Di necessità, virtù. Il nostro servizio di Intervento Precoce si reinventa in tempi di emergenza sanitaria, di Nicola Stilla

Autore: Nicola Stilla

Ormai da quasi quindici anni, l’I.Ri.Fo.R. (Istituto per la Ricerca, la Formazione e la Riabilitazione) della Lombardia offre alle famiglie dei piccoli con disabilità visiva un servizio riabilitativo e formativo di Intervento Precoce, attivo presso le sedi di Brescia e Milano: un equipe di operatori formata da neuro-psicomotricisti, psicomotricisti, logopedisti, musicoterapisti, osteopati, fisioterapisti, esperti della stimolazione visiva e basale e istruttori di orientamento, mobilità e autonomia personale accompagna i piccoli e i loro genitori in un percorso riabilitativo su misura, secondo un calendario di incontri a cadenza mediamente settimanale. Eccezion fatta per la pausa estiva, in tutti questi anni, il servizio non ha mai visto interruzioni, ma nelle scorse settimane l’emergenza sanitaria legata alla diffusione del Covid-19 ha reso impossibile attuare gli incontri nelle loro consuete modalità: con rammarico, ci siamo trovati costretti a sospendere il servizio fino a data da definirsi.

Per sua natura, l’intervento precoce non è solo un servizio a sportello al quale le famiglie accedono: è anche un momento di dialogo e confronto, una presenza che conforta i genitori, una certezza che conferisce fiducia e spinta motivazionale. Ha un risvolto umano ed emotivo che è imponderabile: la sua assenza, la distanza che si creerà – ci siamo detti – determineranno nel tempo ricadute psicologiche negative per le quasi ottanta famiglie che si trovano nel bel mezzo di un percorso. Abbiamo quindi deciso che, in un modo o nell’altro, avremmo dovuto porre rimedio alla situazione.

“La tecnologia ci è venuta incontro – dice Simona Roca, la coordinatrice dell’equipe del servizio di Brescia – così le consulenze fisioterapiche, logopediche, psicomotorie, neuropsicomotorie, della stimolazione basale e visiva, nonché l’attività di orientamento, mobilità e autonomia personale sono arrivate a domicilio, nelle case delle famiglie, con la simpatia, la fiducia e la professionalità che ci lega da tanti anni. Ognuno dei professionisti si è messo a disposizione come poteva, con strategie, obiettivi e mezzi che più si addicono alla propria disciplina: commenti condivisi ai video realizzati dai genitori, giochi guidati a distanza in videochiamata, registrazioni audio, etc. etc.…”.

La necessità è stata quella di reinventare il servizio a distanza, puntando su quegli strumenti che tutti utilizziamo in maniera informale e che sono entrati a far parte della nostra quotidianità senza che ci accorgessimo pienamente della loro potenzialità e versatilità: Whatsapp, Facebook, Facetime le infinite app per le conference call e le video chiamate etc…

In tutto questo abbiamo trovato collaboratori d’eccezione: le famiglie. “Grazie alla loro voglia di riprendere l’attività – continua Simona Roca – i genitori si sono rivelati ascoltatori attenti e riflessivi anche sui consigli a distanza; è prezioso il tempo trascorso con loro, anche solo per fare quattro chiacchiere e risentirci vicini; grazie al loro pronto rimboccarsi le maniche, sono “prolungamenti” delle nostre mani e, tutto ciò che hanno appreso ed osservato durante gli anni di viva presenza nelle varie attività, ora lo mettono in pratica”.

È vero: fin dall’inizio abbiamo puntato molto sul coinvolgimento delle famiglie nelle attività riabilitative, ed oggi – purtroppo in un frangente triste e inatteso – ne raccogliamo i frutti. “Ovviamente non è affatto facile, sicuramente non è la stessa cosa degli incontri in presenza, ma è la nostra risposta al nulla… e sta funzionando” conclude Simona.

Anche sul versante milanese la formula ha trovato proficua applicazione. La terapista Gloria Dal Zovo ci conferma che le famiglie hanno accolto l’iniziativa con spirito costruttivo: “È essenziale, soprattutto nel caso dei bambini più piccoli e con maggiore compromissione, che la famiglia collabori – dice Gloria – e nella stragrande maggioranza è stato così”. “In taluni casi, preliminarmente all’incontro virtuale, invio indicazioni e materiale via e-mail, che i genitori possono stampare, ad esempio; nel caso dei bambini più grandi possiamo utilizzare la condivisione dello schermo del computer tramite Skype; insomma, gli obiettivi restano gli stessi, semplicemente vengono utilizzati strumenti e materiali diversi”. “Il nostro è un lavoro che si basa sulla relazione: anche solo il fatto di non interrompere il contatto vocale con il bambino, soprattutto con i più piccoli, è importante”.

Insomma, non solo abbiamo tenuto vicine le famiglie, ma siamo riusciti a proseguire i percorsi terapeutici in maniera efficace. I riscontri pienamente positivi, sia da parte dell’equipe che dei genitori, ci suggeriscono una vera e propria progettualità in questa direzione, per dare una veste nuova ad un servizio che vuole, anzi deve stare al passo con i tempi: i tempi eccezionali che stiamo vivendo mentre scrivo queste righe, ma anche i tempi che abbiamo vissuto fino a pochi mesi fa, nell’auspicio che tornino presto.

Lombardia – Sintesi dei lavori del Consiglio regionale UICI, di Massimiliano Penna

Autore: Massimiliano Penna

SEDUTA DEL 4 aprile 2020

Sabato 4 aprile il Consiglio Regionale Lombardo UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti) si è riunito in seduta ordinaria. In seguito alle restrizioni previste dalle recenti disposizioni governative allo scopo di contenere il contagio da Covid-19, la riunione si è svolta in modalità audioconferenza.

La seduta ha avuto inizio alle ore 9.00 col saluto ai presenti del Presidente Stilla; all’appello risultavano assenti i Consiglieri Bondio e Signorini. Oltre ai Consiglieri presenti partecipavano ai lavori la Componente la Direzione Nazionale Katia Caravello, il Presidente Regionale Onorario prof. Rodolfo Cattani e il Componente il Collegio dei Sindaci Revisori dott. Enrico Favara; assisteva inoltre in qualità di Segretario verbalizzante il dott. Roberto Aroldi.

Nel proprio intervento di apertura, la Presidenza Regionale ha sottolineato che la riunione in oggetto avrebbe dovuto svolgersi in presenza il 14 marzo u.s. e avrebbe dovuto altresì essere l’ultima del presente mandato; tuttavia, in seguito alla situazione emergenziale in atto, non si è in possesso di dati certi sul termine del mandato stesso, ma ovviamente si auspica fortemente di poter tornare alla normalità il prima possibile, cosicchè le Assemblee Sezionali possano svolgersi entro il 12 luglio p.v. e il nuovo Consiglio Regionale possa insediarsi entro i primi giorni di agosto. La Presidenza ha inoltre riferito che lo scorso 24 marzo si è svolta una riunione, alla quale hanno preso parte il Presidente Nazionale e i Presidenti Regionali, nel corso della quale è stato concordato di provare ad ipotizzare lo svolgimento delle predette Assemblee entro il 12 luglio p.v., in modo che entro il 24 luglio p.v. possa essere convocato il 24° Congresso Nazionale. Il 24 aprile p.v. si riunirà il Consiglio Nazionale e, in quella sede, verranno assunte le ulteriori decisioni anche in relazione allo svolgimento del Congresso Nazionale che, a tutt’oggi, resta programmato per i giorni 24, 25, 26 e 27 ottobre 2020.

Dopo i riferimenti della Presidenza, su invito della stessa, i Presidenti Provinciali hanno riferito in merito alla situazione in atto nei rispettivi territori di competenza in conseguenza dell’emergenza in corso; al termine dei riferimenti la Presidenza, a nome dell’intero Consiglio, ha espresso la massima vicinanza ai Soci per i notevoli disagi e alle Sezioni per il momento di difficoltà costrette a dover fronteggiare, reso ancor più duro dalle perdite di Soci subite da alcune di esse.

Procedendo all’esame dell’ordine del giorno, il Consiglio ha approvato il verbale della seduta ordinaria svoltasi il 30 novembre u.s., nonché quello relativo alla seduta straordinaria del 28 febbraio u.s. svoltasi in audioconferenza.

In seguito, il Consiglio ha altresì approvato le delibere adottate dall’Ufficio di Presidenza in occasione delle riunioni svoltesi l’11, il 25 febbraio e il 25 marzo uu.ss., nonché quelle adottate dalla Presidenza il 12, il 19 dicembre e il 9 marzo uu.ss..

Procedendo all’esame del punto 3 dell’ordine del giorno, la Presidenza ha riferito quanto segue:

  • l’8 aprile p.v., tramite la piattaforma Go To Meeting, l’IRIFOR (Istituto per la Ricerca, la Formazione e la Riabilitazione) Centrale presenterà la nuova “scheda progetto” che dovrà essere utilizzata al fine di partecipare a tutti i futuri bandi. Si raccomandano tutti i Presidenti Provinciali di prendere attenta visione della comunicazione inviata e di garantire la più ampia partecipazione alla predetta presentazione.

Per snelllire i tempi dei lavori consiliari, la Presidenza Regionale ha fatto pervenire alla Segreteria la seguente memoria scritta:

1. fra il 29 novembre e il 1° dicembre 2019, a Benevento, ha avuto luogo la fase finale del Torneo nazionale di scopone scientifico, al quale ha preso parte una coppia lombarda classificatasi terza;

2. il 2 dicembre u.s.:

a) a Roma, ha avuto luogo l’edizione 2019 del Premio Braille che, nonostante il nubifragio che ha colpito la capitale proprio quel giorno, nel suo complesso ha avuto una buona riuscita;

b) in occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, la FAND (Federazione fra le Associazioni Nazionali delle persone con Disabilità) di Pavia ha chiesto ed ottenuto di partecipare ad una riunione del Consiglio Comunale, che ha affrontato il tema “Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità”;

3. il 3 dicembre u.s. la Presidenza Regionale, unitamente al Segretario Regionale Aroldi, ha incontrato presso il Consiglio di Regione Lombardia la Vicepresidente Francesca Brianza ed il Consigliere Regionale Roberto Mura. Nel corso dell’incontro, la Vicepresidente ha accolto la proposta di organizzare presso il Consiglio un momento commemorativo del centenario di fondazione dell’UICI nell’anno 2020 ed il Consigliere Mura si è impegnato a presentare e sostenere un emendamento per l’incremento del contributo di cui alla Legge Regionale 1/2008 a favore delle associazioni “storiche” di tutela dei diritti delle persone con disabilità;

4. il 5 dicembre u.s., presso il Consiglio Regionale Lombardo dell’UICI, la Presidenza Regionale ha assistito ad una dimostrazione relativa ad un sistema di assistenza vocale per la lettura, che potrebbe essere utile anche ai nostri ragazzi nel loro percorso di istruzione;

5. il 6 dicembre u.s. a Mantova la Presidenza Regionale, unitamente al Segretario Regionale Aroldi ed al Componente del Collegio dei Sindaci Revisori dott. Favara, ha incontrato la Presidente e le dipendenti della locale Sezione UICI per procedere al trasferimento in capo alla Segreteria regionale della gestione della contabilità sezionale;

6. l’8 dicembre u.s. è stata celebrata l’8° Giornata Regionale per la Prevenzione della Cecità e la Riabilitazione Visiva che, anche nell’anno appena trascorso, ha dato un risultato significativo in termini di raccolta fondi;

7. il 9 dicembre u.s., presso Regione Lombardia, ha avuto luogo un incontro informale con la dirigente dott.ssa Contegni, al fine di definire alcune linee guida inerenti i percorsi di formazione ed aggiornamento delle figure di cui alle linee guida per l’erogazione dei servizi di supporto all’inclusione scolastica e fare il punto sull’applicazione della Delibera della Giunta Regionale sui servizi presso gli asili nido rivolti ai bambini con disabilità visiva;

8. il 10 dicembre u.s., presso Regione Lombardia, il Vicepresidente Flaccadori ha partecipato ad una riunione del Tavolo di Consultazione del Terzo Settore;

9. l’11 dicembre u.s.:

a) alla presenza del Direttore Scientifico dell’Istituto dei Ciechi di Milano, è stato effettuato un sopralluogo presso la Fabbrica del Duomo al fine di individuare alcuni manufatti da trasferire presso l’aula didattica del Museo e renderli fruibili anche alle persone ipo e non vedenti;

b) presso il Consiglio Regionale Lombardo dell’UICI ha avuto luogo una riunione della Cabina di Regia del progetto “Disabilità e Violenza” e, successivamente, si è riunito il Coordinamento degli enti partner del progetto stesso;

10. il 13 dicembre u.s., a Lodi, ha avuto luogo l’annuale edizione della manifestazione canora “Voci d’inverno”, che ha visto una buona riuscita e si è contraddistinta ancora una volta come momento di svago dai gradevoli contenuti;

11. il 15 dicembre u.s.:

a) a Crema è stata celebrata la Giornata del Cieco della Sezione UICI di Cremona, nel corso della quale la Presidenza Regionale ha consegnato alla Presidente della Sezione UICI di Cremona Flavia Tozzi la medaglia d’oro per i 50 anni di iscrizione all’UICI;

b) presso la Sezione Territoriale di Brescia ha avuto luogo la festa di Santa Lucia riservata ai piccoli che usufruiscono del servizio “Intervento Precoce”, che ha voluto essere un momento di socializzazione e gioia per lo scambio degli auguri in occasione delle imminenti festività natalizie;

12. il 16 dicembre u.s., presso il Consiglio Regionale Lombardo dell’UICI, ha avuto luogo l’annuale incontro formativo riservato ai dipendenti delle Strutture Territoriali e, nel pomeriggio, presso l’Istituto dei Ciechi di Milano è avvenuto il consueto scambio degli auguri con dipendenti e Dirigenti regionali in occasione delle imminenti festività natalizie;

13. il 17 dicembre u.s.:

a) presso il Teatro Grande di Brescia ha avuto luogo una conferenza stampa inerente il progetto “Open” rivolto alle persone ipo e non vedenti, nel corso della quale all’UICI Lombardia è stata concessa l’opportunità di intervenire evidenziando l’importanza per queste ultime di poter fruire anche delle attività teatrali ed esprimere apprezzamento sul predetto progetto, che vede la collaborazione attiva della locale Sezione UICI per la registrazione delle audiodescrizioni delle opere proposte;

b) presso Villa di Breme Forno, a Cinisello Balsamo, ha avuto luogo un incontro riguardante il progetto “L-ink Budget di Salute” promosso dall’ANFAS (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale) Lombardia;

14. il 18 dicembre u.s., unitamente al Presidente della Biblioteca per Ciechi “Regina Margherita” di Monza Pietro Piscitelli, la Presidenza Regionale ha partecipato ad un incontro con l’Assessore Regionale alle Politiche Sociali, Abitative e Disabilità Stefano Bolognini, al quale è stato presentato un progetto volto ad organizzare una edizione straordinaria del concorso di lettura Louis Braille. L’Assessore ha apprezzato la proposta e si è detto disponibile ad individuare gli strumenti idonei per il relativo finanziamento;

15. il 19 dicembre u.s.:

a) presso il Consiglio Regionale Lombardo dell’UICI è stata firmata la nuova convenzione per la raccolta di indumenti usati con la società RecuperaLo;

b) a Pavia la Presidenza Regionale ha partecipato ad un convegno organizzato dalla Federazione Provinciale Infermieri inerente i diritti dei pazienti con disabilità visiva;

16. il 4 e 5 gennaio u.s., presso la Sezione di Brescia, ha avuto luogo il primo fine settimana laboratoriale dell’anno rivolto a ragazzi e ragazze ipo e non vedenti organizzato dall’IRIFOR Lombardia e dall’Associazione “Nati per Vivere”;

17. l’8 gennaio u.s., presso Regione Lombardia, ha avuto luogo una riunione del Tavolo Disabilità in tema di scuola, asili nido e formazione, al fine di programmare le attività dei relativi Gruppi di lavoro;

18. l’11 gennaio u.s., a Como, si è svolta la riunione del Consiglio della locale Sezione UICI, nel corso della quale è stato raggiunto l’accordo volto a realizzare la terza sede del servizio “Intervento Precoce” a Como presso la stessa Sezione UICI, vista la disponibilità di spazi adeguati;

19. il 13 gennaio u.s.:

a) presso la sede dell’ANFFAS di Milano si è svolta una riunione per pianificare le attività dell’anno 2020 relative al progetto “L-ink”;

b) presso il Consiglio Regionale Lombardo dell’UICI ha avuto luogo un incontro tra la stessa UICI, la LEDHA  (Lega per i Diritti delle Persone con Disabilità), l’ENS (Ente Nazionale Sordi) e l’ANS (Associazione Nazionale Subvedenti), per un confronto sulle linee guida relative ai servizi di supporto all’inclusione scolastica e verificare l’opportunità di individuare in maniera condivisa dei tecnici per i diversi Tavoli tecnici. Purtroppo, a causa dell’indisponibilità dell’ENS e dell’ANS, non è stato raggiunto nessun accordo e ciascuno ha proceduto a nominare propri tecnici;

20. il 16 gennaio u.s.:

a) presso Regione Lombardia, nell’ambito delle attività di verifica riguardanti l’applicazione delle linee guida per l’erogazione dei servizi di supporto all’inclusione scolastica, si è svolta una riunione dell’apposito  Gruppo di monitoraggio che si sta occupando della loro applicazione in via sperimentale nell’ambito dei servizi rivolti ai bimbi frequentanti gli asili nido della Lombardia;

b) presso Regione Lombardia, nell’ambito delle attività di verifica riguardanti l’applicazione delle linee guida di cui al punto precedente, ha avuto luogo una riunione dell’apposito Gruppo di monitoraggio, nella quale ci si è occupati dei percorsi formativi e di qualificazione rivolti agli assistenti alla comunicazione e ai tiflologi;

21. il 16 gennaio ed il 4 febbraio uu.ss., presso il Consiglio Regionale Lombardo dell’UICI la Presidenza Regionale, unitamente al Direttore Scientifico dell’Istituto dei Ciechi di Milano Franco Lisi, ha incontrato la responsabile dei servizi Educativi del Museo del Duomo  di Milano Anna Cotta Ramusino, al fine di proseguire le azioni volte a migliorare l’accessibilità del Museo del Duomo;

22. il 20, 23 e 27 gennaio uu.ss., presso Regione Lombardia, si è riunito l’apposito Gruppo di lavoro per la definizione degli indicatori di qualità per i servizi di supporto all’inclusione scolastica;

23. il 23 e 31 gennaio, il 5, 7, 13, 17, 21 e 27 febbraio uu.ss., il Segretario Regionale Aroldi ha provveduto alle operazioni di chiusura contabile presso le Sezioni di Varese, Lecco, Brescia, Sondrio, Bergamo, Monza, Como e Pavia;

24. il 28 gennaio u.s.:

a) unitamente al Segretario Regionale Aroldi, la Presidenza Regionale ha incontrato in audioconferenza la dot.ssa Mazzullo della Fondazione Italiana Accenture, che ha ideato uno strumento per l’autonomia delle persone non vedenti. L’ausilio verrà presentato ai Componenti della Commissione Regionale Autonomia per un test diretto;

b) presso la Sede del Consiglio Regionale Lombardo dell’UICI ha avuto luogo la riunione del Comitato di coordinamento della FAND Lombardia che ha, tra l’altro, ratificato il rendiconto relativo al contributo di € 100.000 erogato da Regione Lombardia. Nella stessa riunione, inoltre, è stato deciso di procedere al rinnovo degli Organi sociali a partire dal prossimo mese di giugno;

25. il 29 gennaio u.s. a Monza, alla presenza del Presidente Regionale, ha avuto luogo la riunione ordinaria del Consiglio della locale Sezione UICI. Nel corso della riunione, in un clima purtroppo poco sereno, sono state affrontate alcune questioni gestionali parse poco regolari;

26. il 31 gennaio u.s. la Presidenza Regionale ha partecipato alla riunione del Consiglio della Sezione UICI di Brescia, in occasione della quale ha espresso il proprio apprezzamento per le attività svolte;

27. l’1 e 2 febbraio uu.ss., presso la Sezione UICI di Brescia, ha avuto luogo il secondo fine settimana laboratoriale riservato ai ragazzi e alle ragazze ipo e non vedenti organizzato dall’IRIFOR Lombardia e dall’Associazione “Nati per Vivere” di Brescia;

28. il 3 febbraio u.s., presso Regione Lombardia, si è svolto un incontro con il Direttore Generale dell’Assessorato Regionale alla Disabilità dott. Giovanni Daverio, durante il quale ci si è confrontati sulle prospettive del servizio “SpazioDisabilità”;

29. il 4 febbraio u.s., presso la Sede del Consiglio Regionale Lombardo dell’UICI, si è riunito il Collegio dei Sindaci Revisori;

30. il 7 febbraio u.s., presso l’azienda STMicroelectronics di Agrate (Monza Brianza), l’UICI Lombardia ha predisposto un banchetto, grazie al quale sono stati venduti 60 astucci di cioccolato;

31. il 10 febbraio u.s., presso la Fondazione CARIPLO, si è svolto un incontro per discutere le modalità di avvio del progetto “Lavoro in Vista”;

32. il 14 febbraio u.s., unitamente al Segretario Regionale Aroldi e al Componente il Collegio dei Sindaci Revisori dott. Favara, la Presidenza Regionale ha effettuato la verifica ispettiva presso la Sezione UICI di Monza Brianza decisa dall’Ufficio di Presidenza nella riunione dell’11 febbraio u.s.;

33. il 20 febbraio u.s., presso il Consiglio Regionale Lombardo dell’UICI, hanno avuto luogo la riunione della Cabina di Regia del progetto “Lavoro in Vista” e, a seguire, la riunione dei partner del progetto stesso;

34. il 29 febbraio u.s. si è riunita in audioconferenza la Commissione Regionale Sport, Tempo Libero e Turismo Sociale;

35. il 2 marzo u.s. presso la Sezione di Monza Brianza, con il supporto del Segretario Regionale Aroldi, si è insediato il Commissario Straordinario individuato nella persona del Presidente Regionale Nicola Stilla nella seduta straordinaria del Consiglio Regionale svoltasi il 28 febbraio u.s.;

36. il 4 marzo u.s. presso il Consiglio Regionale Lombardo UICI, il Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione della società Stantec ha effettuato l’annuale verifica della sicurezza sui luoghi di lavoro;

37. il 6 marzo u.s., in audioconferenza, si è tenuta la riunione della Cabina di Regia del progetto “Disabilità e Violenza”;

38. il 10 marzo u.s. la Presidenza Regionale ha partecipato in audioconferenza alla riunione del Consiglio della Sezione di Mantova;

39. il 12 marzo u.s. la Presidenza Regionale ha partecipato in audioconferenza alla riunione del Consiglio della Sezione di Pavia;

40. il 14 marzo u.s. la Presidenza Regionale ha partecipato in audioconferenza alla riunione dei Consigli delle Sezioni di Como e Bergamo;

41. il 24 marzo u.s. si è svolta in audioconferenza una riunione tecnica per discutere circa la rimodulazione del budget del progetto “Lavoro in Vista”;

42. il 24 marzo u.s., in audioconferenza, si è svolta una Riunione dei Presidenti Regionali convocata dal Presidente Nazionale per discutere alcune scelte organizzative a seguito dei diversi rinvii previsti dai Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri emanati in seguito all’emergenza sanitaria Covid-19.

Successivamente ha preso la parola la Componente la Direzione Nazionale Katia Caravello, la quale ha riferito che sin dall’inizio dell’emergenza sanitaria la Direzione Nazionale ha costantemente monitorato la situazione associativa ai diversi livelli riunendosi in maniera informale indicativamente 2 volte alla settimana. Inoltre ha fatto pervenire alla Segreteria Regionale la seguente memoria scritta:

1. rimane vigile l’attenzione della Presidenza Nazionale verso l’attività politica, al fine di monitorare i provvedimenti d’interesse per la categoria. In riferimento all’estensione dei permessi lavorativi di cui alla Legge 104/1992, il Governo non ha ritenuto necessario ammettere l’emendamento con il quale inserire nel Decreto il riferimento esplicito all’articolo della predetta Legge relativo alla concessione dei permessi ai lavoratori con disabilità, ritenendo sufficienti le circolari del Ministero della Salute e dell’INPS (Istituto Nazionale della Previdenza Sociale);

2. la Presidenza Nazionale sta intervenendo su diversi mass media al fine di portare all’attenzione dell’opinione pubblica e, ovviamente, delle autorità, le istanze dell’UICI. Sempre la Presidenza Nazionale dispone inoltre di uno spazio fisso il mercoledì in serata su Slashradio;

3. grazie ad un’interlocuzione con la Croce Rossa Italiana forse si riuscirà ad acquistare un congruo numero di mascherine; una parte di esse sarà trattenuto dalla Presidenza Nazionale e l’altra parte – previa verifica delle necessità – saranno trasferite alle Strutture territoriali a prezzo di costo;

4. è stato pubblicato l’elenco aggiornato degli psicologi di “Stessa strada per crescere insieme”, che hanno dato la propria disponibilità per lo “Sportello di ascolto psicologico emergenza Covid-19”;

5. si richiede alle Sezioni ed ai Consigli Regionali di organizzare attività ricreative on line, in modo da tenere compagnia ai Soci e far sentire loro lavicinanza dell’Associazione. Alcune Sezioni del Lazio, ad esempio, stanno organizzando laboratori e altri momenti di incontro per chiacchierare e passare un po’ di tempo insieme; un paio di Sezioni toscane stanno organizzando – sempre attraverso la rete di psicologi di “Stessa strada per crescere insieme” – degli incontri di consulenza psicologica di gruppo. Altre iniziative di cui si verrà a conoscenza verranno prontamente condivise;

6. dal 19 u.s. gli uffici della Sede Centrale sono chiusi e i servizi sono garantiti in modalità telelavoro.

Terminate le comunicazioni, il Consiglio ha approvato la Relazione sulle attività svolte nell’anno 2020. Nel presentare il documento, la Presidenza Regionale ha rivolto un sentito ringraziamento ai rappresentanti istituzionali che nel corso di questi anni hanno fatto sentire la loro vicinanza all’Unione, ai dipendenti e ai consulenti del Consiglio Regionale Lombardo UICI per la costanza nell’attuare ogni sforzo per garantire continuità all’azione associativa, nonché ai Componenti del Collegio dei Sindaci Revisori i quali, nello svolgere le loro funzioni con professionalità e serietà, hanno rappresentato un valido riferimento dal punto di vista tecnico e umano.

Procedendo all’esame del punto 5 dell’ordine del giorno, previa lettura della relativa documentazione da parte del dott. Favara, è stato approvato il Conto Consuntivo relativo all’esercizio anno 2019. La votazione è stata preceduto dagli interventi dei Consiglieri Iuzzolino e Benzoni, dai quali è stato espresso sincero apprezzamento per il lavoro svolto e in particolare il Consigliere Benzoni ha evidenziato come, dall’anno 2000 ad oggi, i dati numerici siano passati da cifre irrilevanti a dati che nella loro grandezza testimoniano le molteplici attività che vedono coinvolto il Consiglio Regionale Lombardo UICI.

Giunti all’esame del punto 6, il Consiglio ha assunto le seguenti delibere:

• stante il perdurare dell’emergenza sanitaria in atto, la Giornata Regionale del Turismo Sociale prevista per il 17 maggio p.v. a Pavia viene sospesa e vengono rinviate ad un momento successivo le valutazioni relative alla sua eventuale organizzazione nei prossimi mesi o in alternativa al suo rinvio all’anno 2021;

• viene condivisa l’idea nata in seno alla Commissione Regionale Autonomia e Accessibilità, volta ad orgagnizzare all’inizio del prossimo mandato un evento di informazione e formazione sul lavoro svolto nel corso del presente mandato, così da assicurare continuità di azione sui temi oggetto dell’attività della suddetta Commissione.

Per quanto concerne la 9° Giornata Regionale per la Prevenzione della Cecità e la Riabilitazione Visiva prevista per l’8 dicembre p.v., vista l’incertezza dei tempi di durata delle restrizioni in atto e tenuto conto delle misure atte a garantire il distanziamento sociale che permarranno anche nei prossimi mesi, al fine di una più agevole pianificazione dell’iniziativa, la Presidenza Regionale ha invitato i Presidenti Provinciali ad avviare una riflessione circa la distribuzione in tale occasione delle confezioni di gelatine dolci già realizzate dalla Presidenza Nazionale nelll’ambito delle celebrazioni del centenario dell’UICI.

Proseguendo i lavori, il Consiglio ha adottato le seguenti delibere di carattere amministrativo:

1. tenuto conto che si ipotizza di accedere alla cassa integrazione in deroga e che, in questo caso i dipendenti  del Consiglio Regionale subirebbero una decurtazione dello stipendio, viene deciso di integrare gli stipendi con una percentuale pari alla differenza tra la cifra erogata dalla cassa integrazione ed il 100% dello stipendio;

2. viene ratificata la spesa sostenuta per l’acquisto di 100 mascherine chirurgiche e 100 mascherine di tipo FFP1 E FFP2;

3. viene approvato il rendiconto relativo alla 8° Giornata Regionale per la Prevenzione della Cecità e la Riabilitazione visiva.

Giunti al punto 9, sono state altresì adottate le seguenti delibere di carattere organizzativo:

1. visto l’avviso pubblicato da Regione Lombardia, viene deciso di Partecipare al bando in materia di smartworking riservato alle aziende ed enti con almeno 3 dipendenti;

2. vista la non completa operatività delle Sezioni per via dell’emergenza in atto, viene deciso di prorogare la scadenza del versamento dell’acconto sulle quote associative al 30 giugno p.v.;

3. vista la richiesta pervenuta da un gruppo di famiglie di bambini affetti da nistagmo, viene approvata la proposta della Presidenza di costituire un Gruppo di lavoro all’interno della Commissione Regionale Ipovedenti.

Dopo un’ampia ricognizione sui problemi riscontrati nella concessione dell’estensione provvisoria dei permessi di cui alla Legge 104/1992 avviata su invito del Consigliere Borella, non essendovi altri argomenti da trattare, alle ore 12.30 il Presidente Stilla ha dichiarato chiusa la seduta.

Lombardia – La riqualificazione professionale: un’opportunità in una sfida, di Massimiliano Penna

Autore: Massimiliano Penna

Se l’istruzione rappresenta il primo e fondamentale passo del lungo percorso che dovrebbe portare ad una vera inclusione sociale, il lavoro rappresenta lo strumento per eccellenza attraverso il quale la stessa si può realizzare.

Da sempre l’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), tanto a livello centrale quanto a livello periferico tramite le proprie strutture territoriali, è costantemente impegnata nell’affrontare il delicatissimo tema del lavoro per far sì che alle persone con disabilità visiva vengano garantite, compatibilmente con le problematiche che la disabilità visiva comporta, occasioni per mettere alla prova le competenze acquisite e raggiungere la piena realizzazione personale.

Per decenni le professioni cosiddette “tradizionali” come quella del centralinista hanno costituito un valido sbocco lavorativo; tuttavia i mutamenti del mercato del lavoro portati sia dalla crisi economica sia dall’avvento delle nuove tecnologie impongono profonde riflessioni, così da poter individuare azioni idonee ad individuare nuove occasioni di inserimento lavorativo per chi si affaccia sul mercato del lavoro e, per chi già vi è inserito, favorire quanto più possibile percorsi di riqualificazione professionale che permettano di continuare a svolgere la professione con le modalità che le nuove esigenze impongono.

L’avvento dei moderni strumenti tecnologici ha portato con sé enormi vantaggi impensabili fino a pochi decenni fa (basti pensare alla moltitudine di informazioni acquisibili tramite la rete internet), ma nel contempo rappresenta una continua sfida per le categorie deboli, le quali, per non essere escluse, necessitano di costanti adattamenti delle tecnologie assistive.

A livello regionale, fra il 2017 e il 2018 l’UICI Lombardia è stata impegnata quale capofila all’interno del progetto a valenza regionale “Azioni di sistema”.

Il progetto ha rappresentato un momento di enorme valore, in quanto ha consentito di attuare una profonda riflessione sull’attuale situazione lavorativa delle persone non vedenti ed ipovedenti in Lombardia.

“Avvalendoci della pluriennale esperienza dell’Istituto dei Ciechi di Milano in materia di servizi al lavoro – dichiara il Presidente Regionale UICI della Lombardia Nicola Stilla, sono stati attuati interventi volti a favorire non solo l’inserimento lavorativo, ma anche il mantenimento lavorativo tramite percorsi di riqualificazione professionale. Il lavoro – prosegue Stilla – in questo caso ha rappresentato ovviamente lo scopo del progetto, ma al tempo stesso ha fatto da strumento che ha permesso, per la prima volta, la predisposizione di linee guida in materia di inserimento e mantenimento lavorativo, che potranno essere utilizzate da noi come associazione in sede di confronto con gli enti preposti, nonché dalle aziende disponibili ad inserire nel personale persone con disabilità visiva. La nostra azione prosegue poi quotidianamente con l’attuazione di ogni sforzo per individuare gli spazi più adatti a favorire l’inserimento lavorativo, ma il primo elemento da cui partire è la disponibilità delle aziende. Sul versante della riqualificazione, poi, non sempre vi è la disponibilità dei soggetti interessati e di conseguenza risulta evidente che da parte nostra sia necessaria anche una forte azione di tipo culturale. Naturalmente anche in questo caso la disponibilità delle aziende è il punto da cui partire e da parte nostra vi è la piena disponibilità a mettere a disposizione, ove venga richiesto, tutte le conoscenze in nostro possesso e tutta l’esperienza maturata in materia. Da parte nostra vi è sempre stata e vi sarà anche in futuro piena disponibilità al dialogo e al confronto come ad esempio avviene da tempo con tutte le sedi territoriali dell’Agenzia delle Entrate, al fine di predisporre interventi di riqualificazione professionale che siano realmente rispondenti ai nuovi assetti organizzativi. Il mercato del lavoro – conclude Stilla – negli ultimi anni ha subito profondi mutamenti sia per via della pressante crisi economica, sia in conseguenza della diffusione delle moderne tecnologie e restare al passo con i suddetti cambiamenti, ove ve ne siano le opportunità, diventa fondamentale ancor di più per le categorie deboli”.

Anche a livello nazionale la riqualificazione professionale per l’UICI rappresenta una delle priorità. Dall’anno scorso, infatti, è in atto un costante confronto con l’Agenzia delle Entrate, volto a predisporre percorsi di riqualificazione che permettano ai centralinisti telefonici di trovare nuovi spazi lavorativi compatibili con i nuovi assetti dell’ente.

“In primo luogo – dichiara il Vicepresidente Nazionale UICI Stefano Tortini – abbiamo proceduto ad una attenta indagine conoscitiva della situazione dei dipendenti con disabilità visiva presso l’ente anche al fine di verificare la disponibilità degli stessi ad intraprendere un percorso di questo tipo. La sfida che ci attende sarà delle più ardue in quanto, una volta pianificati gli interventi di concerto con la stessa Agenzia delle Entrate, saremo chiamati a predisporre percorsi formativi calibrati sulle singole situazioni. Dietro ogni lavoratore c’è infatti un insieme di potenzialità e di attitudini personali che vanno ben oltre la disabilità e anche in questo caso sarà nostro compito interpretare al meglio le singole situazioni”.

La figura del centralinista telefonico è ormai cambiata; i servizi automatizzati e l’instradamento diretto delle chiamate fanno sì che non sia più indispensabile un addetto preposto esclusivamente alla gestione delle chiamate stesse. Sarà allora indispensabile predisporre percorsi di riqualificazione che puntino a formare delle figure in grado di interagire col pubblico e soddisfare le diverse richieste avvalendosi dei moderni strumenti informatici.

Tutto ciò rappresenta sì una sfida, ma anche uno stimolo per mettere a frutto le migliori competenze presenti all’interno dell’Associazione, in vista di un obiettivo fondamentale sia dal punto di vista personale di ogni lavoratore che collettivo: l’inclusione sociale.

Lombardia – Sintesi dei lavori del Consiglio regionale Uici: seduta del 28 settembre 2019, di Massimiliano Penna

Autore: Massimiliano Penna

Sabato 28 settembre, presso la propria Sede a Milano in via Mozart 16, si è riunito in seduta ordinaria il Consiglio Regionale Lombardo UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti).

La seduta si è aperta alle ore 9.40 col saluto ai presenti del Presidente Stilla, il quale ha portato i saluti del Presidente Onorario Rodolfo Cattani assente per impegni istituzionali all’estero.

All’appello risultavano assenti i Consiglieri Bondio, Fiordalisi, Monico e Signorini. Oltre ai Consiglieri presenti partecipavano ai lavori Katia Caravello in qualità di Componente la Direzione Nazionale, il Consigliere Nazionale Francesco Busetti e il Componente il Collegio dei Sindaci Revisori dott. Enrico Favara; assisteva in qualità di Segretario verbalizzante il dott. Roberto Aroldi.

Prima di procedere alla trattazione dell’ordine del giorno, la Presidenza Regionale ha aperto i lavori con un accorato intervento, nel quale ha rivolto un forte invito a tutti i Dirigenti affinchè si adoperino col massimo sforzo nel vigilare sulla concreta applicazione delle normative a tutela delle persone con disabilità visiva. Troppo spesso, a fronte di provvedimenti legislativi concepiti nell’ottica di tutelare nel miglior modo i diritti di queste ultime, la loro concreta attuazione è resa difficoltosa dai molteplici adempimenti di carattere amministrativo, organizzativo e burocratico; ne è un chiaro esempio il settore dei servizi di supporto all’inclusione scolastica, fondamentali per i nostri ragazzi. Tutto ciò considerato, risulta indispensabile fare fronte comune a tutti i livelli, così da assicurare il costante monitoraggio dell’attuazione dei provvedimenti normativi, assolvendo nel migliore dei modi al compito che per natura stessa l’UICI si è data fin dalla sua nascita: favorire e promuovere a tutti i livelli l’inclusione sociale delle persone con disabilità visiva.

Dopo avere approvato il verbale relativo alla riunione del 22 giugno u.s., il Consiglio ha altresì ratificato le delibere assunte dall’Ufficio di Presidenza in occasione della riunione svoltasi il 23 settembre u.s..

Procedendo all’esame del punto 3 dell’ordine del giorno, la Presidenza ha riferito quanto segue:

1. il 24 giugno u.s. a Milano, presso la Sala Gonfalone del Palazzo Pirelli, si è svolto un convegno inerente il lavoro;

2. l’11 luglio u.s., presso la Fondazione CARIPLO, si è svolta una riunione nella quale si è discusso circa i progetti presentati a seguito del bando “Abili al Lavoro” predisposto dalla Fondazione stessa; la discussione è proseguita il 25 settembre u.s. in occasione di una seconda riunione preparatoria. Il 17 luglio u.s., inoltre, si è svolto un incontro per approfondire l’idea progettuale presentata dal Consiglio Regionale Lombardo UICI;

3. dal 13 al 23 luglio uu.ss., a Duna Verde di Caorle, si è svolto il soggiorno estivo per famiglie con bambini da 0 a 3 anni, mentre dal 26 luglio al 9 agosto uu.ss. si è svolto quello rivolto a ragazzi e adolescenti, che ha avuto quali graditi ospiti per una giornata il Presidente Nazionale UICI Mario Barbuto e la Componente la Direzione Nazionale Linda Legname;

4. il 24 luglio u.s., presso il Comune di Milano, ha avuto luogo un incontro nel quale si è discusso in merito al rilancio del progetto “MilanoPerTutti”;

5. il 25 luglio e il 18 settembre uu.ss., presso Regione Lombardia, il Consigliere Lisi ha partecipato a 2 riunioni del Comitato per l’applicazione della Legge Regionale 13/2003 in materia di “Promozione all’accesso al lavoro delle persone disabili e svantaggiate”;

6. il 5 agosto u.s., presso Regione Lombardia, si è riunito il comitato organizzativo della manifestazione “Milano Pet Week”, che vedrà coinvolta anche la Commissione Regionale UICI Cani Guida in vista di una dimostrazione che si terrà il 4 ottobre p.v. nell’ambito della predetta manifestazione;

7. il 5 settembre u.s., presso Regione Lombardia, si è riunito il Tavolo di monitoraggio del progetto sperimentale rivolto a bimbi con disabilità sensoriale iscritti agli asili nido. Durante il suddetto incontro è stato deciso di istituire un apposito Gruppo di lavoro che seguirà gli sviluppi della predetta sperimentazione. La Presidenza Regionale raccomanda i Presidenti Provinciali affinchè forniscano con tempestività i dati necessari;

8. il 10 settembre u.s., presso il Consiglio Regionale Lombardo UICI, ha ripreso l’attività il Centro Regionale Tiflotecnico, il cui servizio è gestito dalla ditta Tifcom;

9. il 12 settembre u.s. a Milano, presso il Palazzo delle Stelline, ha avuto luogo l’inaugurazione del progetto “Spolvero – il Cenacolo rivelato”, che si prefigge di rendere accessibile ai visitatori con disabilità visiva la celebre opera di Leonardo Da Vinci grazie, appunto, ad una riproduzione realizzata con una particolare tecnica chiamata “spolvero”;

10. il 13 settembre u.s., unitamente alla Presidente della locale Sezione UICI Sandra Inverardi, la Presidenza Regionale ha partecipato ad un incontro con i funzionari del Teatro Grande di Brescia in occasione dell’avvio del progetto “Open”. Nell’ambito del suddetto progetto, alle persone non vedenti verranno offerte visite guidate in occasione della messa in scena delle opere, alcune delle quali saranno anche audiodescritte;

11. il 16 settembre u.s. a Roma, presso la Fondazione del Sud, su invito della Presidenza Nazionale la Presidenza Regionale ha partecipato ad un incontro inerente il progetto “Bloom again”;

12. il 17 settembre u.s., a Cinisello Balsamo, il Segretario Aroldi ha partecipato ad un incontro con Fondazione CARIPLO e i partner del progetto “Link”;

13. il 19 settembre:

a) in rappresentanza della Presidenza Regionale, il Segretario Regionale ha partecipato alla cerimonia di celebrazione dei 40 anni di fondazione della LEDHA /Lega per i Diritti delle Persone con Disabilità) svoltasi presso l’Università Statale di Milano;

b) a Milano, presso il Consiglio di Regione Lombardia, si è svolta un’audizione delle associazioni coinvolte nei vari approfondimenti relativi al Progetto di Legge n. 53 in materia di eliminazione delle barriere architettoniche;

14. il 20 settembre u.s. a Milano, presso Regione Lombardia, la Presidenza Regionale ha incontrato l’Assessore Regionale alle Politiche Sociali, Abitative e Disabilità Stefano Bolognini al fine di far presente a quest’ultimo le conseguenze delle scelte relative al contributo straordinario a favore della FAND (Federazione tra le Associazioni Nazionali delle persone con Disabilità) Lombardia e della LEDHA a parziale danno delle associazioni di cui alla Legge Regionale 1/2008. Pur esprimendo amarezza per quanto accaduto, la Presidenza rileva positivamente la disponibilità all’ascolto e al dialogo dimostrata dall’Assessore Bolognini;

15. il 24 settembre u.s., a Milano, la Presidenza Regionale ha incontrato la dott.ssa Elena Ascari, la quale ha presentato un’idea progettuale volta a favorire la lettura di etichette digitali applicate su qualsiasi prodotto tramite lo smartphone;

16. la Presidenza Regionale rivolge un sentito invito ai Presidenti Provinciali, affinchè all’interno dei rispettivi Consigli venga avviata una seria riflessione sulla bassa partecipazione registratasi in occasione delle seconde Assemblee dei Soci, così da poterne trarre spunti concreti per l’elaborazione di adeguate strategie. Le considerazioni espresse dalla Presidenza sono state pienamente condivise dal Consigliere Regionale Benzoni e dal Consigliere Nazionale Busetti i quali, nei rispettivi interventi, hanno evidenziato l’estrema importanza di una riflessione profonda che permetta di individuare strumenti quanto più efficaci per un più ampio coinvolgimento dei Soci nella vita associativa.

Terminate le comunicazioni della Presidenza Regionale ha preso la parola la Componente la Direzione Nazionale Katia Caravello la quale, aggiornando il Consiglio sull’attività associativa a livello centrale, fra l’altro ha riferito quanto segue:

1. nelle scorse settimane le associazioni di tutela delle persone con disabilità sono state ricevute dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, al fine di confrontarsi sul futuro assetto delle competenze legislative in materia di disabilità;

2. il 10 ottobre p.v. la Direzione Nazionale UICI sarà presente alla celebrazione della Giornata Mondiale della Vista promossa dalla IAPB (Sezione italiana dell’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità) che si terrà presso il Senato della Repubblica;

Terminate le comunicazioni, dopo un ampio dibattito, è stato deciso che l’Assemblea Regionale dei Quadri Dirigenti si svolgerà il 26 ottobre p.v. con inizio alle ore 10.00 e termine alle ore 16.30 ed è stato altresì dato mandato all’Ufficio di Presidenza affinchè proceda ad una selezione fra i seguenti argomenti da porre all’ordine del giorno:

– ruolo dell’Associazione nel mondo dell’associazionismo e delle istituzioni;

– applicazione del nuovo nomenclatore tariffario in Lombardia;

– il centenario di fondazione dell’Unione in Lombardia;

– problemi e prospettive del servizio civile universale;

– l’Unione e la cooperazione sociale;

– sperimentazione dei servizi negli asili nido.

Proseguendo i lavori, uditi i riferimenti del dott. Favara e del Segretario Aroldi, il Consiglio ha approvato l’assestamento al Budget 2019.

Giunti al punto 6 dell’ordine del giorno, è stata approvata all’unanimità la Relazione Programmatica per l’anno 2020 e successivamente, previa lettura della relativa documentazione da parte del dott. Favara, il Consiglio ha altresì approvato il Budget per l’anno 2020.

Successivamente, uditi i riferimenti della Presidenza relativi alla Giornata Regionale per la Prevenzione della Cecità e la Riabilitazione Visiva, dopo un attento esame è stata approvata la proposta della stessa circa il formato degli astucci di cioccolato ed è stato deciso a maggioranza di fissare il contributo richiesto ad € 9.

Dopo un rapido punto della situazione circa la proposta di polizza sanitaria integrativa riservata ai Dirigenti Provinciali, il Consiglio ha adottato le seguenti delibere di carattere amministrativo:

1. preso atto della donazione di circa 1500 astucci di cioccolato della precedente edizione della Giornata Regionale per la Prevenzione della Cecità e la Riabilitazione Visiva con scadenza aprile 2020 pervenuta all’IRIFOR Lombardia da parte dell’azienda ICAM, fermo restando che le Sezioni Provinciali potranno realizzare iniziative nell’ambito dei rispettivi territori a sostegno dell’IRIFOR Lombardia, viene autorizzata la distribuzione del predetto quantitativo su tutto il territorio regionale entro e non oltre il 10/15 novembre dietro contributo di € 4/5;

2. previa lettura della relativa documentazione da parte del Segretario Aroldi, viene approvato il rendiconto della Lotteria di Primavera 2019;

3. viene approvato il rendiconto relativo ai proventi della campagna 5 per mille pervenuti nel mese di agosto;

4. viene autorizzato l’anticipo spese pari ad € 18.000 a favore di LEDHA e AIAS (Associazione Italiana Assistenza Spastici) per le attività legate al progetto “SpazioDisabilità”, di cui il Consiglio Regionale Lombardo UICI è capofila;

5. viene accolta la richiesta pervenuta dalla Commissione Regionale Ipovedenti di procedere alla stampa in formato avvolgibile di un pannello fisso realizzato dalla Sezione UICI di Brescia e viene stanziato un budget pari ad € 500.00;

6. viene autorizzata l’organizzazione di un evento dimostrativo a cura della Commissione Regionale Cani Guida presso Regione Lombardia nei giorni 5 e 6 ottobre pp.vv. e viene stanziato un budget di € 300.00.

Giunti all’esame del punto 11, il Consiglio ha poi adottato le seguenti delibere di carattere organizzativo:

1. viene accolta la richiesta della Commissione Regionale Ipovedenti relativa all’organizzazione di un seminario inerente la riabilitazione e gli ausilli e viene altresì dato mandato alla Presidenza affinchè individui la data più idonea per lo svolgimento;

2. viene preso atto dei dati relativi alla partecipazione al concerto benefico a sostegno delle attività del Consiglio Regionale Lombardo UICI “La Traviata” che si terrà il 25 ottobre p.v. a Milano presso il Teatro Dal Verme. La Presidenza rivolge un sincero ringraziamento alla Sezione di Milano per l’impegno profuso nell’organizzazione dell’evento;

3. viene preso atto dei riferimenti della Presidenza circa le problematiche legate all’assenza di una costituzione formale della FAND e viene condiviso l’orientamento volto a proporre un’ampia riflessione al riguardo in occasione di un incontro fra i Presidenti Regionali delle Associazioni aderenti alla Federazione stessa che si terrà il 7 ottobre p.v..

Non essendovi altri argomenti da trattare, alle ore 13.10 il Presidente Stilla ha dichiarato chiusa la seduta.

Iniziativa del Consiglio Regionale UICI della Lombardia

Il Consiglio Regionale della Lombardia, ormai da diversi anni, organizza annualmente la “Giornata Regionale per la Prevenzione della cecità e la Riabilitazione visiva” alla quale abbina una raccolta fondi effettuata attraverso la distribuzione di un astuccio personalizzato di cioccolato di una nota Ditta produttrice della zona.

Nelle precedenti edizioni, alcune strutture sezionali e regionali fuori dal territorio della Lombardia, hanno chiesto di poter ricevere una fornitura delle confezioni per realizzare analoghe iniziative promozionali e di raccolta fondi.

Di conseguenza, il Consiglio Regionale, sentita la Presidenza Nazionale, ha ritenuto utile mettere a disposizione l’esperienza maturata in tale ambito e di offrire il suddetto gadget a tutte le strutture interessate sul territorio italiano.

Si tratta di un astuccio di cioccolato del peso di 400 grammi che, rispetto al passato, contiene un nuovo prodotto consistente in 4 tavolette di cioccolato, rispettivamente fondente biologico, al latte senza zucchero, fondente senza zucchero, bianco biologico.

La confezione, completamente ridisegnata nella forma e nella grafica, misura circa cm. 17 x 8,5 x 5, è completamente personalizzata (vedi allegato).

Sulla parte frontale compare il logo UICI con la scritta “Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti” e il motto “Un dono per la vista”. Particolarità di questa nuova versione della confezione è che il motto è stampato sia in nero che in caratteri braille (non a rilievo) e che l’acronimo “UICI” è in rilievo, percepibile al tatto.

Sul retro, oltre agli ingredienti, ai dati del produttore e alla data di scadenza, compare il logo della I.A.P.B. che collabora all’iniziativa, mentre sul lato destro sono stampate le tabelle nutrizionali.

Il format della raccolta fondi prevede che la confezione, abbinata a brochure sull’attività dell’Unione e a opuscoli sulla prevenzione e riabilitazione visiva, venga offerta al pubblico dietro versamento di un contributo minimo di 9,00 euro, tenuto conto che le condizioni di acquisto offerte dalla ditta fornitrice ICAM Spa sono di euro 4,50 cad. (IVA compresa).

L’esperienza maturata in Lombardia come in ogni altra situazione, conferma che i risultati più significativi per la raccolta fondi si ottengono attraverso il contatto con aziende e istituzioni, mentre la presenza nelle piazze rimane la scelta più valida per sensibilizzare la cittadinanza e dare visibilità alle iniziative.

Ai costi indicati, si dovranno aggiungere le spese di spedizione e i seguenti eventuali oneri di personalizzazione:
– 0,25 €/astuccio, per stampare astucci con logo personalizzato per un quantitativo minimo di 5.000;

– 0,50 €/astuccio, per apporre un adesivo personalizzato su astuccio standard, per quantitativi più ridotti.

Le strutture che effettueranno l’ordine riceveranno direttamente la fattura a loro intestata e dovranno provvedere al pagamento a mezzo bonifico bancario a 60 giorni dal ricevimento della stessa.

Le strutture che intendono richiedere una fornitura sono invitate a comunicare i propri ordinativi al Consiglio Regionale UICI della Lombardia, utilizzando l’accluso modulo d’ordine da trasmettere esclusivamente a mezzo posta elettronica all’indirizzo uiclomb@uiciechi.it, entro il prossimo 15 ottobre.

Modulo di adesione

Gli ordinativi devono essere espressi in multipli di sei, in quanto gli astucci vengono confezionati in scatole da sei pezzi.

Le regole comuni e solidali da osservare e condividere tra le strutture aderenti, sono:

– l’astuccio sarà sempre abbinato a materiale divulgativo sulla prevenzione e riabilitazione visiva e sull’UICI;

– il contributo minimo richiesto al pubblico per ogni astuccio non dovrà essere inferiore a nove euro, salvo per le Strutture territoriali al di fuori del territorio della Lombardia che intendano richiedere un importo differente, per ragioni di opportunità legate alle particolari situazioni locali. A tale proposito, come regola generale, sarebbe preferibile evitare che Sezioni territoriali confinanti richiedano cifre differenti per la stessa iniziativa;

– ferma restando la facoltà di ciascuna struttura di decidere liberamente i tempi e le modalità delle proprie iniziative, ricordiamo che il Consiglio regionale della Lombardia ha scelto anche quest’anno la data dell’8 dicembre per realizzare la propria campagna.

La Presidenza Nazionale parteciperà alla campagna quest’anno con l’acquisizione di un piccolo quantitativo di mille astucci, in attesa di verificare al più presto tutte le condizioni per un grande lancio di una speciale iniziativa dedicata, in occasione del centenario di fondazione nel 2020.

Foto dell'astuccio cioccolato

Foto dell’astuccio cioccolato

Lombardia – Teatro di Brescia: Un omaggio a Rossini a sostegno del servizio intervento precoce

28 Febbraio 2019

Il Consiglio Regionale Lombardo dell’U.I.C.I. (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), grazie alla gentile disponibilità dell’Associazione Amici del Loggione del Teatro alla Scala di Milano, propone per il prossimo 28 febbraio presso il Teatro Grande di Brescia un concerto benefico, il cui ricavato sarà interamente devoluto a favore delle attività del servizio INTERVENTO PRECOCE, che da diversi anni assicura percorsi terapeutici personalizzati a bambini in età prescolare con problemi visivi e alle loro famiglie.
Protagonista della serata sarà il celebre compositore Gioacchino Rossini, che a poco più di 150 anni dalla sua scomparsa mantiene viva la sua presenza artistica grazie alla grandiosità delle sue opere. Saranno eseguiti pezzi dall’imponente produzione rossiniana (Aureliano in Palmira, Elisabetta Regina d’Inghilterra, Mosè in Egitto, l’Assedio di Corinto ed altre opere), alternando arie celebri a brani di rara esecuzione, facendo sì che Il concerto possa incontrare sia l’interesse del pubblico di massa che quello dell’appassionato, data l’eterogeneità della proposta.
Oltre che un “omaggio”, sarà anche una simpatica occasione per celebrare il compleanno di quest’ultimo, nato a Pesaro il 29 febbraio del 1792.
“A nome di tutto il Consiglio Regionale e di tutti i nostri Soci – dichiara il Presidente Regionale UICI Nicola Stilla – rivolgo un sentito ringraziamento all’amministrazione locale e al Teatro Grande di Brescia che hanno consentito la fattibilità dell’iniziativa. Esprimo viva gratitudine, inoltre, all’Associazione Amici del Loggione del Teatro alla scala di Milano, che con la sua orchestra composta da 36 elementi affiancata da un coro di almeno 80 elementi e 6 solisti ci permetterà di dare vita ad un evento in grado di coniugare cultura e finalità benefiche”.

COS’È IL SERVIZIO INTERVENTO PRECOCE?
Attivo da diversi anni sul territorio bresciano il servizio, assicurato dall’UICI tramite l’IRIFOR (Istituto per la Ricerca, la Formazione e la Riabilitazione) della Lombardia e grazie alla collaborazione e al sostegno dell’Associazione Nati Per Vivere, attraverso interventi riabilitativi individuali che tengano conto del grado di sviluppo, delle caratteristiche personali e delle peculiarità ambientali in cui il bambino vive, si pone l’obiettivo di monitorare e catalizzare lo sviluppo relazionale, ludico, cognitivo, motorio ed eventualmente visivo dei piccoli, affiancando le famiglie in questa delicatissima fase della crescita.
Un mancato intervento nei primi anni può compromettere irreversibilmente lo sviluppo psicomotorio del piccolo e, proprio per questo, INTERVENTO PRECOCE è un servizio di vitale importanza per le quasi cento famiglie del nostro territorio che ne usufruiscono.

28 febbraio, ore 20.45 – Teatro Grande di Brescia, C.so Zanardelli n. 9
Costo del biglietto – 15,00 euro intero, 10,00 euro per gli over 65 e under 25. L’orario di inizio è 20:45.
I biglietti sono acquistabili presso la Sezione UICI di Brescia – Via Divisione Tridentina 54 – Tel. 030.2209412 – e-mail uicbs@uiciechi.it.
È possibile rivolgersi anche al Consiglio Regionale UICI della Lombardia – tel. 02.76011893 – e-mail uiclomb@uiciechi.it

PROGRAMMA
Dallo “Stabat Mater”:
• STABAT MATER DOLOROSA (coro e soli: Campanella, Menna, Bono, Park) 9:40
• CUIUS ANIMAM (tenore: Bono) 6:00
• PRO PECCATIS (basso: Park) 4:30
• INFLAMMATUS (coro e soprano: Campanella) 4:40
Dalla “Petite Messe solennelle”:
• KYRIE (coro) 3:00
• AGNUS DEI (coro e mezzosoprano: Menna) 7:00
Da “Aureliano in Palmira”:
• SPOSA DEL GRANDE OSIRIDE (coro) 4:40
Da “Elisabetta d’Inghilterra”
• QUANTO È GRATO ALL’ALMA MIA (coro e soprano: Campanella) 7:00
Dal “Mose’ In Egitto”:
• DAL TUO STELLATO SOGLIO (coro e soli: Campanella, Bono, Park) 5:00
Da “Semiramide”
• BEL RAGGIO LUSINGHIER (soprano: Mannino) 7:00
Da “La donna del lago”:
• Coro di Introduzione DEL DI’ LA MESSAGGERA (coro) 4:30
Da “Assedio di Corinto”
• GIUSTO CIEL IN TAL PERIGLIO (coro e soprano: Mannino) 3:40
Da “Guglielmo Tell”
• FINALE (coro e soli: Campanella, Mannino, Menna, Bono, Park) 3:20
BIS “Dal tuo stellato soglio” (coro e tutti i solisti) 5:00
CORO, ORCHESTRA e SOLISTI DELL’ASSOCIAZIONE “AMICI DEL LOGGIONE DEL TEATRO ALLA SCALA
Renata Campanella e Francesca Mannino soprani, Nunzia Menna mezzosoprano, Emanuele Bono tenore
Sandro Eria baritono, Kiok Park basso.
DIRETTORE: FILIPPO DADONE

Lombardia – Sintesi dei lavori del Consiglio regionale lombardo dell’Uici: seduta del 10 dicembre 2018, di Massimiliano Penna

Sabato 1° dicembre 2018, presso la propria Sede a Milano in via Mozart 16, si è svolta l’ultima seduta ordinaria del 2018 del Consiglio Regionale Lombardo dell’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti).
La riunione ha avuto inizio alle ore 9.40 col saluto ai presenti del Presidente Stilla; all’appello risultavano assenti i Consiglieri Aronica, Benzoni, Bonacina, Bondio, Borella, Inverardi, Iuzzolino, La Corte, Signorini e Tozzi. Erano altresì presenti In qualità di ospiti la Presidente del Consiglio Regionale UICI del Molise Marilena Chiacchiari e il Componente la Direzione Nazionale e Coordinatore della Commissione Nazionale Istruzione UICI prof. Marco Condidorio i quali, rivolgendo un saluto all’intero Consiglio, hanno espresso sinceri ringraziamenti per l’occasione di confronto offerta. partecipavano altresì ai lavori il Presidente Regionale Onorario UICI Rodolfo Cattani, la Componente la Direzione Nazionale Katia Caravello e il Componente il Collegio dei Sindaci Revisori dott. Enrico Favara; assisteva inoltre ai lavori il Segretario verbalizzante dott. Roberto Aroldi.
Prima di dare il via ai lavori la Presidenza Regionale ha riferito che, a seguito delle dimissioni rassegnate dal Presidente della Sezione di Varese Gaetano Marchetto nelle scorse settimane, dopo 2 riunioni per verificare se vi fossero le condizioni per una eventuale revoca delle stesse, il 30 novembre u.s. il Consiglio Sezionale ha eletto quale nuovo Presidente Piercarlo Cremona.
Dopo avere approvato a maggioranza il verbale relativo alla seduta ordinaria del 22 settembre u.s. e all’unanimità quello relativo alla seduta straordinaria svoltasi in audioconferenza il 5 novembre u.s., il Consiglio ha ratificato le delibere adottate dall’Ufficio di Presidenza nella riunione del 30 ottobre u.s..
In seguito la Presidenza Regionale ha riferito quanto segue:
1. il 30 novembre u.s., presso l’Istituto dei Ciechi di Milano, si è svolto il convegno dal titolo “Istruzione, formazione e lavoro: un approccio integrato per vincere la sfida dell’occupazione per le persone con disabilità visiva”. L’evento, che ha visto una buona partecipazione, è pienamente riuscito non solo grazie all’alto contenuto delle relazioni esposte, ma anche e soprattutto per l’estrema importanza del momento di confronto avuto con aziende che hanno saputo predisporre veri percorsi d’inserimento in grado di valorizzare la persona con disabilità visiva e le sue capacità;
2. negli scorsi mesi è proseguito il dialogo con l’Assessorato alle Politiche Sociali, Abitative e Disabilità di Regione Lombardia. Inoltre, con l’Assessorato Regionale alle Politiche per la Famiglia, Genitorialità e Pari Opportunità è stato avviato un confronto circa le problematiche connesse alle donne con disabilità vittime di violenza, al fine di giungere alla piena e reale fruibilità dei centri antiviolenza e delle case-rifugio anche da parte di queste ultime;
3. il 4 ottobre u.s. la Presidenza Regionale ha partecipato alla conferenza di presentazione degli abbonamenti teatrali offerti da Teatri per Milano in collaborazione con AGIS Associazione Generale Italiana per lo Spettacolo), che fra le varie formule prevedono agevolazioni uniformi su tutto il territorio regionale specificamente rivolte alle persone con disabilità;
4. acquisita la disponibilità dell’Assessorato alla Cultura in occasione di un incontro svoltosi il 12 ottobre u.s., nonché della Sovrintendenza del Teatro Grande di Brescia in occasione di un incontro svoltosi il 5 novembre u.s., il 28 febbraio 2019, con la collaborazione del coro e dell’orchestra dell’Associazione Amici del Loggione del Teatro alla Scala, si terrà un concerto benefico a sostegno delle attività svolte dal servizio “Intervento Precoce” dell’IRIFOR Lombardia;
5. all’interno dell’evento “G come Giocare” svoltosi presso FieraMilanocity dal 23 al 25 novembre uu.ss., nei giorni 24 e 25 l’UICI della Lombardia è stata presente con laboratori organizzati dagli operatori del servizio Intervento Precoce con lo scopo di fare scoprire ai piccoli partecipanti come stimolare i sensi attraverso il gioco. Si constata con piacere il buon riscontro avuto durante le 2 giornate;
6. a seguito di un confronto avviato col Comune di Milano e la Camera di Commercio di Milano e Lodi in occasione di un incontro svoltosi il 5 novembre u.s. inerente il progetto ”Milano per Tutti”, l’UICI della Lombardia è stata coinvolta in una serie di attività finalizzate all’elaborazione di suggerimenti inerenti gli accorgimenti da adottare per una concreta accessibilità delle strutture alberghiere anche da parte delle persone con disabilità visiva, nonché a predisporre apposite attività formative rivolte al personale preposto all’accoglienza delle stesse;
7. l’8 novembre u.s., a Monza, si è svolto il convegno previsto a conclusione del progetto a valenza Regionale “Azioni di Sistema”. Dai molteplici incontri svoltisi nelle scorse settimane è emersa la buona riuscita del progetto medesimo, finalizzato all’elaborazione di linee guida inerenti l’inserimento e il mantenimento lavorativo delle persone con disabilità visiva. La Presidenza Regionale rivolge un forte invito ai Dirigenti Provinciali affinché, già nelll’immediato futuro, avviino un dialogo serrato con gli uffici provinciali preposti così da rappresentare al meglio le problematiche inerenti l’inserimento lavorativo delle persone con disabilità visiva, nonché le possibili soluzioni;
8. il 16 novembre u.s. il Ministro per la Famiglia e le Disabilità Lorenzo Fontana ha visitato la Biblioteca per Ciechi Regina Margherita di Monza e l’Istituto dei Ciechi di Milano. Unitamente al Presidente Nazionale Mario Barbuto, al Commissario Straordinario dell’Istituto dei Ciechi di Milano Rodolfo Masto e al Presidente della Biblioteca Regina Margherita Pietro Piscitelli, la Presidenza Regionale ha illustrato al Ministro le varie attività svolte dai 2 enti. È stato un momento particolarmente significativo, reso ancora più importante dalla disponibilità all’ascolto e al confronto dimostrata dal Ministro Fontana;
9. il 24 novembre u.s.:
a) presso la Sala Stoppani dell’Istituto dei Ciechi di Milano si è tenuto il convegno dal titolo “Rompiamo il muro del silenzio: insieme alle donne con disabilità contro la violenza psicologica”, promosso dalla FAND (Federazione tra le Associazioni Nazionali di Persone con Disabilità) della Lombardia. L’evento ha riscosso notevole interesse e ha visto una nutrita partecipazione. La Presidenza Regionale rivolge un sentito ringraziamento alla dott.ssa Marilena La Fratta dell’Assessorato alle Politiche per la Famiglia, Genitorialità e Pari Opportunità di Regione Lombardia per il contributo offerto a nome dell’Istituzione da lei rappresentata, nonché per la vicinanza e la sensibilità dimostrate verso le problematiche affrontate;
b) presso la Sede del Consiglio Regionale UICI si è riunita la Commissione Regionale Istruzione;
c) presso il Salone Trani del Consiglio Regionale UICI, si è svolta una dimostrazione di ausili offerta dall’azienda Tiflosystem;
10. nel mese di settembre, presso le Sezioni Territoriali della Lombardia, si sono svolte le seconde Assemblee ordinarie dei Soci;
11. il 29 settembre u.s. il Segretario Regionale ha partecipato al convegno “Smart – Una città che accoglie” organizzato dal Comune di Vigevano, dove ha presentato la piattaforma “MilanoAccogliente”;
12. il 29 e 30 settembre u.s., a Tirrenia, ha avuto luogo l’Assemblea Nazionale dei Quadri Dirigenti dell’UICI;
13. il 2 ottobre u.s. ha avuto luogo un incontro con l’ANFFAS (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale) e la LEDHA (Lega per i Diritti delle persone con Disabilità), al fine di approfondire diversi aspetti relativi al progetto “Budget di Salute” finanziato dalla Fondazione CARIPLO;
14. il 9 ottobre u.s. si è riunita la Commissione Regionale Terza Età;
15. il 12 ottobre u.s. la Presidenza Regionale ha preso parte al simposio “Ipovisione e Cecità” tenutosi presso la Sala Alessi di Palazzo Marino a Milano;
16. il 14 ottobre u.s. la Presidenza Regionale ha partecipato alla visita guidata presso il Teatro Grande di Brescia, che ha permesso alle persone ipo e non vedenti di accedere al palcoscenico e toccare tutti gli elementi della scena dell’opera in programma in quelle date;
17. il 16 ottobre u.s. la Presidenza ed il Segretario Regionale, unitamente al Presidente di LEDHA Alessandro Manfredi, hanno incontrato l’Assessore Regionale alle Politiche Sociali, Abitative e Disabilità Stefano Bolognini per confrontarsi su vari aspetti inerenti il Fondo Unico Regionale sulla Disabilità;
18. il 18 ottobre u.s., presso la Sede del Consiglio Regionale UICI, si è riunito l’Ufficio di Presidenza della FAND Lombardia;
19. il 19 ottobre u.s. ha avuto luogo un incontro con il Direttore Generale dell’Assessorato Regionale alle Politiche Sociali, Abitative e Disabilità Giovanni Daverio e la referente di Regione Lombardia per il servizio “SpazioDisabilità” dott.ssa Cinzia Tripi, al fine di definire il piano formativo per gli operatori e l’avvio delle attività delle “Antenne Territoriali”;
20. il 20 ottobre u.s., alla presenza del Presidente Nazionale Mario Barbuto, ha avuto luogo l’Assemblea Regionale dei Quadri Dirigenti;
21. il 25 ottobre u.s. la dipendente del Consiglio Regionale UICI Simona Pioggia ha partecipato all’incontro fra i partner del progetto “Budget di Salute” svoltosi presso l’ANFFAS di Cinisello Balsamo;
22. il 25 ed il 31 ottobre uu.ss. il Segretario Regionale e la consulente Miriam Bassani hanno partecipato ad un incontro con la Referente di Regione Lombardia per il servizio SpazioDisabilità dott.ssa Cinzia Tripi per analizzare la rendicontazione del relativo progetto;
23. il 30 ottobre u.s. si è riunito l’Ufficio di Presidenza Regionale dell’UICI;
24. il 3 novembre u.s. si è riunita la Commissione Regionale Sport, Tempo Libero e Turismo Sociale;
25. il 6 novembre u.s., presso la Sede del Consiglio Regionale UICI, ha avuto luogo un incontro con gli operatori delle Antenne Territoriali del servizio SpazioDisabilità;
26. il 9 novembre u.s., presso l’ANS (Associazione Nazionale Subvedenti), ha avuto luogo un incontro con il dott. Marco Cormio di SEA Aeroporti per un confronto sull’accessibilità dei servizi aeroportuali di Linate. All’incontro ha rappresentato il Consiglio Regionale UICI della Lombardia il Consigliere Lisi;
27. nei mesi di settembre, ottobre e novembre a Brescia e a Milano si sono tenute le lezioni del corso di aggiornamento e formazione per i dipendenti delle cooperative La Rondine e Nuovo Impegno di Brescia;
28. il 13 novembre u.s., su sollecitazione del Presidente della Sezione Territoriale di Monza Brianza, ha avuto luogo un incontro con la locale Sezione UICI e l’Istituto dei Ciechi di Milano per approfondire vari aspetti inerenti i servizi di supporto all’inclusione scolastica rivolti agli studenti con disabilità visiva;
29. il 19 novembre u.s., il Segretario Regionale ha partecipato al Tavolo di lavoro del servizio SpazioDisabilità di Regione Lombardia unitamente alla Referente di Regione Lombardia dott.ssa Cinzia Tripi;
30. il 22 novembre u.s. la Presidenza Regionale ha partecipato al convegno “Disability and Diversity” Management” svoltosi presso l’Auditorium INAIL di Roma;
31. il 23 novembre u.s.:
a) a Roma, presso la Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, si è riunito il Consiglio Nazionale dell’UICI. Alla riunione ha partecipato il Sottosegretario per la Famiglia e le Disabilità Vincenzo Zoccano;
b) il Vicepresidente Regionale UICI Flaccadori ha partecipato all’incontro riguardante il Fondo Nazionale Assistenza svoltosi presso Regione Lombardia;
32. il 26 novembre u.s. la consulente arch. Michela Vassena ha partecipato al Tavolo di Lavoro ristretto convocato presso la Camera di Commercio di Milano nell’ambito del progetto “Milano per Tutti”;
33. il 27 novembre u.s., presso il Consiglio Regionale UICI, ha avuto luogo una riunione con i responsabili sezionali per il Servizio Civile;
34. il 29 novembre u.s.:
a) si è riunito in audioconferenza il Consiglio di Amministrazione dell’IRIFOR della Lombardia che, oltre ad approvare la Relazione Programmatica ed il Bilancio Preventivo per l’anno 2019, ha nominato il nuovo Collegio dei Sindaci ed ha approvato le convenzioni con il Consiglio Regionale UICI della Lombardia, con l’associazione “Nati per Vivere” e la Sezione UICI di Brescia;
b) la Presidenza Regionale ha partecipato ad un incontro con il Direttore dell’Istituto dei Ciechi di Milano e la famiglia di una bimba con disabilità visiva, al fine di discutere circa le possibili soluzioni ad alcune criticità riscontrate nel servizio di consulenza tiflologica;
35. il 13 novembre u.s., in rappresentanza del Consiglio Regionale UICI, il Consigliere Lisi ha partecipato alla riunione del Comitato Regionale per la Gestione del Fondo previsto dalla Legge Regionale 13/2003;
36. nel pomeriggio del 1° dicembre, su sollecitazione di alcune di esse, avrà luogo un incontro con le famiglie degli alunni con disabilità visiva per un confronto sull’applicazione delle linee-guida in materia di servizi di supporto all’inclusione scolastica;
37. il 13 novembre u.s., così come previsto dal bando predisposto dal Comune di Milano, la Presidente della Commissione Comunale Affari Sociali ha formalizzato la candidatura del Presidente Stilla a rappresentante del Comune di Milano presso la costituenda Fondazione Istituto dei Ciechi di Milano. La comunicazione risponde all’invito di diversi Consiglieri Regionali rivolto al Presidente in occasione della riunione straordinaria del Consiglio Regionale UICI svoltasi il 5 novembre u.s..
Terminate le comunicazioni della Presidenza Regionale, ha preso la parola la Componente la Direzione Nazionale Katia Caravello la quale, aggiornando il Consiglio circa l’attività associativa svolta a livello centrale, tra l’altro ha riferito quanto segue:
1. anche l’UICI ha ufficialmente sottoscritto il “MANIFESTO CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE CON DISABILITÀ”;
2. il 23 novembre u.s., in occasione della riunione del Consiglio Nazionale, è stato intitolato alla memoria di Enzo Tioli il salone riunioni della Sede Centrale;
3. si terrà il 3 dicembre p.v. a Roma presso l’Auditorium della Conciliazione il Premio Braille, che quest’anno vedrà premiati lo scrittore Andrea Camilleri, la Banca d’Italia e una volontaria del Servizio Civile in rappresentanza di tutta la categoria;
4. l’11 dicembre p.v. la Direzione Nazionale sarà ricevuta dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella;
5. dal 10 ottobre u.s. è operativo il servizio telefonico “PRONTOSCUOLA”, predisposto per fornire risposte ai quesiti di famiglie ed operatori circa le varie problematiche connesse all’inclusione scolastica.
Terminate le comunicazioni, per l’anno 2019 il Consiglio ha deciso di riproporre le seguenti iniziative a sostegno delle attività riabilitative:
• Lotteria di Primavera;
• campagna per la devoluzione del 5 per mille sulle dichiarazioni dei redditi;
• raccolta di contributi collegata alla 8° Giornata Regionale per la Prevenzione della Cecità e la Riabilitazione Visiva;
• prosecuzione della convenzione in essere con l’Azienda Recuperi Lombarda per il posizionamento di contenitori per la raccolta di materiale di recupero;
Procedendo alla trattazione del punto 5 dell’ordine del giorno, la Presidenza ha fatto un punto della situazione circa l’imminente Giornata Regionale per la Prevenzione della Cecità e la Riabilitazione Visiva. Pur confermando la piena validità della suddetta iniziativa quale strumento di autofinanziamento, si rileva che a seguito di un certo calo relativo agli ordinativi degli astucci di cioccolato distribuiti, sarà necessaria una riflessione per valutare le modalità di un suo potenziamento.
Per quanto concerne il servizio “SpazioDisabilità”, invece, il Consiglio ha preso atto che è in fase di svolgimento l’iter formativo rivolto agli operatori e sono state altresì attivate le “Antenne Territoriali”.
In seguito, preso atto della disdetta della relativa convenzione da parte dell’attuale gestore del Centro Regionale Tiflotecnico con decorrenza 1° gennaio 2019, dopo un breve scambio di opinioni a maggioranza è stato dato mandato alla Presidenza Regionale affinchè predisponga un avviso pubblico rivolto alle aziende specializzate nella distribuzione di ausili per persone con disabilità visiva a manifestare un eventuale interesse per gestire il suddetto servizio, recependo così la proposta avanzata dall’Ufficio di Presidenza nella sua ultima riunione.
Giunti all’esame del punto 8 dell’ordine del giorno, il Consiglio ha approvato la proposta formulata dalla Commissione Regionale Sport, Tempo Libero e Turismo Sociale, finalizzata alla partecipazione dell’UICI della Lombardia con una propria delegazione alla Stramilano che si svolgerà il 24 marzo 2019.
Proseguendo i lavori è stato dato mandato alla Presidenza Regionale, allorquando Regione Lombardia liquiderà i relativi importi, a procedere all’adozione della delibera per corrispondere alle Sezioni territoriali il contributo previsto dalla Legge Regionale 1/2008, capo VII.
Uditi i riferimenti della Presidenza Regionale, il Consiglio si è poi espresso all’unanimità a favore della candidatura del Consigliere Masto alla carica di componente della Commissione Centrale di Beneficenza della Fondazione CARIPLO.
Sempre uditi i riferimenti della Presidenza e rilevate le ripercussioni che ciò comporterà sul budget per l’anno 2019, il Consiglio ha preso atto della revoca da parte del Consiglio Nazionale, nella sua ultima seduta del 23 novembre u.s., della delibera n. 5 adottata il 28 aprile u.s., che stabiliva l’aumento ad euro 72.00 della quota sociale.
Giunti all’esame del punto 13 dell’ordine del giorno, il Consiglio ha adottato le seguenti delibere di carattere amministrativo:
1. viene autorizzato il rinnovo di 13 caselle di posta elettronica certificata, per un costo pari ad euro 63.44;
2. viene autorizzato il rinnovo dell’host del sito web del Consiglio Regionale UICI, autorizzando la relativa spesa pari ad euro 153,72;
3. viene stanziato un budget pari ad euro 2000.00 a copertura delle spese relative a strenne natalizie e brindisi augurale;
4. viene accolta la richiesta della Sezione di Milano, circa la proroga fino al 28 febbraio 2019 del contratto in essere con l’addetta contabile a suo tempo individuata dal Consiglio Regionale al fine di supportare la Sezione.
Sono state altresì adottate le seguenti delibere di carattere organizzativo:
• viene fissato per il 17 dicembre p.v. l’annuale incontro formativo rivolto ai dipendenti delle Sezioni Territoriali, avente ad oggetto i seguenti argomenti: punto della situazione riguardante la gestione contabile; informativa riguardante le linee-guida relative ai servizi di supporto all’inclusione scolastica; punto della situazione sugli adempimenti a seguito della nuova normativa concernente la gestione dei dati personali.
Non essendovi altri argomenti da trattare, alle ore 12.25 il Presidente Stilla ha dichiarato chiusa la seduta.

FAND – Violenza psicologica: Le donne disabili non sono vittime di serie B, di Massimiliano Penna

Si è svolto sabato 24 novembre presso la Sala Stoppani dell’Istituto dei Ciechi di Milano il convegno dal titolo “Rompiamo il muro del silenzio: insieme alle donne con disabilità contro la violenza psicologica”. L’evento, organizzato dalla FAND (Federazione tra le Associazioni Nazionali di persone con Disabilità) della Lombardia, si inseriva nel panorama delle iniziative promosse in occasione della “Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”, al fine di dare un contributo concreto alla riflessione generale sul tema, concentrando l’attenzione in maniera specifica sulla violenza psicologica subita dalle donne con disabilità.
Durante le 2 sessioni di lavoro, attraverso relazioni esposte da esperti qualificati e testimonianze dirette, ai partecipanti è stata offerta l’occasione di riflettere su un tema cruciale e delicato che, purtroppo, sovente non viene affrontato a causa di preconcetti e di una visione totalmente errata secondo la quale la donna con disabilità è priva di aspirazioni personali, capacità di decidere e di conseguenza va trattata solo come “oggetto” da assistere.
Troppo spesso, infatti, è la stessa vittima a non riconoscere come “violenza psicologica” tutti quei comportamenti spesso assunti proprio da chi dovrebbe assisterla. Le statistiche dicono che, pur non lasciando segni tangibili come quella fisica, la violenza psicologica è in grado di infliggere ferite altrettanto profonde, che arrivano ad annientare la personalità della vittima.
Dichiara il Presidente della FAND Lombardia Nicola Stilla: “Il titolo scelto per questo convegno, fortemente voluto e condiviso dalle 5 associazioni aderenti alla FAND, ha in sé un forte significato. Il muro che va abbattuto è infatti quello del silenzio che impedisce alla vittima di parlare e rivendicare i propri diritti, nonché il silenzio dell’ambiente famigliare e sociale in cui questa vive; accade troppo spesso che famigliari, amici, colleghi e vicini di casa, per quieto vivere, preferiscano tacere piuttosto che condividere e denunciare episodi reiterati di violenza, che costituiscono veri e propri reati perseguibili dalla legge”.
In apertura del convegno la Coordinatrice della Commissione Regionale Pari Opportunità dell’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti) della Lombardia dottoressa Erica Monteneri ha sottolineato come, diversamente da quanto spesso si è portati a pensare, nella maggior parte dei casi la violenza non è perpetrata da sconosciuti. È nell’ambito famigliare infatti che avvengono i casi più numerosi di violenza, sia di genitori nei confronti delle figlie, sia di figli adulti nei confronti di donne anziane, sia di partner nei confronti delle compagne, sia di caregivers professionisti.
Prendendo in esame il rapporto di coppia, si può affermare che l’evoluzione della prassi di violenza presenta atteggiamenti costanti: dapprima l’elemento dominante isola la compagna impedendole relazioni con l’esterno e controllando ogni sua mossa, quindi il predominio viene esercitato nei dialoghi quotidiani, così da impedirle di esprimere le sue ragioni e ingenerando in quest’ultima la convinzione di essere incapace, stupida e “sbagliata”, con il chiaro intento di suscitare in lei sensi di incertezza e di colpa. Dalle critiche si passa poi al disprezzo vero e proprio fatto di offese, minacce, ricatti e accuse infondate. Tutto questo è indice di un livello di violenza che, progressivamente, diventa drammaticamente elevato e porta al lento annullamento della vittima.
Come emerso dalla relazione esposta dal dottor Stefano Bissaro della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Milano, oltre che moralmente deprecabile, la violenza psicologica nei confronti della donna con disabilità costituisce una vera e propria discriminazione, che lede la sua dignità. Tale discriminazione si fonda sull’incrocio di 2 fattori di fragilità (il genere femminile e la disabilità), che rendono l’impatto del comportamento discriminatorio ancora più destabilizzante. La Costituzione italiana all’art. 38, come confermato dall’interpretazione della Corte Costituzionale, sancisce il diritto della persona con disabilità all’assistenza di cui ha bisogno per poter essere inclusa a pieno titolo nella società.
Al di là delle garanzie assicurate dal legislatore, tuttavia, si rende necessario un vero e proprio “scatto culturale”, che porti a considerare la donna con disabilità non per la patologia dalla quale è affetta, ma in primo luogo come persona. Gli stessi centri antiviolenza e le case-rifugio per donne maltrattate troppo raramente sono accessibili a donne con disabilità; basti pensare alla mancanza conclamata di interpreti della lingua dei segni per le donne sorde o sordo-cieche. Se ne è avuta conferma dalla testimonianza di Laura (nome di fantasia), ragazza con disabilità visiva che al termine dei propri studi di scuola superiore ha trovato la forza di denunciare le violenze psicologiche subite in famiglia e, dopo un’attesa lunga un anno, grazie al supporto degli operatori dell’UICI, è riuscita a trovare posto in una casa-rifugio, dove però si è dovuta confrontare con una realtà non preparata ad accogliere una donna con disabilità visiva.
“Le nostre associazioni – afferma la dottoressa Monteneri – organizzano sportelli di ascolto con operatori che possono aiutare le donne a prendere coscienza dei propri diritti ed a capire che i loro partner o caregivers hanno superato la linea di confine tra cura ed abuso psicologico. Occorre però anche che gli operatori stessi siano formati e in collegamento diretto con i centri antiviolenza, così da poter accompagnare le donne nel lungo e faticoso cammino verso il recupero della propria autonomia. Pertanto il primo obiettivo da perseguire è dare informazioni alle donne circa i loro diritti, in modo che non accettino passivamente ma combattano ogni forma di violenza psicologica e fornire loro ogni tipo di informazione circa servizi telefonici antiviolenza o centri antiviolenza operanti sul territorio. Il secondo grande obiettivo è invece ottenere dalle istituzioni che alle donne con disabilità sensoriali (anche plurime) siano rese pienamente accessibili le case-rifugio e gli ambulatori in cui dovrebbe operare personale appositamente formato per accoglierle (psicologi, personale medico, assistenti sociali, interpreti della lingua dei segni ed esperti in grado di assistere le donne con disabilità visiva) e che ad esse venga garantito pieno sostegno durante l’intero iter processuale. Siamo consapevoli che non sarà una sfida facile da vincere, ma il primo passo da compiere è sicuramente mettere in rete tutte le migliori competenze presenti all’interno delle nostre associazioni. Sarà un percorso lungo e faticoso, ma necessario per adempiere pienamente al compito morale delle nostre associazioni, che dovrebbero avere dei rappresentanti nei tavoli di confronto regionali e nazionali sulla violenza di genere”.
“La vicinanza delle istituzioni anche in un confronto come quello avvenuto sabato 24 novembre – dichiara Nicola Stilla – è fondamentale; rivolgiamo pertanto un sincero ringraziamento alla dottoressa Marilena La Fratta dell’Assessorato alle Politiche per la Famiglia, Genitorialità e Pari Opportunità di Regione Lombardia per la competenza con cui ha illustrato tutti i servizi in essere e le carenze da colmare. Accanto all’intervento della dottoressa La Fratta, sono risultati particolarmente significativi gli interventi delle relatrici avv. Antonella Faieta (capoufficio legale di Telefono Rosa), le psicologhe Nadia Muscialini (fondatrice del “Soccorso Rosa”, Mita Rendiniello del Centro Antiviolenza SVDSeD dell’Ospedale Mangiagalli di Milano affiancata dal dottor Salvatore Triolo, dottoressa Agatina Vitanza della Lega del Filo d’Oro, le dottoresse Antinea Pezzè e Anna Zinelli della casa-rifugio Daphne”.
Una giornata ricca di contenuti e spunti di riflessione nel nome della difesa della dignità delle donne con disabilità, che non devono essere considerate puramente come soggetti bisognosi di assistenza, ma come patrimonio culturale aggiunto dell’intera società.

Lombardia – Super o fenomeno? Semplicemente autonomo!

Sul video scorrono le immagini di una persona che si muove all’interno della propria casa; con fare naturale prende del denaro e lo gestisce per le più svariate necessità. La stessa persona, in un altro momento della giornata, prende piatti, bicchieri e posate dal cestello della lavastoviglie e organizza la postazione a tavola.
Sono tutti gesti scontati, di routine e ai quali non si presta mai particolare attenzione, in quanto vengono compiuti in maniera automatica.
I gesti appena menzionati sono compiuti da una persona che ha perso l’uso della vista.
Colpo di scena! “come fa”? “…ma com’è possibile?” “Alla sua età… ma chi glielo fa fare? Potrebbe farsi aiutare!”. Sono queste le domande e le considerazioni che, purtroppo, sovente affiorano alla mente nel momento in cui si vede una persona con disabilità visiva svolgere mansioni normalissime.
Accade infatti che per via di una visione ridotta e fuorviante la persona con disabilità visiva, soprattutto se anziana, venga considerata solo come soggetto bisognoso di assistenza e non in grado di compiere le azioni necessarie a provvedere a se stessa.
“Ha un’abilità fuori dal comune!”. Niente di tutto ciò. Protagonista dei filmati è Luciano che, divenuto non vedente a causa di una progressiva perdita della vista, grazie alla sua forza di volontà ha intrapreso un percorso che lo ha portato passo passo a sapersi destreggiare con disinvoltura nell’affrontare le piccole incombenze della vita quotidiana.
Il Consiglio Regionale dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti della Lombardia, su proposta della Commissione Regionale Terza Età della stessa Unione, ha realizzato 4 brevi filmati attraverso i quali, anche grazie al supporto delle descrizioni di una voce fuoricampo, le persone con disabilità visiva e le loro famiglie potranno conoscere in maniera concreta gli enormi benefici che comporta un buon grado di autonomia.
Per una persona anziana con disabilità visiva è di fondamentale importanza costruire un percorso che la stimoli a rafforzare l’autostima in se stessa, partendo proprio da quelle abilità residue che possono essere potenziate.
L’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti è quotidianamente impegnata nel promuovere tutta una serie di attività che diffondano una reale cultura dell’”essere autonomi” in base alle proprie abilità, alle proprie esigenze di vita e in ogni ambito in cui ciò sia concretamente possibile.
Non è un percorso semplice ma forse, da qualche minuto dedicato alla visione di questi filmati, le persone interessate insieme alle loro famiglie, preziosissimo e indispensabile supporto, potrebbero trovare quello stimolo per compiere un passo in più verso il risultato finale: essere nè super né fenomeni, ma semplicemente autonomi!

I filmati sono visionabili al seguente url:
http://www.uicilombardia.org/index.php/notizie/281-luciano-e-la-sua-disabilita-visiva-dalle-difficolta-all-autonomia

Lombardia – 16 novembre: A confronto con il Ministro per la Famiglia e le Disabilità Lorenzo Fontana, di Nicola Stilla

Autore: Nicola Stilla

Era il mese di luglio di quest’anno quando, in occasione di un incontro con il Ministro per la Famiglia e le Disabilità Lorenzo Fontana, questi aveva espresso la volontà di conoscere da vicino le istituzioni presenti sul territorio lombardo, che quotidianamente svolgono attività a favore delle persone con disabilità visiva.
Trovata piena condivisione da parte del Presidente Nazionale UICI Mario Barbuto, si è convenuto di rivolgere al Ministro l’invito per il giorno 16 novembre, affinché potesse conoscere in maniera diretta 2 delle istituzioni maggiormente rappresentative dell’operato svolto a favore dei non vedenti e degli ipovedenti non solo lombardi, ma di tutta Italia: la Biblioteca per Ciechi Regina Margherita di Monza e l’Istituto dei Ciechi di Milano.
Ad accogliere il Ministro Fontana presso la Biblioteca di Monza, oltre il sottoscritto in rappresentanza dell’UICI della Lombardia, erano presenti il Presidente della Biblioteca stessa Pietro Piscitelli, il Presidente Nazionale UICI Mario Barbuto e una rappresentanza della Direzione Nazionale UICI.
In un clima sereno e cordiale, al Ministro sono state presentate le molteplici attività svolte dalla Biblioteca e che si esplicano attraverso una variegata produzione editoriale di opere in diversi formati: in caratteri Braille, in nero a caratteri ingranditi, nonché in formato digitale anche in caratteri ingranditi. La produzione è estremamente varia e copre diverse discipline: da opere di letteratura ad opere scientifiche, passando per i periodici informativi e spartiti musicali.
In segno di riconoscenza per la sua presenza, al Ministro è stata donata la versione trascritta in caratteri Braille di un libro da lui stesso scritto.
La delegazione ha fatto poi tappa presso l’Istituto dei Ciechi di Milano, dove è stata accolta dal Commissario Straordinario del medesimo Istituto Rodolfo Masto, che ha fatto da guida fra i diversi laboratori nei quali opera il personale impegnato nella produzione di materiale scolastico in rilievo e a caratteri ingranditi: tavole con riproduzioni geometriche e artistiche, cartine geografiche, libri tattili e molto altro.
Il giro si è concluso con la visita al Museo Louis Braille, inaugurato presso l’Istituto nel 2009, presso il quale, attraverso gli strumenti esposti, il visitatore può ripercorrere la “storia dell’accesso alla cultura delle persone con disabilità visiva”: dalle lettere dell’alfabeto riprodotte in rilievo alla geniale invenzione del francese Louis Braille, fino ai più moderni strumenti di lettura e scrittura.
“Presso la Biblioteca Regina Margherita di Monza e l’Istituto dei Ciechi di Milano ha dichiarato il Ministro Fontana al termine dell’incontro – ho avuto il piacere di vedere ed apprezzare il prezioso lavoro che queste storiche istituzioni svolgono. Sono due luoghi straordinari, dove specifiche competenze ed abilità vengono quotidianamente tradotte in fondamentali servizi per l’inclusione e la crescita delle persone con disabilità visiva”.
Al Ministro Fontana sono state rappresentate tutte le problematiche che quotidianamente le persone con disabilità visiva sono costrette ad affrontare, partendo dall’inclusione scolastica fino all’inserimento lavorativo. È stato un confronto sereno, pacato e improntato al reciproco ascolto e proprio per questo riteniamo che le parole del Ministro Fontana vadano accolte con viva soddisfazione.
“Mi sono anche confrontato con i dirigenti dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, – continua i Ministro – che ringrazio per l’accoglienza e non di meno per la volontà di stabilire con il mio Ministero un confronto costante e costruttivo. Personalmente credo che vi siano tutte le condizioni per focalizzare assieme le priorità e individuare assieme le risposte più efficaci”.
Il dialogo e il confronto diretto con le istituzioni risulta di estrema importanza per una migliore efficacia delle nostre azioni volte alla tutela dei diritti delle persone con disabilità visiva. Al Ministro Lorenzo Fontana rivolgo un sincero ringraziamento per la disponibilità dimostrata; il primo passo per un dialogo aperto e costruttivo è la conoscenza reciproca e la giornata del 16 novembre va esattamente in tale direzione. Il confronto avviato non va considerato come un punto di arrivo, bensì come un ulteriore passo verso l’interazione ottimale fra l’UICI e le istituzioni per meglio tutelare i diritti delle persone con disabilità visiva.