Campo-scuola riabilitativo per ciechi ed ipovedenti pluridisabili, di Ebe Montini

Autore: Ebe Montini

Lignano Sabbiadoro (ud) 4 – 18 agosto 2014

Il campo scuola organizzato dal Consiglio Regionale Veneto dell’I.RI.FO.R. Onlus per la riabilitazione, la socializzazione, l’autonomia, l’orientamento e la crescita culturale dei ragazzi ciechi ed ipovedenti pluridisabili si è svolto dal 4 al 18 agosto 2014 presso l’Hotel “Alle Vele” di Lignano Sabbiadoro.
I partecipanti al campo scuola erano 23, più 3 aggregati, nello specifico: 13 della Sezione di Rovigo, 3 della Sezione di Padova, 1 della Sezione di Vicenza, 2 della sezione di Verona, 2 della sezione di Venezia, 2 della sezione di Treviso, seguiti da 23 animatori e da 2 tirocinanti universitari del corso di laurea Educatore Professionale nei Servizi Sanitari.
Inoltre, erano presenti 23 familiari, la cui presenza è stata di supporto agli animatori per assistere i ragazzi più gravi.
Coordinatrice dell’organizzazione e di tutte le attività è stata la Prof.ssa Ebe Montini, Presidente dell’Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti e dell’I.RI.FO.R. Onlus Sezione Provinciale di Rovigo.

LA STRUTTURA
La Struttura ospitante fa parte di un complesso di edifici alberghieri appartenenti al Villaggio Adriatico Ge.Tur., immerso del verde della pineta tra le località di Lignano Sabbiadoro e Lignano Pineta collegato direttamente al mare.
Il Villaggio è dotato di una piscina olimpionica coperta con due vasche da 25 e da 50 metri, oltre a due piscine all’aperto e da un parco acquatico con scivoli e giochi.
Le piscine sono state utilizzate quotidianamente dai ragazzi per i corsi di nuoto e per i giochi acquatici.
La spiaggia privata, è facilmente accessibile alle carrozzine, in quanto dotata di passerelle pavimentate che collegano tutti gli ombrelloni fino alla riva del mare.
Gli impianti della spiaggia sono dotati di docce con acqua calda e fredda, di servizi igienici e di cabine per depositare gli attrezzi utilizzati dai ragazzi durante la permanenza in spiaggia.
Gli ambienti di cui è costituita sono ampi e spaziosi sia nelle zone comuni, che nelle camere private. Ottima la sistemazione del gruppo nelle camere e migliore la ristorazione.
E’ inoltre dotata di uno spazio esterno circondato dal verde, che è stato utilizzato per i momenti di gioco, di attività giornaliera, per l’orientamento e per le serate di musica e ballo.
Per i laboratori (sensoriale, pittorico e teatrale) è stato utilizzato un ambiente interno molto ampio (Sala Conferenze) che ha permesso lo svolgersi al meglio delle attività.
La pineta è stata un luogo adatto per attività sportive, ludiche e ricreative, e di orientamento per permettere ai ragazzi di vivere un momento di aggregazione sociale attraverso il confronto ed il dialogo in un ambiente naturale, rilassante e stimolante.

IL GRUPPO E LE ATTIVITÀ
Ai ragazzi, che già negli anni scorsi avevano partecipato al Campo Scuola, si è aggiunto un ragazzo nuovo, il quale si è integrato in breve tempo.
Si è ottenuto così, sin dall’inizio, un gruppo compatto che ha permesso di perseguire e raggiungere obiettivi comuni.
Sono state iniziate pertanto tutte le attività in base a precisi piani educativi, verificando in itinere e modificando di volta in volta, a seconda delle esigenze, le modalità per il raggiungimento degli obiettivi prefissati, considerando e analizzando, le diverse età dei ragazzi, il diverso modo di relazionarsi con gli altri, le varie potenzialità psico-motorie, proprie e caratteristiche di ciascuno.
Durante la mattinata, sono state previste diverse attività con la suddivisione dei ragazzi in gruppi, in base ai loro elementi distintivi e alle loro esigenze, nonché agli obiettivi educativo-riabilitativi individuali. Si allega per conoscenza il planning organizzativo giornaliero così com’è stato applicato.

Le attività programmate giornalmente sono state: attività motoria/gioco motorio, stimolazione sensoriale, laboratorio plastico-pittorico, laboratorio musicale–teatrale, nuoto assistito – acquaticità, attività ludico-educativa in spiaggia, orientamento, attività serali in musica e passeggiate all’esterno del villaggio.
I principali obiettivi perseguiti: mantenimento e potenziamento della abilità residue; stimolazione dei canali sensoriali; stimolazione della motricità fine; educazione all’ascolto e alla comprensione; educazione all’utilizzo di modalità di risposta, usando un linguaggio alternativo o gestuale; raggiungimento del benessere psico-fisico; attività di coordinamento generale, di lateralizzazione, grosso motorie, motricità fine e coordinativa in generale; superamento delle paure e incertezze nel compiere attività nuove.
Il materiale utilizzato: giochi da spiaggia (palette, secchielli, recipienti, palloni, materassini e gonfiabili); strumenti per il nuoto (braccioli, tavolette, cinture salvagente, bastoni galleggianti , flexibeam, ecc… ); strumenti musicali (tastiera elettronica, chitarra, testi musicali, ecc…); materiale adibito ad attività motoria (corde, palloni sonori, tappetini, ecc…); materiale plastico pittorico (tempere, cere, pennarelli, pennelli, spugne, ecc.).
La relazione completa è reperibile nel sito al link: http://www.uiciveneto.it/index.php?option=com_content&view=article&id=481:relazione-finalecampo-scuola-riabilitativo-per-ciechi-ed-ipovedenti-pluridisabili-lignano-sabbiadoro-ud-4-%E2%80%93-18-agosto-2014&catid=17&Itemid=128
MANIFESTAZIONI
È stato festeggiato il compleanno di un’educatrice del campo e alcuni momenti sono stati dedicati alle premiazioni dei ragazzi meritevoli per impegno e dedizione.
I premi consegnati ai ragazzi, durante la serata conclusiva, sono stati generosamente offerti da alcuni Istituti bancari e da alcune Ditte private, contattate dalla coordinatrice prof.ssa Ebe Montini.

Nella serata di sabato 16 Agosto i ragazzi, gli animatori che hanno partecipato al campo-scuola si sono esibiti nello spettacolo finale presso la sala conferenze della struttura. Alla rappresentazione hanno partecipato anche persone esterne al gruppo.

Nella notte di Ferragosto si è potuto assistere allo spettacolo pirotecnico offerto dalla Proloco di Lignano Sabbiadoro e Lignano Pineta.

Da segnalare la partecipazione di alcuni ragazzi allo spettacolo nell’Arena Beach del concerto di Mario Biondi, e, nella serata successiva, alla performance di Demo Morselli presso il Tenda Bar di Lignano Pineta.

OSSERVAZIONI
L’esperienza del Campo Scuola è stata molto significativa sia per la crescita dei ragazzi partecipanti sia per la competenza degli animatori, essendo un forte momento di confronto a livello socio-affettivo ed empatico.
Gli animatori si sono sempre dimostrati uniti e compatti nel garantire ai ragazzi un soggiorno educativo e formativo e allo stesso tempo piacevole e divertente, sostenuti in ogni momento dalla Coordinatrice Prof.ssa Ebe Montini.

Nella giornata del 14 Agosto abbiamo ricevuto la visita della Presidente della Provincia di Rovigo Dott.ssa Tiziana Virgili che si è intrattenuta con il gruppo durante le diverse attività sino a sera.

Da sottolineare la visita del Presidente Nazionale dell’UICI Dott. Mario Barbuto, del Vice Presidente Nazionale dell’UICI Luigi Gelmini, del Presidente del Consiglio Regionale del Veneto dell’I.RI.FO.R., Dott. Mario Girardi, del vice Presidente del Consiglio Regionale del Friuli Venezia Giulia e componente il Consiglio Nazionale dell’UICI Huber Perfler e della psicologa del gruppo UICI per il sostegno psico-pedagogico ai genitori dei ragazzi ciechi e ipovedenti, dott.ssa Katia Caravello, che si sono intrattenuti sabato 16 Agosto per l’intera giornata, assistendo alla rappresentazione teatrale dei ragazzi partecipanti al Campo Scuola, e ritagliando nel pomeriggio un momento di confronto e di ascolto con i loro genitori.
Le autorità hanno manifestato il più vivo apprezzamento per l’impegno profuso da tutti gli operatori, genitori, ringraziandoli per la dedizione e l’amorevole assistenza.
Da sottolineare che per la prima volta il Presidente Nazionale dell’UICI ha visitato il Campo Scuola dei ciechi pluridisabili rendendosi conto dei bisogni e delle necessità di queste persone.
Il Presidente dottor Mario Barbuto ha soggiornato nella struttura “Le Vele” condividendo la mensa con i partecipanti, incontrando il Direttore della Struttura Turistica e la Referente dell’organizzazione dei gruppi.
I genitori dei ragazzi che hanno partecipato al campo scuola hanno espresso il desiderio che l’iniziativa venga attuata anche nel prossimo anno, valutando positivamente i benefici che i loro figli hanno avuto durante il soggiorno marino per le attenzioni e le cure amorevoli di tutti gli animatori.
Inoltre, i genitori, hanno potuto vivere un breve periodo di tranquillità ed un’occasione di confronto sulle esperienze che vivono quotidianamente con i loro figli.
Un ringraziamento sentito voglio esprimere alla Direzione, a tutto il personale, al cuoco ed alla signora Eloisa Bortolan per avere provveduto ad una buona sistemazione logistica a tutto il Gruppo.
L’iniziativa ha avuto risonanza anche sui mezzi di informazione con la pubblicazione di articoli su “Il Resto del Carlino” e su “Il Gazzettino”.

La Coordinatrice
Prof.ssa Ebe Montini