmente riportato)
Modalità di avviamento: A domanda dell’interessato, tramite procedura telematica, che è tenuto ad inserire on-line la propria candidatura all’indirizzo www.regione.lazio.it/avvisolegge68, già attivo.
Abilitato alla consegna cartacea brevi manu della domanda di partecipazione- che, si ricorda, è in ogni caso alternativa a quella telematica- è solo l’Ufficio S.I.L.D- Centro per l’Impiego della Città Metropolitana di Roma, in Via Raimondo Scintu n. 106, I° piano, a partire dal prossimo lunedì 14 gennaio (quindi, gli interessati all’avviamento al lavoro, residenti in altre Province del Lazio, non potranno consegnare domande cartacee presso i rispettivi CPI; essi dovranno, o recarsi direttamente a Roma per consegnare in cartaceo la propria candidatura, oppure- soluzione consigliata, a nostro avviso- collegarsi alla pagina all’indirizzo www.regione.lazio.it/avvisolegge68 e procedere comodamente da casa).
Nota Bene: Non saranno prese in considerazione le domande spedite a mezzo telegramma, fax, posta ordinaria, posta raccomandata, posta elettronica e posta elettronica certificata (PEC).
Verrà stilata, dal S.I.L.D. di Roma, una apposita graduatoria (entro il 29/03/2019), limitata solo a coloro che aderiranno all’Avviso. Chi non presenterà la domanda di partecipazione- telematicamente o in cartaceo presso l’Ufficio S.I.L.D. di Roma- non verrà preso in considerazione per l’avviamento al lavoro in uno dei posti di cui all’Allegato B (riportato in calce), sebbene risulti regolarmente iscritto alle liste della legge 68/1999.
Dovrà essere inviata una sola, generica, domanda di partecipazione (già i campi da compilare sono prefissati nel form messo a diposizione dalla Regione Lazio). Nel caso di trasmissione di più domande di partecipazione, verrà ritenuta valida esclusivamente l’ultima temporalmente inviata, al quale verrà assegnato un Numero di protocollo. Non è possibile, altresì, modificare una domanda già inviata; qualora si rendesse necessaria la modifica di una domanda già inviata, ad esempio per l’inserimento di ulteriori dati, sarà necessario ripetere la procedura di partecipazione, che annullerà, sostituendola integralmente, quella prima effettuata, con la generazione di un nuovo Numero di Protocollo.
Scadenza: Giovedì 31 gennaio 2019, entro le ore 12,30, a pena di esclusione.
Requisiti richiesti, in possesso al 27 dicembre 2018:
– iscrizione in uno degli elenchi legge 68/1999 dei CPI della Regione Lazio (Nota bene: non è richiesta la residenza nella Regione Lazio, ma semplicemente l’iscrizione in uno dei Centri per l’impiego della Regione Lazio)
Fonte normativa: art. 8, comma 1, legge 68/1999, così come modificato dall’art. 7, comma 1, lett. a) del D.lgs 151 del 14/09/2015: “Le persone….., che risultano disoccupate e aspirano ad una occupazione conforme alle proprie capacità lavorative, si iscrivono nell’apposito elenco tenuto dai servizi per il collocamento mirato nel cui ambito territoriale si trova la residenza dell’interessato, il quale può, comunque, iscriversi nell’elenco di altro servizio nel territorio dello Stato, previa cancellazione dall’elenco in cui era precedentemente iscritto….”
– un’età anagrafica compresa tra i 18 anni (16 anni per le aziende private) e l’età pensionabile;
– documento di identità, in corso di validità (Nota bene: la domanda di partecipazione presentata senza copia del documento di identità è da considerarsi nulla);
– verbale di invalidità o di cecità civile (per i non vedenti, in assenza del verbale d’invalidità, verrà considerata, ai fini dell’individuazione, la percentuale d’invalidità tabellata al Decreto ministeriale della Sanità 5 febbraio 1992);
– copia della relazione conclusiva ai sensi della L. 68/99 e ai sensi dell’art. 6, comma 1 del DPCM 13/01/2000 o, se non ancora in possesso, copia della richiesta inoltrata per via telematica all’INPS, territorialmente competente;
– dichiarazione reddituale (730, certificazione UNICA), in autocertificazione;
– stato di famiglia, anche in autocertificazione.
Informazioni utili: per telefono al Numero Verde della Regione Lazio 800.818282; per e-mail all’indirizzo di posta elettronica della Regione Lazio: callcenterimpiego@regione.lazio.it
Anche il Consiglio Regionale Uici Lazio e l’Ufficio Lavoro e Previdenza PN Uici, collaborando con gli Uffici pubblici per il Collocamento mirato, si rendono disponibili a fornire, a chiunque fosse interessato, tutte le informazioni del caso: Per l’Uici Lazio tel. 06/86391117; per l’Uici Presidenza Nazionale Tel. 06/69988331.

Allegato B:
ELENCO POSTI DI LAVORO DISPONIBILI PRESSO DATORI DI LAVORO PUBBLICI E PRIVATI
Nota Bene: Deve essere presentata una sola, generica, domanda di partecipazione all’Avviso Pubblico riservato alle persone con disabilità di cui all’art. 1 comma 1 della L. 68/99 e ss.mm.ii., telematicamente alla pagina www.regione.lazio.it/avvisolegge68 o a mano all’Ufficio S.I.L.D. di Roma Città Metropolitana.

A.G.B. COMPANY SPA, Via Ponte Piscina di Cupa, OUTLET CASTEL ROMANO, N. 1 posto per AIUTO COMMESSA Part-Time 30 ore settimanali distribuite su turni organizzati settimanalmente

AGENZIA DELLE DOGANE, SEZIONE DOGANE, Via M. Carucci 71, 00143 ROMA, N. 1 posto per OPERATORE DOGANALE Licenza media – Tempo pieno e indeterminato

AGENZIA DELLE ENTRATE, Via Giorgione 159, 00147 ROMA, N. 6 posti per OPERATORE (orientamento, accoglienza e prima informazione) Licenza media e patente ECDL o corso di informatica della durata minima di 200 ore, legalmente riconosciuto e con esami finali – Tempo pieno e indeterminato

ANAC, Via M. Minghetti 10, 00187 ROMA, N. 1 posto per ADDETTO AI SERVIZI INTERNI
Licenzia media e patente ECDL – Tempo pieno e indeterminato

ANSF, AGENZIA NAZIONALE PER LA SICUREZZA DELLE FERROVIE, Via Alamanni 2, 50123 FIRENZE, N. 3 posti per OPERATORE AMMINISTRATIVO Licenza media – Tempo pieno e indeterminato

ANSV, AGENZIA NAZIONALE PER LA SICUREZZA DEL VOLO, Via Attilio Benigni 53, 00156 ROMA, N. 1 posto per OPERATORE – AUTISTA Licenza media, patente di guida di tipo B, patente ECDL – Tempo pieno e indeterminato

ASL ROMA 5, Via Acquaregna 1/15, 00019 TIVOLI (RM), N. 9 posti per OSS – OPERATORE SOCIO SANITARIO Licenza media ed attestato di qualifica professionale Operatore Socio Sanitario – Tempo pieno e indeterminato

AXIOS ITALIA SERVICE SRL, Via E. Filiberto 190, ROMA, N. 1 posto per TECNICO INFORMATICO Diploma e conoscenza di almeno uno dei seguenti linguaggi: Java 6-7, Spring MVC, Bootstrap 2, Javascript, Hibernate, dotNet, C#, Security e Java JPA, Maven, SQL No turni – Orario di lavoro dal lun. al ven. h. 9/13 – 14/17- Raggiungibile con mezzi pubblici

BIOPHARMA SRL ROMA, Via delle Gerbere 20/22, N. 1 posto per OPERAIO Manutentore meccanico esperto – Perito meccanico o diploma attinente – tempo pieno e indeterminato – turni su 5 giorni anche notturni

BIOPHARMA SRL ROMA, Via delle Gerbere 20/22, N. 1 posto per IMPIEGATO Supervisore dati stabilità – Laurea in Chimica e tecnologie sostenibili o in ambito farmaceutico – tempo pieno e indeterminato – turni su 5 giorni anche notturni

BIOPHARMA SRL ROMA, Via delle Gerbere 20/22, N. 1 posto per IMPIEGATO Specialista reparto assicurazione qualità – Laurea in Chimica e tecnologie sostenibili o in ambito farmaceutico – tempo pieno e indeterminato – turni non notturni

COMUE DI ALBANO LAZIALE, Piazza della Costituente 1, ALBANO LAZIALE (RM), N. 1 posto per OPERATORE AMMINISTRATIVO Licenza media, patente ECDL – Tempo pieno e indeterminato

COMUNE DI ANZIO, Piazza Cesare Battisti 25, 00042 ANZIO (RM), N. 2 posti per ECUTORE AMMINISTRATIVO Licenza media, patente ECDL – Tempo pieno e indeterminato

DOMUS SRL ROMA, Via delle Terme di Tito 72, N. 1 posto OPERAIO Addetto alle pulizie 7 livello – titolo di studio non richiesto – tempo indeterminato part time 24 ore – turni ven-sab 18:00 p.m. alle ore 2,00 p.m. dom: 17:00 p.m. alle ore 01:00 p.m.

ERGIFE SPA, Via Aurelia 619, ROMA, N. 2 posti per OPERAIO Facchino ai saloni Part-time 24 h. – Turni su 5/6 giorni compresi festivi, domenicali e notturni – Raggiungibile con mezzi pubblici

FONDAZIONE PATRIZIO PAOLETTI, Via R. Bacone 6 00197 ROMA, N. 1 posto per IMPIEGATO Tecnico delle pubbliche relazioni (face to face c/o Centri commerciali, in strada e/o eventi a sostegno dei progetti della Fondazione) – Buona capacità relazionale e conoscenza di inglese e francese – No turni – Raggiungibile con mezzi pubblici

ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ, Viale Regina Elena 299, 00161 ROMA, N. 5 posti per OPERATORE TECNICO Licenza media – Tempo pieno e indeterminato

MINISTERO AFFARI ESTERI, Piazzale della Farnesina 1, 00135 ROMA, N. 11 posti per OPERATORE DI AMMINISTRAZIONE Buona conoscenza lingua inglese, conoscenza delle applicazioni informatiche più diffuse e disponibilità di recarsi all’estero Licenza media – Tempo pieno e indeterminato

MINISTERO DELL’AMBIENTE, Via Cristoforo Colombo 44, 00154 ROMA, N. 3 posti per ADDETTO AI SERVIZI AMMINISTRATIVI

MINISTERO DELL’INTERNO, Piazza del Viminale 1, 00184 ROMA, N. 2 posti per OPERATORE AMMINISTRATIVO Licenza media – Tempo pieno e indeterminato

MINISTERO DELL’INTERNO, Piazza del Viminale 1, 00184 ROMA, N. 2 posti per AUSILIARIO Licenza media – Tempo pieno e indeterminato

OSTERIA COPPELLE SRL, Piazza delle Coppelle 54, ROMA, N. 1 posto per CAMERIERE
Diploma – Part-time 21 ore – Presenza di turni – Raggiungibile con mezzi pubblici

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI, Via della Mercede 96, 00184 ROMA, N. 21 posti per ADDETTO AI SERVIZI INTERNI Licenza media, patente ECDL o attestato di qualifica professionale attinente al profilo richiesto Tempo pieno e indeterminato

ROCCO FORTE & FAMILY, Via del Babuino 9, ROMA, N. 1 posto per OPERAIO Facchino ai piani Diploma di scuola alberghiera – Turni su 5/6 giorni compresi festivi, domenicali e notturni – Full-time 40 ore – Raggiungibile con mezzi pubblici

SL LUXURY RETAIL SRL, Piazza San Lorenzo in Lucina 7, ROMA, N. 2 posti per ADDETTO ALLE VENDITE Part-time 20 ore – No turni – Raggiungibile con mezzi pubblici

UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI ROMA “FORO ITALICO”, Piazza Lauro De Bosis 15, 00135 ROMA, N. 2 posti per ADDETTO AI SERVIZI TECNICI AUSILIARI Licenza media e patente ECDL Tempo pieno e indeterminato

USL ROMA 3, Via Casal Bernocchi 73, 00125 ROMA, N. 1 posto per COADIUTORE AMMINISTRATIVO Licenza media e patente ECDL- Tempo pieno e indeterminato

VILLA PINCIANA SRL (HOTEL BLED, Via Santa Croce in Gerusalemme 40, ROMA- HOTEL TORINO, Via Principe Amedeo 8, ROMA – HOTEL ELISEO, Via di Porta Pinciana, ROMA) N. 30 posti per FACCHINO AI PIANI Pulizia ordinaria e straordinaria delle camere, pulizia luoghi comuni, rifornimento frigobar e trasporto bagagli – titolo di studio non richiesto – tempo pieno e indeterminato 6:40 ore per 6 giorni a settimana – turni non notturni

VILLA PINCIANA SRL (HOTEL PACE ELVEZIA, Via IV Novembre 104, ROMA – HOTEL HERMITAGE, Via E. Vajana 12/18, ROMA), N. 2 posti per CAMERIERE ai piani (pulizia ordinaria delle camere) – titolo di studio non richiesto – tempo pieno e indeterminato 6:40 ore per 6 giorni a settimana – no turni

VILLA PINCIANA SRL (HOTEL BLED, Via Santa Croce in Gerusalemme 40, ROMA- HOTEL VIMINALE, Via Cesare Balbo 31, ROMA), N. 2 posti per PORTIERE DI NOTTE Check-in e check-out, gestione prenotazioni, fatturazione, pagamenti e assistenza clienti – Diploma di scuola media superiore e conoscenza lingua inglese – tempo pieno e indeterminato 8 ore su 5 giorni settimanali dalle h 23:00 alle h 07:00 – turni

“Istruzione, formazione e lavoro”: Un’idea che diventa progetto, un progetto che si trasforma in azione, di Marilena Chiacchiari

Il giorno 30 novembre ultimo scorso ho partecipato al convegno dal titolo: “ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO UN APPROCCIO INTEGRATO PER VINCERE LA SFIDA DELL’OCCUPAZIONE PER LE PERSONE CON DISABILITÀ VISIVA”; convegno svoltosi presso l’istituto dei ciechi di Milano in via vivaio 7.
Il convegno si è contraddistinto, rispetto ad iniziative analoghe alle quali ho partecipato negli anni, per elevato e diversificato numero di tematiche trattate, per l’elevato spessore delle relazioni e dei workshops prodotti, nonché l’elevata professionalità e le acclarate competenze del moderatore/conduttore del convegno stesso, il Dott. Franco Lisi, direttore scientifico dell’istituzione che ha ospitato l’evento.
Come annunciato dal titolo e come spiegato e dichiarato da alcuni relatori, questo convegno è stato organizzato e celebrato quale atto conclusivo di un percorso formativo concepito ed attuato dall’istituto dei ciechi di Milano in collaborazione con la regione Lombardia e la struttura regionale lombarda dell’Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti, altri enti locali ed altri partners; un percorso formativo dipanatosi in un triennio, dal 2016 al 2018, denominato “Lombardia plus”.
Sono stati dunque presentati i risultati ottenuti in tre anni di attività, non perché gli stessi costituiscano la tappa finale e conclusiva di un progetto, bensì perché tali risultati possano rappresentare un patrimonio di conoscenze e di approccio a future edizioni di “Lombardia plus”; edizioni future peraltro già annunciate ufficialmente dai dirigenti politici e dai funzionari che per conto della regione Lombardia hanno presenziato alla manifestazione.
Originalità di contributi proposti durante la giornata di lavori, perché originale è stato l’approccio degli ideatori di questo progetto ad ampio respiro nel quale sono state utilizzate competenze diverse per formare l’individuo, cieco e/od ipovedente considerato in tutta la sua complessità di persona con un proprio carattere, attitudini specifiche psicologiche ed umane, indipendenza ed autonomia personale, mobilità ed orientamento dentro e fuori la sede lavorativa presso la quale quasi tutti gli allievi hanno trovato collocamento o comunque hanno svolto stages formativi.
Citando dall’invito: “Tanti relatori e molte tematiche trattate, concorreranno alla composizione di un parterre ricco e denso di contenuti nella consapevolezza e nella convinzione che, mai come oggi, ragionare di inserimento nel mondo del lavoro di persone con disabilità, implica la convergenza di svariate competenze e abilità sviluppate nelle diverse fasi della vita dell’individuo.
Si apriranno finestre sull’importanza dell’istruzione di base, della formazione professionale mirata, dell’autonomia e indipendenza, della normativa, ma soprattutto, vi sarà la partecipazione di importanti aziende che si sono contraddistinte come virtuose e altre aziende che intendono conoscere per comprendere.”
E ancora: ma soprattutto la possibilità, “per persone con disabilità visiva, di sostenere colloqui con aziende che si sono rese disponibili a iniziare un percorso di inserimento”dell’allievo cieco ed ipovedente, in fase di formazione, si sono curati minuziosamente persino aspetti personali quali: la capacità d’interazione con gli altri e soprattutto con il team aziendale del quale il futuro lavoratore cieco ed ipovedente farà parte; autostima e capacità di adattamento ad un mondo del lavoro e a mansioni operative in continua evoluzione, in continuo mutamento.
Ampio spazio è stato altresì riservato alla tecnologia assistiva, all’accessibilità delle piattaforme informatiche con la convinzione, giusta a parer mio, che maggiore accessibilità significa maggiore e migliore produttività e organizzazione del lavoro.
Diverse aziende quali Banca d’Italia, Inps, Banca Unicredit, DHL ed altre hanno portato la loro testimonianza; hanno illustrato come l’innesto di risorse umane con disabilità visiva nel loro ciclo produttivo ha comportato certamente cambiamenti nell’organizzazione del lavoro; ma tali cambiamenti hanno anche portato benefici innegabili dei quali sia i lavoratori che l’azienda hanno potuto giovarsi. infine, nel pomeriggio, si sono svolti workshops monotematici di approfondimento, nei quali la concretezza è stata la parola d’ordine, l’imperativo al quale obbedire: dei workshops proposti credo vadano sottolineati e segnalati quello relativo all’istruzione, nonché quello nel quale sono stati simulati colloqui di lavoro e compilazione di curricula vitae che i candidati presentano agli uffici per la gestione delle risorse umane e alle agenzie esterne alle aziende che si occupano di selezione del personale.
Convegno dunque condotto dal Dott. Lisi con competenza e professionalità: ogni relazione è stata introdotta e alla fine commentata dal moderatore cogliendone gli aspetti più salienti e qualificanti; un convegno nel quale è stata bandita la retorica a favore di una concretezza convincente e costruttiva.
Un’esperienza, a mio giudizio, di altissimo valore formativo ed informativo. desidero ringraziare per l’organizzazione di questo evento i dirigenti dell’istituto dei ciechi di Milano: dal Dott. Lisi al commissario Rodolfo Masto, nonché tutto il team che ha contribuito in maniera determinante all’eccellente riuscita sia del progetto che del convegno stesso; desidero altresì ringraziare la dirigenza UICI Lombarda ed in primo luogo il presidente del consiglio regionale UICI, Nicola Stilla che ha sostenuto con convinzione e tenacia la realizzazione del progetto Lombardia plus e del convegno conclusivo.

Assunzioni nel settore pubblico (GU 94 – Serie Speciale – Concorsi ed Esami)

Tipologia di richiesta: Concorso pubblico per N. 1 posto di “istruttore amministrativo”, a tempo pieno ed indeterminato, categoria C, posizione economica C1, riservato ai disabili di cui all’art. 1 della legge 68/1999 (rif. GU n. 94 del 27-11-2018)
Sede di lavoro: Comune di Manziana (RM)
Requisiti richiesti:
– diploma di maturità
Il bando è consultabile alla pagina www.comune.manziana.rm.it
Modalità di partecipazione: per esami. La domanda di partecipazione dovrà essere presentata, alternativamente:
– a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento ed indirizzata al Responsabile dell’Area Finanziaria del Comune di Manziana – Largo G. Fara n. 1 – 00066 Roma.
Sulla retro della busta i candidati dovranno apporre il proprio nome, cognome ed indirizzo ed indicare la Selezione alla quale intendono partecipare.
La domanda di partecipazione dovrà pervenire entro il termine di scadenza;
– a mano presso l’Ufficio Protocollo del Comune medesimo;
– a mezzo PEC al seguente indirizzo: info.comunemanziana@pec.it.
La domanda dovrà pervenire entro il termine prefissato.
Scadenza: 27 dicembre 2018

Convegno “Istruzione, formazione e lavoro”

UN APPROCCIO INTEGRATO PER VINCERE LA SFIDA DELL’OCCUPAZIONE PER LE PERSONE CON DISABILITÀ VISIVA

Venerdì 30 novembre 2018, ore 9.00 – 18.00
Istituto dei Ciechi di Milano, via Vivaio 7

Contenuti
• Presentazione evento
• Programma
• Iscrizioni su www.istciechimilano.it
• Informazioni utili
• Abstract

L’Istituto dei Ciechi di Milano organizza per venerdì 30 novembre 2018 un Convegno, seguito da Workshop, per analizzare le molteplici tematiche riguardanti l’inserimento nel mondo del lavoro delle persone con disabilità visiva. L’evento giunge a conclusione delle attività dell’Istituto nell’ambito dell’iniziativa Lombardia Plus 2016-2018 a sostegno dello sviluppo delle politiche integrate di istruzione, formazione e lavoro.
Il Convegno, a carattere informativo ed esperienziale, esaminerà le fasi e i processi necessari per una reale inclusione lavorativa delle persone cieche e ipovedenti. Gli esperti si confronteranno sulle realtà locali, regionali e nazionali, sulle buone prassi, sulle strategie e metodologie progettuali adottate nei vari contesti. In particolare, verranno messi a fuoco i complessi e determinanti aspetti che concorrono alla realizzazione di un inserimento lavorativo di successo. A tale scopo è infatti fondamentale un approccio integrato e articolato che consideri un’ampia e solida istruzione di base, efficaci percorsi di formazione professionale e formazione mirata, l’impiego di tecnologie accessibili, la conoscenza e l’applicazione della normativa vigente. Verranno inoltre presentati i risultati del progetto “Monza Brianza” realizzato in collaborazione con l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti della Lombardia.
Destinatari
La giornata è dedicata in particolare al mondo aziendale (Datori di Lavoro, Responsabili delle Risorse Umane, Responsabili IT, Responsabili della sicurezza sul lavoro) ai Centri per l’impiego, alle Organizzazioni Sindacali, alle Istituzioni Scolastiche, alle Università, agli Enti Locali, alle persone con disabilità visiva (giovani e adulti in cerca di lavoro) e alle loro famiglie.

PROGRAMMA
Ore 8.30 Registrazione partecipanti
Welcome coffee
Ore 9.20 Introduce e coordina Franco Lisi, Direttore Scientifico dell’Istituto dei Ciechi di Milano
Saluti
Rodolfo Masto, Commissario Straordinario dell’Istituto dei Ciechi di Milano
Nicola Stilla, Presidente del Consiglio Regionale Lombardo Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti
Elena Buscemi, Consigliera delegata di Città Metropolitana di Milano
Ore 9.45 Lombardia Plus 2016–2018 – Una formazione in evoluzione
Regione Lombardia Direzione Istruzione Formazione e Lavoro
Francesco Cusati, Servizi al Lavoro Istituto dei Ciechi di Milano
Ivana Cavallini, Servizi al Lavoro Istituto dei Ciechi di Milano, coordinatrice dei Corsi Professionali
Marco Pacchierotti, docente corsi professionali Istituto dei Ciechi di Milano, esperto di telemarketing
Ore 10.20 Disabilità visiva: accorgimenti e strategie per migliorare la qualità del lavoro e il benessere soggettivo sul posto di lavoro
Mario Girardi, componente della Direzione Nazionale dell’UICI, coordinatore dell’Agenzia della tutela dei diritti nell’area della disabilità
Ore 10.35 Dall’inclusione scolastica all’integrazione nel mondo del lavoro: requisiti, abilità e strumenti indispensabili

Valeria Tranfa, coordinatrice del servizio di consulenza tiflopedagogica dell’Istituto dei Ciechi di Milano
Giancarlo Abba, consulente tiflopedagogico Istituto dei Ciechi Milano, componente del Network Inclusione Scolastica (NIS) dell’UICI
Marco Condidorio, componente della Direzione Nazionale dell’UICI, docente di tiflologia all’Università degli Studi del Molise
Barbara Rosina, direttore COSP Università degli Studi di Milano
Ore 11.10 Accessibilità: normativa vigente e significati possibili
Roberto Scano, consulente e professionista web di cui alla legge n. 4/2013
Ore 11.25 Progetto “Monza Brianza” realizzato in collaborazione con UICI Lombardia.
Le azioni di sistema: cultura, metodo e tecnologia nell’inserimento lavorativo e nel mantenimento del posto di lavoro
Italo Mangini, consulente dell’Istituto dei Ciechi di Milano
Ore 11.40 Come trasformare l’inserimento lavorativo da obbligo a opportunità
Gianpaolo Torchio, referente servizi legge 68/99 Area Lavoro Provincia di Monza e della Brianza
Costantino Costanzi, responsabile Servizio Occupazione Disabili Settore Politiche del lavoro Città Metropolitana di Milano
Emanuele Ceccarelli, responsabile Ufficio Lavoro e Previdenza – Presidenza Nazionale UICI
Ore 12.15 Testimonianze dal mondo aziendale
Allianz Partners, Paola Corna Pellegrini, amministratore delegato e direttore generale di Allianz Partners
Banca D’Italia, Antonella Marrone e Alessandro Baldi, esperti tematiche dell’integrazione per Banca d’Italia
Unicredit, Francesca Bonsi Magnoni, disability manager International Social Dialogue, Welfare & People Care Group Human Capital UniCredit Spa
Talent for you, Ines Patrizia Rosano, Ceo & cofounder
Siamo Impresa PMI-Fenapi Group, Cinzia Rossi, presidente
DHL, Piermattia Menin, responsabile Risorse Umane DHL
Air Liquid, Davide De Vita, direttore delle Risorse Umane
SG Company, Alessandro Martinelli, HR chief operating officer
Banca Intesa San Paolo, Anna Laura Caria, CSR – Ufficio monitoraggio e sviluppo – Comunicazione e formazione
Dialogo nel Buio, Cristina Montironi, coordinatrice DNB
Ore 13.30 Lunch

Ore 15.00 Workshop – Durata: 45 minuti; repliche alle ore 16.00 e 17.00
1. Dall’inclusione scolastica all’integrazione nel mondo del lavoro: requisiti, abilità e strumenti indispensabili
Valeria Tranfa, tiflologa coordinatrice del servizio tiflopedagogico dell’Istituto dei Ciechi di Milano, con la partecipazione dell’Equipe tiflopedagogica
2. Accessibilità: normativa vigente, significati possibili, elementi fondamentali per lo sviluppo di applicazioni e siti web accessibili, redazione di contenuti e documenti accessibili
Roberto Scano, consulente e professionista web di cui alla legge n. 4/2013, con la partecipazione di Sabato De Rosa, esperto in tecnologia assistiva e di Fabrizio Sordi, tiflo-informatico Istituto dei Ciechi di Milano
3. Libri di tutti: l’importanza di produrre contenuti digitali e accessibili
Federico Scarparo, tiflo-informatico Istituto dei Ciechi di Milano, con la partecipazione di Fondazione Libri Italiani Accessibili (LIA)
4. Sistema dotale: strumenti a disposizione delle aziende per l’inserimento e la riqualificazione del personale con disabilità
Italo Mangini, consulente Istituto dei Ciechi di Milano, con la partecipazione di Marzia Consoli, consulente in formazione orientamento e coaching
5. Simulazione colloqui di lavoro di gruppo: esercitazioni
Ines Patrizia Rosano, Ceo & cofounder Talent for you, con la partecipazione di Marta De Nardi, responsabile ricerca e selezione IG – Gruppo De Pasquale
6. Sviluppo sostenibile e responsabilità sociale: le pratiche più efficaci per promuovere lo sviluppo sostenibile secondo l’Agenda 2030 dell’ONU
Cinzia Rossi, presidente Siamo Impresa PMI-Fenapi Group
7. Autonomia e indipendenza: presentazione di sistemi e prodotti volti a favorire l’orientamento e la mobilità di persone con disabilità visiva, sia in ambiente esterno, sia in ambiente interno all’azienda
Tiziana Angilletta, tiflologa Istituto dei Ciechi di Milano, con la partecipazione di Rotem Geslevich, regional director- Nordics, Italy, Spain and Portugal, Marino Attini, specialista in multimedialità e sistemi digitali, Romano Giovannini, ingegnere biomedico ricercatore e progettista
8. Dialogo nel Buio: un esempio di integrazione che crea valore
Marinella Monachella, responsabile formazione aziendale Dialogo nel Buio
Elisabetta Corradin, responsabile guide Dialogo nel Buio
9. Incontro con le famiglie: insieme per costruire un futuro
Paola Bonanomi, tiflologa consulente del servizio tiflopedagogico dell’Istituto dei Ciechi di Milano, con la partecipazione di Alessandra Massari, tiflologa dell’Istituto dei Ciechi di Milano
10. Colloqui con le aziende: colloqui di lavoro individuali con le aziende, riservati alle persone con disabilità visiva

ISCRIZIONI
Per iscriversi al convegno e/o ai workshop compilare il modulo di registrazione sul sito www.istciechimilano.it
INFORMAZIONI UTILI
Segreteria organizzativa
Dott.ssa Laura Muro
Tel. 02 77 22 6 333
mail: convegno.lavoro2018@istciechimilano.it

Come arrivare
Via Vivaio 7, Milano
MM Linea 1: fermata Palestro
Autobus: linee 54, 60, 61, 94
Tram: linee 9, 19
Parcheggi: Via Mascagni e Viale Majno

Servizio di accompagnamento
Presso l’Istituto sarà disponibile un servizio di accompagnamento per le persone non vedenti che ne facciano richiesta.

Abstract/Convegno
Lombardia Plus 2016–2018 – Una formazione in evoluzione
Verrà illustrato il progetto “Lombardia Plus 2016-2018” che ha finanziato 3 annualità di percorsi di formazione professionale all’Istituto dei Ciechi di Milano. In particolare, si farà riferimento all’evoluzione dei corsi di formazione professionale, ai percorsi proposti, allo sviluppo dei piani didattici, alle modalità organizzative e alle metodologie formative adottate. Verranno altresì evidenziati gli elementi innovativi che hanno caratterizzato i contesti formativi nonché gli elementi critici emersi nella prospettiva di conseguire le migliori prassi che offrano maggiori possibilità di aderenza e di vicinanza al mondo aziendale.
Disabilità visiva: accorgimenti e strategie per migliorare la qualità del lavoro e il benessere soggettivo sul posto di lavoro
Oltre a portare l’esempio di alcuni casi particolarmente riusciti di inserimento lavorativo, verrà posta l’attenzione sull’atteggiamento che la persona disabile della vista dovrebbe tenere nell’approcciare la nuova realtà lavorativa, improntato all’elasticità, alla disponibilità ad approfondire la propria preparazione, alla consapevolezza della necessità di lavorare in equipe e via elencando. Dall’altra parte, il datore di lavoro dovrebbe considerare il lavoratore con problemi della vista come una risorsa e non come un peso, mettendolo in grado di disporre degli strumenti indispensabili ad espletare al meglio il proprio compito e di partecipare a tutte le occasioni formative che le interessano.
Dall’inclusione scolastica all’integrazione nel mondo del lavoro: requisiti, abilità e strumenti indispensabili
I Servizi di Consulenza Tiflopedagogica dell’Istituto dei Ciechi di Milano, che includono anche l’approccio graduale e mirato alle tecnologie informatiche, contribuiscono a formare nei ragazzi i requisiti indispensabili per essere un domani giovani preparati nel mondo del lavoro. Durante il workshop verrà sottolineata l’importanza della formazione della persona, compresa quella che riguarda gli obiettivi di autonomia personale e sociale da inserire nella programmazione didattica dei ragazzi disabili visivi. Faremo alcuni cenni alle caratteristiche richieste da un mutato mondo del lavoro, peraltro in continua evoluzione, e ai rischi legati al perpetuarsi di un’eccessiva dipendenza dall’altro (sia esso genitore o insegnante).
Accessibilità: normativa vigente e significati possibili
Nella società contemporanea dove tutto o quasi è immagine, il rischio sempre latente di escludere dalla fruizione di contenuti i disabili visivi è molto alto. Navigando ad esempio in un sito web tramite la voce metallica di uno screen reader, alcune delle domande, solo apparentemente banali e spesso senza risposta, che un non vedente si pone sono: dove sono? Qual è il contesto? Cosa posso fare? Come trovo le informazioni di cui ho bisogno? In realtà non si tratta di banalità ma di elementi fondamentali per orientarsi, per reperire informazioni, per acquisire elementi contestuali, in sostanza, per beneficiare dei contenuti proposti. La normativa nazionale, le indicazioni della Comunità Europea e le linee guida internazionali mirano a garantire a tutti il diritto di poter essere informati. Ne verranno esaminati i contenuti, accennando alle modalità per rendere le informazioni fruibili per tutti. 
Progetto “Monza Brianza” realizzato in collaborazione con UICI Lombardia. Le azioni di sistema: cultura, metodo e tecnologia nell’inserimento lavorativo e nel mantenimento del posto di lavoro
Il progetto ha fatto emergere e valorizzato esperienze e sperimentazioni sia di inserimento sia di “mantenimento” lavorativo rivolte a persone con disabilità visiva, con il supporto delle moderne tecnologie assistive. Oltre alla tecnologia, che ha giocato un ruolo da protagonista, hanno concorso in maniera determinante al buon esito degli interventi almeno altri due aspetti, uno di carattere culturale e l’altro metodologico. Il metodo è stato mutuato dalla prassi e dalle teorie tiflologiche per l’integrazione e l’inclusione lavorativa che il partenariato di progetto ha sperimentato nei più diversi ambiti di intervento. Gli aspetti culturali sono stati altrettanto determinanti poiché si è voluto modificare la percezione che comunemente si ha delle persone con disabilità, troppo spesso identificate in base al proprio problema, anziché messe alla prova con l’offerta di concrete opportunità lavorative.
Come trasformare l’inserimento lavorativo da obbligo a opportunità
La legge 68/1999 ha innovato in maniera significativa le politiche occupazionali con l’adozione dei principi del collocamento mirato. Verranno spiegati aspetti importanti della normativa che riguarda le categorie professionali delle persone non vedenti, in particolare dei centralinisti, delle professioni equipollenti e dei massofisioterapisti. Saranno illustrate le novità introdotte dal Jobs Act che toccano le persone con disabilità, con l’invito ai neoassunti a non appiattirsi sulla routine delle attività affidate, per cercare invece di crescere professionalmente, sviluppando le proprie inclinazioni e competenze.

Abstract – Workshop
1. Dall’inclusione scolastica all’integrazione nel mondo del lavoro: requisiti, abilità e strumenti indispensabili
Quali competenze sociali e relazionali servono al disabile visivo per raggiungere il traguardo dell’integrazione lavorativa? Durante i workshop verranno illustrate le capacità da potenziare durante il percorso formativo per affrontare con equilibrio la vita adulta. Verranno presentati metodi e strumenti tiflologici, dal materiale didattico alle strumentazioni informatiche di base, mettendo sempre al centro la capacità di “riuscire a fare da solo”. Il workshop è rivolto a famiglie, insegnanti, assistenti alla comunicazione e a tutto il personale educativo interessato alle tematiche tiflologiche.
2 Accessibilità: normativa vigente, significati possibili, elementi fondamentali per lo sviluppo di applicazioni e siti web accessibili, redazione di contenuti e documenti accessibili
Cos’è l’accessibilità? Perché è così importante in campo digitale? Si proverà a rispondere a queste domande prendendo in esame la nuova normativa europea sull’accessibilità dei prodotti ICT (hardware, software, web e mobile). Verranno quindi analizzate le conseguenze della normativa nel settore pubblico e privato, fornendo qualche utile indicazione per produrre web accessibile a tutti. Durante il workshop si leggeranno documenti digitali con la modalità e gli strumenti di chi non vede, analizzandone la struttura, la descrizione testuale degli elementi grafici, la coerenza dei titoli e gli aspetti semantici.

3. Libri di tutti: l’importanza di produrre contenuti digitali e accessibili
In collaborazione con la Fondazione LIA verranno illustrate le principali tendenze nel campo della produzione di contenuti digitali accessibili, basati sull’utilizzo degli standard di formato definiti a livello internazionale e sul principio del Born Accessible, ossia prodotti in versione accessibile fin dalla loro prima pubblicazione. Verranno presentati i vantaggi dei libri accessibili per le persone con disabilità visive e alcuni progetti realizzati con la collaborazione di aziende editoriali e non. Fra queste Banca Intesa San Paolo che racconterà il lavoro svolo in questo ambito.
4. Sistema dotale: strumenti a disposizione delle aziende per l’inserimento e la riqualificazione del personale con disabilità
Per promuovere il processo di inclusione delle persone disabili, Regione Lombardia mette a disposizione una serie di incentivi e finanziamenti per le persone e per le imprese. Nell’ambito del workshop verrà presentata la Dote Impresa, spiegando che cos’è e come funziona, quali aziende possono richiederla e quali benefici permette di ottenere. L’incontro è rivolto in particolare alle aziende, ma anche alle persone con disabilità che potrebbero essere interessate a far conoscere questa opportunità ai propri datori di lavoro, attuali o potenziali.
5. Simulazione colloqui di lavoro di gruppo: esercitazioni
Un’analisi concreta e pratica di come prendere parte a un colloquio di lavoro, dalla telefonata di convocazione fino alle domande utili da porre al termine dell’incontro. Durante il workshop si affronteranno le varie fasi: la presentazione di sé e delle proprie esperienze, i test motivazionali e le prove pratiche, cercando di comprendere il punto di vista del selezionatore. Verranno quindi elencati agli errori da evitare.
6. Autonomia e indipendenza: presentazione di sistemi e prodotti volti a favorire l’orientamento e la mobilità di persone con disabilità visiva, sia in ambiente esterno, sia in ambiente interno all’azienda
La scuola è la prima occasione dove il bambino può sperimentare e sviluppare la propria autonomia. Gestire il materiale, raggiungere il banco, spostarsi nei differenti ambienti: tutto ciò costituisce una preziosa opportunità per costruire mappe mentali, per interagire con gli altri, per risolvere problemi in un ambiente protetto e stimolante. Il modello d’intervento dell’Istituto dei Ciechi assegna grande importanza all’osservazione del bambino, valorizzandone le potenzialità attraverso il gioco e l’esplorazione. La capacità di muoversi e orientarsi nello spazio deve infatti essere esercitata fin alla più giovane età, per dare la possibilità, in età adulta, di scegliere se e come utilizzare le tecnologie che offrono aiuto in questo senso. Ne presentiamo alcune: LETIsmart, bastone con nanotecnologie per la mobilità; Orcam dispositivo di assistenza indossabile che legge testi, riconosce volti e prodotti; UNI-VERSUS sistema innovativo per la sicurezza nell’ambiente lavorativo per persone con disabilità visiva e non solo.
7. Sviluppo sostenibile e responsabilità sociale: le pratiche più efficaci per promuovere lo sviluppo sostenibile secondo l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite
Stili educativi e gestione delle differenze: condivisione di modalità diverse per coinvolgere imprese, terzo settore e bisogni formativi di portatori di interessi specifici, ovvero dei non vedenti. Durante il workshop verrà indagata la possibilità di identificare soluzioni per un mercato del lavoro maggiormente equo e inclusivo, a partire dal confronto, dalla cooperazione e dal comune senso di responsabilità.
8. Dialogo nel Buio: un esempio di integrazione che crea valore
Opportunità di lavoro, crescita personale e professionale, esperienza formativa rivolta alle aziende e ai formatori. Dialogo nel Buio propone un modello dove l’ambiente e la persona si incontrano. Dialogo nel Buio ha elaborato un metodo efficace per la crescita personale e professionale partendo da attitudini e competenze diverse. Dialogo nel Buio offre occasioni formative che fanno crescere le aziende. Il workshop prevede un’attività con i partecipanti.

9. Incontro con le famiglie: un’alleanza per costruire il futuro
I genitori dei bambini disabili visivi ricoprono un’importanza fondamentale nel loro particolare processo di crescita, diventando elemento chiave di tutto il sistema educativo. Per questo, per preparare i bambini e i ragazzi a una vita inclusiva, è importante un’adeguata preparazione delle famiglie. L’Istituto dei Ciechi offre un aiuto alle famiglie attraverso la creazione di uno Spazio genitori dove:
• incontrare gli specialisti attraverso i laboratori del fare, per imparare come trasmettere ai propri figli le abilità e per creare insieme materiali ludici
• dialogare e condividere esperienze con altre famiglie
• non sentirsi soli di fronte ai problemi e alle difficoltà
10. Colloqui con le aziende: colloqui di lavoro individuali con le aziende, riservati alle persone con disabilità visiva
A partire dalle ore 15 i partecipanti non vedenti e ipovedenti potranno sostenere un colloquio di lavoro con le aziende presenti all’evento. Si raccomanda agli interessati di portare più copie del proprio curriculum vitae. Per migliorare l’organizzazione si raccomanda di iscriversi ai colloqui sul sito www.istciechimilano.it

Lavoro e matematica, di Valter Calò

La matematica, non è materia per tutti, ancor meno per noi o voi studenti con una disabilità visiva.
Nei miei incontri su e giù per l’Italia, ho conosciuto la prof.ssa Anna Capietto dell’Università di Torino che si occupa di accessibilità di formule, teoremi e grafici; ho approfittato subito ponendogli un problema che i Periti fonici hanno sui grafici d’onda dei segnali audio, da Anna ho avuto subito la piena collaborazione per approfondire e studiare questa nostra problematica.
Segnalo sotto l’inaugurazione del Laboratorio per la ricerca e la sperimentazione di nuove tecnologie assistive.
Buona lettura, ma soprattutto chi è nelle vicinanze, vada a riscontrare di persona questa opportunità!
Valter

Chi è Anna Capietto?
Prof. ordinario di Analisi Matematica
Referente per la disabilità nel Dipartimento di Matematica “G.Peano”, Università di Torino
Responsabile del Laboratorio per la ricerca e la sperimentazione nuove tecnologie assistive per le STEM “S.Polin”.

Evento:
Il 20 novembre alle 12 il Magnifico Rettore inaugurerà presso il Dipartimento di Matematica, Via Carlo Alberto 10, il Laboratorio per la ricerca e la sperimentazione di nuove tecnologie assistive per le STEM “S.Polin”

Le attività che fanno capo al Laboratorio sono descritte su http://www.integr-abile.unito.it/

Locandina dell’evento:
Inaugurazione del Laboratorio per la ricerca e la sperimentazione di nuove tecnologie assistive per le Stem “S. Polin”
Logo Università di Torino
Logo Dipartimento di Matematica G. Peano
Logo Progetto Integr-Abile
Partecipano:
Prof. Gianmaria Ajani Magnifico Rettore dell’Università di Torino
Elisabetta Grande Polin
Marisa Rosalba Pavone Delegata del Rettore per la disabilità, Università di Torino
Paolo Prinetto Presidente del Consorzio Interuniversitario Nazionale per l’Informatica (CINI), Politecnico di Torino
Federico Borgna Sindaco di Cuneo
Luciano Paschetta Direttore I.Ri.Fo.R./UICI Regione Piemonte (Istituto per la Ricerca, la Formazione e la Riabilitazione/Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti)
Carlo Enrico de Fernex Responsabile Segreteria Generale e Comunicazione Istituzionale, Società Reale Mutua Assicurazioni
Federica Patti Assessora all’Istruzione e all’Edilizia Scolastica, Comune di Torino
Marino Badiale Direttore del Dipartimento di Matematica “G. Peano”, Università di Torino
Coordina:
Anna Capietto Responsabile per la disabilità del Dipartimento di Matematica “G. Peano” e Responsabile del Laboratorio “S. Polin”
20 Novembre Ore 12:00 Aula Magna del Dipartimento di Matematica “G. Peano” dell’Università di Torino

Assunzioni nel settore pubblico (GU 86,87 – Serie Speciale – Concorsi ed Esami)

Assunzioni nel settore pubblico (GU 86,87 – Serie Speciale – Concorsi ed Esami)

Tipologia di richiesta: Avviso pubblico di mobilità volontaria esterna per la copertura di N. 2 posti di “centralinista non vedente” tempo pieno ed indeterminato, Cat. B1.
(rif. GU n. 86 del 30-10-2018)
Sede di lavoro: Comune di Somma Vesuviana (NA)
Requisiti richiesti:
– possesso del diploma di scuola media superiore;
– essere in servizio, con rapporto di lavoro a tempo indeterminato presso altre Pubbliche Amministrazioni, con collocazione nella medesima categoria contrattuale del posto da coprire e con possesso di uguale profilo professionale o comunque con profilo equivalente per tipologia di mansioni;
– essere in possesso del “nulla osta” alla mobilità rilasciato dall’Ente di appartenenza.
Il bando è consultabile alla pagina www.comune.sommavesuviana.na.it
Modalità di avviamento: La domanda di partecipazione dovrà essere presentata, alternativamente:
– a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento ed indirizzata al Comune di Somma Vesuviana – Responsabile del servizio Personale – Piazza Vittorio Emanuele III – 80049 Somma Vesuviana (NA). Sulla busta i candidati dovranno riportare la seguente dicitura: “Domanda di partecipazione alla procedura di mobilità esterna per la copertura di n. 2 posti di centralinista cieco cat. B1”.
– a mano presso il Comune medesimo;
– a mezzo PEC al seguente indirizzo: protocollo.generale@pec.sommavesuviana.info
Scadenza: 13 novembre 2018
Informazioni utili: presso l’Ufficio Personale (tel. 081/8939110-146)

Tipologia di richiesta: Concorso pubblico per N. 3 posti di “collaboratore professionale sanitario – fisioterapista”, a tempo indeterminato, categoria D.
(rif. GU n. 87 del 02-11-2018)
Sede di lavoro: Azienda Ospedaliera Santa Maria di Terni
Requisiti richiesti:
– laurea di 1° livello di Fisioterapia;
– diploma universitario di fisioterapista conseguito con il vecchio ordinamento.
Il bando è consultabile alla pagina www.aospterni.it
Modalità di partecipazione: per titoli ed esami. La domanda di partecipazione dovrà essere presentata, alternativamente:
– a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento ed indirizzata al Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera “S. Maria” – Via Tristano di Joannuccio n. 1 – 05100 Terni;
– a mano presso l’Ufficio Protocollo dell’Azienda medesima;
– a mezzo PEC al seguente indirizzo: aospterni@postacert.umbria.it
Scadenza: 3 dicembre 2018
Informazioni utili: presso la Direzione Risorse Umane (tel. 0744/205323).

Tipologia di richiesta: Selezione pubblica, mediante chiamata numerica, per l’assunzione di n. 2 unità da inquadrare nella seconda area, fascia retributiva F1, riservato ai disabili di cui all’art. 1 della legge 68/1999
(rif. GU n. 87 del 02-11-2018)
Sede di lavoro: Ministero dell’Economia e delle Finanze, presso gli uffici ubicati nella città di Potenza.
Modalità di avviamento: d’ufficio. NOTA BENE: Si avvertono i soggetti interessati di non inoltrare domanda di partecipazione, poiché l’avviamento avverrà esclusivamente per chiamata numerica a cura del competente Dipartimento politiche di sviluppo lavoro, formazione e ricerca – ufficio politiche del lavoro, secondo l’ordine della graduatoria risultante nelle liste del Servizio medesimo
Scadenza: 30 giorni, dalla data di pubblicazione
Informazioni utili: presso il Dipartimento politiche di sviluppo lavoro, formazione e ricerca – ufficio politiche del lavoro.