Basilicata – Resoconto della XIV Giornata Nazionale del Braille

Sabato 20 febbraio l’UICI di Basilicata ha celebrato la 14 giornata nazionale del braille  e organizzato un interessante e partecipatissimo seminario dal titolo “Storia di un codice universale” in collaborazione con la FNISM – Federazione Nazionale Insegnanti.
Il webinar, patrocinato dalla Presidenza del  consiglio della regione Basilicata, dalle province e dai comuni di Potenza e Matera  si è svolto su piattaforma zoom a partire dalle ore 15:00 ed  è stato trasmesso in diretta sulla pagina fb dell’UICI di Potenza (dove è tuttora disponibile) e su Slash Radio Web.

Il seminario è stato riconosciuto come attività formativa per il personale docente e non docente rientrante nelle 25 ore di formazione annuale previste dalla normativa vigente.

Nella prima parte dell’evento è stato riproposto il racconto “Filippo e Louis Braille” scritto dalla giornalista Fabiana Santangelo, con le illustrazioni di Pasquale Palese, edito da Erickson in collaborazione con IRIFOR.  Si è proceduto poi alla presentazione del volume pubblicato in occasione del Centenario UICI, “Dal buio alle luce”, scritto a quattro mani dai giornalisti Fabiana Santangelo e Vincenzo Massa. Il racconto “Filippo e Louis Braille” sarà simbolicamente donato in edizione limitata agli istituti comprensivi della regione mentre  il  volume dedicato al centenario sarà  donato a tutte le biblioteche della regione. Fra i relatori intervenuti nella prima parte del seminario, lo storico lucano Giampaolo D’Andrea, attuale consigliere del Ministro Franceschini, il quale ha sottolineato l’importanza delle biblioteche come luoghi di condivisione e custodia della cultura evidenziando la necessità di promuovere azioni concrete rispetto al tema dell’accessibilità anche in virtù di un precedente protocollo sottoscritto fra MIUR e UICI a livello nazionale.

La seconda parte dell’incontro è stata incentrata su tematiche più specifiche dell’ambito didattico e ha coinvolto sia docenti dell’UNIBAS  fra cui Domenico Milito, Direttore dei percorsi di specializzazione al sostegno per gli alunni con disabilità ed Emiliana Lisanti, docente di didattica e pedagogia speciale,  sia docenti di pedagogia,  di musica, tiflologi ed esperti di informatica di provenienza UICI.

Hanno relazionato Stefano Salmeri Professore Associato di Pedagogia generale e sociale, Facoltà di Studi Classici, Linguistici e della Formazione, Università degli Studi di Enna “Kore, Beatrice Ferrazzano, responsabile centro di consulenza tiflodidattica di Foggia, Rosalucia Saracino, assistente tiflologa, centro di consulenza tiflodidattica di Rutigliano – Bari, Fernando Russo, già docente di musica di Melfi (PZ) e Giuseppe Rossini, responsabile della Società Cooperativa a responsabilità limitata “Aurelio Nicolodi” di Bari.


Hanno  trattato temi importanti come  la differenza di apprendimento tra vista e  tatto, i  prerequisiti per approcciarsi alla scrittura tattile, i giochi educativi inclusivi come ad esempio i mattoncini della lego con le lettere Braille, come realizzare  libri tattili; la rappresentazione del  reale e il passaggio alla simbolizzazione attraverso il disegno; come studiare la musica con il sistema Braille  e ancora gli ausili didattici e le più moderne strumentazioni informatiche. Insomma a tutti i partecipanti è stata fornita una vera e propria bussola di conoscenza che consentirà loro  di orientarsi nella  variegata realtà del Braille e in tutte le risorse e  servizi in favore degli alunni, delle famiglie e delle istituzioni scolastiche messe in campo dall’UICI, dai centri di consulenza tiflodidattica e tifloinformatica.

Il Braille quindi è sempre attuale e mai superato dalla tecnologia. “E’ esattamente ciò che serve al bambino non vedente per la costruzione del proprio bagaglio cognitivo, così come l’alfabeto grafico-visivo  lo è per chi vede”.

Basilicata – 14a Giornata Nazionale del Braille

Sabato 20 febbraio 2021, ore 15/20

Programma
Modera Marika Padula, già assessore alla Pari Opportunità del Comune di Potenza

Saluti e introduzione
Mario Barbuto, Presidente Nazionale UICI
Nicola Stilla, Presidente Club Italiano del Braille
Carmine Cicala, Presidente del Consiglio della Regione Basilicata

PRIMA PARTE
Le giornate del Braille per costruire reti sul territorio, Maria Buoncristiano, Presidente UICI Basilicata

“Louis Braille, il giovane inventore a caccia di sogni”, Fabiana Santangelo, giornalista

“L’Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti compie cento anni”, Vincenzo Massa, componente della direzione nazionale UICI

“Il valore della memoria nei luoghi di cultura”, Giampaolo d’Andrea, storico, Consigliere del Ministro dei Beni, delle Attività culturali e del Turismo Dario Franceschini.

SECONDA PARTE
“Il gruppo classe come comunità di pratica in ambiente educativo funzionale alla relazione d’aiuto” Domenico Milito, Direttore dei percorsi di specializzazione sostegno per gli alunni con
disabilità – Università della Basilicata

“A scuola con il Braille: l’importanza pedagogica di un codice senza tempo”, Stefano Salmeri Professore Associato di Pedagogia generale e sociale, Facoltà di Studi Classici, Linguistici e della Formazione, Università degli Studi di Enna “Kore”

“I libri tattili e software per una didattica inclusiva” Emiliana Lisanti, docente – Cultrice della materia cattedra di didattica e pedagogia speciale – Università della Basilicata

“Dai prerequisiti all’apprendimento del Braille”, Beatrice Ferrazzano, responsabile centro di consulenza tiflodidattica di Foggia

Domande dei partecipanti
“Dalla realtà al simbolo: esempi di unità di apprendimento”, Rosalucia Saracino, assistente tiflologa, centro di consulenza tiflodidattica di Rutigliano – Bari

“Il Braille nello studio della musica”, Fernando Russo, già docente di musica

“Tecnologie assistive per le disabilità visive”, Giuseppe Rossini, responsabile della Società Cooperativa a responsabilità limitata “Aurelio Nicolodi” di Bari

Domande dei partecipanti

Conclusioni

Le iscrizioni sono aperte a chiunque ne abbia interesse, trasmettendo la preventiva comunicazione entro il 19 febbraio 2021 all’indirizzo mail: uicbasi@uiciechi.it.
Per i docenti di ruolo di ogni ordine e grado la registrazione avverrà su Piattaforma Sofia del Ministero dell’Istruzione.
Sarà rilasciato l’attestato valido ai fini della vigente normativa.

Con il patrocinio di:
Presidenza del Consiglio della Regione Basilicata
Provincia di Potenza
Comune di Potenza
Provincia di Matera
Comune di Matera

Segreteria organizzativa
Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Basilicata
tel. 0971 25931 – 21866 – 0835 333542
mail: uicbasi@uici.it

Locandina dell’evento

 

Programma

 

Basilicata – Centenario UICI: 26 ottobre 1920 – 26 ottobre 2020

L’associazione, che da 100 anni promuove l’uguaglianza dei diritti dei non vedenti e ipovedenti con impegno, passione, dedizione, tenacia e autorevolezza, è stata fondata a Genova il 26 ottobre nel 1920 da Aurelio Nicolodi, irredentista trentino, il quale perse la vista nella seconda battaglia dell’Isonzo sul Carso, durante il primo conflitto mondiale. Durante il suo operato Nicolodi ebbe il grande merito di modificare un articolo dell’allora codice Zanardelli che dichiarava le persone non vedenti “inabili al lavoro”.

Questo assunto, nonostante fosse carente di una reale evidenza scientifica, stabiliva la totale incapacità giuridica di agire da parte delle persone cieche e soltanto una sentenza del Tribunale che dimostrasse il contrario, poteva eventualmente riabilitare la loro vita.

Il padre fondatore dell’UICI contrastò caparbiamente questa convinzione fino a quando nel 1942 avvenne la svolta, il nuovo codice civile infatti, dopo ottant’anni ribaltò del tutto la norma precedente stabilendo che la persona cieca o sorda fosse perfettamente in grado di provvedere a se stessa.

Nicolodi realizzò una vera e propria rivoluzione sociale con la quale ha tracciato le basi della moderna inclusione, consentendo a tante persone cieche o ipovedenti di diventare protagonisti attivi nella società.

In Basilicata il Centenario è stato celebrato con la consegna ufficiale delle medaglie commemorative ai rappresentanti delle Istituzioni locali. Un atto simbolico per testimoniare il valore di una grande organizzazione che nel corso dei decenni, ha saputo supportare milioni di persone non vedenti ed affiancare le Istituzioni per riuscire a promuovere servizi di qualità. Il piccolo omaggio mostra su un lato il volto del celebre poeta Omero e sull’altra faccia, le figure di Ulisse e Diomede, rappresentate come fiammelle, in omaggio alla narrazione dantesca della Divina Commedia e la lanterna del porto di Genova, riportando appunto il famoso verso di dantesco: “fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza”.

Soddisfazione ed entusiasmo hanno accompagnato i diversi momenti della consegna che ha coinvolto tutte le principali istituzioni della regione. L’iniziativa celebrativa è stata anche l’occasione per rinnovare collaborazioni già avviate e porre l’attenzione su questioni importanti da riconsiderare alla luce di una nuova consapevolezza.

Fra le priorità auspicate nell’ agenda del “nuovo centenario” spicca il tema dell’accessibilità e della fruizione dei luoghi pubblici e, più in generale della cultura e dell’arte. Il riferimento è alla leggibilità e fruibilità di tutti i documenti amministrativi e di utilità sociale, l’accesso autonomo ai mezzi di trasporto. Strettamente collegato al tema dell’accessibilità è quello della filiera del cibo e della sua tracciabilità, attraverso la possibilità di consultare le etichette degli alimenti ancora poco praticata.

Altro tema fondamentale quello della salvaguardia dell’inclusione scolastica, alla luce del protocollo di intesa sottoscritto il 23 agosto 2018 tra Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e dall’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti per “Favorire e garantire l’inclusione degli alunni e degli studenti con disabilità visiva”.

Fra le collaborazioni già in atto vale la pena di ricordare quella fral’UICI, l’I.Ri.Fo.R.  e l’Ateneo di Basilicata allo scopo di favorire una migliore formazione degli studenti sulle specificità delle disabilità visive con particolare riferimento al Braille e alle nuove tecnologie assistive, ma anche per orientare docenti e studenti a sperimentare progetti innovativi sull’accessibilità, fruibilità e usabilità di applicativi e servizi in generale.

Foto scattata durante un momento dedicato alla celebrazione del Centenario UICI con la consegna delle medaglie

Basilicata – Insediamento Consiglio Regionale dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti

Sabato 25 luglio 2020, si è insediato il Consiglio Regionale dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Basilicata che risulta così composto:

  • Maria Buoncristiano, Presidente;
  • Mario Dileo, Vicepresidente;
  • Anna Varriale, Alfonso Guttieri, Giovanna Ruggeri, Giuseppe Lanzillo e Luciano Florio (Componenti).

I sette componenti del direttivo guideranno l’associazione nei prossimi cinque anni, con passione, competenza, professionalità e massima trasparenza.

Il principio del render conto, infatti, è alla base dello spirito associativo dell’UICI per la quale le cariche dirigenziali del nostro territorio sono svolte senza alcun compenso.

Il  gruppo direttivo si avvarrà delle  specifiche competenze dei singoli componenti che saranno messe al servizio dell’intera associazione, con responsabilità, impegno, e determinazione; elementi, questi, che assumono un valore ancora più autentico in riferimento alla data di insediamento del consiglio.

Era infatti il 25 luglio del 1915 quando durante la seconda battaglia dell’Isonzo, iI volontario trentino Aurelio Nicolodi restò gravemente ferito al volto e perse la vista.

Nicolodi è il padre fondatore dell’UICI che il prossimo 26 ottobre compirà 100 anni.

Basilicata – Primo corso di esecutore MPS per persone con disabilità della vista, di Maria Buoncristiano

Questo il presupposto che ha guidato la Croce Rossa Italiana a realizzare, nell’ambito del progetto “Manovre salvavita in età adulta e pediatrica” un corso di MPS in collaborazione con l’UICI Basilicata. Sabato 11 maggio si è svolto a Potenza il primo corso rivolto a persone cieche e ipovedenti, alcuni loro familiari e volontari U.Ni.Vo.C..
Sono passati 5 anni da quando a Roma l’8 marzo 2014 sono state formate ed abilitate – per la prima volta – al corso di Manovre Disostruzione pediatriche e rianimazione con uso del defibrillatore le prime due donne non vedenti. Donne a cui era stato detto sempre: “Non potete accedere a questi corsi perché siete cieche e perché tanto nessuno chiederà mai a voi di essere salvato”.
A giudicare, invece, l’interesse, la curiosità e l’entusiasmo espressi dai partecipanti al corso di esecutore MPS di Potenza, possiamo affermare senza ombra di dubbio che le manovre sono perfettamente eseguibili anche da chi non vede o vede poco e male.
“La didattica nelle isole di addestramento – ha spiegato Luigi Cirulli, referente nazionale Manovre Salvavita – è stata modificata per andare incontro alla particolarità dei partecipanti, che hanno appreso in modo chiaro e preciso le manovre salvavita pediatriche. Un grande lavoro di Vito, Roberto, Raffaella e Anna, gli istruttori CRI impegnati, che ha portato ottimi risultati”.
Gli istruttori hanno immediatamente creato un clima coinvolgente, amichevole ed empatico con i corsisti ed in particolar modo con i non vedenti che da subito si sono percepiti uguali agli altri e in grado di salvare una vita nel caso ce ne fosse bisogno.
Si è potuto constatare, inoltre, che la persona non vedente, per la cosiddetta compensazione sensoriale, ha una manualità più spiccata e riesce a praticare le manovre con maggiore attenzione non essendo distratto da altri fattori.
È entusiasmante ed emozionante “leggere nei loro occhi” la soddisfazione di aver acquisito
competenze specialistiche ed utili a salvare persone in caso di disostruzione delle vie aeree e soprattutto poter praticare le manovre in piena e totale autonomia, diventando, quindi, da soggetto bisognoso di aiuto, a persona in grado di aiutare. E ciò è assolutamente motivante per i più giovani con disabilità della vista ancora in cerca di essere adeguatamente riconosciuti da una società che a volte li ignora, perché diversi.
Tutti i corsisti abilitati sono stati concordi nel voler continuare l’attività di formazione con la CRI in questo e altri ambiti di utilità sociale. Ci auguriamo che il progetto “Manovre salvavita in età adulta e pediatrica” venga esteso a tutte le strutture territoriali dell’UICI, offrendo alle persone cieche e ipovedenti di acquisire competenze appropriate a prevenire e gestire in autonomia situazioni di potenziale soffocamento.

Immagine scattata durante il corso di Manovre di Primo Soccorso: una partecipante insieme all'istruttore della Croce Rossa Italiana

Immagine scattata durante il corso di Manovre di Primo Soccorso: una partecipante insieme all’istruttore della Croce Rossa Italiana

Immagine scattata durante il corso di Manovre di Primo Soccorso: un partecipante chino su un busto finto insieme all'istruttore della Croce Rossa Italiana

Immagine scattata durante il corso di Manovre di Primo Soccorso: un partecipante chino su un busto finto insieme all’istruttore della Croce Rossa Italiana

Foto di gruppo dei partecipanti al Corso di MPS che mostrano gli attestati ricevuti

Foto di gruppo dei partecipanti al Corso di MPS che mostrano gli attestati ricevuti

Giornata Nazionale del Braille a Matera

Il Club Italiano del Braille e la Presidenza Nazionale dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti celebreranno la XII Giornata Nazionale del Braille a Matera che, nel 2019, sarà la capitale europea della cultura.
Nell’occasione verranno organizzati due eventi in collaborazione rispettivamente con il Consiglio Regionale U.I.C.I. della Basilicata e le Sezioni territoriali U.I.C.I. di Potenza e Matera.
Gli eventi saranno organizzati nelle giornate di mercoledì 20 febbraio 2019 con inizio alle ore 16.00, e giovedì 21 febbraio 2019 con inizio alle ore 9.30.
La Presidenza Nazionale e il Club Italiano del Braille hanno già opzionato alcune camere per i componenti la Direzione Nazionale e i rappresentanti dei Soci Fondatori del Club.
Al fine di favorire la partecipazione dei presidenti e dei dirigenti regionali e sezionali, tenuto conto che non sarà facile trovare sistemazioni logistiche dell’ultimo momento, invitiamo fin d’ora gli interessati a comunicare eventuali prenotazioni alla segreteria del Club Italiano del Braille info@clubitalianobraille.it
entro il 31 ottobre prossimo.
A tale scopo, riportiamo di seguito le condizioni per la pensione completa (dalla cena del giorno 20 febbraio al pranzo del giorno 21 febbraio):
– Camera singola: Euro 100,00;
– Camera doppia: Euro 75,00 a persona.

Per ulteriori informazioni, la Segreteria del Club è a disposizione
02/76.01.18.93
info@clubitalianobraille.it.

Insediamento nuovo Consiglio Regionale U.I.C.I. di Basilicata e direttivo Sezione Territoriale U.I.C.I. di Matera

Il 12 luglio 2018 si è riunito il Consiglio direttivo della Sezione Territoriale di Matera dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti (U.I.C.I. ETS – APS), composto da Sig.ri: Lanzillo Giuseppe, Lillo Vincenza Maria, Galante Rocco, Genzano Caterina e Paolicelli Saverio Rosario. Nel corso della riunione sono stati eletti alla carica di Presidente il Sig. Giuseppe Lanzillo, come Vice Presidente la Sig.ra Vincenza Maria Lillo e come Consigliere Delegato il Sig. Saverio Rosario Paolicelli.
Il 24 luglio 2018 si è insediato il nuovo Consiglio Regionale di Basilicata dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti. Nel corso della seduta si è proceduto alle elezioni delle cariche del direttivo. E’ stato eletto Presidente Angelo Camodeca, Vice Presidente Giovanna Maria Roberta Ruggieri e Consigliere Delegato Luciano Florio.
Il Consiglio regionale è composto anche dal Presidente della Sezione UICI di Matera Giuseppe Lanzillo.

Matera – Workshop Lavoro e previdenza. La tutela a favore di non vedenti e ipovedenti

“Lavoro e previdenza. La tutela a favore di non vedenti e ipovedenti”, organizzato da Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti – Consiglio Regionale di Basilicata – e patrocinato dalla Provincia di Matera. Il workshop si terrà a Matera il 9 ottobre p.v. presso la Sala Consiliare della Provincia.
Qui di seguito si riporta il programma della giornata:
Ore 16.00 Saluti delle Autorità Francesco De Giacomo, Presidente della Provincia di Matera Raffaello Giulio De Ruggieri, Sindaco della città di Matera Roberto Cifarelli, Assessore alle Politiche di Sviluppo, Lavoro, Formazione e Ricerca – Regione Basilicata Maria Buoncristiano, Consigliere Nazionale Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti
Ore 16.30 Collocamento mirato al lavoro per non vedenti e ipovedenti. Principali fonti normative e amministrative di riferimento Emanuele Ceccarelli, Ufficio Lavoro e Previdenza, Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti
Ore 17.00 Nuove attività lavorative Valter Calò, Consigliere Nazionale e Coordinatore Commissione N.A.L., Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti
Ore 17.15 Situazione occupazionale a livello regionale Maria Rosaria Sabia, Dirigente Ufficio Politiche del Lavoro, Regione Basilicata
Ore 17.30 Dibattito
Ore 18.00 Benefici pensionistici per i lavoratori non vedenti Emanuele Ceccarelli, Ufficio Lavoro e Previdenza, Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti 2
Ore 18.30 Dibattito e conclusioni

Avviso per la concessione di assegni formativi di frequenza (voucher) al corso di operatore telefonico addetto alle informazioni alla clientela e agli uffici relazioni con il pubblico, riservato a non vedenti e a ipovedenti gravi – Regione Basilicata

Fonte: Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata n. 34 del 1° settembre 2016

Destinatari dei contributi: 20 persone non vedenti o ipovedenti gravi, residenti in Basilicata.

Possono ottenere assegni formativi (voucher) per l’accesso al corso di operatore telefonico addetto alle informazioni alla clientela e agli uffici relazioni con il pubblico coloro che dimostrano:
di essere riconosciuti ciechi totali, parziali o ipovedenti gravi (legge 138 del 2001, artt. 2, 3 e 4);
di essere stato di disoccupazione;
di avere la residenza in uno dei comuni della Basilicata (verranno ammessi a partecipare anche i lucani emigrati all’estero);
di avere conseguito il diploma di scuola secondaria superiore, ovvero di aver compiuto il 21° anno di età.

Beneficiario del voucher è la singola persona iscritta al corso.
Il voucher verrà erogato per la copertura delle spese di iscrizione e partecipazione al corso (per ciascun corsista, l’assegno formativo è pari a Euro 10.000,00 per la copertura delle spese di iscrizione al corso, più fino ad un massimo di Euro 2.000,00 a titolo di partecipazione alle spese di vitto ed alloggio per i corsisti che risiedono oltre 50 km, dalla sede del corso).

Per candidarsi: la richiesta del voucher dovrà avvenire tassativamente on-line cliccando sulla voce Partecipa alla pagina http://portalebandi.regione.basilicata.it/PortaleBandi/detail-bando.jsp?id=341144 ma solo dopo essersi previamente registrati (seguire le istruzioni per candidarsi on-line pubblicate alla medesima pagina web).
L’assegnazione del voucher formativo al quale si è risultati idonei presupporrà l’immatricolazione/iscrizione al corso per il quale si è richiesto l’intervento, entro i termini e secondo le modalità previste dall’Istituto di formazione che il corsista sceglierà (per la lista degli Enti di formazione che erogano il corso di cui all’oggetto, contattare gli Uffici del Consiglio Regionale Uici della Basilicata per conoscere la lista completa).

Termini di scadenza per la presentazione della domanda: 17 ottobre 2016.
Al momento, sono state presentate 13 istanze; chiunque fosse interessato non esiti a candidarsi.

Per informazioni: contattare gli Uffici del Consiglio Regionale Uici della Basilicata nei seguenti giorni: lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 15,00 alle 19,00 ed il giovedì dalle 9,00 alle 13,00.
Il personale Uici sarà disponibile a offrire assistenza guidata nella fase di presentazione della candidatura on-line a chiunque ne faccia espressa richiesta (Nota Bene: la procedura non è semplice a primo acchito, quindi è fortemente consigliato affidarsi all’esperienza del personale Uici della Basilicata).

Si ringrazia sentitamente il Consiglio Regionale Uici della Basilicata per l’impegno, la dedizione e la perseveranza nel raggiungere questo successo, portando la Regione Basilicata a voler finanziare un corso di formazione professionale riservato esclusivamente ai nostri ragazzi.
Si invitano le altre strutture Uici a voler condividere con questa Presidenza Nazionale esperienze simili.

Quando brilla la prevenzione, di Angelo Camodeca

Autore: Angelo Camodeca

L’8 ottobre 2015 si celebra la Giornata mondiale della vista. Gazebo informativi e controlli oculistici gratuiti
“Accendiamo” la prevenzione con la Giornata mondiale della vista che, come ogni anno, si è celebrata il secondo giovedì di ottobre grazie all’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus, in collaborazione con le sezioni territoriali dell’Unione Italiana dei Ciechi e Ipovedenti e all’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica.
Lo slogan di quest’anno è stato “la vista, luce dei miei occhi”.
Per l’occasione sono stati allestiti gazebo informativi a Potenza in piazza Prefettura e a Matera in Piazza Vittorio Veneto.
Sono stati effettuati circa 95 Check-up oculistici gratuiti a Potenza presso la sede del Comitato regionale dell’Agenzia Internazionale per la prevenzione della cecità in viale dell’Unicef (centro Galassia ) e a bordo dell’Unità mobile oftalmica a San Giorgio Lucano (MT) in Via Vittorio Veneto.
Tema portante di quest’edizione sono state le principali malattie oculari che colpiscono gli adulti, assieme alla riabilitazione visiva.
Nelle città coinvolte sono stati distribuiti, all’interno dei gazebo, degli opuscoli e un simulatore delle quattro principali malattie oculari in età adulta: glaucoma, retinopatia diabetica, cataratta e degenerazione maculare legata all’età. Perché la vista… val bene una visita.
Angelo Camodeca