Campania – Grande successo per la giornata di promozione dello sport

Si è svolta a Napoli, presso l’Istituto Colosimo, una giornata di promozione dello sport per le persone con minorazione visiva. L’iniziativa, voluta dalla Presidenza nazionale dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti, ha lo scopo di sensibilizzare tutti sulla possibilità che hanno i non vedenti di praticare sport favorendo i ragazzi inseriti nella scuole, che molto spesso si fanno esonerare da questa attività, dove stenta ad affermarsi una cultura davvero inclusiva per tutti. “Ci stiamo provando con tutte le nostre forze a colmare il vuoto informativo e di conoscenza sulla vita dei non vedenti” afferma il presidente nazionale Mario Barbuto che conclude “ma abbiamo bisogno dell’attenzione e il coinvolgimento di tutti se vogliamo concretamente superare gli ostacoli”.

La giornata napoletana, ha visto la partecipazione di numerosi studenti e insegnanti oltre alle società sportive campane che svolgono attività per i non vedenti e le testimonianze di due campioni. Salvatore Urso, plurimedagliato agli ultimi campionati europei di nuoto per non vedenti, 19 anni, ha raccontato a tutti dei sacrifici quotidiani che fa per potersi allenare ma al contempo senza dimenticare lo studio e gli hobby, insomma, della vita normale di tutti i giorni. Altra testimonianza forte è stata quella di Massimo Mercurio Miranda, 59 anni napoletano, che è campione del mondo con Daniele Malerba, nella categoria B1 (non vedenti assoluti) nella specialità velistica di Match Race Homerus. L’atleta ha raccontato la bellezza e le sensazioni che si vivono in barca invitando tutti i non vedenti a praticare questo sport e lo sport in genere perché l’attività fisica aiuta a vivere meglio. Il Consiglio regionale UICI Campania ha deciso di omaggiare i due atleti con una targa ricordo che è stata consegnata loro dall’assessore alle pari opportunità e formazione della regione Campania, Chiara Marciani, che si è intrattenuta per tutta la durata della manifestazione. Altre testimonianze sono state portate da due atleti Stefano Scirocco, per il calcio a 5, e Matilde Lauria, che prima di passare alla dimostrazione di judo con i suoi atleti, ha parlato, insieme al tecnico Alfonso Beatrice, dell’equitazione. Altri interventi che si sono susseguiti sono stati quello introduttivo di Mario Mirabile, presidente Uici Napoli, prof.ssa Fiorella Colombai, dirigente dell’Istituto Colosimo, Ciro Taranto, referente nazionale della commissione sport e tempo libero Uici, Tiziana Petrosino, responsabile Istituto Colosimo, Carmine Mellone, presidente Cip Campania, Sergio Di Donato, delegato regionale Fispic, e i presidenti dei gruppi sportivi G.S.Colosimo, ASD Campania 90, ASD Caserta, ASD Noived, ASD Real Vesuviana. La giornata si è conclusa con le dimostrazioni sportive che ha visto la grande partecipazione dei presenti alla giornata di promozione sportiva.

“Bambini fotografi” anche chi non vede può fare propria la fotografia, di Marzia Bertelli e Domenico Vitucci

Si è conclusa, martedì 23 luglio, la prima fase del progetto “bambini fotografi”, destinato ai bimbi dai 7 ai 14 anni di età, organizzato dalla sezione UICI di Napoli, in collaborazione con il consiglio regionale della Campania e finanziato con i proventi della vendita del libro dell’autore anacaprese Amedeo Bagnasco “La scatola dei segreti – Anacapri nei tuoi occhi”. Al progetto, stanno partecipando circa 10 bambini soci ciechi ed ipovedenti dislocati sul territorio della Città Metropolitana di Napoli, affiancati da educatori e volontari dell’UICI e guidati dalla fotografa professionista Marzia Bertelli. Si sono svolti, fino ad ora, 8 incontri in cui si sono tenute attività sportive, giornate in barca a vela, momenti dedicati alla musica, ai giochi, passeggiate, tutti legati dal filo conduttore della fotografia. I bambini hanno avuto modo, attraverso gli insegnamenti di Marzia, di apprendere come immortalare i momenti più belli attraverso l’utilizzo della fotografia, utilizzando smartphone e tablet, mediante le indicazioni del “VoiceOver” e “TalckBack”, ed utilizzando strumenti professionali messi a disposizione dalla fotografa. Tutto è stato ovviamente documentato dagli scatti fotografici realizzati dalla stessa Marzia.

“Quando dopo tutto l’impegno che ci metti” dice Marzia, “sono i bambini a chiederti di poter scattare una fotografia nei momenti in cui meno te lo aspetti, ti rendi conto che ciò che racconta Amedeo Bagnasco nel suo libro, non è più fantasia ma sta diventando realtà”.

Il progetto, dopo la pausa dovuta alle vacanze estive, riprenderà agli inizi di settembre.

Nella foto troviamo il dettaglio delle manine di una bambina fotografa che sta toccando e scoprendo per la prima volta una macchina fotografica analogica. La macchina fotografica, è impugnata con la sua mano sinistra, mentre la mano destra si sofferma per osservarla con attenzione. Lo scatto è in bianco e nero.

Nella foto troviamo il dettaglio delle manine di una bambina fotografa che sta toccando e scoprendo per la prima volta una macchina fotografica analogica. La macchina fotografica, è impugnata con la sua mano sinistra, mentre la mano destra si sofferma per osservarla con attenzione. Lo scatto è in bianco e nero.

Campania – Vincenzo Massa incontra giovani studenti

Il Presidente Uici della Campania, Vincenzo Massa, parteciperà venerdì 17 maggio ad un incontro presso la città della legalità di Castelnuovo Cilento in provincia di Salerno. L’attività vedrà il coinvolgimento di oltre 100 studenti degli istituti superiori, non solo della provincia di Salerno, provenienti da diverse regioni dell’Italia. Per l’Uici Campania ci sarà la possibilità, oltre che di presentare le molteplici attività svolte, di confrontarsi con i giovani studenti con la speranza che possano nascere nuove sensibilità e attenzione sul mondo delle persone con disabilità visiva.

Campania – Progetto: “Rete delle reti”

Promotore:
Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti (U.I.C.I. / ONLUS-APS)
Consiglio regionale della Campania

Data: 31 marzo 2019 – ore 10:00
Presso: Sezione territoriale U.I.C.I. Caserta
Via Vincenzo Lupoli, 40 – 81100 Caserta

L’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti della Campania, grazie al Finanziamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento delle Pari Opportunità avvia il progetto “Rete delle Reti”, un progetto per l’imprenditoria sociale.
L’iniziativa ha lo scopo di favorire l’inserimento lavorativo di persone con disabilità visiva, attraverso azioni che consentiranno di creare una rete su tutto il territorio campano, ampliando i suoi piani di intervento anche su tutto il territorio nazionale e perché no, anche europeo!
Tutti gli attori convolti, ognuno con le proprie capacità, competenze e conoscenze faranno parte di una “rete delle reti” mettendo in campo: “figure specifiche formate alla professione”.
Attraverso la struttura si offrirà l’occasione di sperimentazione positiva di sé, in un contesto sano, dove relazioni sociali ed il fare favorirà lo sviluppo di modalità di interazione, di un’immagine di sé positiva, nonché l’assunzione di un ruolo nel tessuto sociale pienamente accettato nel mondo del lavoro.

Il progetto “Rete delle Reti”, è stato finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento Pari Opportunità, grazie ad esso, l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS-APS Consiglio Regionale della Campania e con gli attori coinvolti metterà in campo regionale e successivamente a livello nazionale, e perché no, anche a livello europeo, azioni di formazione professionale e di coordinamento e condivisione per una vera integrazione nel mondo del lavoro.
Il progetto rispondendo al bando emanato dal Dipartimento creerà una “rete delle reti” che parte dalla formazione professionale attraverso il conseguimento della qualifica professionale: “tecnico delle attività di progettazione, sviluppo e aggiornamento dei siti web – standard professionale”; infatti, il corso sarà rivolto a 15 disabili visivi provenienti da tutto il territorio campano; la prima qualifica professionale per normodotati che sarà riconosciuta anche a persone con disabilità visiva. L’obiettivo è quello di creare i presupposti di un inserimento nel mondo del lavoro e nello specifico nel web, considerato che come settore è giorno dopo giorno sempre più esigente nella scelta delle professionalità.
Il Presidente U.I.C.I. Campania, dott. Vincenzo Massa: “L’U.I.C.I. della Campania creerà una struttura che si occuperà di analizzare i siti web di enti pubblici e privati. Attraverso i nuovi tecnici del web, le piattaforme online che risulteranno non accessibili o non usabili saranno invitate a rispettare le leggi in materia di accessibilità. Ancora oggi troppo spesso sia enti pubblici che privati ignorano le indicazioni di legge e soprattutto tecniche, in merito all’accessibilità e di usabilità delle strutture e dei contenuti sui loro portali. Senza contare che i privati, escludono una parte della società (ciechi/ipovedenti) che non possono usufruire dei loro servizi, perché il sito è per la maggiore costituito dalla grafica, che sicuramente è più accattivante, ma questo non deve precludere l’accessibilità a coloro che utilizzano screen reader con sintesi vocale e/o display Braille e/o screen magnifier”.
Il direttore I.Ri.Fo.R. della Campania, Vincenzo del Piano: “il nostro istituto sosterrà il progetto in tutte le sue fasi, con la formazione professionale dei 15 disabili visivi, attraverso i piani di intervento che l’U.I.C.I. metterà in campo, coinvolgendo università, associazioni di categoria per l’industria ed il commercio. Tutto questo permetterà di creare opportunità di lavoro e la veicolazione di informazioni veramente alla portata di un clic da parte di tutti, abbattendo così le barriere architettoniche del web”.
L’U.I.C.I. della Campania è grata per l’opportunità concessa dal Dipartimento, quale finanziatore del progetto, che ha accolto l’importanza delle azioni e dei contenuti di una idea innovativa e capace di sfidare il sistema delle relazioni tra domanda e offerta lavorativa e anche quella commerciale.
Gli obiettivi che l’U.I.C.I. della Campania intende raggiungere a fine progetto, in primis sarà l’affermazione delle pari opportunità delle persone con disabilità, perché individua nel progetto di impresa un ambito di intervento rilevante ed efficace, rendendo concreto il diritto delle persone con disabilità a coltivare il proprio sviluppo individuale, professionale e relazionale. A questo si aggiunge la valorizzazione e la crescita delle capacità delle persone con disabilità, ed in particolare dei soggetti affetti da disabilità visiva, per l’accesso al mondo del lavoro e dell’impresa, rafforzando le abilità e le competenze possedute e non, con azioni di integrazione a livello relazionale, promozionale e culturale delle persone con disabilità con tutti gli altri attori della società. Infine, non per ultimo, promuovere una diversa cultura della disabilità, che a partire dalla sua identificazione come esperienza umana universale, non sia considerata solo deficit, mancanza, privazione, ma piuttosto condizione che spinge l’individuo a superare la limitazione e le barriere, utilizzando e sviluppando le proprie risorse, al fine di raggiungere l’integrazione tra le persone con disabilità e soggetti normalmente abili.

PROGRAMMA
– ore 10:00 Saluto delle Autorità;
– ore 10:15 Progettazione e imprenditoria Sociale
Dott. Massa Vincenzo – Presidente U.I.C.I. Campania
– ore 10:30 La formazione professionale per l’inserimento nel mondo del lavoro
Avv. Cannavale Giulia Antonella – Presidente U.I.C.I. Caserta
– ore 10:45 Ricerca e formazione per le Tecnologie informatiche assistive
Vincenzo Del Piano – Direttore I.Ri.Fo.R. Campania

Campania – Il Comune di Monteverde riceve l’Award come borgo più accessibile d’Europa, di Vincenzo Massa

Crediamo che il lavoro silenzioso e le scommesse, quando sono serie, alla fine ripaghino i sacrifici e le tante e gratuite critiche di quanti credono che tutto quello che riguardi l’accessibilità sia utopia. L’UICI Campania, con l’appoggio della Presidenza Nazionale, ha sposato in pieno il progetto del comune di Monteverde che ha deciso di realizzare nel suo stupendo borgo 4,5 km di percorso LVE, che lo scorso anno si era aggiudicato un bel Award per questa realizzazione progettuale, e al contempo ha abbattuto tutte le barriere architettoniche che potevano impedire la fruizione di questo stupendo patrimonio alle persone con disabilità. Il 4 dicembre a Vienna il comune di Monteverde (Av) sarà premiato con l’Award per questo progetto di accessibilità che non si è fermato ma che prova ancora a volare con l’ausilio delle nuove tecnologie che dovrà conferire un ulteriore aiuto alle persone con disabilità che decideranno di farsi accarezzare e coccolare da questo stupendo borgo. Il presidente nazionale UICI, Mario Barbuto: «I complimenti e i ringraziamenti all’amministrazione comunale di Monteverde per il coraggio, la pazienza e la visione di futuro accessibile che hanno immaginato per la loro piccola comunità. Questo borgo stupendo aveva, già, vinto quando ha determinato questa scelta. Mi sembra appena il caso di ricordare che parliamo di un flusso, per il turismo accessibile, di circa 160 miliardi di euro con tendenza forte all’aumento, per cui la portata dell’investimento fatta dal comune di Monteverde ora dovrà essere rafforzata puntando alla qualità dei servizi di accoglienza e alle infrastrutture necessarie per far raggiungere questo stupendo luogo. Come Unione noi continueremo a fare la nostra parte ma credo che ora sia il momento che tutti gli altri attori istituzionali si assumano l’onere di rafforzare questa visione di futuro».

Campania – Seminario “Art. 21 della Costituzione Italiana informazione e disabilità visiva”

L’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti della Campania in collaborazione con Assostampa Valle del Sarno – Università Suor Orsola Benincasa – Biblioteca Italiana per Ciechi “Regina Margherita” di Monza – Presidenza Nazionale U.I.C.I.

Giovedì 8 novembre ore 9.00
presso Università degli studi “Suor Orsola Benincasa”
Aula A – Corso Vittorio Emanuele 292 – Napoli

Un dibattito sull’articolo che riguarda il diritto all’informazione dei cittadini italiani, in combinazione con altri articoli della Costituzione. Un diritto che l’irrompere delle tecnologie espande e, contemporaneamente mette a dura prova

Agenda:
Introduzione
prof. Pietro Piscitelli, Presidente della Biblioteca Italiana per Ciechi “R. Margherita” di Monza

Saluti
prof. Lucio D’Alessandro, Magnifico Rettore Università Suor Orsola Benincasa
prof. Salvatore Campitiello Presidente Assostampa Valle del Sarno Campania

Interventi
dott. Domenico Falco, Vice Presidente Corecom Campania
dott. Ottavio Lucarelli, Presidente Ordine dei Giornalisti della Campania
dott. Alessandro Sansone, Consigliere Nazionale dell’Ordine dei giornalisti
dott.ssa Katia Caravello, Responsabile nazionale comunicazione U.I.C.I.
prof. Ciro Pizzo, Delegato per la disabilità del Rettore Suor Orsola Benincasa

Conclusioni
dott. Mario Barbuto, Presidente Nazionale Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti

Modera
dott. Vincenzo Massa Presidente regionale U.I.C.I. Campania

Info: Ufficio Stampa U.I.C.I – Imageware, Alessandra Pigoni – apigoni@imageware.it – Tel. 02 700251

Salerno – Giornata Mondiale della Vista, di Raffaele Rosa

La Sezione Territoriale “Luigi Lamberti” di Salerno dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ETS-APS, con il contributo della Presidenza Nazionale della UICI e del Consiglio regionale UICI per la Campania, sulla scorta dell’esperienza acquisita da oltre 20 anni di attività di sensibilizzazione nel campo della “prevenzione della cecità”, anche per l’anno 2018 celebra la “Giornata Mondiale della Vista 11 ottobre 2018”. L’iniziativa “Guarda che è importante”. prevede il seguente programma:
– ore 10,00: Incontro Seminariale con gli alunni e i docenti presso l’Aula Magna del Liceo Scientifico “Caccioppoli” via D. Velleca n.56 Scafati(relatori: dr. Francesco Scozia Medico Oculista-Responsabile del Centro di Consulenza Oculistica della Sezione Territoriale UICI di Salerno e Dirigenti nazionali e regionali della UICI);
– ore 11,30-13,00: Screening oculistico gratuito agli alunni, docenti e personale della scuola;
– ore 15,30: Inaugurazione della Sede di rappresentanza zonale UICI in Scafati presso i locali della Parrocchia “San Francesco di Paola” in Corso Nazionale;
– ore 16,30-19,00: Screening oculistico gratuito alla cittadinanza.
L’UICI di Salerno ha voluto inserire il momento associativo della inaugurazione della nuova sede di rappresentanza per iniziare sul territorio, proprio in occasione della Giornata Mondiale della Vista , un cammino di “sensibilizzazione dei cittadini sulla grande importanza che ha la prevenzione della cecità”.
Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità nel mondo ci sono 217 milioni di Ipovedenti e 36 milioni di ciechi(per un totale di 253 milioni di disabili visivi). Ben 1,2 miliardi di persone hanno bisogno d’occhiali e, tra l’altro, la miopia è in forte aumento nel mondo. Per questo è “importante” che tutti possano accedere a una assistenza oftalmica e a cure adeguate. Anche in Italia ancora “troppe persone” non si sottopongono regolarmente a visite oculistiche. L’obiettivo, quindi, finale della presente Giornata Mondiale della Vista è sensibilizzare cittadini e istituzioni sulla tutela del più importante dei cinque sensi, perché, a livello mondiale, 8 casi di disabilità visiva su 10 sono evitabili.
Tale attività di prevenzione , in provincia di Salerno, non si ferma qui, ma continua e continuerà tutti gli anni presso il Centro di prevenzione, cura e riabilitazione e Centro di Consulenza oculistica presso la Sede Provinciale della UICI di Salerno sita in via Aurelio Nicolodi n. 13 Salerno (telefax 089797256 – tel. 089792933 – e-mail: uicsa@uiciechi.it), dove è possibile prenotare visite di controllo visivo.

Campania – Paestum, arte da toccare arte senza barriere, di Vincenzo Massa

L’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti della Campania e la sezione territoriale di Salerno saranno presenti sabato 29 settembre 2018, dalle ore 10, al Museo di Paestum, per il convegno «Quando le forze si uniscono i confini si allargano»: un’occasione per presentare la nuova offerta del Parco Archeologico dedicata alle persone ipovedenti e non vedenti allo scopo di garantire l’accessibilità universale. Riprende, dunque, un dialogo forte e importante di questi due Enti che per anni hanno posto al centro l’accessibilità e la conoscenza di questi luoghi e tesori straordinari. Il Parco Archeologico di Paestum ha posto tra i suoi principali obiettivi, infatti, il miglioramento dell’accessibilità e l’incremento dei servizi dedicati alle persone con esigenze particolari. Già dal 2016 furono realizzati i lavori per abbattere le barriere architettoniche al tempio c. d. Basilica. E fu così che il tempio dorico-arcaico – reso completamente accessibile anche a persone con disabilità – divenne la sede prestigiosa dell’iniziativa «Paestum per Tutti. Architetture senza barriere». Il lavoro per migliorare e ampliare sempre più l’offerta non si è fermato, grazie anche all’aiuto dei visitatori che attraverso consigli e segnalazioni hanno spronato a «diversificare».
Il Museo, oggi non è solo un luogo in cui si conservano oggetti del passato, ma svolge un ruolo fondamentale nel contesto territoriale e sociale in cui è inserito. Il Direttore del Parco Archeologico di Paestum Gabriel Zuchtriegel: «Questa giornata vuole essere un momento di incontro con le Istituzioni e i visitatori per confrontarsi e collaborare sul tema della fruizione museale – in piena autonomia – delle persone ipovedenti e non vedenti. Verrà presentato il nuovo percorso tattile arricchito di: modellini tridimensionali dell’area archeologica e delle principali opere museali, di nuovi strumenti per rendere visibili gli affreschi della Tomba del Tuffatore e di alcune lastre lucane e di un giardino con percorsi multi-sensoriali». «Al convegno sarà presente il sottosegretario alla famiglia e disabilità Vincenzo Zoccano a testimonianza della vicinanza personale e del governo ai temi dell’accessibilità e della fruizione del patrimonio di bellezze presenti in ogni parte d’Italia. L’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti, oltre a prevedere la presenza del vice presidente territoriale di Salerno Francesco Cafaro, sarà rappresentata dal presidente della Biblioteca «R. Margherita» di Monza prof. Pietro Piscitelli. «La giornata di sabato ci consentirà di riprendere un cammino virtuoso in un luogo straordinario e bene prezioso dell’umanità. Nel 2010 la carovana del tandem in pedalò partì per scoprire la parte alta del Cilento. In quella circostanza fu inaugurato un percorso a terra che consentiva ai minorati della vista di poter accedere in maniera autonoma alle bellezze dei templi di Paestum. Partecipiamo a questa giornata perché vogliamo riprendere e rilanciare un discorso di collaborazione che possa valorizzare per tutti questi tesori meravigliosi. La presenza del sottosegretario Zoccano è fondamentale ed importante perché, finalmente, il governo testimonia concretamente la sua vicinanza in un settore che potrebbe rilevarsi nei prossimi anni un volano per l’intera economia italiana, il turismo accessibile».
A conclusione del convegno sarà possibile fare una visita «al buio» – i partecipanti saranno forniti di speciali mascherine – realizzata con la collaborazione dell’Istituto «Focaccia» di Salerno. Questa particolare visita mira a sensibilizzare le persone all’utilizzo di linguaggi diversi da quello visivo: «Paestum per tutti» diventa, in questo modo, sempre più «Paestum per ciascuno».

Il Presidente UICI Mario Barbuto e il Vice Ministro Zoccano in Campania per due giorni, di Vincenzo Massa

Due giorni di appuntamenti e di incontri in Campania per il presidente UICI, Mario Barbuto, e il vice ministro alla disabilità, Vincenzo Zoccano, nelle città di Caserta e Avellino. Il primo appuntamento si è tenuto a Caserta, presso la reggia, mercoledì 11 luglio quando la direzione nazionale UICI, capitanata dal presidente Barbuto, il consiglio d’amministrazione della Biblioteca Italiana per Ciechi “R. Margherita” di Monza, guidato dal presidente prof. Piscitelli, unitamente al vice ministro alla disabilità, Vincenzo Zoccano, il presidente nazionale Univoc. Giulia Cannavale, il presidente regionale UICI Campania e numerosi altri dirigenti sono stati ricevuti dal direttore Felicori. Oltre al saluto istituzionale il presidente nazionale ha colto l’occasione di chiedere al direttore di sottoscrivere un protocollo d’intesa fra i due enti per poter realizzare percorsi accessibili per far fruire anche ai non vedenti il fascino e le emozioni che la storia e la natura raccontano della reggia di Caserta. Nel pomeriggio il presidente Barbuto e il vice ministro Zoccano hanno preso parte al consiglio d’amministrazione e all’indirizzo di saluto del presidente Piscitelli hanno risposto con l’impegno a sostenere in maniera forte tutte le rivendicazioni dell’ente. Alle 18 momento istituzionale e commovente ad Avellino dove si è intitolata la sede provinciale alla benefattrice che ne ha contribuito all’acquisto e si è proceduto all’intitolazione della sala del consiglio in memoria del compianto dirigente avellinese prof. Giuseppe Caputo di cui un breve ricordo è stato fatto dal presidente onorario prof Tommaso Daniele. Molte le autorità presenti fra cui il prefetto di Avellino e il neo sindaco della cittadina irpina a cui oltre al saluto ha chiesto collaborazione e appoggio la presidente della locale sezione territoriale Maria Teresa Fattoruso. Alle 19 la serata si è conclusa con l’assemblea dei quadri dirigenti UICI della Campania. Agli interventi introduttivi del consigliere UICI Campania, Gaetano Cannavacciuolo, e quello del componente della commissione regionale per il lavoro, Giuseppe Ambrosino, si sono susseguiti quelli dei presidenti territoriali Mirabile, Masotta, Rosa, Cannavale e Fattoruso che hanno tracciato il punto sulla situazione associativa nelle varie province della Campania. Al termine è intervenuto il vice ministro Zoccano che dopo i ringraziamenti e il pizzico di emozione di ritornare nella terra natia come componente della compagina governativa a poi detto- Il Ministero della Famiglia e della Disabilità fare la sua parte per superare gli ostacoli che hanno bloccato l’integrazione e l’inclusione delle persone con disabilità. Il nostro Ministero non sarà un ghetto ma un punto di riferimento incontro, ascolto e coordinamento per migliorare e rendere sempre più concrete tutte quelle azioni capaci di sollevare la vita quotidiana dei disabili. Assicuro il massimo dell’impegno personale per fare in modo che le problematiche sollevate durante l’assemblea dei quadri di questa sera possano trovare risposte anche dal livello governativo. L’Unione era e resta per me la mia casa e con il mio lavoro voglio provare a renderla sempre più grande e solida. Ricordiamoci tutti che dove vive bene un disabile viviamo meglio tutti-. Le conclusioni della serata sono state del presidente nazionale Mario Barbuto che oltre a fare una panoramica delle attività messe in campo a poi affermato- Credo che i singoli dirigenti debbano trovare le ragioni della loro azione elevando il grado di responsabilità nel quotidiano. Questo è il momento dell’attenzione e della cautela nella gestione e nell’azione perché la profonda trasformazione politica. In atto nel nostro paese, non sappiamo dove ci porterà. Certo oggi avere uno dei nostri nel nuovo governo ci dà fiducia e carica per arrivare a nuovi traguardi ma non dimentichiamo che per rappresentare al meglio il nostro ruolo dobbiamo imparare la concretezza e la responsabilità nelle azioni e nei ragionamenti che facciamo-. Giovedì 12 luglio ultima tappa avellinese per il vice ministro Zoccano per il presidente Barbuto e i componenti della Direzione Nazionale UICI che hanno svolto la loro riunione nel capoluogo irpino. Nel pomeriggio da Roma abbiamo ricevuto la bella notizia dell’elezione a presidente nazionale del FID di Mario Barbuto a cui vanno i complimenti e gli auguri da tutta l’UICI della Campania.

Monfredane di vino, di Vincenzo Massa

Autore: Vincenzo Massa

L’UICI Campania e la sezione territoriale di Avellino protagonisti nei giorni 17-19 e 20 maggio alla manifestazione “Monfredane di vino” che si terrà a Monfredane, in provincia di Avellino.
Montefredane è un importante paese irpino che gode di uno spettacolare panorama su tutta la valle del Sabato e del Calore. Dista dieci chilometri da Avellino ed è situato su una collina a circa 600 metri sul livello del mare. Un paese ricco di sorgenti d’acqua e noto per la produzione del vino Aglianico e del Fiano. Terra natale di uomini illustri, come lo storico Guglielmo Giordano, il sacerdote carbonaro Michele Bergamasco, Mons. Alfonso Giordano, collaboratore del Cardinale D’Avanzo e Vescovo delle diocesi riunite di Calvi e Teano, teologo e studioso di letteratura, il poeta Oreste Giordano, l’avv. Berardino De Crescenzo, autore di decine di pubblicazioni giuridiche e letterarie, e vanta interessanti presenze storico-culturali e religiose: è vivo il ricordo del prof. Giuseppe Pisano e del Parroco don Antonio Aquino. L’origine del paese risale al medioevo, nel XII secolo era casale della contea avellinese, fu poi feudo dei Del Tufo, dei Capece, dei Brancaccio e dei Caracciolo di Avellino. Nel 1656 la peste decimò quasi completamente la popolazione e il piccolo centro riprese a popolarsi solo dopo qualche anno. Per chi decidesse di fare una visita a questo splendido paese ricordiamo alcune delle cose che si possono ammirare:
Chiesa Parrocchiale S. Maria del Carmine, edificio settecentesco con l’alta torre campanaria, visibile da gran parte della media valle del Sabato; all’interno si conservano alcune opere d’arte sacra, tra cui statue di santi, un altare maggiore in marmo e un organo a canne di recente ricostruito;
Castello medievale, risalente al X secolo, i cui ruderi, recentemente restaurati, testimoniano l’antico splendore. Posto in posizione strategica a dominio dell’intera valle, restano del castello solo qualche tratto di mura in pietrame e una piccola torre a pianta quadrata;
Sala consiliare, ubicata nella vecchia Chiesa della Congrega dell’Addolorata. Di grande rilievo i due archi a sesto acuto delle finestre e una lapide murata nel vecchio pronao;
Cappella del cimitero, costruita agli inizi del settecento, contiene affreschi dell’epoca e successivi;
Palazzo Baronale, struttura rinascimentale con facciata probabilmente del settecento. L’ampio portale, le finestre, il cornicione, l’impluvio del cortile interno e l’insieme del corpo di fabbrica ne fanno un complesso di grande interesse storico e architettonico;
Sorgenti, sgorgano numerose nel territorio comunale con acque fresche e leggere. Le più importanti sono: Fontanelle, Pisciricolo, Fontana Magliano, Festola, Cupazzi. L’apertura della manifestazione, prevista per giovedì 17 maggio, vedrà come protagonisti assoluti i soci ciechi e ipovedenti della Campania. Il programma prevede:

ore 16,00 Centro di Comunità Arcella:

Degustazione guidata, a cura dell’ONAV di Avellino, dedicata a non vedenti e ipovedenti, in collaborazione con l’UICI di Avellino e il consiglio regionale UICI Campania.
All’incontro interverrà la vice presidente nazionale ONAV, Maria Pia Berlucchi ed il delegato per Avellino Giuseppe Iannone
Seguirà un incontro–dibattito con il Presidente regionale dell’UICI Campania, Dott. Vincenzo Massa sul tema” PERCEPIRE IL MONDO PER LE VIE DEI SENSI” . Ancora una splendida iniziativa nella terra irpina che vede il coinvolgimento dei ciechi e degli ipovedenti grazie alla grande squadra della sezione territoriale di Avelino guidata da Maria Teresa Fattoruso.