Bolzano – Ciechi e ipovedenti riflettono sull’anno di attività 2016 Proseguono i molteplici lavori sotto la nuova direzione

Sabato 16 aprile 2016 si è svolta a Bolzano l’Assemblea Annua dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti Alto Adige. Il direttivo ha sottoposto ai soci la relazione morale 2015, i documenti contabili e i programmi di attività per l’approvazione. Erano presenti i soci effettivi e loro accompagnatori, i soci sostenitori, il membro della Direzione Nazionale UICI Dott. Vincenzo Zoccano nonché il rappresentante dell’associazione ciechi ed ipovedenti del Tirolo del Nord Anton Klotz. Fra le associazioni per minorati della vista del Nord e del Sud Tirolo esiste da tanti anni un’amicizia ed entrambe si sono dette pronte ad approfondire progettualità da redigere in collaborazione transfrontaliera. L’assemblea si è conclusa come di consueto con il pranzo sociale.
L’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti Alto Adige ha censito e assiste circa 1.300 minorati della vista, dei quali 234 sono ciechi assoluti, 520 sono ciechi parziali e 550 sono ipovedenti; di questi 745 sono soci effettivi. 52 persone vedenti, che supportano l’Unione tramite la loro attività volontaria o con un contributo economico, sono iscritte come soci sostenitori.
Obbiettivo principale del lavoro dell’Unione è stato come sempre rappresentare gli interessi delle persone cieche e ipovedenti dell’Alto Adige, per supportare l’integrazione sociale e una vita il più autonoma possibile. Sono stati promossi i rapporti interpersonali e uno scambio reciproco. Grande valore si attribuisce al contatto personale tra dirigenti e collaboratori con gli utenti per rafforzare l’appartenenza dei minorati della vista all’Unione.
L’anno 2015 è stato caratterizzato da un importante cambio direzionale. Hanno avuto luogo infatti il rinnovo delle cariche associative dell’Unione sia a livello locale che nazionale, nonché i preparativi e la conseguente partecipazione al XXIII Congresso Nazionale, durante il quale sono state poste le linee guida per lo svolgimento dell’attività a livello nazionale per i prossimi 5 anni.
Lo storico Presidente uscente Josef Stockner per via delle disposizioni statutarie non ha potuto più ricandidarsi e, dopo quasi cinque decenni al vertice dell’associazione ha lasciato il timone al socio dott. Valter Calò.
Il rappresentare e tutelare gli interessi dei minorati della vista accade tra l’altro sostenendo gli interessati durante l’iter burocratico riguardante le domande di riconoscimento della cecità o invalidità civile, di pensioni e assegni, per la fornitura di ausili nonché per l’espletamento di altri adempimenti burocratici. Gli interessi vengono inoltre rappresentati sensibilizzando l’opinione pubblica e le autorità sui bisogni e sulle difficoltà delle persone cieche e ipovedenti. Allo scopo si l’Unione ha collaborato in diversi gruppi di lavoro e commissioni cercando di essere presenti nei media. In occasione della Giornata Mondiale della Vista nonché della Festa delle Api e del Mercatino della Solidarietà, a Bolzano sono stati allestiti degli stand informativi per sensibilizzare sull’importanza della prevenzione per evitare eventuali minorazioni visive nonché per informare sull’attività dell’Unione.
In collaborazione con il Centro Giovani Connection di Bressanone sono stati proposti dei Concerti al Buio, con lo scopo di avvicinare la popolazione alla disabilità sensoriale visiva.
La formazione professionale dei minorati della vista, il loro inserimento lavorativo nonché la corretta applicazione delle leggi in campo lavorativo sono ambiti di rilevante importanza per la nostra associazione e nei quali va profuso particolare impegno.
L’Unione ha continuato ad impegnarsi per ottenere miglioramenti per i disabili visivi riguardo alla loro autonomia e mobilità. Per quanto riguarda gli annunci vocali sugli autobus della SASA purtroppo anche nei primi mesi del 2015 si sono verificate gravi mancanze e irregolarità per le quali l’Unione ha dovuto intervenire. Nella seconda metà dell’anno si è riscontrato un notevole miglioramento del servizio, anche se comunque rimangono ancora alcune residuali situazioni di malfunzionamento.
La SASA sta inoltre sviluppato in collaborazione con un gruppo di soci UICI, una App che consente agli utenti di conoscere, tramite il proprio smartphone gli orari di arrivo dei bus in tempo reale. L’App è accessibile anche ai non vedenti.
Anche nel 2015 sono state offerte delle iniziative di tempo libero e di socializzazione, ovvero un soggiorno marino presso il Centro Vacanze per non vedenti a Tirrenia in Provincia di Pisa, della durata di 13 giorni nonché una settimana di escursioni in montagna nel Defereggental nel Tirolo Orientale. Sono stati inoltre organizzati una gita a Innsbruck nonché una serata lirica all’arena di Verona. Queste iniziative, sempre molto apprezzate, promuovono il contatto tra gli associati, ma anche lo scambio di esperienze e informazioni.
L’incontro in occasione della giornata nazionale del Cieco, e per noi anche festa prenatalizia, che registra ogni anno la partecipazione di quasi 200 persone, è un’importante momento di socializzazione.
Durante tutto l’anno è stata molto intensa la collaborazione con altre organizzazioni, come con gli organi regionali e nazionali dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti, con associazioni estere per i ciechi, con la Federazione per il Sociale e la Sanità e con altre associazioni per disabili. I contatti tra le associazioni per ciechi del Nord- e Sudtirolo sono stati mantenuti organizzando tra l’altro un incontro fra i due consigli direttivi a Novacella/Varna (BZ). Durante l’anno è stata ovviamente molto stretta anche la collaborazione con le organizzazioni per ciechi locali, in particolare con i servizi riabilitativi del Centro Ciechi St. Raphael e con il Gruppo Sportivo Non- e Semivedenti Bolzano.
L’ampia attività della sezione è stata programmata e svolta dal Consiglio Direttivo formato da 9 membri nonché dalle 3 dipendenti.
Inestimabile è il contributo svolto da parte dei numerosi volontari che collaborano con l’Unione in qualità di accompagnatori vedenti o aiutanti. Cogliamo l’occasione per ringraziarli sentitamente!
Nello svolgere le nostre molteplici attività veniamo sempre coadiuvati dagli enti pubblici locali, in particolare dall’Ufficio Provinciale Persone con disabilità, nonché da diversi Comuni della Provincia. Da menzionare sono anche i contributi da soci e privati che, in considerazione della progressiva diminuzione dei fondi elargiti dagli enti pubblici, acquistano sempre maggiore rilevanza. Importanti sono inoltre i fondi che vengono raccolti tramite la distribuzione del calendario “Südtiroler Hauskalender”.
Un’ulteriore fonte di finanziamento è la destinazione della quota del 5 per mille dell’IRPEF all’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS – Sezione Provinciale di Bolzano. In questo modo è possibile sostenere in modo concreto, fornendo un prezioso e importante aiuto, l’attività della nostra Associazione – codice fiscale 80015390216.
Per una consulenza o richiesta di informazioni i cittadini sono invitati a contattare l’ufficio dell’Unione sita in via Garibaldi n. 6 a Bolzano, Tel. 0471-971117, sito internet: www.unioneciechi.bz.it

partecipanti assemblea

partecipanti assemblea