Campania, una serie di iniziative su tutto il territorio regionale per celebrare la Giornata Nazionale del Braille

Saranno tantissime e variegate le iniziative che l’Unione Italiana Ciechi e degli Ipovedenti promuoverà in Campania in occasione della giornata nazionale del Braille che cade il 21 febbraio di ogni anno dal 2007 con apposita legge approvata dal Parlamento e fortemente voluta dall’Unione. Ecco alcuni degli appuntamenti:
CASERTA 22 febbraio Nell’ambito dell’iniziativa “ Ti aspetto al Museo” il Museo Archeologico di Maddaloni, in collaborazione con la sezione provinciale UICI di Caserta, ha deciso di dedicare il quarto appuntamento del percorso alla celebrazione della giornata nazionale del Braille con “ Il tocco dell’arte” percorso tattile per i disabili visivi. La visita comincerà dal racconto della storia del palazzo e dei duchi Carafa. Proseguirà nelle sale del piano terra, dove, una prima esposizione museale verrà raccontata. L’ascensore poi porterà i visitatori nelle sale del piano primo dove, non solo il racconto accompagnerà la visita con la descrizione dei luoghi ma, il contatto tattile con qualche oggetto renderà possibile la comprensione di linee e volumi permettendo un’immaginazione valida. Gli oggetti decorati verranno descritti attraverso il racconto del mito che vi è raffigurato. Tutte le sale al piano primo hanno una descrizione in braille e il museo non ha barriere architettoniche. Ulteriori incontri sono previsti nelle scuole del territorio per promuovere sensibilità e conoscenza del linguaggio braille e il suo impatto sul superamento dei problemi d’inclusione sociale per i minorati della vista.
Napoli- Due giorni di grande socializzazione con il teatro di Eduardo a Ercolano si apre così la settimana di celebrazione della giornata nazionale del Braille per la sezione partenopea. In occasione delle celebrazioni per la “Giornata Nazionale del Braille”, le rappresentanze di Portici ed Ercolano dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli ipovedenti organizzano, con il patrocinio delle rispettive Amministrazioni Comunali, per i giorni sabato 20 alle ore 20:30 e domenica 21 febbraio 2016 alle ore 18:.30 presso la sala teatro del MAV (Museo Archeologico Virtuale) di Ercolano (Via 4 Novembre 44), la commedia “Questi fantasmi!” – 3 atti di Eduardo De Filippo. La commedia sarà messa in scena dalla filodrammatica U.I.C.I. diretta da Bruno Mirabile e composta da attori non vedenti, ipovedenti e amici dell’Unione che ancora una volta cercheranno di stupire il pubblico. Questa compagnia teatrale amatoriale così particolare, che fin dal 1996 propone con notevole successo commedie della tradizione partenopea, quest’anno metterà in scena una delle commedie più complesse e particolari del grande “Eduardo”. La rappresentazione è organizzata in collaborazione con “Radio Siani”- la radio della legalità, la Cooperativa sociale “Bambù ONLUS”, e diversi imprenditori locali che supportano le attività della filodrammatica da molti anni. Nella settimana, invece, in tutta la provincia napoletana ci saranno incontri nelle scuole per la sensibilizzazione e la conoscenza della disabilità visiva. Salerno ha previsto tre appuntamenti il primo appuntamento sarà il 20 febbraio ad Ascea in collaborazione con la sovrintendenza degli scavi di Velia che ha organizzato un percorso tattile e di conoscenza sui vecchi metodi di scrittura attraverso questa visita fra scritte e comunicazioni del passato. Il secondo appuntamento è previsto per martedì 23 febbraio presso la sala della Provincia di Salerno dove unitamente al Braille si commemorerà la figura del prof. Tommaso Sica, già presidente provinciale e regionale dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti di Salerno e della Campania, nel decennale della sua scomparsa. La settimana si chiuderà il 26 febbraio a Sarno con un incontro, con il mondo della scuola e gli operatori sociali del territorio, sulle tematiche che legano braille, informatica e processi formativi dei disabili visivi. Nelle province di Avellino e Benevento sono stati previsti una serie di incontri con le scuole per sensibilizzare e riaffermare la validità del linguaggio braille non solo nei processi di apprendimento ma anche in quelli straordinari di comunicazione. L’Unione Italiana Ciechi e degli Ipovedenti della Campania ancora una volta dimostra la sua vivacità muovendo tutte le sue strutture provinciali in una nuova grande occasione di aggregazione dopo quella stupenda avvenuta il 13 dicembre scorso quando circa 1000 non vedenti hanno affollato il santuario mariano in occasione della giornata nazionale del cieco. Queste iniziative per la giornata nazionale del Braille saranno una nuova occasione per richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica sui problemi quotidiani che sono chiamati ad affrontare i non vedenti nel percorso della vita partendo dal diritto all’istruzione sino al riconoscimento di individuo alla pari degli altri.