Bolzano – Assemblea autunnale UICI sez. Alto Adige, di Valter Calò

Autore: Valter Calò

Bolzano, 15 ottobre 2019, ore 15:00, Centro ciechi San Raffael.

Dopo il mio benvenuto e i doverosi saluti ai numerosi partecipanti, ho iniziato sottolineando l’importanza della nostra associazione che in Provincia risulta essere una tra le più grandi se non la più grande per numero di soci e per le sue molteplici attività.

Pochi giorni prima della nostra Assemblea, ho ricordato ai partecipanti che si è svolto un convegno sul tema “disabilità e lavoro”, programmato e gestito dalla Consulta sulle Disabilità del Comune di Bolzano, in questo seminario siamo stati attivi e presenti, gestendo il dovuto spazio tra i relatori. In questa manifestazione, abbiamo suggerito che la Consulta rappresenti per i disabili un organismo vincolante e non solo consultivo per l’operato della politica locale, abbiamo inoltre suggerito che vengano considerate ed istituite le figure di Disability Manager, figure divenute indispensabili sia nella gestione che nella risoluzione di varie problematiche che possano insorgere intorno e alle persone con disabilità nel posto di lavoro. Alla fine del seminario abbiamo ricordato che le persone disabili non sono articoli di legge, ma persone che spesso vivono in primis o secondariamente, un loro piccolo grande dramma; non vogliamo essere compatiti, ma chiediamo di trovare le persone giuste al posto giusto che sappiano ascoltarci, capirci.

La sezione UICI Alto Adige, segue e partecipa attivamente a risolvere le problematiche di circa 1300 persone con disabilità visiva, cieche e ipovedenti di tutte le età, tra i quali circa 800 sono nostri soci; ho ricordato l’importanza dell’associazione e dello spirito collegiale e di cooperazione che non deve mai essere tralasciato, nell’interesse di tutte le persone con disabilità visiva.

Il Consiglio Direttivo è molto attivo, ogni consigliere ha un suo preciso incarico che segue interfacciandosi e confrontandosi con gli altri componenti durante i numerosi Consigli di Sezione che si svolgono durante l’intero anno.

Ho sottolineato l’attiva collaborazione che la nostra sezione ha con la sede Nazionale dell’UICI e la presenza del nostro Presidente dr. Mario Barbuto che ogni volta in cui è stato chiamato in causa è sempre stato disponibile, collaborando e aiutandoci a risolvere i nostri problemi.

Inizia cosi l’Assemblea autunnale della nostra sezione con il primo punto che prevede la nomina del Presidente e vice Presidente della giornata dei lavori.

Ho chiesto a Gabi Bernard se voleva assolvere questo importante compito, Gabi ha risposto affermativamente evidenziando la felicità nel rivestire questo importante ruolo, secondariamente mi sono rivolto all’assemblea chiedendo di avvallare questo incarico, l’Assemblea ha accettato ad unanimità.

Con la stessa procedura ho chiesto a Monica Bancaro di ricoprire il ruolo di vice Presidente, Monica e l’Assemblea hanno accettato.

Ho passato così il microfono a Gabi Bernard, Presidente dell’Assemblea che con autorità e responsabilità è passata da un punto programmatico all’altro.

Il suo primo compito è stato quello di proporre all’Assemblea gli incarichi istituzionali quali gli scrutinatori, 3 vedenti e 2 minorati della vista e 3 Questori, l’Assemblea ha approvato.

Si è passati così alla lettura, e il doveroso dibattito della Relazione Programmatica 2020, l’Assemblea ha approvato all’unanimità.

Il passo successivo, la presentazione del budget 2020, dopo la lettura è stata chiesta ancora la sua votazione, l’Assemblea ha approvato ad unanimità.

Tutti i documenti sono stati letti dalla nostra economa Patrizia Cappello, in italiano e in tedesco.

In ogni assemblea, uno dei punti programmatici che mi coinvolge maggiormente, sono le varie, dove si apre il dialogo con i soci, si ascoltano con attenzione critiche, proposte, idee e i complimenti verso l’operato dell’ufficio sezionale e i componenti del Consiglio.

Alla fine di questa importante tavola rotonda, dopo l’appello è stata offerta una merenda dalla loro e nostra sezione Alto Adige.

L’Assemblea è un giorno molto importante per condividere assieme ai soci la direzione da intraprendere oltre che una bella occasione per incontrare nuovi soci o discutere serenamente su vecchi problemi con loro.

I lavori si sono chiusi alle 16:25 ed è iniziato cosi il Time conviviale, i soci si sono trattenuti sia internamente che esternamente al Centro ciechi San Raffael, la nostra casa, la casa delle persone con disabilità visiva in Alto Adige.

Il Presidente Valter Calò